Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Marg22

Utente Attivo

  • "Marg22" started this thread

Posts: 24

Activitypoints: 128

Date of registration: Jul 16th 2016

  • Send private message

1

Wednesday, August 3rd 2016, 4:24pm

Quando è finita una relazione?

Ciao a tutti, vi scrivo per chiedere un consiglio oggettivo sulla mia relazione.
Sto con il mio ragazzo da 3 anni, lui ha 33 anni e io 22. non siamo sempre andati d'accordo, ma abbiamo superato ogni difficoltà fino ad ora.
Negli ultimi sei mesi la nostra relazione è stata un calando: non parliamo più, niente coccole o rapporti intimi, litighiamo per ogni stupidaggine.
Viviamo in due case separate, ma lui pretende che io gli pulisca casa, cosa che mi rifiuto categoricamente di fare dato che io ho un lavoro e l'università, mentre lui sta a casa a poltrire tutto il giorno oppure a giocare ad uno stupido videogioco online e parlare con sconosciuti in chat. E vi assicuro che non è bello farsi un mazzo dalla mattina alla sera quando il proprio compagno non lava nemmeno i suoi piatti perchè non gli va di farlo.
A proposito di tale comportamento, sua madre soffre di crisi depressive e penso che anche lui si stia lasciando andare da quando ha perso il lavoro 4 anni fa e perso la causa quest'anno. Passa dall'essere calmo all'urlarmi contro e sta tutto il giorno a letto giocando a quel gioco o guardando la televisione.
Per farvi capire a che livello è arrivato, non pulisce nemmeno il wc dopo aver defecato.

Io non so più cosa fare perchè da una parte sono preoccupata per lui, mentre dall'altra mi sento annientata come donna e come persona.Ogni volta che provo ad aiutarlo mi urla contro e non è una bella esperienza. Onestamente sono anche stanca di fargli da madre, io voglio un fidanzato, non un figlio da crescere. Non sa badare a se stesso. ha la zietta che gli cucina a pranzo e cena e la nonnina che gli paga le bollette, mentre paparino ha tagliato i fondi perchè vuole spingerlo a crescere.

Ieri ho provato a lasciarlo, mi ha risposto che non vuole parlare perchè secondo lui soffro di mancanza di attenzione e faccio discorsi inutili. Mi sento una cretina. Riesce a farmi passare per una cretina quando in realtà provo solo ad aiutarlo e a dirgli in tutti i modi che non sono felice così. E' troppo chiedere di essere amati e di non essere ignorati quelle due ore che passiamo insieme la sera perchè deve giocare a quel gioco?
Oppure ogni coppia è destinata ad allontanarsi fino a diventare due estranei?

GiorgiaL46

Utente Attivo

  • "GiorgiaL46" is female

Posts: 76

Activitypoints: 340

Date of registration: Aug 1st 2016

  • Send private message

2

Wednesday, August 3rd 2016, 5:41pm

Le relazioni possono finire per svariati motivi , c'e chi si lascia di comune accordo , chi si fa l'amante ma puntualmente viene scoperto e così via.
Nel tuo caso mi sembra che non ci sia più stima da parte tua , e forse nemmeno più da parte sua. Tu lo consideri una nullità , un fallito , un mantenuto. Lui d'altro canto ti sta confondendo con la donna delle pulizie.
Perche ti devi accontentare di due carezze fatte alla sera , quasi come tu fossi un cane?
hai detto anche tu che sei una giovane donna in carriera , pronta a sbocciare e lui ti sta tarpando le ali , lui non è felice e allora non puoi esserlo nemmeno tu?!
Non ti dico di lasciarlo , non mi permetto ma ti consiglio di dargli un ultimatum e di vedere come reagisce. Impauriscilo e se non avrà alcuna reazione lascia perdere

HolyShit

Utente Attivo

  • "HolyShit" has been banned

Posts: 60

Activitypoints: 194

Date of registration: Jun 1st 2016

  • Send private message

3

Wednesday, August 3rd 2016, 5:50pm

scappa finchè sei in tempo
finchè ancora ti fai le domande giuste.
tra poco sarai trascinata nel suo abisso .
non hai alcuna colpa di cio che lui è.
renditene conto e vattene.
senza guardarti indietro. nemmeno una volta.

Marg22

Utente Attivo

  • "Marg22" started this thread

Posts: 24

Activitypoints: 128

Date of registration: Jul 16th 2016

  • Send private message

4

Wednesday, August 3rd 2016, 8:14pm

Purtroppo mi rendo conto che non posso cambiare il suo modo di fare o di pensare per quanto mi possa sembrare sbagliato passare la giornate a non fare nulla piuttosto che inviare curriculum o andare a cercare lavoro all'estero.
Allo stesso tempo mi rendo conto che ho solo due possibilità: accettare tutto questo senza lamentarmi oppure lasciarlo e andare avanti con la mia vita. E per quanto sia doloroso penso proprio che l'unica alternativa sia la seconda opzione anche se sono molto confusa e frustrata.

GiorgiaL46

Utente Attivo

  • "GiorgiaL46" is female

Posts: 76

Activitypoints: 340

Date of registration: Aug 1st 2016

  • Send private message

5

Wednesday, August 3rd 2016, 8:55pm

Sai che puoi trovare di meglio , anche perché in questo modo lui non migliora.di sicuro , restando con lui il tuo futuro sarebbe quello di farti un mazzo tanto non solo per provvedere a te stessa ma anche a lui. E alla fine finiresti solo per odiarlo.

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" is male

Posts: 1,460

Activitypoints: 4,640

Date of registration: Mar 16th 2016

  • Send private message

6

Wednesday, August 3rd 2016, 9:03pm

Non lo so scappare a gambe levate forse è fin troppo egoista. Secondo me quello che gli serve è uno scossone, dirgli chiaramente che sta buttando all'aria la vostra relazione e la sua vita. Cercagli un lavoro o cercatelo assieme, insomma non c'è da arrendersi secondo me, scappare è sempre la soluzione più comoda ma non credo sia quella giusta. Se si rifiuta di ascoltare i tuoi consigli e non reagisce nemmeno al tentativo di fargli comprendere la situazione, a quel punto,quando non ci sono più alternative, condivido anche io l'idea di lasciare perdere.

7

Thursday, August 4th 2016, 1:18pm

Viviamo in due case separate, ma lui pretende che io gli pulisca casa, cosa che mi rifiuto categoricamente di fare dato che io ho un lavoro e l'università, mentre lui sta a casa a poltrire tutto il giorno oppure a giocare ad uno stupido videogioco online e parlare con sconosciuti in chat


Questo non è sintomo di depressione o altri problemi..questa è pura ignoranza.
Una persona depressa non tratta così il proprio partner, una persona ignorante tratta così il partner. Non farti abbindolare da certe scuse poiché l'essere depresso non ti trasforma in uno stronzo, ti trasforma in una persona apatica sì, ma non tratti il partner come uno schiavetto.
Se lui veramente pretende una cosa del genere e cerca di essere obiettiva, davvero lui ti tratta così o stai ingigantendo la cosa..perché se così fosse mi domando cosa tu stia aspettando a dargli un calcio nel di dietro. Vale veramente la pena farsi trattare da pezza da piedi da uno del genere? Tu vuoi un futuro con uno che dice certe cose?

Marg22

Utente Attivo

  • "Marg22" started this thread

Posts: 24

Activitypoints: 128

Date of registration: Jul 16th 2016

  • Send private message

8

Thursday, August 4th 2016, 2:22pm

Non so cosa sia giusto o non giusto fare. Ogni volta che provo a parlargli di qualsiasi cosa mi urla sempre contro che non sono affari miei.
Ho provato ad aiutarlo a cercare lavoro parecchie volte, accompagnandolo anche ai colloqui. Mi sembra di averlo sempre assecondato anche quando dei suoi amici gli avevano dato l'idea di andare con loro a Londra a cercare lavoro o quando ha speso tutti i soldi che aveva andando alle canarie per fare il fotografo per poi tornare a casa 4 giorni dopo con la coda tra le gambe.
Anche suo padre e sua sorella hanno provato a fargli fare qualcosa, ma lui sta sempre lì ad aspettare la manna dal cielo.

Non so ragionare in modo obiettivo in questa situazione, perchè sono troppo coinvolta. Quello che posso dirvi è che non l'ho visto muovere un dito per sistemare la sua vita, come non l'ho visto muovere un dito per salvare la nostra relazione, quando in lacrime gli dicevo di non essere felice.
Gli ho anche detto che non so se lo amo ancora e l'unica sua risposta è stata:'' non voglio assecondare la tua sete di attenzione'', perchè pretendere due messaggi durante il giorno o due coccole la sera è troppo. Era troppo occupato a giocare o rispondere ai messaggi di altri. E la cosa che mi fa incazzare proprio di più è questa, perchè agli altri i messaggi li manda mentre io sono invisibile. Addirittura se gli mando più messaggi di seguito si lamenta perchè li deve leggere e sono lunghi!!!!

Mi sembra una situazione alienante. Una farsa. Non so chi è il più cretino dei due, se io che gli vado dietro o lui che fa discorsi di questo tipo.
Come puoi stare con una persona che calcoli a malapena, però se si lamenta è sempre colpa sua? Ma non gli viene il dubbio di star sbagliando atteggiamento?
Io gli ho chiesto anche spesso se gli stavo facendo mancare qualcosa che magari non aveva il coraggio di dirmi, eppure lui non ha mai battuto ciglio dicendo di essere felice così. Ma io non posso essere felice così.

wavesequence

Colonna del Forum

  • "wavesequence" is male

Posts: 1,681

Activitypoints: 5,300

Date of registration: Oct 29th 2008

Location: Mestre

Occupation: architetto, non so ancora per quanto...

  • Send private message

9

Thursday, August 4th 2016, 4:58pm

A me sembra che l'immaturo sia lui, anche se ha 11 anni più di te. Vivete in due case separate, continuate a farlo e tu trovati un uomo di massimo 3 - 5 anni di più. Da quanto descrivi la situazione non credo si evolverà positivamente. La vita è la tua, non permettere che altri te la rovinino.
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche


Marg22

Utente Attivo

  • "Marg22" started this thread

Posts: 24

Activitypoints: 128

Date of registration: Jul 16th 2016

  • Send private message

10

Thursday, August 4th 2016, 9:36pm

Non so che cosa devo fare.
Mi sento un peso enorme sullo stomaco e sul petto che non mi permette di respirare.
Non so se lo amo o lo odio.
Non capisco come può non cercarmi, non inseguirmi. Sono così poco importante per lui?
Mi sento inutile, come se avessi sbagliato tutto in questa relazione.
Non riesco a smettere di piangere. Non riesco a capire perchè non ho le palle di lasciarlo dopo tutto quello che mi ha fatto passare, nonostante la consapevolezza che sia la cosa giusta da fare per me.

Mi sento tradita e abbandonata. Non so come farmi passare questa sensazione di dosso.
Ancora non abbiamo parlato perchè due giorni fa non se la sentiva di affrontare lunghe discussioni.

GiorgiaL46

Utente Attivo

  • "GiorgiaL46" is female

Posts: 76

Activitypoints: 340

Date of registration: Aug 1st 2016

  • Send private message

11

Friday, August 5th 2016, 1:15am

Penso che dopo tutto , dopo tanto tempo e anche se ti fa soffrire non sia poi così semplice lasciare una persona.
È normale farsi delle domande , dove ho sbagliato ? É anche colpa mia ?
Penso sia una parte normale del lasciare andare qualcuno ... Non che ti mancano le palle.
Ad ogni modo credo che lui stia cercando di temporeggiare in questo modo

Stupita

Utente Fedele

Posts: 268

Activitypoints: 1,098

Date of registration: Feb 23rd 2016

  • Send private message

12

Friday, August 5th 2016, 7:46am

Devi trovare la forza di lasciarlo
pensa che se non lo lasci continui a vivere male e tu vuoi vivere male?
ti vuoi fare male?

13

Friday, August 5th 2016, 8:34am

Io veramente non capisco e mi sale quasi l'insulto che ovviamente trattengo.

Ma perché alle donne gli piace così tanto immolarsi con gente del genere che non merita nulla? È pieno di gente che le tratterebbe come dio comanda, gente che ha spesso solo un problema di timidezza ma che se si superasse quello scoglio ti darebbe il mondo e ogni 3x2 mi tocca leggere di gente che sta con elementi inqualificabili della società... gente che non alcun amor proprio e tratta il prossimo come una pezza da piedi.

Boh.... il mondo mi sembra tutto al contrario e sicuramente (mi perdonino le signore) si stava meglio quando si stava peggio perché questo gran potere di scelta di lor signore è stato usato per scegliere il peggio del peggio.

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

14

Friday, August 5th 2016, 9:24am


Ma perché alle donne gli piace così tanto immolarsi con gente del genere che non merita nulla? È pieno di gente che le tratterebbe come dio comanda, gente che ha spesso solo un problema di timidezza ma che se si superasse quello scoglio ti darebbe il mondo e ogni 3x2 mi tocca leggere di gente che sta con elementi inqualificabili della società... gente che non alcun amor proprio e tratta il prossimo come una pezza da piedi.ù.


Per esperienza personale posso dirti che succede anche esattamente il contrario, ovvero uomini che danno l'anima per una donna che invece li tratta come pezze da piedi e non riescono a sottrarsi a questa situazione...
Non ne farei un dualismo uomini/donne (anche se sicuramente la percentuale è sbilanciata verso gli uomini maltrattanti per questioni culturali) ma di persone con problemi che era meglio fossero rimaste single senza andare ad avvelenare le vite altrui...
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

This post has been edited 1 times, last edit by "silverwing" (Aug 5th 2016, 9:37am)


15

Friday, August 5th 2016, 9:41am

Quoted

Per esemperienza personale posso dirti che succede anche esattamente il contrario, ovvero uomini che danno l'anima per una donna che invece li tratta come pezze da piedi e non riescono a sottrarsi a questa situazione...


Questo è tutt'altra cosa e non c'entra. Un uomo DEVE sopportare è il suo compito. Il ruolo di chi da uomo si pone l'obiettivo di fare famiglia è quello di esserne la barriera su cui impatterà tutto quello che viene da fuori e anche quello che viene da dentro. Un uomo che non è abbastanza forte da sopportare non dovrebbe nemmeno iniziare a tentare di fare una famiglia.

Quoted

Non ne farei un dualismo uomini/donne (anche se sicuramente la percentuale è sbilanciata verso gli uomini maltrattanti per questioni culturali) ma di persone con problemi che era meglio fossero rimaste single senza andare ad avvelenare le vite altrui...


E che importanza ha? La vita di un uomo ha senso solo se protegge una donna e se lei lo ricambia con uno o più figli. Qualsiasi altro scenario è solo una vita sprecata e uno spreco di risorse.

Used tags

relazione