Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

ivo

Utente Attivo

  • "ivo" started this thread

Posts: 25

Activitypoints: 124

Date of registration: Sep 5th 2019

  • Send private message

1

Friday, September 6th 2019, 8:14am

genitori e famiglia strana

Ciao a tutti sono nuovo del forum ho bisogno di sfogarmi e raccontare a qualcuno la mia disavventura, che oramai dura da anni.
Ho 30 anni e la mia vita è un casino fin da quando sono piccolo, ho passato l'infanzia con i nonni materni, genitori separati in casa con fidanzato di mia mamma che veniva a mangiare a casa dei miei a scrocco e mio padre che non diceva niente perché succube, io a 12 anni già aiutavo mio nonno che aveva una grande azienda agricola e sinceramente mi piaceva e mi sono innamorato di questo mestiere,un legame forte con la terra. Cosi ho frequentato una scuola di agraria, ero molto preparato nelle mie materie perché invece di leggere topolino mi leggevo dei mattoni di agronomia-chimica e cosi avevo le medie di certe materie tra il 9 e 10 tranne che di matematica li una frana, andavo in questa scuola che era distante 2 ore da casa e dovevo prendere il treno, poi appena ero a casa subito sul trattore con un panino e lavoravo tutto il pomeriggio fino alle 8 ma riuscivo a reggere le fatiche. Sul treno che prendevo avevo il mio gruppetto di amici dove mi sentivo a mio agio fino a quando sono arrivati dei ragazzi più grandi e avevano scoperto che non mi piaceva il gioco del calcio, li sono iniziati i problemi tutti i giorni venivo vessato, insultato, deriso e volevano fare con me dei giochi non proprio piacevoli, come mettere la mano nel posacenere, poi mi facevano domande sul calcio e se non rispondevo nel modo corretto arrivava un pugno, schiaffo sputo, e più mi sottraevo più venivano a cercarmi.
Ho provato in tutti i modi a casa a dirlo e spiegarlo ma nessuno mi aveva mai ascoltato, prendendolo per un tentativo di evitare la scuola con continui litigi, fino al punto che al mattino invece di andare a prendere il treno mi nascondevo per ore e ore per sfuggire dal mondo stavo impazzendo, cosi sono finito in depressione dallo psicologo, con genitori che mi dicevano che fingevo e nessuno mi ascoltava, non hanno mai digerito la cosa e si sono approfittati di me sia dei miei soldi che guadagnavo da mio nonno. Poi un bel giorno per aggiungere la ciliegina sulla torta mio nonno aveva deciso di vendere l'azienda ed andare in pensione per punirmi, perché non avevo finito gli studi cosi mi sono ritrovato a 19 anni senza un soldo, senza lavoro, senza diploma! Per cercare di tirare avanti sono andato a fare diversi lavoretti a nero di giardinaggio e con i soldi guadagnati mi sono comprato delle attrezzature per aprire una piccola azienda agricola di vendita diretta di ortaggi, molti sacrifici e rinunce e sopratutto senza soldi, nonostante famigliari abbastanza benestanti. ora convivo da anni con una ragazza al secondo piano della casa dei miei, ma loro nonostante gli anni cercano di approfittarsi di me rubandomi anche i soldi dal portafoglio, io pian piano mi sto facendo la mia clientela che sembra apprezzare i miei prodotti biologici, però non posso permettermi ancora un affitto per andarmene di casa, ma qui si sta trasformando in un inferno in terra. La mia compagna anche lei sta cercando di lavorare con me essendo disoccupata, ma i suoi odiano il mestiere del contadino e stanno facendo di tutto per farci mollare,dandomi le colpe di tutto, mi sento come il Titanic che affonda e le scialuppe non ci sono. grazie a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggere tutto!

Used tags

famigliari, problemi