Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


spiritolibero_61

Giovane Amico

  • "spiritolibero_61" is female
  • "spiritolibero_61" started this thread

Posts: 107

Activitypoints: 419

Date of registration: Jan 30th 2011

  • Send private message

1

Wednesday, February 23rd 2011, 11:19am

Quando il carattere di uno dei due è pessimo...

Molti sbagliano a risolvere un problema che si è affacciato all'interno di un rapporto con il troncare lo stesso già al primo soffio di bisticcio. Non è così che si risolvono le cose. Bisogna valutare e chiarirsi e capire il perché si é arrivati a quel punto. Motivazioni.Troppo facile pensare di tagliare tutto con uno scrollare le spalle e via, bisogna lottare sempre, perché niente c'è di scontato, pur amando e pur essendo ricambiati. Trovare la perfezione è di certo un'utopia, ma poi l'essere così precisini porterebbe comunque a bisticcio. Mania della precisione ( a lungo andare poi stanca). Siamo esseri fatti di sensazioni, emozioni, paure, ansie e altro, con un nostro carattere, la nostra personalità, i nostri modi di essere e fare più o meno accettabile, ma comunque ci siamo e viviamo la vita che ci circonda con tutti gli annessi e connessi. Certo se in tutto questo abbiamo anche un pessimo carattere di sicuro non saremmo accettati tanto facilmente da chi ci sta accanto, a meno che ci sia uno che domina e l'altro che soccombe dicendo sempre sì a tutto quello che fa lui/ lei. Il nostro destino sarà quello di restare da soli? Probabile, a meno che non proviamo a smussare i nostri lati peggiori se non addirittura dando una svolta decisiva alla nostra vita cambiando il nostro modo di fare, il che mi sembra un po' difficile, ma comunque tutto può succedere.
E allora mi chiedo:


se incontrassimo la persona della nostra vita l' altro/a si dovrebbe adeguare in tutto e per tutto al nostro modo di essere e fare, se pur pessimo o per il bene della coppia è più giusto che noi cambiassimo, almeno smussassimo quei lati che possono infastidire? Si dice anche " che chi nasce rotondo non muore quadrato" e allora che si fa?

Naturalmente il discorso è reciproco qualora ci dia fastidio a noi ( noi inteso come soggetti).

This post has been edited 4 times, last edit by "spiritolibero_61" (Feb 23rd 2011, 4:39pm)


diogene

Giovane Amico

  • "diogene" is male

Posts: 137

Activitypoints: 453

Date of registration: Feb 9th 2011

  • Send private message

2

Wednesday, February 23rd 2011, 11:52am

Non credo sia una questione di pessimo carattere di uno dei due....insomma se il carattere fosse così orribile non credo che l'altra parte ci si possa avvicinare nemmeno per conoscere,magari smossa solo da attrazione e comunque anche in quel caso non anfrebbe oltre le 24-48 ore.
Quando il rapporto scricchiola modificare il carattere è una cosa relativa(quello lo si dovrebbe fare naturalmente piano piano ogni giorno,senza nemmeno accorgersene),specie se in extremis.
secondo me è sempre meglio lasciar perdere.
Tanto se il rapporto sta andando giù per la china non si può fare niente per salvarlo.
Le poche volte che ho provato a lottare non ho mai avuto la happy end e mi son sempre beccato il classico ordigno termonucleare tra i denti...vabbhè che ultimamente anche a non lottare me lo son beccato lo stesso,ma almeno risparmi in fatica e logoramento.
ora,l'inverno del nostro scontento,si è mutato in radiosa estate.........

dora

Forumista Incallito

  • "dora" is female

Posts: 4,735

Activitypoints: 15,244

Date of registration: Mar 14th 2010

Location: Zacatecas

Occupation: Dama della Nuova Spagna

  • Send private message

3

Wednesday, February 23rd 2011, 2:38pm

Chi ha carattere ha un pessimo carattere ha detto pure chi non ricordo.....penso che si può guardare oltre e smussare se ci sono affinità in comune. Con mio marito è stato ed è così. Abbiamo entrambi un carattere orribile ma una grande voglia di aprlarci e confrontarci.Però stesso stile di vita, stessa ideologia politico e religiosa, odio in comune per le sfingi e gli ipocriti......insomma va! Io estroversa lui introverso io permalosa lui che smussa...... :beer:

Nemes

Pilastro del Forum

  • "Nemes" is female

Posts: 2,898

Activitypoints: 9,009

Date of registration: Mar 31st 2008

Location: Nord

  • Send private message

4

Wednesday, February 23rd 2011, 3:27pm

se incontrassimo la persona della nostra vita la medesima si dovrebbe adeguare in tutto e per tutto al nostro modo di essere e fare se pur pessimo o per il bene della coppia è più giusto che noi cambiassimo, almeno smussassimo quei lati che possono infastidire? Si dice anche " che chi nasce rotondo non muore quadrato" e allora che si fa?

Io più che altro mi chiedo: se nel momento in cui si incontra la persona della propria vita, uno dei due si deve adeguare del tutto all'altro...beh, allora forse quella non è la persona della propria vita.
Io credo che incontrare la persona giusta comporti da una parte un'affinità di caratteristiche, dall'altra la voglia reciproca di venirsi incontro, la forza di entrambi, di cambiare alcuni aspetti di sè perchè ci si rende conto che non fanno vivere bene...insomma una comunione di intenti, non il sacrificio di uno in favore del benessere dell'altro o della coppia.
Inoltre, di base ci deve piacere il carattere dell'altro (e viceversa ovviamente), poi ci sono sempre dei lati da mettere d'accordo, ma se il problema sta alla base, allora c'è qualcosa che non va. Ultima cosa, ci possono essere caratteri più difficili di altri, ma non per questo non si troverà qualcuno che li apprezzi.
Le persone sane si innamorano follemente, amano ardentemente, si arrabbiano furentemente, possono provare gelosie violente, lottare per la propria realizzazione o sacrificare tutto, fino a consumarsi, per i valori in cui credono, e giungere alla battaglia. (C. Albasi)

wavesequence

Colonna del Forum

  • "wavesequence" is male

Posts: 1,738

Activitypoints: 5,513

Date of registration: Oct 29th 2008

Location: Mestre

Occupation: architetto, non so ancora per quanto...

  • Send private message

5

Wednesday, February 23rd 2011, 3:37pm

Ritengo che nella coppia si debbano necessariamente fare ed attuare dei compromessi che, però, non vadano a ledere in modo eccessivo la dignità del singolo. In altre parole, se c'è amore, desiderio di condivisione e di stare assieme - non solo per pagare le bollette e le spese condominiali - bisogna imparare a sopportarsi ed aiutarsi vicendevolmente nei momenti meno felici, godere assieme invece quando le cose vanno meglio.
Visto che l'amore non è a senso unico, dopo che abbiamo sopportato verremo sopportati. :)
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche


spiritolibero_61

Giovane Amico

  • "spiritolibero_61" is female
  • "spiritolibero_61" started this thread

Posts: 107

Activitypoints: 419

Date of registration: Jan 30th 2011

  • Send private message

6

Wednesday, February 23rd 2011, 4:16pm

Non credo sia una questione di pessimo carattere di uno dei due....insomma se il carattere fosse così orribile non credo che l'altra parte ci si possa avvicinare nemmeno per conoscere,magari smossa solo da attrazione e comunque anche in quel caso non anfrebbe oltre le 24-48 ore.

@Diogene, io penso che ci sono alcuni che non mostrano da subito il proprio naturale e quando ci si innamora di queste persone o per una cosa o per un'altra scopri che non è quello/a che pensavi che fosse e quindi che si fa? Esce fuori tutto di sè e a quel punto viene più difficile essere così freddi da poter mandare a quel paese la persona in questione. Si sta male. Bisognerebbe avere il coraggio di non continuare più il rapporto in verità, ma...

ci si riesce?





Non credo sia una questione di pessimo carattere di uno dei due....insomma se il carattere fosse così orribile non credo che l'altra parte ci si possa avvicinare nemmeno per conoscere,magari smossa solo da attrazione e comunque anche in quel caso non anfrebbe oltre le 24-48 ore.
Quando il rapporto scricchiola modificare il carattere è una cosa relativa(quello lo si dovrebbe fare naturalmente piano piano ogni giorno,senza nemmeno accorgersene),specie se in extremis.
secondo me è sempre meglio lasciar perdere.
Tanto se il rapporto sta andando giù per la china non si può fare niente per salvarlo.
Le poche volte che ho provato a lottare non ho mai avuto la happy end e mi son sempre beccato il classico ordigno termonucleare tra i denti...vabbhè che ultimamente anche a non lottare me lo son beccato lo stesso,ma almeno risparmi in fatica e logoramento.





spiritolibero_61

Giovane Amico

  • "spiritolibero_61" is female
  • "spiritolibero_61" started this thread

Posts: 107

Activitypoints: 419

Date of registration: Jan 30th 2011

  • Send private message

7

Wednesday, February 23rd 2011, 4:25pm

Ritengo che nella coppia si debbano necessariamente fare ed attuare dei compromessi che, però, non vadano a ledere in modo eccessivo la dignità del singolo. In altre parole, se c'è amore, desiderio di condivisione e di stare assieme - non solo per pagare le bollette e le spese condominiali - bisogna imparare a sopportarsi ed aiutarsi vicendevolmente nei momenti meno felici, godere assieme invece quando le cose vanno meglio.
Visto che l'amore non è a senso unico, dopo che abbiamo sopportato verremo sopportati. :)
@wavesequence, sai io credo e ne sono fermamente convinta che il doversi sopportare in un rapporto già è sinonimo che qualcosa non funziona. Perché così facendo ognuno resta sempre del suo avviso e del suo pensiero badando che l'altro si adegui al comportamento di sè con il rischio che prima o poi il rapporto diventi stanco e di routine. La coppia è l'obiettivo e non il restare single pur vivendo insieme.

This post has been edited 1 times, last edit by "spiritolibero_61" (Feb 23rd 2011, 4:43pm)


spiritolibero_61

Giovane Amico

  • "spiritolibero_61" is female
  • "spiritolibero_61" started this thread

Posts: 107

Activitypoints: 419

Date of registration: Jan 30th 2011

  • Send private message

8

Wednesday, February 23rd 2011, 4:32pm

@dora, condivido ciò che affermi e trovo anche naturale questo modo di relazionarsi, perché quando ci si ama e si hanno interessi comuni anche se in parte, smussare gli spigoli del proprio carattere non è cosa da tralasciare, anzi sicuramente facilita il rapporto aiutandolo a crescere positivamente e a vivere meglio.

This post has been edited 1 times, last edit by "spiritolibero_61" (Feb 23rd 2011, 4:44pm)


spiritolibero_61

Giovane Amico

  • "spiritolibero_61" is female
  • "spiritolibero_61" started this thread

Posts: 107

Activitypoints: 419

Date of registration: Jan 30th 2011

  • Send private message

9

Wednesday, February 23rd 2011, 4:35pm

se incontrassimo la persona della nostra vita la medesima si dovrebbe adeguare in tutto e per tutto al nostro modo di essere e fare se pur pessimo o per il bene della coppia è più giusto che noi cambiassimo, almeno smussassimo quei lati che possono infastidire? Si dice anche " che chi nasce rotondo non muore quadrato" e allora che si fa?

Io più che altro mi chiedo: se nel momento in cui si incontra la persona della propria vita, uno dei due si deve adeguare del tutto all'altro...beh, allora forse quella non è la persona della propria vita.
Io credo che incontrare la persona giusta comporti da una parte un'affinità di caratteristiche, dall'altra la voglia reciproca di venirsi incontro, la forza di entrambi, di cambiare alcuni aspetti di sè perchè ci si rende conto che non fanno vivere bene...insomma una comunione di intenti, non il sacrificio di uno in favore del benessere dell'altro o della coppia.
Inoltre, di base ci deve piacere il carattere dell'altro (e viceversa ovviamente), poi ci sono sempre dei lati da mettere d'accordo, ma se il problema sta alla base, allora c'è qualcosa che non va. Ultima cosa, ci possono essere caratteri più difficili di altri, ma non per questo non si troverà qualcuno che li apprezzi.
@nemes condivido ciò che dici. :thumbup:

wavesequence

Colonna del Forum

  • "wavesequence" is male

Posts: 1,738

Activitypoints: 5,513

Date of registration: Oct 29th 2008

Location: Mestre

Occupation: architetto, non so ancora per quanto...

  • Send private message

10

Thursday, February 24th 2011, 4:54pm

@wavesequence, sai io credo e ne sono fermamente convinta che il doversi sopportare in un rapporto già è sinonimo che qualcosa non funziona. Perché così facendo ognuno resta sempre del suo avviso e del suo pensiero badando che l'altro si adegui al comportamento di sè con il rischio che prima o poi il rapporto diventi stanco e di routine. La coppia è l'obiettivo e non il restare single pur vivendo insieme.

Attenzione a non fraintendere quello che ho scritto. la ratio di tutto è che all'interno della coppia deve albergare la tolleranza. :)
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche


cristyna

Amico Inseparabile

  • "cristyna" is female

Posts: 1,362

Activitypoints: 4,035

Date of registration: Oct 5th 2010

  • Send private message

11

Thursday, February 24th 2011, 7:47pm

Partendo dal presupposto che per me un rapporto non può reggere solo sul reciproco amore, occorrono tanti altri elementi necessari e obbligatori affinchè il rapporto possa crescere e maturare. Essendo ciascuno di noi il frutto di una vita fatta di esperienze uniche, è chiaro che nel momento in cui si si rapporta con un partner è necessario innanzitutto saper ASCOLTARE. Unicità di esperienze dovuta al modo in cui ciascuno di noi sulla base del proprio carattere e sensibilità elabora gli accaduti. Nel momento in cui si sa ascoltare l'altro, tutto il resto dovrebbe venire da sè. Sembra facile, ma non lo è. Nel momento in cui una qualsiasi persona esprime un pensiero, un disagio, un'emozione, merita, se c'è interesse nelle parti, ascoltare quello che ha da dire e come lo dice, cercando di andare oltre il fatto che possa trattarsi di un qualcosa che esula dalla propria mentalità. Se esprimo un disagio, è giusto cercare di capire da cosa deriva e se in qualche modo io posso agire affinchè quel disagio non si ripresenti. Se il rapporto viene visto e materializzato come fosse una creatura da difendere coccolare cullare e far crescre, allora scatta l'interesse a ciò che l'altro dice e l'interesse a farla eventualmente ragionare sulla validità o meno di quello che sta dicendo e pensando, o arrivare a mettere in discussione il proprio pensiero in relazione a quello espresso dall'altro. Non so se rendo. Certo potevo semplicemente dire compromesso. Ma questa parola mi dà sempre un po' l'idea che sia frutto comunque di una battaglia verbale, e alla fine stremati....si giunge ad un compromesso. Invece le cose devono essere ragionate, elaborate e capite affinchè entrino nella comune mentalità di coppia. Se una cosa è imposta senza dar voce a chi la pensa diversamente, la coppia è destinata a scoppiare...cmq in breve i rapporti che siano di coppia o no sono difficili perchè ciascuno di noi per la paura di soccombere al volere altrui, controbbatte anche quando magari non servirebbe. Impariamo a dire :" E' giusto quello che hai detto.......Hai proprio ragione su questa cosa.....Desidero un tuo parere circa la tale situazione......Io farei così, tu come faresti?" etc etc.....impariamo ad essere + solidali e complici e non nemici in una guerra che talvolta si accende senza fondamenta.....spero di essermi espressa chiaramente e di non essere andata fuori tema.........saluti a tutti

disperata

Utente Attivo

Posts: 34

Activitypoints: 123

Date of registration: Oct 31st 2010

  • Send private message

12

Saturday, February 26th 2011, 11:55am

Crystina il tuo intervento mi è piaciuto tantissimo. Ascoltare l'altro....quante volte l'ho ripetuto al mio "ex?"....io ho cercato sempre di ascoltare e comprendere tante volte mettendo in discussione le mie idee e il mio essere. Non è stato reciproco ,e quando sono stata io ad essere in difficolta' mi ha lasciata, fermo nelle sue idee, elaborati e autoconvinzioni, pur continuando a sostenere di amarmi. Con la morte nel cuore io oggi mi chiedo a cosa è servito.Delusa e triste.

cristyna

Amico Inseparabile

  • "cristyna" is female

Posts: 1,362

Activitypoints: 4,035

Date of registration: Oct 5th 2010

  • Send private message

13

Saturday, February 26th 2011, 1:15pm

anche a me piace quello che ho detto......peccato che nel mio matrimonio la penso così solo io.....lui è di quelli "Vivi e ...lasciaMI vivere"....un po' come credo il tuo ex.........

disperata

Utente Attivo

Posts: 34

Activitypoints: 123

Date of registration: Oct 31st 2010

  • Send private message

14

Saturday, February 26th 2011, 5:02pm

credo che nel mio caso le cose siano chiare: ho appena scoperto le bugie che mi ha detto in questi anni. Mi ha tormentato con la gelosia e tormentato è dire poco. Mi ha dilaniato fino a rendermi insicura e sull'orlo di una depressione. Ce l'ho fatta da sola ed oggi ho scoperto che gli altarini erano i suoi. Ho dato tutto e mi sa che lui comprendeva pure fin troppo, mi ha semplicemente manipolato. Ho perdonato cose impensabili credendo alle sue bugie. La verita' anche se atroce mi rende libera. La verita' in cui credo è che se il cuore ama protegge sempre l'amato e ascoltare il partner è una manifestazione di amore. Se il cuore non ama non ti interessa nè ascoltare nè proteggere chi ti sta vicino. E non bisogna avere un bel carattere per amare, semplicemente si ama.

orchi100

Utente Attivo

Posts: 30

Activitypoints: 132

Date of registration: Feb 19th 2010

  • Send private message

15

Saturday, February 26th 2011, 5:49pm

dalla mia esperienza posso dirti che le persone non cambiano!

Similar threads

Used tags

carattere, coppia, problemi