Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Antyspeed

Nuovo Utente

  • "Antyspeed" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Mar 31st 2019

  • Send private message

1

Sunday, March 31st 2019, 7:33pm

Come comportarsi con una ragazzina indisciplinata?

Salve, sono Antonio. Purtroppo vi scrivo per informarvi di una situazione che ci sta abbastanza massacrando (sia a me che alla mia famiglia). Mia sorella da qualche mese non vuole andare più a scuola, in questi ultimi due mesi avrà fatto una cosa come 35 assenze; ma come siamo arrivati a questo vi chiederete. Purtroppo non mi è possibile raccontarvi tutta al situazione ma mia sorella praticamente l'abbiamo straviziata per tutta la sua vita. Da piccola purtroppo i miei genitori avevano problemi con le loro corrispettive famiglie ed io a causa della mio modo di vedere il mondo in maniera contorta (avevo 17 anni) l'ho fatta vivere in maniera iperprotettiva. Per tutte le scuole medie ha avuto un doposcuola fisso e faceva molto uso della tecnologia perché non legava con nessuno e noi purtroppo abbiamo sottovalutato la questione.
Mia sorella però, al primo anno di superiore ha dovuto vedere la vita in faccia si può dire. Ha iniziato a frequentare un liceo, pieno di raccomandati e con poche ragazze nella classe. Lei è la più piccola perché ha fatto la primina ed è automaticamente molto meno matura delle sue compagne di classe che essendo la più brava a livello scolastico l'hanno isolata. Ora questo restare sempre da sola, il carico di compiti maggiore, il non avere un tutoraggio fisso nello studio l'ha fatta chiudere in se stessa. Non vuole più andare a scuola né studiare perché si vede brutta e subito si deprime la mattina quando si veste. Il vicepreside l'ha persino incontrata di persona e ha parlato con tutti i professori ma nessuno di loro è riuscito a capire cosa le stesse succedendo. Per fortuna qualcosa si è capito, tanto è vero che i professori le sono andati dietro e l'hanno aiutata, persino le compagne di classe hanno smesso di isolarla (anche se non è che la trattino proprio da sorellone);
Tornando a noi però, non so cosa fare. Ormai è totalmente indisciplinata, si comanda da sola, sta sempre con il cell in mano e se provi a rimproverarla per farle fare i compiti fa interi giorni di capricci dove non vuol fare compiti né altro oltre a stare con il cell in mano.
Avevo pensato di iscriverla per questi ultimi due mesi alla scuola privata per non rischiare di farle perdere quest'anno (voi sapete come funzionano le scuole private qui al sud) per poi iscriverla a settembre in qualche collegio per suore salesiane per farle avere un vero e proprio percorso formativo educazionale oltre che scolastico. Allo stesso tempo affiancando il tutto con delle sedute dalla psicologa (dalla quale sta già andando ma da troppo poco perché ci siamo accorti troppo tardi di tutto);
Voi cosa mi consigliate di fare? Tra un suo comportamento indisciplinato, una sua mancanza di responsabilità scolastica, una sua mancanza e ossessione per il proprio aspetto fisico ci sta mandando al manicomio (e lo dico con le lacrime agli occhi, perché le voglio infinitamente bene); ma non sappiamo più cosa fare. Voi cosa mi consigliate di fare?

MiciaS

Utente Attivo

  • "MiciaS" is female

Posts: 24

Activitypoints: 84

Date of registration: May 4th 2012

Location: Ascoli Piceno

  • Send private message

2

Tuesday, April 2nd 2019, 6:24pm

Ciao, posso consigliarti di andare magari insieme a lei da uno psicologo. Ch hai pensato?

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 323

Activitypoints: 423

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

3

Tuesday, April 2nd 2019, 6:48pm

Cerca di convincerla che sarebbe un errore madornale abbandonare la scuola, e che in futuro potrebbe pentirsene. Se non va d'accordo con le sue compagne, potresti consigliarle di farsi delle amicizie al di fuori della scuola. Una mia ex compagna aveva lo stesso problema di tua sorella, io e un'altra mia compagna siamo riuscite a convincerla a non abbandonare la scuola.

Crobatus

Giovane Amico

Posts: 270

Activitypoints: 838

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

4

Tuesday, April 2nd 2019, 6:49pm

voi sapete come funzionano le scuole private qui al sud


anche al nord, si chiamano "paritarie"...
comunque sempre meglio delle scuole pubbliche, non imparano nulla lo stesso (le ho fatte anch'io...) ma almeno non sono piene di maestrine politicizzate...

mi sembra ottima l'idea del collegio con le suore...
anzi dovrebbe tornare ad essere la norma...

5

Tuesday, April 2nd 2019, 7:04pm

Mamma mia che ansia a leggere questo post ...

Ci credo che questa ragazza, in età adolescenziale, dove è noto anche per ragioni "ormonali" si diventa ribelli e indisciplinati si stia chiudendo in se stessa con tutta questa ansia e questa pressione addosso verso la scuola ... sta uscendo dalle medie ... è ora ha avuto l'impatto con il primo liceo ... di casi come il suo di non adattamento ne è pieno.

Gli studi sono importanti, ma così rovinate una povera figlia ...

Ma lasciategli aria, troppo attaccata alla tecnologia ? E dimmi a parte tutto questo pressing per gli studi cosa gli fate fare ? sport ? altre attvità con altre persone ne fa?
Se è stata sempre sui libri fra scuola e doposcuola e non ha imparato a socializzare è ovvio che ora si aggrappi ai dispositivi tecnologici ...

Anziché farti venire tutte queste ansie per il percorso di studio ... bisogna dargli a questa ragazza un imput per inserirsi con gli altri ragazzi della sua età, per sentirsi accettata, poi ha anche dei problemi con l'accettazione del suo fisico, situazioni che possono portare altri disturbi ben piu' gravi e pensate alla responsabilità scolastica ? Dai è al primo anno ... se non si trova bene si cambia istituto ... ma non solo per farla studiare come una macchinetta ... ma anche dove possa trovarsi meglio a livello sociale...

E la vuoi recuperare dalla suore ? Una ragazzina di 14 anni in crisi ormonale me la mandi dalle suore ? Ma perché non gli chiedi cosa piacerebbe a lei, che ne so, fare danza, qualcosa che le dia uno "sfogo" in questo momento ribelle e che gli faccia venire voglia di studiare che non è una cosa gratificante ...

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,533

Activitypoints: 19,927

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

6

Tuesday, April 2nd 2019, 7:24pm

Concordo con Juniz.. ha 14 anni ed è stata iperprotetta. Ci sono passato coi miei. Parlate con lei e trovate insieme un'attività extrascolastica che le piaccia e la faccia socializzare. Suvvia è il primo anno di superiori.....
Non caricatela di troppa pressione.
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

MezzaVita

Giovane Amico

Posts: 184

Activitypoints: 486

Date of registration: Mar 11th 2014

  • Send private message

7

Wednesday, April 3rd 2019, 12:30pm

Concordo con @Juniz e @fran235: se la chiudete in un istituto di salesiane non farete altro che isolarla ancora di più, e finirà per avercela con voi più di prima. Te lo dico da persona cresciuta al sud: è un marchio, quello della persona problematica che aveva bisogno di essere "raddrizzata", te lo trascini a vita. Lasciatele lo spazio di crescere, di confrontarsi con i coetanei, non statele addosso ancora di più, ha solo 14 anni. Oltretutto certi comportamenti sono fisiologici alla sua età, deve conquistare il suo posto da adulta nelle dinamiche familiari. L'ha scelto lei il liceo classico? O è stata una scelta indirizzata? Se non è la scuola adatta a lei si fa in tempo a cambiare. Piuttosto che provare a indirizzarla e imporle ulteriore disciplina - dopo anni di tutoraggio scolastico e solo studio, direi che ne ha avuta abbastanza, no? - ascoltate i suoi bisogni, chiedetele se c'è qualcosa che vorrebbe fare, soprattutto se c'è uno sport che le interessa, così scarica la frustrazione, vede altre persone al di fuori dell'ambiente scolastico e sicuramente se la vive meglio. Ma anche un'attività artistica.
Non continuate a decidere per lei, lasciatele modo di esprimersi. Altrimenti continuate ad alimentare le dinamiche di iperprotezione.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Similar threads