Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,277

Activitypoints: 4,643

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

1

Tuesday, April 26th 2016, 10:35am

Percezioni fallaci e verità oggettive?

Ciao a tutti.
Premetto che - pur avendo un lavoro a tempo indeterminato a Milano - la mia azienda sta subendo una forte crisi, perciò stiamo usufruendo degli ammortizzatori sociali. Ovviamente, ne sono preoccupato, ma sono preoccupato anche della mia vita sociale ed affettiva. Come sapete, ho 37 anni ma, non avendo una grande vita sociale ed affettiva, mi sono attaccato ai miei genitori e a mio fratello come una cozza: la parola affetto è sconosciuta al vocabolario famigliare. La mia terapeuta ha sempre detto che devo rassegnarmi ed elaborare una sorta di lutto: i miei genitori sono persone molto pratiche e non possono darmi ciò che io desidero. I miei genitori abitano a Sondrio, io e mio fratello a Milano.
Possiamo dire che, se la scelta fosse tra una famiglia povera ma felice ed una famiglia ricca ma triste, io sceglierei la prima e i miei famigliari la seconda.
Ieri, per la prima volta dopo tanto tempo ho provato un senso di repulsione e disgusto verso mio padre. Domenica sera sono stato invitato da E. a bere un caffè. E. è un mio ex compagno di scuola:
  1. Lo conoscono bene anche i miei genitori
  2. Lavora in banca, come ci lavorava suo padre (andato anni fa in pensione)
  3. Per motivi che non ho mai chiesto, non ha terminato l'Università

Mio padre mi ha chiesto come avessi passato la serata e qualche notizia di E., gelandomi il sangue dicendo:

Quoted

Beato E. che prende un buono stipendio ed è qua!


Queste dieci parole riassumono il pensiero di mio padre: mi vorrebbe con un lavoro stabile vicino a casa. Supponendo che il suo volermi vicino a casa è un modo per avere anche una vicinanza affettiva, è molto ben nascosta: da sabato a ieri abbiamo parlato solo di cose pratiche (es.: giardini da curare, tavole da apparecchiare, cose da comprare) e nulla di diverso (es.: film visti, notizie lette, piccoli aneddoti che possono capitare ogni giorno).
Esempio generale: i miei genitori non hanno mai chiesto nulla sulla mia vita sentimentale. Altro esempio, forse più calzante: non mi hanno mai chiesto come stessi di salute. L'unica domanda che mi fanno a proposito della psicanalisi che sto seguendo è

Quoted

Quando finirai con la dottoressa?


Nelle frasi citate non leggo nulla di affettivo, ma solo praticità.
Vorrei la vostra opinione: magari avete considerazioni diverse dalle mie

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

2

Tuesday, April 26th 2016, 10:49am

mpoletti è chiari che i tuoi genitori vogliano solo praticità, perhcè non hanno i tuoi problemi.
lo fanno tutti i genitori, vogliono solo che il figlio abbia un futuro buono. per la reputazione e per il futuro quando tra 1000 anni passeranno a miglior vita.
immagino che i tuoi genitori abbiamo 60/70 anni. insomma la generazione dei miei nonni.
già la generazione dei 40/50 enni la pensa così più o meno,
figuriamoci una generazione che ha solo lavorato, doveva sopravvivere e le vacanze le si facevano al paese.
i miei nonni han visto relativamente la guerra, ma la mancanza di cibo si. quindi per loro era importante che i figli si ammogliassero in fretta e avessero una casa di proprietà.
e che stessero vicini a loro per assisterli in vecchiaia.
come vedi praticità allo stato puro.

magari per la ragazza ci hanno messo una pietra sopra, ormai ti danno per scapolone in quanto vecchio per aver moglie, sempre secondo la loro mentalità chiusa.
ed è più facile negare che un figlio stia male. meglio non chiedere, ci si protegge, dal dolore.
già sempre secondo loro, tu sei strano perhcè fai quella cosa chiamata psicoterapia. spendere soldi per questa cosa che senso ha?
faticano a comprenderla i miei che han 50 anni, figuriamoci i tuoi...

a 37 anni è il caso che tu abbia la tua indipendenza no?
lavori fortunatamente e da quel che ho capito vivi lontano, giusto? loro non possono cambiare ma tu si.

3

Tuesday, April 26th 2016, 10:56am

è triste accorgersi di avere vicino persone che non sono come vorresti. bisogna rassegnarsi. questo passaggio fa parte del diventare adulti.
non c'è altro da aggiungere.
puoi voler bene ai tuoi genitori ma loro sono come sono e tu sei come sei. nessuno cambierà mai la propria indole.
ti vogliono bene e hanno il loro modo di comunicarti affetto. non hanno altri strumenti. sono incapaci e limitati...come tutti noi lo siamo.

non pensare che per gli altri sia facile. prima o poi ci troviamo tutti nella stessa situazione. è un passaggio obbligato.
namasté

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

4

Tuesday, April 26th 2016, 11:07am

do ragione a la huesera.
loro resteranno con le loro convinzioni.
tu voresti cambiarle ma non puoi.
però puoi cambiare il tuo punto di vista. della serie loro son fatti così, che la pensino come vogliono, perhcè io son contento di ciò che faccio.

il ragionamento sta più che altro nel capire se quello che vuoi tu è giusto...per te?
pensaci bene.

memole77

Sognatrice professionista

  • "memole77" is female

Posts: 275

Activitypoints: 958

Date of registration: May 12th 2015

  • Send private message

5

Tuesday, April 26th 2016, 3:44pm

penso che sia normale
nessuno si sceglie i genitori
anche mia madre fatica a dimostrare affetto
non mi ha mai abbracciata
non mi ha mai detto che mi vuole bene
al contrario è sempre pronta a criticare
e ormai lo so che è così
non posso sperare di avere la sua approvazione
né mi dirà mai "brava"
a modo suo mi vuole bene e ho imparato a leggere tra le righe il suo affetto

forse non dovresti accanirti e cercare in loro qualcosa che non possono darti
e cercare invece di allargare la tua cerchia di amicizie
a piccoli passi
Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita poi è carogna non importa, una ragione per sorridere la trovi comunque.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,277

Activitypoints: 4,643

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

6

Tuesday, April 26th 2016, 3:45pm

loro resteranno con le loro convinzioni.
tu voresti cambiarle ma non puoi.


Grazie ad entrambe. Ho citato questa parte del messaggio di diana33 per precisare una cosa: se è vero che - forse - non mi sono ancora rassegnato alle loro convinzioni così radicate, è anche vero che spero che dimostrino con i fatti ciò che dicono spesso: infatti, si considerano di mentalità aperta. Inutile dire che, secondo me, non è assolutamente vero.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,277

Activitypoints: 4,643

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

7

Tuesday, April 26th 2016, 3:53pm

Un grazie anche a te, memole: ho letto il tuo messaggio solo dopo aver inviato la mia risposta.
Leggere il tuo messaggio mi rattrista e mi conforta allo stesso tempo: la situazione non è piacevole né per me né per te, ma è "magramente consolante" il fatto di non essere il solo ad avere questo problema

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

8

Tuesday, April 26th 2016, 3:54pm

non lo dimostreranno. se non l'hanno fatto prima perchè farlo ora?

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" has been banned

Posts: 1,849

Activitypoints: 5,898

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

9

Tuesday, April 26th 2016, 10:28pm

mpoletti
Il diritto di giudicare i tuoi genitori non te lo ha dato nessuno, tu alla loro età potresti anche aver fatto di peggio quindi, per giudicare devi aspettare ancora del tempo.
E' facile giudicare i genitori ed addossare loro le colpe, quando si è giovani, ma tu hai tempo per diventare peggio di loro, non lo scardare.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,277

Activitypoints: 4,643

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

10

Friday, April 29th 2016, 11:44am

Profeta, me lo ricorderò senz'altro

Used tags

famiglia, genitori