Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Butterfly99

Nuovo Utente

  • "Butterfly99" has been banned
  • "Butterfly99" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

1

Tuesday, January 23rd 2018, 10:03am

paura della convivenza

Buongiorno a tutti,
sono una ragazza di 28 anni. Sto insieme al mio ragazzo da 8 anni (lui ha 30 anni) e ormai da qualche tempo ho il desiderio di andare a vivere con lui. Io purtroppo non ho un lavoro stabile e guadagno 500 € al mese, il mio fidanzato invece ha un posto fisso e guadagna 1200€ più tredicesima, quattordicesima e buoni pasto. Ultimamente si parla di convivenza, ma il passo non si fa mai! Lui vorrebbe andare a vivere nella casa del padre (ha un appartamento in affitto) che però si libererà solo ad aprile 2019! Io posso aspettare un anno e mezzo e poi forse un altro anno per fare i lavori e sistemare tutto? Gli ho proposto di vedere un altro appartamento ma lui non vuole perché gli affitti costano troppo! Poi secondo lui io dovrei trovare un posto di lavoro fisso perché così ci sarebbero troppe spese! Tutti conosciamo il lavoro al giorno d'oggi e molto probabilmente un posto fisso non arriverà mai... che facciamo sempre a casa di mamma e papà fino ai 50 anni? Non so se sono esagerata io... boh! Poi vedo intorno a me amiche che vanno a convivere, si sposano, hanno progetti... e noi a fare gli eterni fidanzati! Lui poi fa sport a livello agonistico (fa nuoto) e pare che il suo unico problema siano le gare! Per carità, non dico che debba mettere da parte le sue passioni, ma a 30 anni dovrebbero esserci anche altri problemi! Poi anche la madre non è che lo istiga ad andare via da casa. Trova tutto pronto quando arriva a casa e non fa essenzialmente nulla! Penso che con il suo stipendio poteva tranquillamente andare a vivere da solo, ma non l'ha mai fatto dicendo che è comunque uno stipendio troppo basso per poter vivere bene! Io da mo che me ne sarei andata da casa con uno stipendio come il suo! Anche tanti suoi amici e colleghi gli dicono sempre "ma quando andate a convivere?" e a volte lo prendono anche un po' in giro. Tutti già convivono (e tanti sono molto più piccoli di lui). Il mio progetto sarebbe anche quello di sposarmi (mi dice che anche lui lo vuole), ma se andiamo avanti di questo passo, forse a 40 anni! Tra l'altro molti suoi amici di classe (tanti) sono già sposati con figli e quando li incontra dice che gli prende un colpo! Come dire che sono giovani per sposarsi e avere figli! A me sembra tutto un controsenso! Sono matta io, o faccio bene a preoccuparmi?
Grazie mille a chi mi risponderà!

distrazione

Giovane Amico

Posts: 122

Activitypoints: 534

Date of registration: May 19th 2017

  • Send private message

2

Wednesday, January 24th 2018, 1:02am

Secondo me non ha intenzioni serie
Intanto con quella cifra che guadagna può benissimo vivere da solo ma anche in 2
c'è gente che con quella cifra mantiene moglie e figli
e inoltre secondo me già sono tanti 8 anni senza convivenza
va bene che vi siete messi insieme da giovanissimi e quindi è anche giusto che sono passati parecchi anni, magari era diverso se eravate più grandi
ma ormai avete 28 e 30 anni, siete abbastanza adulti
io al tuo posto gli chiederei per l'ultima volta che intenzioni ha e se non vuole, lo lascerei
ha 30 anni, non è piccolo
poi dice che ha uno stipendio basso? ma è pazzo??
e quanti soldi ci vogliono secondo lui per vivere da solo?
per il fatto della mamma, non c'è nulla da stupirsi
io conosco gente che ha anche 40 anni e più che vivono con la madre e fanno tutto le madri

3

Wednesday, January 24th 2018, 10:08am

ti sei informata a quanto riuscireste a trovare degli appartamenti in affitto?
perché con un reddito complessivo di 1700€ in molte città si farebbe fatica ad arrivare a fine mese.

in questi casi è molto utile farsi seriamente due calcoli. affitto, consumi, spese fisse.
namasté

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,171

Activitypoints: 21,855

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

4

Wednesday, January 24th 2018, 3:07pm

premesso che io non sono da prendere a esempio perché mi sposai con meno (ma erano altri tempi ed eravamo due sconsiderati con una fiducia cieca nel futuro), mi sembra di capire che tra circa un anno avrete una casa tutta vostra senza spese. E' veramente una gran cosa. Forse vi conviene aspettare.
Allontana da me questo calice.....

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,579

Activitypoints: 5,167

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

5

Wednesday, January 24th 2018, 6:16pm

Anche io ti direi di aspettare :)
non vedere gli altri che fanno o cosa non fanno, è una cosa che logora, te lo dico io perchè ci sono passata e sono un tantino più serena.
PS ma sei di Bari per caso? notavo delle inflessioni dialettali ahahah

This post by "Butterfly99" (Friday, January 26th 2018, 10:04am) has been deleted by user "Elettra7" (Friday, January 26th 2018, 12:15pm) with the following reason: doppio

Butterfly99

Nuovo Utente

  • "Butterfly99" has been banned
  • "Butterfly99" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

7

Friday, January 26th 2018, 10:18am

Anche io ti direi di aspettare :)
non vedere gli altri che fanno o cosa non fanno, è una cosa che logora, te lo dico io perchè ci sono passata e sono un tantino più serena.
PS ma sei di Bari per caso? notavo delle inflessioni dialettali ahahah



No sono di Roma! :D

8

Friday, January 26th 2018, 1:00pm

Secondo me non è poi tanto sbagliato il ragionamento del tuo ragazzo: a che pro spendere soldi in una città come Roma per una casa, con 1700 euro totali in due, quando tra circa un anno avreste a disposizione un appartamento?
Avere un appartamento in affitto non è un "andiamo e partiamo", ma bisogna avere soldi da parte, non si può assolutamente "provare" un mese e poi basta, si torna a casa perchè non si è in grado di sostenere le spese.
Senza offesa, ma in una città come Roma con 1700 ci fai poco, soprattutto se parte dello stipendio lo spendi in affitto. Arrivi a fine mese filo-filo.
Potresti, secondo me, provare a considerare l'ipotesi di cominciare a mettere i soldi da parte per poter andare a convivere, oltre a provare a trovare un lavoro più remunerativo. Oggettivamente non puoi "accontentarti" e dire "eh ma il lavoro fisso chi lo trova più" sperando di campare sul tuo ragazzo, hai tipo 28 anni, non 40, puoi ancora realizzarti professionalmente o quantomeno cercare di farlo piuttosto che adagiarti sul "lui prende 1200, che importa se io solo 500", provare, riprovare e riprovare non costa nulla, anche per te stessa. Ammettendo che andiate a convivere anche domani, l'affitto, le spese si pagano in due. Non è che lui si farà 'carico' di tutte le spese così, oggettivamente non siete sposati, la tua parte la dovresti comunque dare. E con 500 euro mensili, credo che i tuoi 'extra' sarebbero assai esigui se non nulli, tolti la tua parte di affitto, bollette e spese.
Ora come ora, credo che tu saresti quella che perderebbe di più ad andare a convivere, a meno che non ti trovi con un ragazzo di manica larga che ti lascia l'intero stipendio in mano..

Butterfly99

Nuovo Utente

  • "Butterfly99" has been banned
  • "Butterfly99" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

9

Wednesday, January 31st 2018, 10:59am

Ho sentito tanti pareri di molte persone. Molte la pensano come te, ma l'altra metà la pensa diversamente, dicendo che siamo bambini che non vogliono staccarsi dal nido familiare. Purtroppo la mia situazione lavorativa sembra non spiccare il volo e non so davvero come andrà a finire. Si parlava di un contratto ma non arriva ancora! In ogni caso io penso sempre che bisogna vedere come una coppia voglia vivere. Ho tante amiche fidanzate e una sposata che sta aspettando un bambino e lavora solo il marito! Addirittura una coppia di amici vivono ormai da 5 anni insieme e lavorando solo lui, ovviamente le spese sono tante e gli sfizi pochi! Stando alle parole loro, noi non vogliamo crescere e ci siamo adagiati a fare i fidanzatini a casa con mamma e papà! Insomma non vogliamo prenderci le nostre responsabilità! Ogni volta che si tocca questo tasto, sono discussioni! Questo per dirti che ognuno ha il suo pensiero! Per me non è un problema aspettare la casa, ma la cosa che mi da dubbi è vedere che lui è titubante in tutto! Ho paura che pure con uno stipendio più alto, lui voglia aspettare ancora, perché alla fine diciamolo, sta bene a casa con mamma che gli fa tutto! A me da fastidio questo atteggiamento! E poi non è detto che la casa si liberi effettivamente dopo un anno! Il padre potrebbe anche ripensarci e affittarla di nuovo! In quel caso bisognerà decidere! Non tutti hanno la possibilità di una casa di proprietà dove poter non pagare l'affitto. Insomma arrivare a 35 anni e passa che stiamo ancora a tergiversare su cosa fare, mi sembra un tantino esagerato! Spero che intanto la questione lavorativa mi porti qualche buona notizia!

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,171

Activitypoints: 21,855

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

10

Wednesday, January 31st 2018, 9:13pm

intanto ti faccio un grosso in bocca al lupo per il lavoro! detto questo ti ribadisco il mio concetto. Per amore si possono fare mille sacrifici. Io a suo tempo mi buttai senza paracadute. Non c`erano soldi ma non mi importava, l`importante era stare insieme. Nel tuo caso, se ho letto bene, c`e la possibilita`, aspettando un po di tempo (non una vita), di godere della vostra unione senza fare grandi sacrifici. Questo elemento mettilo sul piatto della bilancia. Del giudizio altrui francamente non ne terrei conto, in ballo c`e` la tua vita non la loro.
Allontana da me questo calice.....

11

Thursday, February 1st 2018, 2:58am

Cara butterfly,
mi spiace che tu abbia preso le mie parole come una 'critica' alla tua vita e al tuo percorso, quando in realtà erano semplici considerazioni personali basandomi su quello che hai scritto.
Quello che ti posso dire è questo: lascia stare gli amici, perchè sì, hanno una famiglia, dei bimbi, ecc, ma basare su quanto sia perfetta la loro vita e imperfetta quella degli altri non aiuta. Anche perchè secondo me vi invidiano, un bel po'.
Quello che farei al posto tuo, basandomi sulle titubanze del tuo ragazzo è questo:
- provare ad essere più indipendente a livello lavorativo da lui e poter ottenere un contratto migliore; Questo è l'aspetto fondamentale che cercherei di ottenere. Oggettivamente è nel tuo preciso interesse avere uno stipendio che ti possa mantenere, così da non dover fare troppo affidamento sull'altro in futuro
- provare ad intavolare con lui una conversazione a riguardo: un conto è il problema oggettivo delle finanze che scarseggiano, un altro è non voler spostarsi da casa. Nel primo caso si spera di risolvere, nel secondo caso meglio capirlo ora che poi. Le persone, purtroppo, non si possono cambiare.

Mi spiace per la situazione di disagio in cui stai, ma devi anche comprendere che non si può pretendere che il proprio ragazzo investa una buona parte dei soldi per un affitto, in una città che è famosa per essere cara. I sacrifici si fanno quando ENTRAMBI sono fortemente motivati a farli, non quando ci si ritrova trascinati.
Gli amici sono bravissimi a parlare di quello che fanno o meno gli altri, di quello che hanno fatto, ma ognuno vive la propria vita, non c'è una data di scadenza entro cui devi andare a convivere "sennò gli altri pensano che io non sono responsabile, che sono immatura", limita le influenze esterne di quello che pensano gli altri, perchè se ti basi su questo come "prova" del "voglio andare a convivere con lui perchè dopotutto lo dicono i nostri amici con prole" la storia non è più la "vostra" storia e le "vostre" decisioni, ma diventano la storia e le decisioni dei "vostri amici".
Ciascuno ha i suoi tempi.
Se poi credi che in realtà la sua sia solo una scusa puoi anche affrontarlo e valutare eventualmente se sei davvero motivata a restare con lui.
Ci tengo a sottolineare che i miei siano consigli, perchè qui potremmo anche dirti tutti "si, hai ragione, vai che la vinci", però quello che possiamo fare è limitarci a dire come la pensiamo..

12

Thursday, February 1st 2018, 9:25am

più che ascoltare gli altri, secondo me dovresti ascoltare il tuo compagno e non confondere i due piani: una cosa è il sentimento, altra cosa è la paura del futuro. dalle mie parti coppie dove solo il marito lavora, sono rarissime. tra le mie amiche, sposate e non, con figli e non, non ce n'è una che faccia la casalinga. in sostanza le casalinghe rimaste sono quelle della generazione delle nostre madri. personalmente ne faccio una questione di indipendenza ed autonomia personale, non vorrei mai dipendere da un uomo, vorrei che mi vedesse come una risorsa su cui contare e non un affetto da mantenere. questo, pure accettando tranquillamente e senza critiche chi invece si mette in questa situazione. tieni comunque presente che le cose stanno cambiano e il matrimonio non lo puoi più vedere come "un'assicurazione" sul tuo futuro; se dovesse andare male, tuo marito non verrà più obbligato a mantenerti. per cui quelle tue amiche che si bullano di avere un marito che le mantiene, domani si possono trovare facilmente in difficoltà. ti inviterei anche a vedere la situazione dalla prospettivo del tuo compagno: se tu potessi pagare metà dell'affitto, metà del mutuo, metà delle spese correnti, se ogni tanto lo potessi invitare a cena, al cinema o a un concerto, forse, e ripeto forse, lui si sentirebbe anche meno in ansia di doversi accollare la buona riuscita del vostro futuro insieme.
namasté

Butterfly99

Nuovo Utente

  • "Butterfly99" has been banned
  • "Butterfly99" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

13

Monday, February 5th 2018, 11:09am

No assolutamente non ho preso il tuo messaggio come una critica, facevo solo dei ragionamenti. E ti assicuro che la mia idea non è quella di farmi mantenere da lui, ci mancherebbe! Il lavoro che mi ritrovo adesso purtroppo sembra non avere prospettive imminenti e penso proprio dovrò cambiare rotta perché tanto futuro qui dentro non ne ho! Spero di trovare qualcosa che possa soddisfare tutto il sacrificio che ho buttato nello studio!

Butterfly99

Nuovo Utente

  • "Butterfly99" has been banned
  • "Butterfly99" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

14

Monday, February 5th 2018, 11:17am

Cerco di non farmi influenzare dagli amici ma quasi ogni giorno mi ritrovo qualcuno che non si riesce a fare un pacco di cavoli propri e deve rompere sulla vita degli altri. Io purtroppo invece vedo un'inversione di tendenza per quanto riguarda la donna in una coppia che lavora. Almeno per mie esperienze personali, molte mie amiche non lavorano, nonostante vivano con il ragazzo ormai da anni. Tra cui la mi amica che è in dolce attesa. Si sono sposati che lei aveva 26 anni, non lavorava e non lavora tutt'ora. Per loro è normale. La moglie si deve occupare dei figli e basta. Per me non è così! Anche perché vivono in un buco di casa e faticano ad arrivare a fine mese. Non possono concedersi sfizi, andare in vacanza ecc... Per me a lungo andare, questa situazione logora la coppia. Come dicevo anche sopra, per quanto riguarda il mio lavoro non ho nessuna buona notizia. Sembra ci fosse l'ombra di un contratto, ma adesso pare abbiano fatto un passo indietro. E anche per questa situazione mi sto logorando dentro. MI impegno, faccio mille cose contemporaneamente, attendo anche con 15 giorni di ritardo il misero stipendio (dopo averlo "elemosinato" ed è una cosa che mi spetta) e loro sembrano fregarsene. Ovviamente lavoro in nero, nemmeno a dirlo. Me ne vorrei andare subito, ma non avendo altro per il momento, mi tengo questo!

15

Monday, February 5th 2018, 10:39pm

Ti sei data una risposta da sola, butterfly...puoi benissimo vedere che vita "felice" hanno gli amici che vorrebbero che tu andassi a convivere.
Che poi magari è tutta patinata da "come siamo felici", ma a lungo andare non so.
C'è chi resiste, chi no.
Ognuno ha i suoi tempi, sono sicura che tu possa trovare altro mentre fai questo lavoro, qualcosa per cui sarà più facile andare via a convivere insieme.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Used tags

amore, convivenza, coppia