Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


31

Tuesday, June 25th 2019, 11:29am

Io lo ammetto candidamente... anzi non ci vedo niente di male.

Io al posto suo avrei provato un rancore viscerale anzi no è diverso... il rancore è qualcosa di tutto sommato diluibile nel tempo. Io avrei provato odio, quello vero, quello che avrebbe fatto provare paura anche a uno grosso tre volte me. L'odio che non permette nemmeno vendetta o sentimento ma quello che ti fa diventare l'abisso, il vuoto che non prova niente se non la determinata consapevolezza che porterà lui a pensare "scappa, scappa adesso senza nemmeno voltarti a guardare se ti inseguono".

E no... non sento il benché minimo senso di colpa, detto questo sia chiaro non intendo suggerirgli niente che vada oltre i limiti di legge o follie varie ma diamine continuo a pensare che qua sembra la sagra della vittima con tutti a consigliare che dovrebbe accettare, che bisogna essere superiori e bla bla bla... francamente pensandola così uno verrà calpestato sempre nella vita, nel lavoro, nei sentimenti e in tutto.

Nella realtà vince chi ha la forza di strappare via al mondo quello di cui si ha bisogno e non chi si mette a fare tanti ragionamenti su giustizia, sentimenti e manfrine varie.

32

Tuesday, June 25th 2019, 1:39pm

Evitate polemiche per favore!in particolare mi riferisco a Scorpio e fran.
Sara per lo staff
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

33

Tuesday, June 25th 2019, 1:47pm

Tornando ai dubbi posti dal nostro amico, ricordiamoci che stiamo parlando di un ragazzo di 19anni! Non di un uomo di 40.

Quando avevo 13anni mia mamma mi disse di essere incinta, io mi arrabbiai, per una adolescente era inconcepibile immaginare il sesso tra i propri genitori. Purtoppo la gravidanza andò male.
Oggi con gli occhi di donna mi sembrerebbe tutto naturale.
Per cui il punto di vista di una persona matura è molto diverso da un ragazzo.
Una mia amica a 20anni prese malissimo la gravidanza della madre e del nuovo compagno.Adesso che ne ha 27 non si stacca dalla sorellina combinaguai.
Io credo che l'arrabbiatura sia giusta.
Per il contesto, per tutto. Spero che lui riesca a recuperare il rapporto con la mamma è a ritrovare la serenità in famiglia...
Ricordiamoci che è lui a chiedere aiuto e non la madre 40enne.
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

34

Tuesday, June 25th 2019, 2:17pm

Quoted

Una mia amica a 20anni prese malissimo la gravidanza della madre e del nuovo compagno.Adesso che ne ha 27 non si stacca dalla sorellina combinaguai.
Io credo che l'arrabbiatura sia giusta.


Sara però penso ci sia una differenza fondamentale... un conto è volere bene alla sorellina/fratellino che viene a nascere cosa che secondo me è giustissimo fare!!! Tutt'altro discorso è accettare la nuova compagna/o della madre/padre cosa che invece non farei.

Nel primo caso penso sia qualcosa di assolutamente naturale che definirei quasi fisiologico; nel secondo caso si ha invece la situazione diametralmente opposta.

35

Tuesday, June 25th 2019, 2:58pm

Nell'episodio che ho portato ad esempio lo step di accettazione del nuovo compagno c era gia stato...
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

36

Tuesday, June 25th 2019, 3:01pm

Eh ma secondo me il difficile sta proprio in quello... accettare un bambino è relativamente facile; il difficile è accettare l'adulto. Almeno secondo me.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

37

Tuesday, June 25th 2019, 3:16pm

Evitate polemiche per favore!in particolare mi riferisco a Scorpio fran.
Sara per lo staff


Io cerco di evitare, se mi viene chiesto chiarimento e confronto trovo rispettoso offrire chiarimento e confronto

Ognuno porta quello che ha, io ho perso mio padre che non ero ancora in doppia cifra con l'età

E alle scuole medie chiedevo a mia madre perché non si rifacesse una vita , che ne aveva diritto

Non volevo essere il suo fidanzato, ne "l'uomo della sua vita" sarebbe stata molto più serena protetta e con un adulto accanto a affrontare i problemi della vita, anziché essere tesa, spaventata, stanca e ossessionata da me

La invitavo a guardare al domani e al suo benessere, che avrebbe avuto ricadute positive anche sul mio

È una prospettiva impresentabile?

Io purtroppo ho questa, e presento questa
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

38

Tuesday, June 25th 2019, 7:56pm

Scorpio ogni punto di vista è costruttivo, lo sai, ma vorrei evitare battibecchi ed eventuali OT.
Comunque il richiamo era anche per fran, era saltata una e nella digitazione che ho provveduto a sistemare.

Riguardo al tuo punto di vista io lo capisco, e probabilmente acquistata coscienza un ragazzo si rende anche conto che la propria madre potrebbe essere più felice con un compagno(e qui mi ricollego a Ryoma: come e quando essere pronti?). Il punto è che lo ha trovato a letto con un suo "amico" e sfido chiunque a non esserne shoccato. Io per lo meno la vedo in questo modo...
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

MATISFRIDA

Utente Attivo

  • "MATISFRIDA" is female
  • "MATISFRIDA" has been banned

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Jun 11th 2019

Occupation: casalinga

  • Send private message

39

Tuesday, June 25th 2019, 8:41pm

visto che vengo accusato di istigare al rancore (non credo ne abbia bisogno) il ragazzo non intervengo più sul thread. Certo c'è sempre da imparare. Scopro che a un ragazzo di 19 anni che ha perso prematuramente il padre si può chiedere di essere più maturo della madre di 40. Scopro anche che il rapporto genitori figli è bidirezionale. I figli devono pensare alla felicità dei genitori tanto quanto i genitori pensano a quella dei figli...io al solito sono strano ma proprio non voglio che i miei figli si preoccupino della mia felicità. E' colpa mia se sono qui e devono pensare a loro...io mi preoccupoco della loro (nel modo giusto o sbagliato che sia)
auguro solo in bocca al lupo al ragazzo e saluto :hi:




sono molto daccordo con fran235... In una situazione delicata come questa, chi è da tutelare è il figlio, anche se è un ragazzo di 19 anni... Certo che, anche lui, dovrebbe affrontare la situazione con coraggio edeterminazione... Non si è sentito coinvolto ed interpellato per la decisione di sua madre... Io, a lei, non ne faccio una colpa perchè a 40 anni ha il diritto di beneficiare di quel che la vita offre ancora....però le contesto la modalità con cui ha fatto partecipe, suo malgrado , il figlio. fatto sta che, la costituzione di una famiglia allargata, non è un evento del tutto negativo, l'importante è che le basi su cui si fonda siano solide . Un secondo figlio, a distanza di così tanto tempo dal primo, non si fa per sfizio... si deve ponderare tutto... Oggi si vorrebbe fare tutto così facilmente.... spesso si sottovalutano le conseguenze; non è come nelle fiction dove tutti vanno daccordo e vivono felici e contenti... SE questo ragazzo ha già dei problemi di ansia e insicurezza, prima di tutto, va seguito dalla madre e anche da uno psicologo.... Ma, non avendo troppi elementi, è un azzardo... Può darsi che , superata questa fase critica, accetti la nuova vita con un fratello... soprattutto non si senta mai escluso e mancante di attenzioni.; per essere anche lui, un domani, un buon genitore.
Gli faccio un grande "in bocca al lupo"!
Live :minigun: like a warrior...

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, non del tutto azzoppato, navigo ancora, anche perché senza ancora non riesco a fermarmi

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,359

Activitypoints: 4,176

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

40

Tuesday, June 25th 2019, 8:59pm

Secondo me, occorre distinguere secondo la fascia di età di un figlio.
Sopra i 18 anni devi dare spazio anche alla sessualità dei genitori, mentre stai sviluppando la tua.
Un genitore sessualmente appagato si comporta in famiglia in modo più costruttivo ed equilibrato.
Ci può essere la sorpresa di "scoprire" la sessualità del genitore (come quando l'autore del thread ha scoperto la madre in camera da letto in compagnia del suo ex istruttore) ma bisogna cercare di glissare (anche con umorismo) o comunque non condannare.

Quando sei adolescente o bambino è diverso, il genitore ti appartiene e non lo consideri sessualmente attivo (anche se lo è). In quel caso ci vuole molta più gradualità e delicatezza nell'introdurre il nuovo partner. Ed è comprensibile il disappunto, l'ostilità, persino l'odio del piccolo al quale sembra di vedersi sottratto il genitore.
In quel caso bisogna avere la pazienza di attendere la crescita del figlio e gestire in modo più riservato la relazione, ove non la si eviti.
In questo senso, occorre assumere la responsabilità di essere genitore fino alla maturazione psicologica del figlio.

P.

(-------------;),,,,,,,,,,,,,,,)
“My sweetest friend / Everyone I know / Goes away in the end / You could have it all / My empire of dirt / I will let you down / I will make you hurt / If I could start again / A million miles away / I would keep myself / I would find a way.”
(“Hurt” Lyrics by Trent Reznor, sung by Johnny Cash)

MATISFRIDA

Utente Attivo

  • "MATISFRIDA" is female
  • "MATISFRIDA" has been banned

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Jun 11th 2019

Occupation: casalinga

  • Send private message

41

Wednesday, June 26th 2019, 10:29am

Secondo me, occorre distinguere secondo la fascia di età di un figlio.
Sopra i 18 anni devi dare spazio anche alla sessualità dei genitori, mentre stai sviluppando la tua.
Un genitore sessualmente appagato si comporta in famiglia in modo più costruttivo ed equilibrato.
Ci può essere la sorpresa di "scoprire" la sessualità del genitore (come quando l'autore del thread ha scoperto la madre in camera da letto in compagnia del suo ex istruttore) ma bisogna cercare di glissare (anche con umorismo) o comunque non condannare.

Quando sei adolescente o bambino è diverso, il genitore ti appartiene e non lo consideri sessualmente attivo (anche se lo è). In quel caso ci vuole molta più gradualità e delicatezza nell'introdurre il nuovo partner. Ed è comprensibile il disappunto, l'ostilità, persino l'odio del piccolo al quale sembra di vedersi sottratto il genitore.
In quel caso bisogna avere la pazienza di attendere la crescita del figlio e gestire in modo più riservato la relazione, ove non la si eviti.
In questo senso, occorre assumere la responsabilità di essere genitore fino alla maturazione psicologica del figlio.

P.

(-------------;),,,,,,,,,,,,,,,)

Pivaldo...io credo che l'autore del thread, essendo ancora dolesciente (19 anni non sono tanti soprattutto per un maschio), non abbia ancora la capacità di "glissare" come hai detto tu e con umorismo, ancora di meno... lui si sente una "vittima" di questa situazione. Non los, io ho un forte istinto materno... per questo tendo a cercare di capire i giovani, potrebbe essere mio figlio...io ho 48 anni e una figlia di 23 anni che è la mi avita...
Ciao Pivaldo...alla prossima.
Live :minigun: like a warrior...

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,066

Activitypoints: 3,212

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

42

Wednesday, June 26th 2019, 12:33pm

Non metterei sotto giudizio nessuno. I comportamenti sono quello che sono, cioè non proprio il massimo che t'aspetti da due persone mature IN TEORIA. Ma poi c'è la vita e tutte le nostre umane imbranataggini. Il fatto che abbiano fatto tutto di nascosto finché non sono stati beccati e che siano arrivati alla gravidanza e al matrimonio tanto di corsa senza coinvolgere per gradi il ragazzo un po' vuol anche dire che la reazione del ragazzo stesso era temuta - difficile da preventivare e sono andati un po' alla come viene viene.
Molto umano, e per tante possibili ragioni fra le quali quelle che mi sono venute in mente guardando un po' di storie simili che conosco (ma che non pretendo, ripeto, siano la verità, possono capirlo le persone coinvolte eventualmente, e forse manco adesso ma fra tempo)

Intanto c'è Forteansia e manco lui va messo sotto giudizio, nei comportamenti è quello che non ha niente da rimproverarsi, nelle reazioni è pienamente comprensibile: a 16 anni un lutto potente e imprevisto, nel giro di manco 3 anni un patrigno e un fratellino, direi che i tempi di ammortizzazione sono proprio stretti e sentirsi a sconquasso ci sta tutto. Non dico che sua madre avrebbe dovuto chiedergli il permesso, ma coinvolgerlo prima sarebbe stato auspicabile e capirlo adesso proprio utile.

Ma in tutti i casi Forteansia deve pensare a sé stesso. Ryoma io capisco che vuoi dire ma fare guerre e barricate è un autogol soprattutto per lui e non avrebbe spostato/impedito nulla di quello che è successo, anzi. E avrebbe solo posto lui in una situazione ancora più amara e sfavorevole. Aspettiamo, se vorrà sfogarsi ancora un po' con noi, di sapere come sta andando e come se la passa :)

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

43

Wednesday, June 26th 2019, 12:56pm



Il punto è che lo ha trovato a letto con un suo "amico" e sfido chiunque a non esserne shoccato. Io per lo meno la vedo in questo modo...


Se leggi le mie prime 3 righe del mio primo intervento in questo 3d avrai conferma che ho espresso esattamente lo stesso concetto

Ma il punto è che tornare indietro non si può, e nessuno ha la bacchetta magica per trasformare quello scenario in una innocente partita a scacchi tra un signore e una signora

Quello su cui si può lavorare è sempre nel domani (costruire, appunto), e mai quel che è stato ieri, che tale resta

Questo intendevo
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, non del tutto azzoppato, navigo ancora, anche perché senza ancora non riesco a fermarmi

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,359

Activitypoints: 4,176

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

44

Wednesday, June 26th 2019, 7:41pm

Pivaldo...io credo che l'autore del thread, essendo ancora dolesciente (19 anni non sono tanti soprattutto per un maschio), non abbia ancora la capacità di "glissare" come hai detto tu e con umorismo, ancora di meno... lui si sente una "vittima" di questa situazione. Non los, io ho un forte istinto materno... per questo tendo a cercare di capire i giovani, potrebbe essere mio figlio...io ho 48 anni e una figlia di 23 anni che è la mi avita...
Ciao Pivaldo...alla prossima.


Condivido la difficoltà della condizione di Forteansia, ma ormai il danno gli è stato inferto ed è inutile recriminare su quanto è successo. Deve affrontare una realtà dura da solo, e questo lo costringerà a maturare prima del tempo. Se avrà aiuto/comprensione dalla madre sarà un di più, così come se dovesse aiutarlo qualche parente del padre.

E la mia intenzione era di stimolare Forteansia, al quale va tutta la mia solidarietà umana.
Ma le avversità, superati i primi momenti, dovrebbero temprare gli animi, non stroncarli.
In questo non mi riesce di essere un "medico pietoso", va affrontata la realtà, per quanto brutta appaia.

Alla prossima, con piacere.

P.

(----------------;),,,,,,,,,,,,,,,,)
“My sweetest friend / Everyone I know / Goes away in the end / You could have it all / My empire of dirt / I will let you down / I will make you hurt / If I could start again / A million miles away / I would keep myself / I would find a way.”
(“Hurt” Lyrics by Trent Reznor, sung by Johnny Cash)