Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Creamy

Colonna del Forum

  • "Creamy" started this thread

Posts: 1,553

Activitypoints: 5,068

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

1

Sunday, November 5th 2017, 2:37pm

pecore nere

Buongiorno ragazzi.
Dunque io per molte ragioni mi sento la pecora nera della famiglia, ovvero quella diversa, quella problematica, quella che non sa vivere.
Nel mio piccolo nucleo famigliare ( ovvero mamma, papà e sorella ) sono quella che crea sempre problemi, quella un po' capricciosa che entra in rotta di collisione con gli altri tre membri, quella rinunciataria, quella su cui non fare affidamento.
Allargando un pò l'ambito famigliare, per gli zii e cugini di primo e secondo grado, sono la ragazza depressa,insipida, che a volte va in escandescenza, ma per lo più invisibile. E' vero che nei loro confronti sono molto riservata, un tempo ero più allegra, ora sarà che molti di loro me li vedo realizzati e io no, tendo a evitarli e a restare muta, perchè il loro ottimismo e allegria non fanno parte del mio mondo. Insomma non sento sintonia e mi chiudo, mentre con mamma, papà e sorella sono un fiume in piena, certo ho anche con loro argomenti di cui non voglio parlare, ma fondamentalmente ogni schiribicchio che mi viene in mente, lo sputo.
Probabilmente nella mia famiglia c'è anche un'altra pecora nera ( che poi si sa le pecore nere, non vengono mai additate direttamente, di sicuro c'è disistima e anche vergogna verso quel membro ) che è mio cugino di primo grado, fondamentalmente perchè è bipolare, quindi le due fasi del carattere sono molto marcate, in generale le accomuna il fatto di essere esaltato e di fare dei pensieri e azioni esaltate. So per certo che altri miei parenti si vergognano, lo additano come strano, anche purtroppo i suoi genitori quando va in escandescenza, vorrebbero sotterrarsi di vergogna, pur volendogli bene.
Insomma è come se entrassi nel loro pensiero e mi vedessi con i loro occhi. L'immagine non è delle migliori e mi scoccia.
Voi? Sentite di essere pecore nere nella vostra famiglia o considerate qualcuno tale? Perchè?

Creamy

Colonna del Forum

  • "Creamy" started this thread

Posts: 1,553

Activitypoints: 5,068

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

2

Sunday, November 5th 2017, 2:47pm

Un'altra domanda collegata: avete nella vostra famiglia qualcuno di "successo" che vi fa scatenare l'empio paragone con voi stessi, che vi sentite inetti?

3

Sunday, November 5th 2017, 3:36pm

Voi? Sentite di essere pecore nere nella vostra famiglia o considerate qualcuno tale? Perchè?

No.

Un'altra domanda collegata: avete nella vostra famiglia qualcuno di "successo" che vi fa scatenare l'empio paragone con voi stessi, che vi sentite inetti?

No e non me ne può fregar di meno del successo degli altri.

La questione del sentirsi pecore nere è molto una percezione e scaturisce dalla mancanza di autostima. Se qualcuno mi giudica una pecora nera (è capitato), me ne sono fatto al contrario un vanto perché per me ero diverso in senso positivo da loro che si omologavano. Certo potresti sentirti una pecora nera rispetto a un tuo amico/a, parente che si sono realizzati avendo successo in qualcosa e tu no ma anche in questo caso hai solo avuto possibilità diverse o non ti sei impegnata abbastanza, non si tratta di essere una pecora nera, si tratta solo di avere avuto delle chance diverse. Se rispetto ad altri siamo diversi (me no male!), se come alcuni di loro non riusciamo a realizzare taluni obbiettivi non siamo delle pecore nere, siamo solo persone con un percorso diverso ma ciò non significa che loro siano migliori di noi. Saremo sempre peggiori o migliori di qualcuno rispetto a dei parametri di riferimento e soprattutto in base al giudizio che diamo di noi stessi.

Ps: spesso un po di sano menefreghismo aiuta.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,829

Activitypoints: 20,822

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

4

Sunday, November 5th 2017, 5:07pm

Io in teoria ero quello di successo...non dico altro
Hasta el buonismo siempre!!!

5

Sunday, November 5th 2017, 5:09pm

Io un tempo ero la pecora dorata, ossia quella ammirata e rispettata da tutti.
Poi di colpo, dopo una serie di fallimenti, sono diventata nera.
Per fortuna tendo a fregarmene dei giudizi altrimenti sarei fritta come l'agnello a Pasqua.
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

Creamy

Colonna del Forum

  • "Creamy" started this thread

Posts: 1,553

Activitypoints: 5,068

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

6

Sunday, November 5th 2017, 5:28pm

Sara mi hai fatto fare mente locale e ho ricordato che anche io fino ai 12,13 anni ero apprezzata in famiglia!
Sia per un fatto fisico, il particolare degli occhi azzurri, che porto solo io nelle ultime due generazioni e me lo facevano notare sempre con una bonaria invidia, sia perchè all'epoca scrivevo delle poesie come faceva mio nonno, tutti erano stra commossi di questo fatto. Anche a scuola ero molto molto brava.
Ora invece non sono minimamente considerata speciale

Creamy

Colonna del Forum

  • "Creamy" started this thread

Posts: 1,553

Activitypoints: 5,068

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

7

Sunday, November 5th 2017, 5:31pm

Comunque raga vi posso dire una cosa? A mio parere anche la persona più sicura su questo pianeta, ha comunque il cavillo del giudizio dei parenti e dei genitori. In fondo ci si vuole sentire speciali per loro

8

Sunday, November 5th 2017, 6:00pm

Ero il cavallo vincente su cui la mia famiglia puntava... poi la vita non è stata così generosa con me ... mi sa che dovrò accontentarmi dell'ultimo posto. In fondo, chi se ne frega.

9

Sunday, November 5th 2017, 6:15pm

Il giudizio dei genitori conta tantissimo...ma secondo me ha un gran oeso nell'infanzia e adolescenza.
Oramai siamo adulti, a me spiace deluderli però ad essere sincera non ci soffro tantissimo.
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,055

Activitypoints: 3,242

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

10

Sunday, November 5th 2017, 7:13pm

Anche io sono la pecora d'oro di famiglia...

E a questo punto punto mi viene anche da sorridere con un abbraccio, tenerissima e simpaticissima Creamy, perché...come vedi...non si è ancora fatta presente nessuna "pecora nera di famiglia" eppure...siamo tutti su un forum per ansiosi e problematici... :assi:

Condivido quanto scritto da Sara84 : l'atteggiamento dei genitori conta tantissimo, fino a quando si è ragazzi. Poi , da adulti, molto si ridimensiona e tutto si assolve! :friends:

Pallidal

Giovane Amico

  • "Pallidal" is female

Posts: 280

Activitypoints: 844

Date of registration: May 23rd 2017

Occupation: studentessa

  • Send private message

11

Tuesday, November 7th 2017, 3:29pm

Ma nella mia famiglia non mi considero la pecora nera.
ho i miei problemi o meglio non sono un astro nascente però vengo superata da altri componenti che sono molto peggio di me.
Ma anche perché i miei non hanno mai preteso da me niente , non mi hanno mai messo pressione per le mie scelte , hanno saputo comprendere i miei sbagli perché sono umana e posso sbagliare.
Invece noto questa pressione nel "dover arrivare " nella famiglia del mio compagno ad esempio , il bisogno di essere sempre i primi , i fuori classe. E chi pecca viene messo al angolo come fallito.

miomao70

Giovane Amico

Posts: 149

Activitypoints: 403

Date of registration: Oct 7th 2016

  • Send private message

12

Thursday, November 9th 2017, 6:09pm

Come ho scritto altrove, su di me hanno rovesciato ben altro.
Ho visto persone "amiche", parenti ed i miei stessi genitori gioire dei miei insuccessi.
Che fosse in modo inconscio o calcolato.

Lo scrivo pure qui.
Per Creamy o per quanti altri.
Frequentate persone "oneste".

Se si pongono in competizione con voi.
Se hanno bisogno di vedervi cadere in basso per sentirsi più in alto.
Queste persone non meritano neanche un pensiero da parte vostra.

So bene che a parole è tutto più facile...

Creamy

Colonna del Forum

  • "Creamy" started this thread

Posts: 1,553

Activitypoints: 5,068

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

13

Thursday, November 9th 2017, 7:53pm

Ciao Miomao nel mio caso non sono persone che gioiscono dei miei insuccessi ma sicuramente il pensiero che non sono in grado di vivere "normalmente" ( secondo gli standard di una vita "normale" ) ce l'hanno...alcuni tra gli adulti miei famigliari me ne hanno parlato in veste di consigli, non di giudizi espressi tout court ma naturalmente non é difficile capire che se mi danno questi consigli é perché in certi ambiti mi vedono incapace/pigra/arrendevole etc.
Ma sicuramente come capita a tutti i più feroci giudici di noi stessi siamo noi stessi

miomao70

Giovane Amico

Posts: 149

Activitypoints: 403

Date of registration: Oct 7th 2016

  • Send private message

14

Thursday, November 23rd 2017, 7:19pm

Beh, posso solo sperare che i tuoi genitori sappiano fare il loro mestiere e non seguano "scorciatoie".

Riguardo al successo qualcosa te lo posso dire.
Di "pecore bianche", secondo gli standard, è pieno il mondo.
Ma se sei una persona onesta e un'amica sincera stai già un gradino sopra Madonna e Lady Gaga.

(dico Madonna e Lady Gaga solo per rendere l'idea)

Similar threads