Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 112

Activitypoints: 423

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

1

Monday, April 3rd 2017, 3:48pm

Relazione a distanza e pazienza: quando è troppa e quando troppo poca?

Salve :)
Da quasi tre mesi frequento una ragazza a distanza. Senza entrare nei dettagli mi limito a dire che lei vive nella mia zona di provenienza mentre io abito (da qualche annetto) in una grande città a circa 230 chilometri. Non tantissimo, considerando i molti collegamenti.
La distanza però non è solo geografica: la differenza di età tra noi è poca (circa 4 anni), ma lei è alla sua primissima esperienza di coppia in assoluto, il che la limita ancora in moltissime cose. E' ancora molto insicura su ciò che prova e tiene ancora la cosa nascosta ai suoi genitori, con i quali vive, il che significa che venire lei da me è escluso, almeno per il momento, poiché dovrebbe dare troppe spiegazioni o imbastire una sceneggiatura di bugie (seppur "bianche").
Io verrei in zona (dai miei genitori nella mia città natale) ogni weekend ma la mia vita è ormai principalmente nella città dove vivo, per cui non posso farlo sempre (anche per ragioni economiche, ma non è tanto quello il punto), ma da quando tutto è iniziato sto venendo quasi ogni due settimane, il che è moltissimo rispetto a prima ma comunque un po' straziante rispetto a quanto vorrei vederla, specie considerando che, al netto dei giorni non trascorsi insieme, la "storia" è ancora fresca fresca.

In ogni caso il vero problema nasce quando sono qui: io faccio chilometri e chilometri e cerco qualsiasi pretesto per venire a trovarla, e lei al minimo imprevisto o al minimo ostacolo comunque mi impedisce di vederla persino in quei pochissimi giorni in cui sono in zona. Una cena in famiglia "irrinunciabile", un'uscita tra amiche "programmata da tempo e irrimandabile", un po' di influenza: non importa se il disgraziato sottoscritto è venuto apposta per lei, lei mi mette sempre in secondo piano rispetto ad altri impegni con la famiglia o comunqe evita di "fare questioni" con i suoi.

Il "casus belli" di questi giorni è un po' di influenza: dopo circa due settimane di attesa finalmente torno per vederla e... zac! Proprio venerdì si becca la febbre alta e da quel giorno passo ogni minuto ad aspettare che mi dica "Oggi sto meglio, vediamoci!", e invece è già il quarto giorno di attesa a vuoto, e già mi ha detto che domani sera ha un impegno di lavoro e che potremo vederci mercoledì (il che significa un totale di quasi una settimana di attesa oltre alle due già trascorse). E non c'è verso di farle notare che sono rimasto qualche giorno in più (rimandando altri impegni) solo per vederla: o alle sue condizioni o nulla. Per come la vedo io (e molti amici e amiche mi danno ragione), considerando tutta la situazione con un 37 di febbre potrebbe benissimo mettersi una sciarpa in più e uscire, tantopiù se le prometto di portarla in un luogo chiuso, al caldo e di riaccompagnarla presto. E invece.

Io sono arrivato quasi alla frutta: lei dice di essere purtroppo fin troppo razionale e di non volersi mettere contro i suoi (né "svelare" che esce con qualcuno), e al tempo stesso le dispiace chiudere questa relazione, alla quale dice di tenere. Io non metto in discussione la sua buona fede, non credo siano scuse, ma è proprio il suo modo di essere: non importa da quanti giorni o settimane non ci vediamo: se ha motivi "razionalmente validi" per rimandare ulteriormente il nostro incontro (anche a rischio di saltare un giro, facendomi tornare nella città dove vivo senza avermi proprio visto) lo fa senza problemi. Io invece ci rimango male per ogni giorno di attesa che si aggiunge alle settimane già preventivate.

Sono io capriccioso o è lei a essere poco presa? O è davvero talmente razionale da dare priorità a cose più "serie" (ad esempio non rischiare di peggiorare la sua influenza) rispetto al vedermi?

Grazie in ogni caso per qualsiasi opinione :beer:

This post has been edited 1 times, last edit by "Kylo" (Apr 3rd 2017, 3:54pm)


2

Monday, April 3rd 2017, 7:05pm

Considerando che quando si viene a leggere una storia, si ascolta una sola campana ...stando alle cose che dici di primo acchito, quindi sbilanciandomi direi: No, non è abbastanza presa purtroppo.

Alla storia della razionalità sinceramente non credo. Le cotte sono belle proprio perché ti fanno rischiare, fanno fare le pazzie, e di fanno dire qualche bugia ai genitori ...

Poi per carità magari è di carattere "contenuto" e non è una persona incline a uscire dai suoi schemi. In questo caso, tre indizi fanno una prova. Quindi, va bene la febbre, ma stai a vedere anche come prosegue ... considerando che già hai capito l'andazzo.

La cosa che meno mi convice e quando dici "alle sue condizioni o nulla" ... questo significa che ha capito di avere un certo controllo su di te. Di conseguenza ti consiglio, a costo che non vi vedete proprio, quando le sue condizioni sono inaccettabili è meglio scegliere nulla e non andarci. Non stare lì a dimostrargli che non vedi l'ora di vederla e che sei flessibile per questo.

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, non del tutto azzoppato, navigo ancora, anche perché senza ancora non riesco a fermarmi

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,380

Activitypoints: 4,239

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

3

Monday, April 3rd 2017, 7:31pm

Sono molto d'accordo con la linea esposta da Juniz.

Non sembra presa, specie se è una prima storia "impegnativa".
Di solito è la partner femminile ad essere molto "appiccicosa", specie nella fase iniziale della relazione.
Una certa "prepotenza" femminile emerge molto più avanti, quando il maschio tende ad "adagiarsi" nella relazione.

Verificherei la disposizione d'animo della "donzella", rarefacendo il prossimo rientro alla base, dicendo che sei stato richiesto di fare altro da alcune nuove amiche e che sarebbe scortese da parte tua non andare con loro. Tra l'altro, non sarebbe male farlo davvero ....
Se il messaggio viene compreso, ci sarà una scenata/chiarimento (con condimento di gelosia). Altrimenti, ci può essere solo una reazione stizzita e una rarefazione ulteriore da parte sua (che è propedeutica alla fine della storia).

Così è la vita ....


(-------------;)--------------------)
“My sweetest friend / Everyone I know / Goes away in the end / You could have it all / My empire of dirt / I will let you down / I will make you hurt / If I could start again / A million miles away / I would keep myself / I would find a way.”
(“Hurt” Lyrics by Trent Reznor, sung by Johnny Cash)

memole77

Sognatrice professionista

  • "memole77" is female

Posts: 273

Activitypoints: 945

Date of registration: May 12th 2015

  • Send private message

4

Tuesday, April 4th 2017, 8:44am

Anni fa ho vissuto una relazione a distanza (4 ore di treno). Non so quanti anni avete voi, io ne avevo 20 e lui 30, io vivevo con i miei e lui da solo.
Ti dico solo che un weekend avevo 38 di febbre ma ho preso il treno e sono andata da lui (sono arrivata che ero sopra i 39 :-DE ).

Come si dice "chi vuole trova il modo, chi non vuole trova scuse".
Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita poi è carogna non importa, una ragione per sorridere la trovi comunque.

5

Tuesday, April 4th 2017, 1:18pm

E' ancora molto insicura su ciò che prova

L'hai scritto tu stesso che lei è insicura di ciò che prova. I suoi atteggiamenti sono in linea con quest'affermazione.

Non penso che lei sia disinteressata ma piuttosto insicura.
C'era un ragazzo che mi piaceva tantissimo, però non mi andava di parlare di lui ai miei e quindi l'ho tenuto nascosto e lo vedevo saltuariamente.
Ciò non ha mai significato che non ci tenessi o altro. Ero semplicemente ansiosa di uscire e di dire una bugia ai miei.
Tu mi dirai "perché non gli hai detto che eri fidanzata?"
Perché avrei dovuto spiegare 1000 cose sul come lo conoscevo..

6

Tuesday, April 4th 2017, 2:09pm

Ma....una cena in famiglia, un'uscita con le amiche mi sembrano veramente delle "scuse", la temperatura a 37 poi, non è febbre per cui non c'è motivo per non uscire. Concordo con chi mi precede, o non è presa o la segretezza le crea problemi insormontabili, anche se mi pare poco credibile.

Al tuo posto la metterei un po' alle strette, dopo averci parlato seriamente. Ma poi....lei non può venire da te? 230 km si fanno in giornata o ci si inventa qualcosa per rimanere la notte.
namasté

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,985

Activitypoints: 9,456

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

7

Tuesday, April 4th 2017, 2:14pm

Ma la cosa della temperatura a 37 dipende, io quando ho 37 pretendo già il prete al mio capezzale e non esco perchè altrimenti svengo

C'è però gente che se ne sbatte ed esce. La cosa è talmente soggettiva che FORSE, mi sentirei di dire, proprio questa volta non ha detto una scusa e tu hai sbagliato ad insistere.
La cena con le amiche è un po' borderline, dipende con che frequenza si presentano questi impedimenti, sarebbe interessante sentire anche l'altra campana. Magari è semplicemente una persona molto corretta e non si sentiva di bidonare le amiche. Magari no. Magari insieme a tutto ciò c'è anche lo scazzo e la poca voglia di vivere una relazione a distanza.

memole77

Sognatrice professionista

  • "memole77" is female

Posts: 273

Activitypoints: 945

Date of registration: May 12th 2015

  • Send private message

8

Tuesday, April 4th 2017, 2:37pm

Ma la cosa della temperatura a 37 dipende, io quando ho 37 pretendo già il prete al mio capezzale e non esco perchè altrimenti svengo

perché sei un uomo :roftl: ;) ;) ;)
scusate l'OT ma non ho resistito :D
Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita poi è carogna non importa, una ragione per sorridere la trovi comunque.

9

Tuesday, April 4th 2017, 5:41pm

Io ci sono passato, anche se i km da fare erano meno :) per esperienza personale, ritengo che non sia molto presa.
Ma ci sono anche altri motivi, quali ad esempio: tanto so che lo rifarà presto come l'ha già fatto, non ho bisogno di 'sforzarmi' io.
O si faccia anche dei discorsi abbastanza 'razionali' e cioè... calcolatori :D del tipo: economicamente quanto può valerne la pena? Qual è il rapporto tra sforzo e guadagno? E via discorrendo. Va da sè che ragionando così, non ci sia in fin dei conti molto amore...

Tengo a precisare che questo è un mio modesto punto di vista, non vorrei demolirti :)

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 112

Activitypoints: 423

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

10

Wednesday, April 5th 2017, 12:55am

Vi ringrazio tutti :)
Per quanto consideri anche l'opzione "si fa mille problemi ma è presa", sono più incline alla prospettiva tratteggiata dalla maggioranza di voi: penso sempre più che non sia eccessivamente presa.
Infatti forse e dico forse la vedrò domani, al che valuterò una buona volta e se necessario prenderò una decisione.

Grazie ancora e sentitevi liberi di continuare a scrivere le vostre impressioni ;)

memole77

Sognatrice professionista

  • "memole77" is female

Posts: 273

Activitypoints: 945

Date of registration: May 12th 2015

  • Send private message

11

Wednesday, April 5th 2017, 9:56am

in bocca al lupo e facci sapere come va
magari ti dà la spiegazione che ci smentisce tutti ;)
Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita poi è carogna non importa, una ragione per sorridere la trovi comunque.

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,985

Activitypoints: 9,456

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

12

Wednesday, April 5th 2017, 1:15pm

Ma la cosa della temperatura a 37 dipende, io quando ho 37 pretendo già il prete al mio capezzale e non esco perchè altrimenti svengo

perché sei un uomo :roftl: ;) ;) ;)
scusate l'OT ma non ho resistito :D


No, sono un filantropo e non voglio esporre il mio prossimo a contaminazione batterica :thinking:

Similar threads