Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

  • "serendipityloretta" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Aug 5th 2019

  • Send private message

1

Monday, August 5th 2019, 8:23pm

Tradimento emotivo

Sono alle prese con un'importante crisi di coppia dopo ben 7 anni di felice relazione. Sono alle prese con quello che credo il più insidioso dei tradimenti, l'infedeltà emotiva.
Premetto che il mio compagno ha un gruppetto di amici (3/4 ragazzi) che da anni si incontrano la domenica sera per giocare da tavolo, giocare a carte, qualche videogame, ecc... il "loro" momento di svago insomma.
I quattro amici sono D. (il mio compagno), E., A. e G.
Questa cosa non mi infastidiva minimamente, anzi mi rendeva felice.

FASE 1)
Poco meno di un annetto fa capita che uno di loro, G., decide di presentare loro quella che è la sua migliore amica, F.
Dato che G. per lavoro si divideva tra lunghi periodi all'estero e lunghi periodi in Italia, il loro rapporto è sempre stato un po' intermittente. Quando G. decide di presentarla agli altri, però, è tornato in pianta stabile in Italia, quindi le loro frequentazioni sono diventate più assidue.
G. e F. erano pappa e ciccia anche fisicamente, spesso lui la abbracciava, spesso lei si sedeva sulle sue gambe, spesso si facevano le coccole. Tutti avevamo scommesso su una nuova coppia in arrivo.

Invece non fu così perchè non appena gli altri tre ragazzi hanno conosciuto F., hanno iniziato ad invitarla con estremo trasporto nelle loro domeniche esclusive e addirittura di modificarne un po' lo scopo aprendo le serate alla visione dei film (lei è patita di cinema).
Questa prima cosa già mi fece impazzire, ma scioccamente, feci finta di niente: dato che il mio compagno adorava queste serate un po' nerd e mi aveva fatto capire che preferiva stare con i suoi amici da solo, ho sempre organizzato le mie domeniche per far in modo di andarmene ad una certa ora e lasciarlo tranquillo a giocare. Tra l'altro hanno sempre detto che non avrebbero mai fatto altro oltre videogame, quindi diciamo che mi autoescludevo, ma col sorriso sulle labbra e con un suo dettagliato report di tutto ciò che lo aveva entusiasmato.
Invece arriva F. nelle loro vite e si ribalta tutto, amen. Beffa delle beffe? Anche io sono patita di cinema.

FASE 2)
Passa un po' di tempo e lei diventa assidua frequentatrice delle domeniche nerd. Con sommo gaudio di tutti, compreso il mio compagno che la trova "davvero davvero simpaticissima". La aggiungono all'esclusivissimo gruppo Whatsapp che ora contava ben 5 membri. Tramite quel gruppo, tutti e 4 si salvano il numero di lei ed iniziano a contattarla privatamente.
Per me ancora non arriva un invito, ne alle serate ne al gruppo.

FASE 3)
Passa ancora un altro po' di tempo e le vicende si susseguono con questa cronologia:
- F. inizia ad ignorare G. che, reagendo malissimo quasi insultandola, si allontana un po' dal gruppo nel quale invece ormai lei è sempre presente. G. ha chiesto consiglio al mio compagno, ma anche F. ha chiesto consiglio al mio compagno e lui ha letteralmente detto che se G. non risolve i suoi problemi, può anche non frequentarli più e che F. è meglio di lui come amica
- E. si invaghisce di F., ma lei non riesce a dirgli che non è interessata finchè non è evidente a tutti ed E. si sente umiliato. In questo caso solo lei ha chiesto consiglio al mio compagno e lui l'ha sostenuta dicendole che sicuramente sarà stato E. a fraintendere e che se sentiva del disagio, avrebbe potuto anche lui smettere di frequentarli
- F. intavola sempre delle lunghe discussioni con A. riguardo germi e batteri confessando che lei è batteriofobica. Casualmente, guarda un po', A. è un microbiologo
- F. inizia a raccontare al mio compagno una marea di episodi della sua vita, delle sue giornate, le cose che le interessano, i ragazzi che le piacciono, se litiga con i genitori... insomma valanghe di messaggi piene della vita e dei pensieri di lei. Inutile dire che al mio compagno piace ascoltare e lei ha trovato la chiave del suo interesse

FASE 4)
Con G. ed E. fuorigioco (ed anche A. ma solo perche disinteressato e pigro), F. inizia ad invitare il mio compagno (personalmente, non più in gruppo) in varie uscite. Così quelle che erano valanghe di messaggi personali, iniziano a diventare chiacchierate davanti ad una birra.
Problemi con le amiche di lui? No. Talmente tanto no che quando il mio compagno mi ha raccontato che G. ancora faceva il geloso nei confronti di lei, sono stata io stessa a consigliare loro di incontrarsi ogni tanto in modo che G. capisse che lei può uscire con tutti gli amici che vuole.
Problemi di confronto con lei? Si. Dopo che era riuscita a stravolgere le serate nerd, è anche riuscita in quello che io chiedevo al mio compagno da tempo ormai, ovvero uscire di più.
Infine, problemi con le bugie? Si.
E qui il primo errore madornale del mio compagno: ha iniziato a tenermi nascoste alcune di queste uscite, a sminuirle chiamandole "uscite di gruppo" oppure dicendo che era uscito con sua sorella e poi casualmente c'era anche F.

Ogni volta che scoprivo qualche dettaglio o qualche omissione, una piccola parte di me si lacerava. Abbastanza piccola da non soffrire ancora, ma abbastanza grande da farglielo notare.
Secondo errore madornale del mio compagno: per lui sono sempre io ad essere esagerata e a vedere quello che non c'è, pretende di rassicurarmi "a parole" e sottolinea ad ogni occasione che lui non ha alcuna intenzione di rinunciare alla loro amicizia.
Mi rassicura a parole, ma inizia a poggiare sempre il telefono a schermo in giù (cosa che non aveva mai fatto, anzi spesso quando era occupato, mi chiedeva di leggergli i suoi messaggi).

FASE 5)
Il tracollo. Tutte quelle omissioni mi hanno fatto diventare estremamente insicura ed irritabile. Questa situazione mi fa passare per un controllore geloso e non è quello che sono.
Dopo un'amara sfuriata in cui lui sosteneva di continuare a sentire un dualismo tra il non farmi stare male e il desiderio di continuare questo rapporto con F., lui si sentiva un po' male e nel giro di una settimanella ha declinato due inviti di lei ad uscire. Di tutta risposta, lei si è presentata a lavoro da lui chiedendogli... se stava bene dato che rifiutava! Il mio compagno è riuscito a dirmi di questa visita solo due giorni dopo e solo perchè glielo avevo esplicitamente richiesto. Altrimenti sarebbe stata un'altra delle omissioni. Ci tengo a sottolineare questa cosa delle "omissioni" perchè lui si diverte, divertiva, tantissimo a raccontarmi tutto quello che gli accade mentre non ci sono, quindi che ci siano dei buchi di tanto in tanto, si nota parecchio.

Non so che fare. Non riesco a fidarmi come prima perchè lui ha omesso più volte. Non riesco più a pensare a loro due da soli e stare tranquilla come starebbe lui se io uscissi con un mio amico. E come mi muovo potrei peggiorare tutto perchè lei, ora, è il riflesso dell'indipenza di lui. Ho pensato di prendere parte ad un'uscita di F., il mio compagno ed alcuni conoscenti di lei, ma mi sento a disagio perchè le amiche di lei mi studiano e se ne escono con cose tipo "scusate se faccio il terzo incomodo" quando parlano con il mio compagno.
L'intento di F. di entrare nell'intimità del mio compagno è palese, il problema è che lui accoglie questo sentimento dicendo che non c'è assolutamente nulla di male. Non c'è stato alcun contatto fisico, ma per me questo è già infedeltà ed il preludio ad un tradimento.

lariacherespiro

Giovane Amico

Posts: 249

Activitypoints: 626

Date of registration: Feb 19th 2012

  • Send private message

2

Monday, August 5th 2019, 10:50pm

Ciao, premetto che sono un po" incattivito in questi giorni e quindi forse non sono obiettiva ma davvero a volte non mi spiego come mai alcune persone non si rendano conto del mondo che le circonda... mi riferisco al tuo compagno. Onestamente anche se non ci fossero altri intenti da parte di F., anche io comunque un po' mi preoccuperei, ma già per il sol fatto che lei sicuro é consapevole di come si sono evoluti i rapporti con il gruppo, non mi sembra un soggetto così passivo, anzi. Sará che oramai non credo più nelle mezze misure e non credo nella buona fede delle persone, ma comunque non mi fiderei visto che non sono amici di vecchia data. Magari esci con loro una sera ma cerca di tagliare questi rapporti ambigui che minano il rapporto di coppia. Non trovo giustificata la sua invasione al lavoro, la trovo una persona pericolosa onestamente

3

Tuesday, August 6th 2019, 7:28am

Secondo me fai bene ad essere preoccupata!
F. ha sfaldato un gruppo consolidato e adesso è pericolosamente vicina al tuo ragazzo!
Tu sei mai uscita con loro due?
Il rapporto col tuo ragazzo com'è?convivete?
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

Elisa89

Ogni lasciata è persa

  • "Elisa89" is female

Posts: 424

Activitypoints: 1,321

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

4

Tuesday, August 6th 2019, 7:40am

Anche secondo me è una presenza pericolosa. Dovresti proprio uscire anche tu in gruppo con loro. Per studiare la situazione sul campo.

Blanche83

Nuovo Utente

  • "Blanche83" is female

Posts: 6

Activitypoints: 32

Date of registration: Aug 6th 2019

  • Send private message

5

Tuesday, August 6th 2019, 11:02am

Guarda secondo me te sei stata bravissima a lasciargli libertà, ma ricorda che un rapporto va anche difeso e che c'è un esclusività della coppia, e in questo caso è stata invasa. Chattare con altre ragazze e uscirci da solo, è un po' strano se sei fidanzato, ci può stare solo in certi casi particolari...ma poi con quanta frequenza? e che rapporto c'è tra di loro? In alcuni casi (e questo mi pare uno di quelli) c'è qualcosa che non va....Avresti sicuramente dovuto partecipare a questo suo "mondo" e sondare la situazione. Ovvio che adesso se esci con loro la cosa risulti strana, perché sei stata una presenza inconsistente e questo secondo me ha confuso anche questa ragazza. Quindi che ti consiglio? Non mollare, metti in guardia il tuo ragazzo a non avere comporttamenti che possono essere travisati e cerca di essere il più presente possibilie, parlare con questa F. e conoscerla, anche se è difficile ora come ora. Gli uomini sono un po tonti, il discorso dell'esclusività è che c'è un intimità fatta di comunicazione e di stare insieme che non può essere al pari di altre ragazze, sei te la sua migliore amica e confidente e idem lui per te. Buona fortuna :)

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora. Ma ho scoperto che non sopporto i cretini, vecchi o giovani che siano.

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,622

Activitypoints: 5,035

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

6

Tuesday, August 6th 2019, 2:31pm

Per quello che so, passare continuamente davanti alla pasticceria alla fine fa venire voglia di assaggiare un dolce.
Ed uno tira l'altro …

(------;)-------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

  • "serendipityloretta" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Aug 5th 2019

  • Send private message

7

Friday, August 30th 2019, 4:22pm

Ciao a tutti e grazie mille mille mille per avermi risposto (e fatta sentire un po' meno pazza). Scusate se rispondo solo ora, ma ero in vacanza in un luogo senza connessione eheheh!!!
Io sono una persona dalla mentalità apertissima e che si batte affinché tutti siano emancipati, indipendenti e liberi, quindi mi trovavo in una situazione davvero complessa anche interiormente.
Ed è proprio a questo che mi sono appellata quando ho deciso di parlarne con il mio compagno: sia io che lui, stavamo facendo cose "contrarie" alla nostra natura per colpa di una persona terza. Lui mi aveva mentito ed io sentivo crescere la necessità di negare qualcosa a qualcuno.

Inizialmente è caduto dal pero ed ha iniziato a difenderla a spada tratta. Ho fatto ricorso a tutta la calma che avevo in corpo e dopo avergli fatto notare TUTTO quello che io avevo notato in lei, negli altri amici del gruppo, in lui e nel gruppo in se per se... effettivamente qualcosa è scattato.

Ho iniziato a fare quello che avrei dovuto fare da tempo (che se avessi saputo con più chiarezza, certo che l'avrei fatto prima!) garantendo la mia presenza in ogni occasione in cui ci fosse anche lei, sia che fosse un'uscita di mio interesse o no. Le uniche cose che ho chiesto a lui sono state di evitare uscite di coppia con lei, dato che sciuramente lei avrebbe contiuato a generare situazioni fintamente casuali, e di analizzare il più oggettivamente possibile le settimane successive.

Un faticaccia in termini di tempo, benzina, ecc... ma beh, gente, un successone. Lei si è dimostrata per quello che è: una manipolatrice che fa finta di essere passiva e che non ha altro modo di approcciarsi con i ragazzi cercando di entrare nelle loro grazie (qualunque ragazzo, anche quelli che non le interessano, salvo poi "abbandonarli" dicendo che lei non c'entrava nulla). Dopo le prime uscite in cui ero presente anche io, ha praticamente declinato tutte le altre uscite di gruppo.

L'ultimo colpo di coda è stato un messaggio al mio compagno proprio la mattina in cui io e lui stavamo partendo per le ferie con il quale lei gli chiedeva conforto perchè la moglie del cugino del padre era venuta a mancare e nessuno dei suoi -fantomatici- amici era presente. Il mio compagno ha educatamente risposto, ma ho notato che anche a lui questo messaggio con questa tempistica, è suonato strano.
Ad ogni modo, come dicevo prima, tutto è bene quel che finisce bene (spero): lei viene comunque invitata alle uscite come di consueto, ma declina più spesso. Ora quello su cui ci stiamo concentrando è cercare di recuperare E. il quale, già fragile e con molti problemi emotivi di suo, dopo questa disavventura si sente ancora umiliato, a disagio nel gruppo e, oltre che per andare a lavoro, esce sempre meno spesso.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Similar threads

Used tags

amica, coppia, tradimento