Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


16

Thursday, February 21st 2013, 1:00pm


Beh quello che ha fatto come devo ritenerlo? per me è una mancanza di rispetto. Come un'altra qualsiasi cosa. Se sto con lui è perche in tre anni mi ha dato altro e fra quelli rispetto. Ha fatto una cosa che non doveva. Sono molto confusa. Non so se esagero o se lo considero troppo alla leggera. Non so come considerare esattamente la cosa. Penso che col tempo potrei avere più fiducia. Lo voglio. Voglio smettere di farmi paranoie in continuo. Per molto tempo mi sono chiesta perche l'abbia fatto, magari ero io che non gli davo troppo, ma penso che ad ogni modo non doveva farlo. Insomma quello che ha fatto, ha fatto. E io vorrei superarlo . Il mio problema sono i mille pensieri che mi faccio. ;(


non mi pare importante definire ciò che lui ha fatto o non fatto (e cosa tu hai fatto o non fatto). mi pare invece importante guardare meglio ciò che tu provi davanti a questi fatti (cosa provi, cosa temi, cosa pensi, etc etc), come vi comportate uno con l'altro davanti a queste circostanze (p.es. gli dici cosa ti fa soffrire? ) e soprattutto cosa ti spinge ad accettare un rapporto di coppia in cui manca rispetto da parte del tuo partner e tu non riesci ad avere fiducia.

senza rispetto e senza fiducia.....cosa rimane?
namasté

antonio43

Utente Attivo

  • "antonio43" has been banned

Posts: 46

Activitypoints: 145

Date of registration: Jan 22nd 2013

  • Send private message

17

Thursday, February 21st 2013, 1:40pm

hai delle figure di riferimento?

andly toglimi una curiosità ma hai un papà ed una mamma presenti? Non c'e' niente di piu' divertente e complice di una scenetta in cui il papà guarda un bel fonsoschiena e poi incrocia lo sguardo della moglie che fa finta di fulminarlo con gli occhi...ma che in realta' gli offre quella complicita' essenziale in una coppia. Tu sei fidanzata da qualche anno ma pensa arrivare a 20, 30 e più anni...con figli, nipoti...come farai con questa intransigenza a far sopravvivere il tuo partner?

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

18

Thursday, February 21st 2013, 2:15pm

Onestamente io non riuscirei a sopportare una cosa simile, quindi ti capisco.

Non riuscirei a perdonare, mi è già successo in passato, ho resistito una settimana, e poi l'ho lasciato definitivamente. Non tutti siamo uguali, ognuno ragiona in base alla propria indole, alla propria educazione, alle esperienze acquisite nel corso della vita.
Ok l'hai fatto anche tu, e lui ti ha perdonata. Ma questo non vuol dire che per te sia una cosa giusta, tu ti sei resa conto di aver fatto una cazzata enorme, lui anche, ma probabilmente lui x indole è piu' propenso a perdonare, ad accettare qualche "sgarro", tu invece no... per te è una cosa insopportabile, che mina definitamente la fiducia in lui (e x me sarebbe lo stesso).. tutto dipende dalla tua capacità di superare la cosa, ma secondo me non è affatto semplice.

Ricordati che non tutti gli uomini in un periodo di crisi, hanno bisogno di guardare sederi altrove; alcuni sono piu' propensi al dialogo, ad affrontare i problemi, o semplicemente a stare male in silenzio. Beh, io propenderei piu' per i secondi.


Beh che dire tu sei un po come me, e per me la cosa è difficile. Io sono intransigente per me è una cosa che non esiste... Ma anche quello che ho fatto io non esiste. Alterno momenti in cui vorrei abbracciarlo forte perche dentro di me so che è stato solo uno sbaglio.. dall'altra però vorrei dirgli che è uno stronzo per il male che mi ha fatto. Ora forse non è giusto per lui io glielo rinfacci sempre.. Vorrei provare davvero a perdonarlo.. semplicemente non so come....

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

19

Thursday, February 21st 2013, 2:28pm


Beh quello che ha fatto come devo ritenerlo? per me è una mancanza di rispetto. Come un'altra qualsiasi cosa. Se sto con lui è perche in tre anni mi ha dato altro e fra quelli rispetto. Ha fatto una cosa che non doveva. Sono molto confusa. Non so se esagero o se lo considero troppo alla leggera. Non so come considerare esattamente la cosa. Penso che col tempo potrei avere più fiducia. Lo voglio. Voglio smettere di farmi paranoie in continuo. Per molto tempo mi sono chiesta perche l'abbia fatto, magari ero io che non gli davo troppo, ma penso che ad ogni modo non doveva farlo. Insomma quello che ha fatto, ha fatto. E io vorrei superarlo . Il mio problema sono i mille pensieri che mi faccio. ;(


non mi pare importante definire ciò che lui ha fatto o non fatto (e cosa tu hai fatto o non fatto). mi pare invece importante guardare meglio ciò che tu provi davanti a questi fatti (cosa provi, cosa temi, cosa pensi, etc etc), come vi comportate uno con l'altro davanti a queste circostanze (p.es. gli dici cosa ti fa soffrire? ) e soprattutto cosa ti spinge ad accettare un rapporto di coppia in cui manca rispetto da parte del tuo partner e tu non riesci ad avere fiducia.

senza rispetto e senza fiducia.....cosa rimane?



Beh davanti a quello che ha fatto provo dolore.. mi fa male.. Mi chiedo costantemente perche lui stia con me se ha fatto ciò... Forse si possono fare sbagli anche amando... La mia paura è che lui rifaccia lo stesso ,anche se penso ogni volta che io lo tratto male e che lui piange che non lo farà più, perchè ogni sua lacrima , ogni sua parola di scusa mi garantisce che non lo rifarà. Ho paura anche che magari non mi abbia detto tutto.. Per non peggiorare le cose. Sono paure che io so ogni tanto sia infondate però me le faccio lo stesso . Quando io l 'ho scoperto gli ho chiesto del tempo e ci siamo lasciati , gli ho chiesto di non scrivermi e di non cercarmi, lui per i primi giorni non si fece sentire , al terzo o forse quarto giorno iniziò a mandarmi messaggi a dirmi che non poteva stare senza di me. Io figurati stavo malissimo eppure ero indifferente nelle risposte. Dopo un po di tempo sono tornata da lui e ci siamo rimessi assieme. Una mia amica all'epoca mi disse che secondo lei sbagliavo a prendermi del tempo perche le cose si superano assieme. non stando lontani. Ora del tempo è passato e spesso mi assalgono certe paure e a volte mi viene da chiedere addirittura dei particolari, che non mi servono a niente , ma non so perche li chiedo. Lui penso mi abbia mancato di rispetto facendo cosi. Ma durante i 3 anni e passa mi ha dimostrato molto altro. La fiducia penso si possa anche riconquistare. In questo momento la vivo male perche non ho lezioni all'università quindi sto praticamente tutti i giorni a casa tranne qualche volta che esco con le amiche e con lui. Ma non ho la testa occupata in nulla. Un suo amico mi dice che devo tenere la mente occupata per non pensare alle cose brutte. Forse ha ragione. Tu mi sembri più grande di me, saprai qualcosa in più sulla vita.. un consiglio... ;(

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

20

Thursday, February 21st 2013, 2:41pm

andly toglimi una curiosità ma hai un papà ed una mamma presenti? Non c'e' niente di piu' divertente e complice di una scenetta in cui il papà guarda un bel fonsoschiena e poi incrocia lo sguardo della moglie che fa finta di fulminarlo con gli occhi...ma che in realta' gli offre quella complicita' essenziale in una coppia. Tu sei fidanzata da qualche anno ma pensa arrivare a 20, 30 e più anni...con figli, nipoti...come farai con questa intransigenza a far sopravvivere il tuo partner?



Ok è vero . Capisco ciò che mi dici riguardo la mia intransigenza. Ho 20 anni e sembro il capo delle SS. infatti spesso il mio ragazzo e il suo amico (spero scherzando :pinch: ) mi dicono " Tutto ok Capo. Va bene Capo" . deve essere più flessibile da quel punto di vista. Anche tu sei più grande di me e apprezzo ogni minimo consiglio. Perchè davvero ne ho bisogno. In tanti mi dicono che dovrei cambiare . Solo che non so da dove iniziare. Per quanto riguarda le tue domande ,beh mio padre è morto quando avevo 5 anni. Mia madre ora ha un altro compagno.

Francyyy

Utente Avanzato

  • "Francyyy" is female
  • "Francyyy" has been banned

Posts: 539

Activitypoints: 1,827

Date of registration: Apr 2nd 2012

Location: rimini

Occupation: impiegata

  • Send private message

21

Thursday, February 21st 2013, 2:44pm

E' ovvio che se l'ha fatto una volta, tu pensi che potrebbe rifarlo ancora.
E potenzialmente, in base all'esperienza, si sa che è così.
Dipende da com'è fatta una persona, dai suoi principi, dalla sua educazione. Se non si è fatto problemi quella volta a farlo, senza dirti nulla, perchè non dovrebbe rifarlo ancora? Magari non subito, magari ora è realmente pentito.. ma nel prossimo periodo di crisi, o in un periodo un po' di noia (che in una coppia possono esserci), perchè non dovrebbe essere attratto verso una perversione di questo tipo?

Se ti ha perdonato così facilmente per quello che hai fatto tu... che è una cosa su cui minimo minimo avrebbe dovuto incazzarsi come una bestia o piangere come un disperato, non è che forse a lui non pesa poi così tanto il tuo tradimento?
Non è che x lui è una cosa tollerabile da parte di entrambi? magari pensa che in una vita di coppia lunga anni, è una cosa ammissibile.. Forse adesso dice di no, ma chissà, l'ha già fatto una volta e dopo poco tempo che stavate insieme.. pensa dopo 7-8-9 anni...............

Io sono tutti dubbi che mi farei Andly.. Non riuscirei a passarci sopra.. una volta che la fiducia è caduta in questo modo, come fai a riacquistarla? Come fai a sapere con che persona stai? Come fai a prevedere che d'ora in poi regnerà la fedeltà assoluta tra di voi?

Io ci sono passata, e ho deciso di lasciarlo. Perchè non riuscivo a sopportarlo, un tradimento è una cosa grossa, non è una cosetta che si può rimediare nel giro di pochi mesi.. Ma ovviamente tutto dipende da come sei fatta tu. E mi sembri molto simile a me.

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

22

Thursday, February 21st 2013, 2:57pm

E' ovvio che se l'ha fatto una volta, tu pensi che potrebbe rifarlo ancora.
E potenzialmente, in base all'esperienza, si sa che è così.
Dipende da com'è fatta una persona, dai suoi principi, dalla sua educazione. Se non si è fatto problemi quella volta a farlo, senza dirti nulla, perchè non dovrebbe rifarlo ancora? Magari non subito, magari ora è realmente pentito.. ma nel prossimo periodo di crisi, o in un periodo un po' di noia (che in una coppia possono esserci), perchè non dovrebbe essere attratto verso una perversione di questo tipo?

Se ti ha perdonato così facilmente per quello che hai fatto tu... che è una cosa su cui minimo minimo avrebbe dovuto incazzarsi come una bestia o piangere come un disperato, non è che forse a lui non pesa poi così tanto il tuo tradimento?
Non è che x lui è una cosa tollerabile da parte di entrambi? magari pensa che in una vita di coppia lunga anni, è una cosa ammissibile.. Forse adesso dice di no, ma chissà, l'ha già fatto una volta e dopo poco tempo che stavate insieme.. pensa dopo 7-8-9 anni...............

Io sono tutti dubbi che mi farei Andly.. Non riuscirei a passarci sopra.. una volta che la fiducia è caduta in questo modo, come fai a riacquistarla? Come fai a sapere con che persona stai? Come fai a prevedere che d'ora in poi regnerà la fedeltà assoluta tra di voi?

Io ci sono passata, e ho deciso di lasciarlo. Perchè non riuscivo a sopportarlo, un tradimento è una cosa grossa, non è una cosetta che si può rimediare nel giro di pochi mesi.. Ma ovviamente tutto dipende da come sei fatta tu. E mi sembri molto simile a me.



Sono molto simile a te. Lo vedo . Ogni cosa che mi dice è la domanda che nella mia testa mi sono già fatta e ogni tuo dubbio è un dubbio che appartiene pure a me. Lui non si è arrabbiato quando glielo ho detto perchè io lo avevo appena scoperto e ci mancava solo mi dicesse una singola sillaba sulla questione , così ha deciso di tacere. Ho paura ovviamente che lui lo possa rifare. Ma poi mi dico " io l'ho fatto e mi sono pentita e non lo rifarei e non l'ho rifatto " perchè lui non dovrebbe pensare lo stesso? Se nella mia testa passa questa idea. La fiducia è difficle riacquistarla ma forse niente è impossibile? Francy rappresenti i miei dubbi più profondi sai? Ragioni come me. Vorrei dargli un'altra possibilità. Più che altro vorrei imparare ad esserne capace Francy, se rifletto un po penso che se gli rinfaccio tutte le volte o lo tratto male gli ricordo che ha sbagliato non lo farà più perche avrà sempre presente ciò che ha fatto. Anche se non è vita per lui e infondo manco per me. Vorrei eliminare o almeno diminuire la mia rabbia.

antonio43

Utente Attivo

  • "antonio43" has been banned

Posts: 46

Activitypoints: 145

Date of registration: Jan 22nd 2013

  • Send private message

23

Thursday, February 21st 2013, 3:14pm

sai mi spiace per il tuo papà, ma i genitori con il loro esempio sono molto importanti, ti fanno capire come funziona quell'universo maschile e femminile che poi ti troverai fuori la porta di casa. In te rispetto a Francy trovo comunque una volontà di comprendere e di autocritica che ti fanno ben sperare...

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

24

Thursday, February 21st 2013, 4:18pm

sai mi spiace per il tuo papà, ma i genitori con il loro esempio sono molto importanti, ti fanno capire come funziona quell'universo maschile e femminile che poi ti troverai fuori la porta di casa. In te rispetto a Francy trovo comunque una volontà di comprendere e di autocritica che ti fanno ben sperare...


La prendo come una cosa positiva :) Vorrei solo essere libera dai pensieri ... e capire meglio com'è la realtà.. mi sto rendendo conto di essere immatura e vorrei capire come funzionano le cose.. come dovrei comportarmi .. cosa dovrei fare ... =)

antonio43

Utente Attivo

  • "antonio43" has been banned

Posts: 46

Activitypoints: 145

Date of registration: Jan 22nd 2013

  • Send private message

25

Thursday, February 21st 2013, 4:49pm

esci mai con tua madre o meglio con tua madre e con il suo nuovo compagno?

andly

Utente Attivo

  • "andly" started this thread

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Feb 20th 2013

  • Send private message

26

Thursday, February 21st 2013, 4:51pm

esci mai con tua madre o meglio con tua madre e con il suo nuovo compagno?



No direi proprio di no...

27

Thursday, February 21st 2013, 5:03pm

Citato da "antonio43" sai mi spiace per il tuo papà, ma i genitori con il loro esempio sono molto importanti, ti fanno capire come funziona quell'universo maschile e femminile che poi ti troverai fuori la porta di casa. In te rispetto a Francy trovo comunque una volontà di comprendere e di autocritica che ti fanno ben sperare...

La prendo come una cosa positiva Vorrei solo essere libera dai pensieri ... e capire meglio com'è la realtà.. mi sto rendendo conto di essere immatura e vorrei capire come funzionano le cose.. come dovrei comportarmi .. cosa dovrei fare ... =)

Non sei immatura, a 20 anni si vedono le cose sotto un aspetto diverso che a 40 perché è l' esperienza che insegna e tu naturalmente non ce l' hai.
Potrebbe aiutarti pensare che lui non l' ha fatto per farti del male ma perché in quel momento gli andava di farlo, a volte si agisce senza pensare alle conseguenze, soprattutto quando si è giovani.
Se ritieni che le sue scuse siano sincere perdonalo senza se e senza ma, altrimenti lascialo ma sappi che nella vita ti potrà ancora succedere di essere delusa da una persona cara, sbagliare è la cosa più umana che c'è, perdonare è difficile ma insegna tante cose... ;)
Non amo che le rose che non colsi.
Non amo che le cose che potevano essere
e non sono state...
.

Francyyy

Utente Avanzato

  • "Francyyy" is female
  • "Francyyy" has been banned

Posts: 539

Activitypoints: 1,827

Date of registration: Apr 2nd 2012

Location: rimini

Occupation: impiegata

  • Send private message

28

Thursday, February 21st 2013, 5:14pm

Penso che nessuno abbia ragione.
Penso che ognuno sia fatto a modo proprio e che possa o meno perdonare determinati errori in base a com'è fatto.

Nel mio caso io ho riavuto la prova di aver fatto bene.. quando lui dopo essere andato a convivere con la sua nuova ragazza, dopo neanche un anno voleva tornare con me di nuovo. E poi l'ha tradita con un'altra ragazza ancora.
Quindi in base alla mia piccola esperienza, so di aver fatto bene a comportarmi così, in quella situazione.

Ma il tuo ragazzo lo conosci tu, non noi, e potrebbe essere che sia una persona piu' "pulita" e che sia inceppato in una piccola tentazione, in un momento in cui eravate in profonda crisi, e che abbia realmente capito di aver sbagliato e che non lo rifarebbe piu'.
E' il mio scetticismo di fondo che mi impedisce di pensare che sia così, però io non escludo assolutamente che possa andare diversamente.

il punto qui è che nessuno può dirti come fare x riacquistare fiducia in lui, dipende tutto da te stessa, da quando sei in grado di perdonare.. ci riuscirai mai? Lo puoi sapere solo tu. O potrai vederlo solo con il tempo.

29

Thursday, February 21st 2013, 5:51pm


Beh quello che ha fatto come devo ritenerlo? per me è una mancanza di rispetto. Come un'altra qualsiasi cosa. Se sto con lui è perche in tre anni mi ha dato altro e fra quelli rispetto. Ha fatto una cosa che non doveva. Sono molto confusa. Non so se esagero o se lo considero troppo alla leggera. Non so come considerare esattamente la cosa. Penso che col tempo potrei avere più fiducia. Lo voglio. Voglio smettere di farmi paranoie in continuo. Per molto tempo mi sono chiesta perche l'abbia fatto, magari ero io che non gli davo troppo, ma penso che ad ogni modo non doveva farlo. Insomma quello che ha fatto, ha fatto. E io vorrei superarlo . Il mio problema sono i mille pensieri che mi faccio. ;(


non mi pare importante definire ciò che lui ha fatto o non fatto (e cosa tu hai fatto o non fatto). mi pare invece importante guardare meglio ciò che tu provi davanti a questi fatti (cosa provi, cosa temi, cosa pensi, etc etc), come vi comportate uno con l'altro davanti a queste circostanze (p.es. gli dici cosa ti fa soffrire? ) e soprattutto cosa ti spinge ad accettare un rapporto di coppia in cui manca rispetto da parte del tuo partner e tu non riesci ad avere fiducia.

senza rispetto e senza fiducia.....cosa rimane?



Beh davanti a quello che ha fatto provo dolore.. mi fa male.. Mi chiedo costantemente perche lui stia con me se ha fatto ciò... Forse si possono fare sbagli anche amando... La mia paura è che lui rifaccia lo stesso ,anche se penso ogni volta che io lo tratto male e che lui piange che non lo farà più, perchè ogni sua lacrima , ogni sua parola di scusa mi garantisce che non lo rifarà. Ho paura anche che magari non mi abbia detto tutto.. Per non peggiorare le cose. Sono paure che io so ogni tanto sia infondate però me le faccio lo stesso . Quando io l 'ho scoperto gli ho chiesto del tempo e ci siamo lasciati , gli ho chiesto di non scrivermi e di non cercarmi, lui per i primi giorni non si fece sentire , al terzo o forse quarto giorno iniziò a mandarmi messaggi a dirmi che non poteva stare senza di me. Io figurati stavo malissimo eppure ero indifferente nelle risposte. Dopo un po di tempo sono tornata da lui e ci siamo rimessi assieme. Una mia amica all'epoca mi disse che secondo lei sbagliavo a prendermi del tempo perche le cose si superano assieme. non stando lontani. Ora del tempo è passato e spesso mi assalgono certe paure e a volte mi viene da chiedere addirittura dei particolari, che non mi servono a niente , ma non so perche li chiedo. Lui penso mi abbia mancato di rispetto facendo cosi. Ma durante i 3 anni e passa mi ha dimostrato molto altro. La fiducia penso si possa anche riconquistare. In questo momento la vivo male perche non ho lezioni all'università quindi sto praticamente tutti i giorni a casa tranne qualche volta che esco con le amiche e con lui. Ma non ho la testa occupata in nulla. Un suo amico mi dice che devo tenere la mente occupata per non pensare alle cose brutte. Forse ha ragione. Tu mi sembri più grande di me, saprai qualcosa in più sulla vita.. un consiglio... ;(



non ho consigli da dare....la vita va vissuta, le esperienze vanno fatte
ciò che posso fare è darti spunti su cui riflettere

perchè questa cosa che lui ha fatto ti ferisce così? cosa in particolare ti ferisce?
cosa temi se dovesse ricapitare?

oltre a questi divieti e degli assenti (fiducia e rispetto)....di cosa è fatta la vostra coppia?
cosa desiderate per il vostro futuro? senti che le tue esigenze personali sono accolte dal tuo partner?
namasté

30

Thursday, February 21st 2013, 8:57pm

Condivido i dubbi, le paure e le perplessità manifestate da andly e francy. Anch'io sono una ferma sostenitrice del valore dell'onestà, della trasparenza e della sincerità, quali basi essenziali per costruire un rapporto maturo e sereno. E' estremamente difficile recuperare la fiducia quando la si perde, estremamente. E' un lavoro interiore lento e delicato, soggetto a continue cadute, non tutti ci riescono o ne sono capaci. Condivido anche il parere espresso da francy, riassumibile nel detto "l'uomo perde il pelo ma non il vizio". Certo si può cambiare, ma io personalmente non ci ho mai creduto troppo. Anch'io perciò sono piuttosto "severa" nei miei giudizi, ma in questa particolare situazione, quella che appunto ci hai descritto, non si può essere troppo intransigenti, secondo me.

Chi ha tradito veramente infatti, sei stata tu. Sei tu che hai baciato e toccato un altro, che hai fatto preliminari con lui. Certo, anche il tuo fidanzato ha sbagliato, nessuno potrebbe dire il contrario, ma credo che esista ancora una differenza fra un tradimento virtuale e un tradimento reale. Toccare e lasciarsi toccare da un altro uomo, non è lo stesso di vedere una donna svestita sul monitor del computer. Se volessimo così mettere su una bilancia i vostri errori, il tuo sarebbe senza dubbio il più pesante.

Se tu hai fatto di peggio e sei stata perdonata, perché non dovresti perdonare uno sbaglio minore da parte del tuo partner? Se lui ragionasse come te, ti avrebbe allora dovuta lasciare. Vedi, non si può essere troppo moralisti e intransigenti quando noi per primi sbagliamo, perché sarebbe incoerente da parte nostra.

Ripeto e sottolineo ancora, io sono molto attenta (per non dire severa) sull'importanza della fedeltà, non dispenso perdoni (quello lo fanno già i preti) e da scettica credo poco all'idea che le persone possano cambiare. Ma qui è diverso, perché non sei tu la vittima o almeno non sei solo tu. Avete sbagliato entrambi, vi siete traditi entrambi e le colpe sono ripartite, in qualche modo perciò si annullano. O vi perdonate insieme quindi, oppure vi lasciate, ma sempre insieme. Anche il tuo ragazzo potrebbe avere difficoltà a fidarsi di nuovo di te, anche lui potrebbe pensare che potresti ricaderci, che potresti rifarlo. Siete sulla stessa barca, l'avete per così dire "incrinata" entrambi, ognuno a modo suo. Ora non resta che ripartire, facendo tesoro delle vostre esperienze e cercando di non commettere più gli stessi errori.

Dagli perciò un'altra possibilità, non sei nelle condizioni di non potergliene concedere, perché sei caduta anche tu, hai sbagliato anche tu, anche e più di lui. Si può esigere perfezione e moralità solo quando si è completamente puliti, quando si ha la coscienza sgombra da ombre. Ma visto che così non è, non ti resta che stringere i denti e ingoiare il rospo.

Ovvio che se lui dovesse rifarlo, tu saresti legittimata a sbattergli una porta in faccia e a non volerne più sapere, ma fintanto che questa eventualità non si prospetta (e ti auguro che non accada mai) devi concedergli una seconda chance, come lui ha fatto con te, perdonando il tuo tradimento "reale". La vita è fatta anche di compromessi a volte, possiamo pretendere solo quanto siamo stati noi per primi, capaci di dare.

Used tags

aiuto, tradimento