Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Honey04

Utente Attivo

  • "Honey04" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Nov 25th 2015

  • Send private message

1

Wednesday, November 25th 2015, 12:05pm

Paura di impazzire

Buongiorno a tutti. Sono nuova su questo forum. Ho bisogno di aiuto perchè davvero non so cosa fare e sono disperata. Da 5 anni sono fidanzata con un ragazzo. Da circa un anno ho cominciato ad avere dubbi sulla nostra storia, ma non mi ci sono fissata poichè soffro di Doc e pensavo potesse dipendere da quello. Circa un mese fa, ho conosciuto durante una manifestazione un ragazzo. Lui mi ha cercata su facebook e abbiamo cominciato a messaggiare. Io gli ho spiegato da subito di essere fidanzata, ma ho continuato a sentirlo. E così ci siamo incontrati. Sembrava ci conoscessimo da sempre. A parte dei baci non è successo null'altro. Con lui mi sentivo rinata e fortemente confusa rispetto al mio fidanzamento. Infatti in preda all'ansia ho ripreso la psicoterapia, per provare a leggemi dentro. Dopo il secondo incontro con questo ragazzo, lui mi ha detto che preferiva interrompere la conoscenza poichè la situazione gli sembrava complicata e che forse non era scattata la scintilla. Nonostante fosse stato lui a cercarmi, contattarmi e farmi illudere. Da allora sono passati 5 giorni ed io non l'ho più cercato. Adesso mi sento morire sia per il rifiuto e perchè non so come comportarmi con il mio fidanzato. Non so se buttare tutto all'aria. Sono stanca di mentire a tutti. Mi sento sola, anche perchè non posso parlarne con nessuno. Temo di impazzire. Aiutatemi davvero. Non smetto più di piangere.

mattoametà

Utente Avanzato

  • "mattoametà" is male

Posts: 924

Activitypoints: 2,927

Date of registration: Jul 30th 2014

Location: earth

Occupation: abbastanza

  • Send private message

2

Wednesday, November 25th 2015, 12:47pm

hai mandato tutto all'aria nel momento che hai risposto al primo messaggio su Facebook

se stavi bene col tuo ragazzo non rispondevi ...

hai poco da fare....

devi chiudere con lui perchè non sei appagata, o non completamente...

per il resto ,.,. il rifiuto capita a tutti ..,., non ti preoccupare

non prendere questa cosa come un dramma
ma come l'opportunità di iniziare una nuova vita ,.,.

migliore di quella precedente...

prenditi un periodo di pausa,.,. da tutto .,., esci con le amiche ,., non pensare agli uomini ,..,

riprenditi la tua vita ,.., e vedrai che piano piano
sarai contenta che sia successa questa cosa
perchè ti ha dato modo di capire che non eri contenta e ti ha dato modo di uscirne ,.,.

fidati .,,.

3

Wednesday, November 25th 2015, 2:17pm

Dopo il secondo incontro con questo ragazzo, lui mi ha detto che preferiva interrompere la conoscenza poichè la situazione gli sembrava complicata e che forse non era scattata la scintilla.
Nonostante fosse stato lui a cercarmi, contattarmi e farmi illudere.
Adesso mi sento morire sia per il rifiuto e perchè non so come comportarmi con il mio fidanzato.
La situazione E' complicata pertanto mi pare comprensibile che si sia tirato indietro.
Dici che ti ha illuso? Penso che non si possono salvare capre e cavoli, Il fidanzato ce l'avevi! Un po' te la sei cercata, a giocare con il fuoco ci si brucia.


Penso che per te sia giunto il momento di assumersi le responsabilità delle proprie azioni, che in una parte stanno nell'accettare che quando si gioca con due mazzi di carte, è probabile che non si sappia gestire la partita o che l'altro sia un baro più furbo di te. Se ti senti così male per il rifiuto poniti due domande sulla tua relazione: Dall'altra parte c'è una persona, chiediti se si merita questo e se la stai trattenendo a te solo per egoismo e nient'altro.

mattoametà

Utente Avanzato

  • "mattoametà" is male

Posts: 924

Activitypoints: 2,927

Date of registration: Jul 30th 2014

Location: earth

Occupation: abbastanza

  • Send private message

4

Wednesday, November 25th 2015, 2:26pm

"Dall'altra parte c'è una persona, chiediti se si merita questo e se la stai trattenendo a te solo per egoismo e nient'altro."

su questa frase c'è il senso di tutte le relazioni ,.., buone o cattive ...
bravo juniz

Honey04

Utente Attivo

  • "Honey04" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Nov 25th 2015

  • Send private message

5

Wednesday, November 25th 2015, 3:05pm

Avete tutti ragione. Ho sbagliato e mi sento morire per questo. Mi sembra di vedere tutto nero e di non trovare una via d'uscita. Solo tanta rabbia verso me stessa. Non sono una bambina, ma una donna di 31 che sbaglia e ancora non sa cosa vuole dalla sua vita e questa cosa mi terrorizza, perchè sono circondata da coetanei felici e sposati, mentre io mi sento una fallita e per giunta sola. Non voglio passare da vittima. Perdonate lo sfogo, ma è l'unico modo per tirare fuori tutto quello che ho dentro.

6

Wednesday, November 25th 2015, 3:11pm

e ancora non sa cosa vuole dalla sua vita e questa cosa mi terrorizza, perchè sono circondata da coetanei felici e sposati, mentre io mi sento una fallita e per giunta sola.
Non so le ragioni per cui ti senti "sola" nonostante tu abbia una relazione.
Se non vedi un futuro in questa, è meglio interromperla.

Per stare bene con gli altri, bisogna innanzitutto stare bene con sé stessi. E' una frase ovvia ma molto vera.

Honey04

Utente Attivo

  • "Honey04" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Nov 25th 2015

  • Send private message

7

Wednesday, November 25th 2015, 3:17pm

Mi sento sola perchè questo momento lo sto affrontando solo con me stessa. Non posso parlarne con nessuno a parte voi e la mia psicoterapeuta. È come se avessi un peso sul cuore che mi toglie il respiro e devo fingere con tutti, quando in realtà vorrei solo scomparire.....

8

Wednesday, November 25th 2015, 3:29pm

cara honey
nasciamo soli, moriamo soli e in fondo viviamo soli.
bisogna accettarlo.

per il resto
rifletti, c'è un motivo per cui lasciamo entrare le persone nella nostra vita
talvolta sono motivi importanti, talvolta sono futili
talvolta i motivi che ci ammettiamo, vogliono nascondere altro

e poi
è come andare in montagna la prima volta.
solo salendo riuscirai a capire quanto tengono i tuoi quadricipiti .
e non è arrivando in cima che avrai la risposta
ce l'avrai quando tornerai a valle sulle tue gambe

hai imparato a conoscere i tuoi quadricipiti...fanne tesoro per il futuro
senza massacrarti
meglio vivere ed imparare
che non vivere e morire ignoranti
namasté

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,997

Activitypoints: 9,499

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

9

Wednesday, November 25th 2015, 3:45pm

Comincia con il vedere i problemi per quello che sono: hai fatto un errore. Per un tradimento non morirà nessuno, non è una cosa bella ma sicuramente non sei il primo essere umano al mondo che fa stronzate. Ci sono errori ben peggiori: un pilota d'aerei che sbaglia una manovra, un politico che manda a morte qualcuno etc etc...
Tutti dobbiamo convivere con i nostri sbagli, piccoli o grandi che siano, e il mondo continua a girare come ha sempre fatto, infischiandosene dei nostri disastri o dei nostri successi.
Siccome non esiste la macchina del tempo e non si può tornare indietro, nel tuo piccolo puoi per adesso:

- renderti conto dell'errore commesso, che potrebbe ferire una persona a te cara
- Scoprire cosa ti ha portato a sbagliare, se si tratta di una debolezza tua o di un senso di inutilità percepito nel rapporto che vivi. O magari entrambi.
- Provvedere affinché le cause dell'errore non ti portino a reiterarlo.

Esaurita la fase di sfogo, come pensi di agire?

mattoametà

Utente Avanzato

  • "mattoametà" is male

Posts: 924

Activitypoints: 2,927

Date of registration: Jul 30th 2014

Location: earth

Occupation: abbastanza

  • Send private message

10

Wednesday, November 25th 2015, 3:54pm

Comincia con il vedere i problemi per quello che sono: hai fatto un errore. Per un tradimento non morirà nessuno, non è una cosa bella ma sicuramente non sei il primo essere umano al mondo che fa stronzate. Ci sono errori ben peggiori: un pilota d'aerei che sbaglia una manovra, un politico che manda a morte qualcuno etc etc...
Tutti dobbiamo convivere con i nostri sbagli, piccoli o grandi che siano, e il mondo continua a girare come ha sempre fatto, infischiandosene dei nostri disastri o dei nostri successi.
Siccome non esiste la macchina del tempo e non si può tornare indietro, nel tuo piccolo puoi per adesso:

- renderti conto dell'errore commesso, che potrebbe ferire una persona a te cara

>> se tradisci non è mai per noia... si tradisce perchè si desidera altro, poi possiamo mascherare questa cosa in mille modi ... e se desideri altro ....

- Scoprire cosa ti ha portato a sbagliare, se si tratta di una debolezza tua o di un senso di inutilità percepito nel rapporto che vivi. O magari entrambi.

>> puoi pure capirlo, ma resta il fatto di aver tradito.... e mi riaggancio alla risposta del punto precedente...

- Provvedere affinché le cause dell'errore non ti portino a reiterarlo.

>> non è un furto per fame, che se capito puoi nn ricaderci .,., tradire vuol dire non amare.... e non si può non farlo per risolvere il problema ,.,. non rifacendolo non è che potrai mare chi non ami


Esaurita la fase di sfogo, come pensi di agire?


purtroppo secondo me, se il tradimento c'è stato perchè desideri altro, non c'è molto da fare .,,..,

Honey04

Utente Attivo

  • "Honey04" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Nov 25th 2015

  • Send private message

11

Wednesday, November 25th 2015, 3:58pm

Innanzitutto grazie di cuore a tutti. Non avete idea di quanto le vostre parole mi stiano accarezzando l'anima. Al momento sto provando a capire se la mia sbandata evidenzi la fine della mia storia. Sono sicura che nulla accada per caso, perchè in fondo il caso siamo noi e lasciamo che accada quello che vorremmo accadesse in quel momento. Evidentemente la vita mi ha lanciato un segnale ed io non posso non vederlo. E adesso non mi resta che riflettere anche se ho messo la mia vita in Stand By e sono completamente focalizzata sull'accaduto tanto che mi sento lacerata dentro. Mi sento profondamente fragile e incapace di prendere una decisione. Vedo solo la vita che scorre ed io sono ferma qui. Nel buio. La luce non riesco a vederla.

12

Wednesday, November 25th 2015, 4:10pm

il buio non fa male
fa lavorare gli altri sensi
e gli occhi riposano
namasté

Honey04

Utente Attivo

  • "Honey04" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Nov 25th 2015

  • Send private message

13

Wednesday, November 25th 2015, 4:22pm

il buio non fa male
fa lavorare gli altri sensi
e gli occhi riposano
Dici??? :(

14

Wednesday, November 25th 2015, 4:35pm

Secondo me sei nel pantano poiché troppo concentrata su te stessa.
E come un occhio che guardando al suo interno, non coglie il beneficio e le opportunità che ci sono nella prospettiva.

Non devi decidere "solo" tu se la tua storia è finita, una relazione si costruisce in due e l'altro ha diritto ad avere voce in capitolo. Se sei arrivata al dubbio: lo comunichi e vedi cosa ne pensate. Se invece sei arrivata alla conclusione che non è la persona adatta a te e ci sono sbagli o faccende imperdonabili, lo comunichi e ti assumi la responsabilità di restare ferma sulle tue decisioni e lasci all'altro l'opportunità di guardare avanti. In più, ma questo sta alla tua moralità, io direi del tradimento e gli lascerei la possibilità di scegliere sul come prendere questa cosa.

Ma per fare tutto ciò non bisogna avere la famigerata paura di restare da soli: Altrimenti resti aggrappata.

15

Wednesday, November 25th 2015, 4:58pm

E' palese che tu stia soffrendo per il rifiuto e di conseguenza per il senso di colpa. Se lo avessi saputo prima non avresti mai fatto questa cazzata.
Ora, però, domandati quanto ti piaccia l'altro...perché se senti di provare qualcosa per lui, alla fine il rapporto puoi recuperarlo. Ovviamente lasciando il tuo fidanzato.
Ho vissuto una situazione simile, lui si era allontanato per un motivo simile (si sentiva di troppo)
Con il fidanzato è finita e me lo sono ripreso.
Dunque, se ti piace veramente...provaci.