Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Sie sind nicht angemeldet.


Dieses Thema ist geschlossen.

Lieber Besucher, herzlich willkommen bei: Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Falls dies Ihr erster Besuch auf dieser Seite ist, lesen Sie sich bitte die Hilfe durch. Dort wird Ihnen die Bedienung dieser Seite näher erläutert. Darüber hinaus sollten Sie sich registrieren, um alle Funktionen dieser Seite nutzen zu können. Benutzen Sie das Registrierungsformular, um sich zu registrieren oder informieren Sie sich ausführlich über den Registrierungsvorgang. Falls Sie sich bereits zu einem früheren Zeitpunkt registriert haben, können Sie sich hier anmelden.

Flavio10

Giovane Amico

  • »Flavio10« ist männlich
  • »Flavio10« ist der Autor dieses Themas

Beiträge: 188

Aktivitätspunkte: 725

Registrierungsdatum: Dienstag, 29 April 2014

Wohnort: Italia

Beruf: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Nachricht senden

1

Montag, 08 April 2019, 18:48

Sfogo

Buon pomeriggio (§si fa per dire)

Non so da dove iniziare....
Vivo da sempre con i miei genitori, la mia idea di vita era, troverò qualcuna di cui mi innamorerò e che si innamorerà di me e mi sposerò.
!0 anni fa avevo trovato lei... ma per una serie di motivi adesso da qualche mese lei è sposata con un altro.
Da anni mio padre è ammalato e pian piano con l'età che avanza le sue condizioni sono peggiorate, il problema è che adesso anche mia madre sta spesso male e io sono solo, figlio unico, cerco di fare più di quello che penso umanamente è richiesto ma adesso mi sto accorgendo, soprattutto in questi ultimi giorni in cui mia madre è stata male spesso.. che insomma, mi sento e mi vedo depresso, triste e ho paura anche a sorridere perché poi capita qualcosa magari uno di loro due sta male e allora.. mi crolla il mondo.
Mi rendo conto però che mi sto troppo chiudendo in me e che sto passando la maggior parte della giornata a casa,perchè da un lato hanno bisogno di me dall'altro ho paura che succeda qualcosa e poi molti miei amici al momento no sono neppure qui e quindi mi ritroverei solo anche a fare una semplice passeggiata. L'uniuca cosa che mi distrae è il lavoro.. a scuola....(ovviamente precario) ma c'è.
Ma mi rende conto che è poco. Vita sentimentale zero.. anche perché quelle poche ragazze che ormai si riesce anche a sentire solo tramite chat.. quando capiscono una certa situazione in famiglia.. beh.. scappano.
Che dire.. non lo so... mi sto sfogando.. sono anni che non scrivo qui.. anni fa mi ero iscritto per problemi di panico.. forti problemi.. ma vista la situazione a casa sono diventato un esperto nello stare sempre in tensione e quindi il panico --- ha avuto paura anche lui ... e diciamo per ora è+ scappato,,:)
non so se qualcuno mi risponderà e se farà qualche riflessione su questo mio post. Sono curioso.... così tanto per sentire qualcuno.
La tristezza signori miei è brutta... soprattutto quando capisci che più i giorni passano e più i tuoi genitori che essendo solo.. rappresentano tutta la tua famiglia... insomma loro prima o poi.. andranno via.. e tutto il tempo passato a prenderti cura di loro. rimarrà solo un ricordo e tu avrai tanto vuoto.Non avendo una famiglia mia.. figli etc... mi chiedo cosa farò? Si lo so mi sento come in lutto già e forse è una bestemmia ma in questi giorni la paura, la tristezza i pensieri del futuro mi attanagliano...
Mi fermo qui... un caro saluto a tutti.

Leyla

Santa Impazienza

  • »Leyla« ist weiblich

Beiträge: 950

Aktivitätspunkte: 2 843

Registrierungsdatum: Freitag, 03 April 2015

  • Nachricht senden

2

Montag, 08 April 2019, 19:04

Ciao Flavio. La domanda è banale, perdonami, ma hai pensato di cercare un aiuto? Magari part-time. Potresti respirare
un pò.
La quiete di coloro che ci hanno preceduto non può alleviare l'inquietudine di coloro che seguono.

fran235

Esperto del Forum

  • »fran235« ist männlich

Beiträge: 8 864

Aktivitätspunkte: 20 927

Registrierungsdatum: Mittwoch, 05 Oktober 2016

Wohnort: Roma e l'universo

Beruf: something

  • Nachricht senden

3

Montag, 08 April 2019, 19:20

Se c'è la possibilità il consiglio di Leyla mi sembra assolutamente sensato. Immagino che tu sia ancora giovane. Prendersi cura dei genitori anziani è certamente ammirevole ma anche prendersi qualche ora per sé stessi è una buona cosa.
Potresti cercarti qualche attività che ti permette di socializzare.
Hasta el buonismo siempre!!!

Flavio10

Giovane Amico

  • »Flavio10« ist männlich
  • »Flavio10« ist der Autor dieses Themas

Beiträge: 188

Aktivitätspunkte: 725

Registrierungsdatum: Dienstag, 29 April 2014

Wohnort: Italia

Beruf: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Nachricht senden

4

Montag, 08 April 2019, 22:19

purtroppo non è così semplice... trovare qualcuno che sia in grado di comprendere i bisogni di una persona con tanti problemi. Inoltre mio padre che non ha tutte le capacità cognitive cerca sempre me.. e si calma solo in mia presenza.
Comunque... vi ringrazio per avermi letto e per aver provato a dare un vostro suggerimento.
Mi ha fatto molto piacere e mi ha sollevato un po.

Leyla

Santa Impazienza

  • »Leyla« ist weiblich

Beiträge: 950

Aktivitätspunkte: 2 843

Registrierungsdatum: Freitag, 03 April 2015

  • Nachricht senden

5

Dienstag, 09 April 2019, 05:07

Lo so che trovare la persona adatta è difficile, però cercando cercando, con calma e magari
facendo in modo che i tuoi genitori si "adattino" a lei con i loro tempi potresti anche trovare
un aiuto valido.
La quiete di coloro che ci hanno preceduto non può alleviare l'inquietudine di coloro che seguono.

6

Dienstag, 09 April 2019, 14:33

rimarrà solo un ricordo e tu avrai tanto vuoto.Non avendo una famiglia mia.. figli etc... mi chiedo cosa farò?

Caro Flavio, cosa farai? (cosa farò io visto che sono in una situazione analoga?). Te lo dico io: reagiremo, vivremo la vita per quel che sarà, aumenteremo la nostra Fede, ci rafforzeremo e magari incontreremo allora l'anima gemella, magari qualcuna con cui condividere le nostre paure e farci sostegno a vicenda, matureremo ulteriormente e vivremo anche noi la nostra vita come da sempre va la vita su questo pianeta, cioè con una nascita, una vita ed una seconda nascita (io la morte non la definisco tale ma da credente ritengo che all'atto della morte la nostra anima rinasce nuovamente, sempre che lo abbiamo meritato nel corso della vita con opere e buone azioni per chi ha piacere di credere in Dio).

Logicamente lungi da me volerti dire che questo mio pensiero e questa mia Fede rappresentino il segreto per affrontare bene queste situazioni quando esse accadranno e va da se che ognuno debba poi organizzarsi in parte il proprio destino ma essendo che hai dato luogo ad un tuo sfogo, che comprendo molto bene, mi è venuto spontaneo dirti la mia posizione.

Ciao e sii soprattutto ottimista, la vita è spesso difficile ma a volte riserva anche sorprese positive e cambi radicali della propria personalità che poi consentono di affrontare situazioni che mai avremmo pensato di affrontare (e superare!!).

ipposam

Utente Avanzato

Beiträge: 950

Aktivitätspunkte: 2 961

Registrierungsdatum: Mittwoch, 25 März 2015

  • Nachricht senden

7

Mittwoch, 10 April 2019, 14:49

Ciao Flavio,
la situazione che descrivi è chiaramente pesante e complessa, metterebbe alla prova chiunque. In realtà tutti noi ci troveremo presto o tardi ad avere a che fare con la vecchiaia dei nostri genitori, o con la loro morte. E' un processo inesorabile che ci riguarda tutti. Tu stai facendo quello che puoi, e non ti pentirai mai di questo aiuto che stai dando ai tuoi genitori e sicuramente ti fa onore, a me sembra un "plus" non certo un "minus" della tua persona. Se senti di non riuscire a reggere il peso di questa situazione da solo fai bene a chiedere aiuto: è umano. A volte, per essere di aiuto, bisogna essere aiutati, e anche su questo non c'è nulla di male.
Non commettere l'errore di ritenere che il tuo futuro non esista; le cose cambiano a volte ad una velocità impensabile, e non ci è dato di prevederlo. Se lo vorrai potrai senz'altro avere una tua famiglia e dei figli, non mancheranno le occasioni, e non sarà certo l'esserti preso cura dei tuoi cari a costituire un ostacolo per questo tuo desiderio. L'importante è che oltre ad avere cura di loro tu riesca anche ad avere cura di te, cerca di ritagliarti uno spazio, anche piccolo, per te stesso: se tu sarai più sereno potrei senz'altro affrontare tutto meglio e saprai cogliere le opportunità che la vita non tarderà a presentarti.

8

Mittwoch, 10 April 2019, 16:54

Mi associo a tutto gli interventi scritti sopra, purtroppo ed inesorabilmente un giorno accadrà quello che non vorremmo mai accadesse... se riesci a ritagliarti un angolo di respiro per te stesso, sarai più forte anche tu nell'aiutare loro, ma puoi appunto farlo solo se anche tu cerchi aiuto.

9

Mittwoch, 10 April 2019, 17:47

purtroppo ed inesorabilmente un giorno accadrà quello che non vorremmo mai accadesse...

Tuttavia se ci riflettiamo nella vita non ci sono solo dolori e privazioni ma ci sono anche soddisfazioni, l'aggiunta di nuove relazioni e affetti, delle esperienze positive, nuove conoscenze (anche spirituali!), ed una crescita interiore che può aiutare ad affrontare (e superare), le difficoltà che la vita presenta nel suo corso.

Signori, questa è la vita, non possiamo opporci al suo corso ma possiamo esserne attori protagonisti e contribuire a viverla al meglio.

hallison

Giovane Amico

  • »hallison« ist weiblich

Beiträge: 213

Aktivitätspunkte: 573

Registrierungsdatum: Samstag, 11 Dezember 2010

  • Nachricht senden

10

Mittwoch, 10 April 2019, 20:48

Signori, questa è la vita, non possiamo opporci al suo corso ma possiamo esserne attori protagonisti e contribuire a viverla al meglio.


Beh...hai ragione Michele. Sembra l'uovo di Colombo.
E' l'uovo di Colombo :)


Eppure quante resistenze...al dolore, al cambiamento, alla presa di coscienza.


Il bicchiere mezzo vuoto, il bicchiere mezzo pieno.


Ognuno è davvero responsabile della propria serenità.

11

Donnerstag, 11 April 2019, 10:25

Ognuno è davvero responsabile della propria serenità.


Non completamente, purtroppo.
Ci sono condizioni mentali che non lo consentono, e allora, bisogna chiedere aiuto.

Flavio10

Giovane Amico

  • »Flavio10« ist männlich
  • »Flavio10« ist der Autor dieses Themas

Beiträge: 188

Aktivitätspunkte: 725

Registrierungsdatum: Dienstag, 29 April 2014

Wohnort: Italia

Beruf: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Nachricht senden

12

Donnerstag, 11 April 2019, 10:29

rimarrà solo un ricordo e tu avrai tanto vuoto.Non avendo una famiglia mia.. figli etc... mi chiedo cosa farò?

Caro Flavio, cosa farai? (cosa farò io visto che sono in una situazione analoga?). Te lo dico io: reagiremo, vivremo la vita per quel che sarà, aumenteremo la nostra Fede, ci rafforzeremo e magari incontreremo allora l'anima gemella, magari qualcuna con cui condividere le nostre paure e farci sostegno a vicenda, matureremo ulteriormente e vivremo anche noi la nostra vita come da sempre va la vita su questo pianeta, cioè con una nascita, una vita ed una seconda nascita (io la morte non la definisco tale ma da credente ritengo che all'atto della morte la nostra anima rinasce nuovamente, sempre che lo abbiamo meritato nel corso della vita con opere e buone azioni per chi ha piacere di credere in Dio).

Logicamente lungi da me volerti dire che questo mio pensiero e questa mia Fede rappresentino il segreto per affrontare bene queste situazioni quando esse accadranno e va da se che ognuno debba poi organizzarsi in parte il proprio destino ma essendo che hai dato luogo ad un tuo sfogo, che comprendo molto bene, mi è venuto spontaneo dirti la mia posizione.

Ciao e sii soprattutto ottimista, la vita è spesso difficile ma a volte riserva anche sorprese positive e cambi radicali della propria personalità che poi consentono di affrontare situazioni che mai avremmo pensato di affrontare (e superare!!).



GRAZIE MILLE per le tue parole.
Ho letto più volte con attenzione questo tuo messaggio e lo rileggerò.
Oggi, non so perché mi sento più sereno, o meglio più forte di qualche giorno fa quando ho scritto quel post.
Continuerò a lottare, magari a migliorare o incrementare la mia spiritualità, a credere ancora in un futuro più sereno e cercherò per quanto possibile di essere più ottimista.
GRAZIE ANCORA :)
p.s. Soprattutto, spero che anche per te vada sempre tutto per il meglio

Flavio10

Giovane Amico

  • »Flavio10« ist männlich
  • »Flavio10« ist der Autor dieses Themas

Beiträge: 188

Aktivitätspunkte: 725

Registrierungsdatum: Dienstag, 29 April 2014

Wohnort: Italia

Beruf: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Nachricht senden

13

Donnerstag, 11 April 2019, 10:31

grazie

Ciao Flavio,
la situazione che descrivi è chiaramente pesante e complessa, metterebbe alla prova chiunque. In realtà tutti noi ci troveremo presto o tardi ad avere a che fare con la vecchiaia dei nostri genitori, o con la loro morte. E' un processo inesorabile che ci riguarda tutti. Tu stai facendo quello che puoi, e non ti pentirai mai di questo aiuto che stai dando ai tuoi genitori e sicuramente ti fa onore, a me sembra un "plus" non certo un "minus" della tua persona. Se senti di non riuscire a reggere il peso di questa situazione da solo fai bene a chiedere aiuto: è umano. A volte, per essere di aiuto, bisogna essere aiutati, e anche su questo non c'è nulla di male.
Non commettere l'errore di ritenere che il tuo futuro non esista; le cose cambiano a volte ad una velocità impensabile, e non ci è dato di prevederlo. Se lo vorrai potrai senz'altro avere una tua famiglia e dei figli, non mancheranno le occasioni, e non sarà certo l'esserti preso cura dei tuoi cari a costituire un ostacolo per questo tuo desiderio. L'importante è che oltre ad avere cura di loro tu riesca anche ad avere cura di te, cerca di ritagliarti uno spazio, anche piccolo, per te stesso: se tu sarai più sereno potrei senz'altro affrontare tutto meglio e saprai cogliere le opportunità che la vita non tarderà a presentarti.

Ciao Flavio,
la situazione che descrivi è chiaramente pesante e complessa, metterebbe alla prova chiunque. In realtà tutti noi ci troveremo presto o tardi ad avere a che fare con la vecchiaia dei nostri genitori, o con la loro morte. E' un processo inesorabile che ci riguarda tutti. Tu stai facendo quello che puoi, e non ti pentirai mai di questo aiuto che stai dando ai tuoi genitori e sicuramente ti fa onore, a me sembra un "plus" non certo un "minus" della tua persona. Se senti di non riuscire a reggere il peso di questa situazione da solo fai bene a chiedere aiuto: è umano. A volte, per essere di aiuto, bisogna essere aiutati, e anche su questo non c'è nulla di male.
Non commettere l'errore di ritenere che il tuo futuro non esista; le cose cambiano a volte ad una velocità impensabile, e non ci è dato di prevederlo. Se lo vorrai potrai senz'altro avere una tua famiglia e dei figli, non mancheranno le occasioni, e non sarà certo l'esserti preso cura dei tuoi cari a costituire un ostacolo per questo tuo desiderio. L'importante è che oltre ad avere cura di loro tu riesca anche ad avere cura di te, cerca di ritagliarti uno spazio, anche piccolo, per te stesso: se tu sarai più sereno potrei senz'altro affrontare tutto meglio e saprai cogliere le opportunità che la vita non tarderà a presentarti.


GRAZIE ANCHE A TE... si hai ragione, non bisognerebbe aver paura di chiedere aiuto per poter poi aiutare gli altri... in questo caso i miei genitori.
Cercherò in effetti a ritagliarmi qualche piccolo spazio per me... e forse come dici tu.. forse un giorno potrò anche formare una famiglia.. bah.. per ora importante che riesca a mantenermi in forza,.. per loro. e anche per me.. ovvio.
un grazie di cuore

Flavio10

Giovane Amico

  • »Flavio10« ist männlich
  • »Flavio10« ist der Autor dieses Themas

Beiträge: 188

Aktivitätspunkte: 725

Registrierungsdatum: Dienstag, 29 April 2014

Wohnort: Italia

Beruf: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Nachricht senden

14

Donnerstag, 11 April 2019, 10:32

Mi associo a tutto gli interventi scritti sopra, purtroppo ed inesorabilmente un giorno accadrà quello che non vorremmo mai accadesse... se riesci a ritagliarti un angolo di respiro per te stesso, sarai più forte anche tu nell'aiutare loro, ma puoi appunto farlo solo se anche tu cerchi aiuto.


GRAZIE :) davvero!

hallison

Giovane Amico

  • »hallison« ist weiblich

Beiträge: 213

Aktivitätspunkte: 573

Registrierungsdatum: Samstag, 11 Dezember 2010

  • Nachricht senden

15

Donnerstag, 11 April 2019, 12:51

Ognuno è davvero responsabile della propria serenità.


Non completamente, purtroppo.
Ci sono condizioni mentali che non lo consentono, e allora, bisogna chiedere aiuto.



Hai perfettamente ragione finally...

Zurzeit ist neben Ihnen 1 Benutzer in diesem Thema unterwegs:

1 Besucher