Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


MiciaS

Utente Attivo

  • "MiciaS" is female
  • "MiciaS" started this thread

Posts: 31

Activitypoints: 112

Date of registration: May 4th 2012

Location: Ascoli Piceno

  • Send private message

16

Sunday, May 5th 2019, 7:49pm

Grazie Arianna per i numerosi spunti di riflessione. Io credo assolutamente nella sua depressione. Mia madre no. Non del tutto almeno. So bene che la volontà viene meno. Da tanto prende farmaci ma da alcuni anni non è più andata dallo psichiatra. Lei mi dice che la sua depressione dipende dalla vita che fa, dal fatto che non ha un compagno, che non ha amici. Ma quando io le dico che potrebbe farseli lei mi dice che ormai è tardi. Che la soluzione per lei non c'è. Allora perché non si rassegna? Lei dice che si sente sola ma al contempo se qualcuno la invitasse a mangiare una pizza direbbe di no. Tranne che con me ovvio.

MiciaS

Utente Attivo

  • "MiciaS" is female
  • "MiciaS" started this thread

Posts: 31

Activitypoints: 112

Date of registration: May 4th 2012

Location: Ascoli Piceno

  • Send private message

17

Sunday, May 5th 2019, 7:53pm

E aggiungo. Ormai 5 anni fa aveva conosciuto una persona ed iniziato una relazione. Che dirti? Mia sorella era rinata, felice, vogliosa di uscire.. È finita presto da parte di lui. E lei è riportata nel tunnel.
Quindi mi chiedo: la soluzione è l'amore??

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,677

Activitypoints: 5,045

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

18

Sunday, May 5th 2019, 8:02pm

Forse proprio perché tu sei l'unica persona che in qualche modo la accoglie per quello che è e non la giudica.
Tua madre ha le sue ragioni eh, culturalmente anche fra i più giovani è difficile da abbandonare il pregiudizio sulla depressione come una specie di "fisima" e inettitudine.E il malato stesso non è che accetti facilmente la sua condizione.

Con la depressione si instaura poi facilmente il circolo vizioso: non fai la vita che vorresti per la depressione e non fare la vita che vorresti rafforza la depressione. Non tutte le terapie e tutte le circostanze contingenti funzionano e sono d'aiuto, e ci si può trovare in una fase di stallo. Molti depressi si inabissano in una condizione di "infelicità praticabile" che li fa soffrire ma in qualche modo li tiene in "mantenimento".... In realtà questo sarebbe il momento di tornare dallo psichiatra o di tentare qualcosa. Principalmente una terapia, ma anche, se tua sorella ha qualche interesse di rispolverarlo. Lei da questo orecchio ci sente? Perché a volte basta un piccolo cambiamento riuscito per innescare reazioni positive

MiciaS

Utente Attivo

  • "MiciaS" is female
  • "MiciaS" started this thread

Posts: 31

Activitypoints: 112

Date of registration: May 4th 2012

Location: Ascoli Piceno

  • Send private message

19

Sunday, May 5th 2019, 8:40pm

Dici che sarebbe opportuno cambiare terapia? Proverò a farla tornare dal suo medico.
Grazie

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,677

Activitypoints: 5,045

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

20

Monday, May 6th 2019, 12:06pm

Cara Micia, se la situazione è stagnante e tua sorella ne soffre quanto ci scrivi, il tentativo di aggiornare quantomeno la situazione con la supervisione di uno specialista andrebbe fatto. Spero che tua sorella stessa senta il bisogno di fare qualcosa per sé stessa, se la situazione che vive la angoscia come sembra.
Alla domanda precedente, sulla quale ieri sera non ho avuto tempo di soffermarmi: la soluzione è l'amore?
Bellissima domanda con una risposta crudele: sì, quasi sempre sì, ma vallo a trovare.

Patch Adams, il medico interpretato al cinema in un bio-pic da Robin Williams, ce l'hai presente? Bene, ha dichiarato che quello che si chiama "depressione" è solitudine, ma è molto più facile medicalizzarlo e tamponarlo con farmaci e terapie che trovare amore e compassione (compassione vera, non il suo surrogato tossico che è il pietismo).

Forse è un approccio troppo radicale, perché esistono tante depressioni e disagi che si radicano anche in situazioni dove l'amore c'è. Ed esistono funzionamenti neurologici che non sembrano rispondere a nient'altro che a farmaci. Però è inutile raccontarsela, l'amore , o quantomeno gli affetti autentici per non buttarla solo sul romantico, contano e pure tanto... tantissimo.

MiciaS

Utente Attivo

  • "MiciaS" is female
  • "MiciaS" started this thread

Posts: 31

Activitypoints: 112

Date of registration: May 4th 2012

Location: Ascoli Piceno

  • Send private message

21

Monday, August 12th 2019, 4:47pm

Ciao a tutti
Situazione sempre stazionaria. . Cerco sempre di convincerla a cominciare una psicoterapia ma la risposta è sempre la stessa: il dottore cosa mi fa? Mi costringe a fare cose??
Oggi mi ha scritto che si annoia. Le ho detto di fare qualcosa in casa. Risposta: non mi va.
MA ALLORA! !!! Perché mi scrive che si annoia se in sostanza non vuole fare nulla??
Mi scrive: sono sola. Io le dico che fa sempre in tempo a crearsi delle amicizie. LeI mi risponde: no è troppo tardi.
E allora perché mi scrive che è sola. Io lo so. Sono anni che me lo ripete. Ma io che cosa posso farci? Io faccio la sorella, siamo andate al mare qualche volta ma non posso essere il surrogato di tutto!
Che devo fare? ?(