Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

46

Sunday, October 18th 2020, 1:03pm

Non sono sicura di aver capito bene: se tu non paghi, lei non ha rapporti sessuali con te?


Esatto. Non è mai capitato di trovarci in intimità se non nel suo contesto lavorativo.
Ripeto, non pago il rapporto sessuale, pago il massaggio. Se può fare differenza..
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.

47

Monday, October 19th 2020, 10:21pm

Ripeto, non pago il rapporto sessuale, pago il massaggio. Se può fare differenza..
E' un po' tutta la filosofia di questo rapporto
1 +2 = 3 ... ma anche 2 + 1 se ci fai caso fa sempre 3

Leggo che vorresti invertire i presupposti base di questo rapporto come se potesse cambiare il risultato ... pagare, non pagare, trasformare il rapporto in amicizia fraterna se toglie l'intimità ... per me proprio come le cifre dei numeri, i valori sono stabiliti, quel che puoi ottenere a prescindere da come "la giri" è sempre la stessa cosa: Cioè che lei non è "presa" da te.
☯️

anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

48

Tuesday, October 20th 2020, 12:12am

Ripeto, non pago il rapporto sessuale, pago il massaggio. Se può fare differenza..
E' un po' tutta la filosofia di questo rapporto
1 +2 = 3 ... ma anche 2 + 1 se ci fai caso fa sempre 3

Leggo che vorresti invertire i presupposti base di questo rapporto come se potesse cambiare il risultato ... pagare, non pagare, trasformare il rapporto in amicizia fraterna se toglie l'intimità ... per me proprio come le cifre dei numeri, i valori sono stabiliti, quel che puoi ottenere a prescindere da come "la giri" è sempre la stessa cosa: Cioè che lei non è "presa" da te.


E'vero. Ma ti dirò, credo che quello che me la fa piacere sia proprio questo: non essendo presa non rischio di trovarmi imbrigliato in una relazione che oggi non sarei in grado di vivere. Tutta questa storia è in fondo frutto della mia fantasia, e nel momento in cui mi vorrò svegliare non farò male a nessuno. Devo solo cercare di non farmene io, almeno non troppo.
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,027

Activitypoints: 9,340

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

49

Tuesday, October 20th 2020, 7:44am

lei non è "presa" da te.


:hmm: Su questa conclusione, personalmente, non scommetterei nulla. Per tante ragioni.
Parto dal principio che una donna che abbia scelto di svolgere un'attività di questo genere (quand'anche l'avesse iniziata per indigenza o sotto costrizione), ma quando SCEGLIE di esercitare questa attività piuttosto che tante altre (e soprattutto in un Paese sempre molto moralista e bacchettone come il nostro) ...è necessariamente una donna che ha una personalità molto particolare e che, poi, proprio svolgendo questa attività ha modo di maturare milioni di spunti di riflessione sull'umano, altrettanto necessariamente diversi da quelli che può maturare chiunque svolga qualunque altro tipo di attività.
Già per questo non azzarderei mai di attribuirle gli stessi percorsi sia emotivi che pratici che appartegono alla maggioranza delle altre donne.
Ma anche se volessimo invertire il percorso di lettura, e cioè andare dal concreto al teorico (piuttosto che dal teorico al concreto) : non comprendo come si possa pensare che questa donna non sia presa da lui, atteso che - a parte il pagamento del massaggio, per il quale penso proprio che non possa farla tremare la possibilità di perdere UN cliente - ella non solo dedica con piacere ad Anonimo molto del proprio tempo, ma poi in questo tempo si collocano condivisioni emotive di massima importanza, che includono intimità confidenziale vera e sessualità felice...tanto da far impallidire al confronto intere vagonate di rapporti "di coppia" "ufficiali".

Domanda semplice semplice : ma perchè una donna a cui non mancano nè compagnia, nè mezzi, nè uomini ...se non fosse presa...dovrebbe dedicare questo tanto di sè ad un uomo che peraltro non si spaccia nè per brillante mondano di successo, nè per milionario, ecc. ?

E riflettendo su questi aspetti ho sempre avuto, leggendo Anonimo, la sensazione che lei sia invece molto presa, ma che lo sia con la grande intelligenza e sensibilità di chi conosce abbastanza la vita e l'umano da sapere che...spostando una sola carta, e ancor più con un uomo che (scusami Anomimo) non appare come un primatista di autonomia e decisionismo, potrebbe cadere l'intero castello di carte a cui lei stessa tiene molto.

Cosa mi suggerite di fare?

Il mio suggerimento sarebbe di prendere esempio da lei, nella capacità di godere il presente e senza logorarsi nel tentativo (secondo me sterile) di etichettare o inquadrare la relazione.
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

Pleasure

Utente Attivo

Posts: 22

Activitypoints: 87

Date of registration: Jun 13th 2019

  • Send private message

50

Tuesday, October 20th 2020, 10:01am

Domanda semplice semplice : ma perchè una donna a cui non mancano nè compagnia, nè mezzi, nè uomini ...se non fosse presa...dovrebbe dedicare questo tanto di sè ad un uomo che peraltro non si spaccia nè per brillante mondano di successo, nè per milionario, ecc. ?


... Forse perché a lei, lui fa pena? :hmm: (non me ne voglia l'opener)
Oppure per mero opportunismo, non di natura economica? :hmm:

anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

51

Tuesday, October 20th 2020, 10:55am

Domanda semplice semplice : ma perchè una donna a cui non mancano nè compagnia, nè mezzi, nè uomini ...se non fosse presa...dovrebbe dedicare questo tanto di sè ad un uomo che peraltro non si spaccia nè per brillante mondano di successo, nè per milionario, ecc. ?


... Forse perché a lei, lui fa pena? :hmm: (non me ne voglia l'opener)
Oppure per mero opportunismo, non di natura economica? :hmm:

Domanda semplice semplice : ma perchè una donna a cui non mancano nè compagnia, nè mezzi, nè uomini ...se non fosse presa...dovrebbe dedicare questo tanto di sè ad un uomo che peraltro non si spaccia nè per brillante mondano di successo, nè per milionario, ecc. ?


... Forse perché a lei, lui fa pena? :hmm: (non me ne voglia l'opener)
Oppure per mero opportunismo, non di natura economica? :hmm:


Tutto può essere, incluso che le faccia pena.
Opportunismo no, avrebbe mille alternative a me certamente più vantaggiose.
Che passi volentieri il tempo con me è un dato di fatto, capita spessissimo che mi inviti a pranzo, anche se questo ovviamente non significa certo che lei provi qualcosa nei miei confronti.
Vi devo dire che qualunque sia la realtà, questa strana relazione è intrigante e seppur in alcuni momenti mi scoraggi in altri mi da una carica che non trovo in null'altro.
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.

anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

52

Tuesday, October 20th 2020, 10:57am

lei non è "presa" da te.


:hmm: Su questa conclusione, personalmente, non scommetterei nulla. Per tante ragioni.
Parto dal principio che una donna che abbia scelto di svolgere un'attività di questo genere (quand'anche l'avesse iniziata per indigenza o sotto costrizione), ma quando SCEGLIE di esercitare questa attività piuttosto che tante altre (e soprattutto in un Paese sempre molto moralista e bacchettone come il nostro) ...è necessariamente una donna che ha una personalità molto particolare e che, poi, proprio svolgendo questa attività ha modo di maturare milioni di spunti di riflessione sull'umano, altrettanto necessariamente diversi da quelli che può maturare chiunque svolga qualunque altro tipo di attività.
Già per questo non azzarderei mai di attribuirle gli stessi percorsi sia emotivi che pratici che appartegono alla maggioranza delle altre donne.
Ma anche se volessimo invertire il percorso di lettura, e cioè andare dal concreto al teorico (piuttosto che dal teorico al concreto) : non comprendo come si possa pensare che questa donna non sia presa da lui, atteso che - a parte il pagamento del massaggio, per il quale penso proprio che non possa farla tremare la possibilità di perdere UN cliente - ella non solo dedica con piacere ad Anonimo molto del proprio tempo, ma poi in questo tempo si collocano condivisioni emotive di massima importanza, che includono intimità confidenziale vera e sessualità felice...tanto da far impallidire al confronto intere vagonate di rapporti "di coppia" "ufficiali".

Domanda semplice semplice : ma perchè una donna a cui non mancano nè compagnia, nè mezzi, nè uomini ...se non fosse presa...dovrebbe dedicare questo tanto di sè ad un uomo che peraltro non si spaccia nè per brillante mondano di successo, nè per milionario, ecc. ?

E riflettendo su questi aspetti ho sempre avuto, leggendo Anonimo, la sensazione che lei sia invece molto presa, ma che lo sia con la grande intelligenza e sensibilità di chi conosce abbastanza la vita e l'umano da sapere che...spostando una sola carta, e ancor più con un uomo che (scusami Anomimo) non appare come un primatista di autonomia e decisionismo, potrebbe cadere l'intero castello di carte a cui lei stessa tiene molto.

Cosa mi suggerite di fare?

Il mio suggerimento sarebbe di prendere esempio da lei, nella capacità di godere il presente e senza logorarsi nel tentativo (secondo me sterile) di etichettare o inquadrare la relazione.


Grazie per la chiave di lettura, è incoraggiante :)
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.

53

Tuesday, October 20th 2020, 12:23pm

questa donna mi pare un pochino la tua guida, il tuo Virgilio.
Mi pare quasi che lei ne sia consapevole.
namasté

54

Tuesday, October 20th 2020, 2:21pm

Preciso con "non è presa" non intendo che lei automamticamente sia lì solo per approfittarsi.

Penso non abbia lo stesso coinvolgimento che ha lui. Ma posso sbagliarmi ovviamente.

Anonimo da un lato è tentato dalla "conferma" e dall'altro dichiara che gli sta bene questo "equilibrio" dove lei non ha bisogno di lui perché non sarebbe in grado di viversi una relazione.

Ma attenzione, non è solo Anonimo, questa è il riassunto della natura umana, il "pendolo".

Pensiero mio: Se non ti fidi di te stesso ... non puoi fidarti dell'altro. Così come tu sei un "enigma" per te stesso l'altro sarà illegibile, indecifrabile perché l'altro è solo uno specchio. Da qui il principio del proprio pendolo interiore fra paure e bisogno.
questa donna mi pare un pochino la tua guida, il tuo Virgilio.
Mi pare quasi che lei ne sia consapevole.
Già.
☯️

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,027

Activitypoints: 9,340

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

55

Tuesday, October 20th 2020, 4:40pm

con "non è presa" non intendo che lei automamticamente sia lì solo per approfittarsi

Sì certo. Anche perchè, stando alla narrazione, non c'è davvero nulla di cui lei sembri poter "appfofittare".

Penso non abbia lo stesso coinvolgimento che ha lui.

E qui, secondo me, è il nodo. Che potrebbe essere quello di valutare il coinvolgimento altrui in base a parametri normalmente ricorrenti, ma che potrebbero assolutamente non coincidere con quelli di persone che - per indole, intelligenza e cultura di vita - abbiano sviluppato parametri meno comuni e facilmente leggibli (ma magari anche ppiù autentici e propri).

Anonimo da un lato è tentato dalla "conferma" e dall'altro dichiara che gli sta bene questo "equilibrio" dove lei non ha bisogno di lui perché non sarebbe in grado di viversi una relazione.

Anonimo è riuscito perfettamente a far intendere a tutti noi (che non lo conosciamo) le debolezze e le titubanze e le insicurezze che lo affliggono.
E vogliamo che non ne abbia la mappa quella Donna Intelligente con cui lui si è rivelato molto più che con noi e nel reale vissuto ?
Anonimo ha detto lui di se stesso, in qualcuno dei suoi scritti qui, di essere il primo a dubitare che con lei intratterrebbe una relazione ufficiale, se lei accedesse a viverla. E che per mettere in crisi questa ipotetica relazione basterebbe l'ingombro dell'attività e del vissuto di lei.
E vogliamo che questo non sia lapalissiano per lei?

Qui torna la domanda semplice semplice di cui al post precedente, e cioè : ma anche lasciando da parte le teorizzazioni , è O non è un fatto che questa donna (in extra lavoro) dedichi Tempo e Sentimenti ad Anomino?
E' un fatto.
Salvo che questa donna abbia indole missionaria...dovrebbe avere una qualche gratificazione dal dedicare Tempo e Sentimenti a QUESTO uomo. Anche erchè parliamo di anni, e non di giorni o settimane.
Ma se un altro FATTO è che di gratificazioni di tipo progettuale o materiale NON ne abbia nessuna da questa relazione (e anzi sembri addirittura temerle in QUESTA relazione) cosa potrà voler dire (chiedo) se non che per una benedetta alchimia tutta loro (con moltissimo di lei) ella sia assolutamente "presa", e - cosa meravigliosa - gratificata dall'esistenza di Anomimo che ha conosciuto, e proprio per questo (molto intelligentemente) sia attentissima a non spostare neanche con un respiro quella famosa carta che potrebbe far crollare tutto il castello di carte ?
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

56

Tuesday, October 20th 2020, 5:59pm

con "non è presa" non intendo che lei automamticamente sia lì solo per approfittarsi

Sì certo. Anche perchè, stando alla narrazione, non c'è davvero nulla di cui lei sembri poter "appfofittare".

Penso non abbia lo stesso coinvolgimento che ha lui.

E qui, secondo me, è il nodo. Che potrebbe essere quello di valutare il coinvolgimento altrui in base a parametri normalmente ricorrenti, ma che potrebbero assolutamente non coincidere con quelli di persone che - per indole, intelligenza e cultura di vita - abbiano sviluppato parametri meno comuni e facilmente leggibli (ma magari anche ppiù autentici e propri).

Anonimo da un lato è tentato dalla "conferma" e dall'altro dichiara che gli sta bene questo "equilibrio" dove lei non ha bisogno di lui perché non sarebbe in grado di viversi una relazione.

Anonimo è riuscito perfettamente a far intendere a tutti noi (che non lo conosciamo) le debolezze e le titubanze e le insicurezze che lo affliggono.
E vogliamo che non ne abbia la mappa quella Donna Intelligente con cui lui si è rivelato molto più che con noi e nel reale vissuto ?
Anonimo ha detto lui di se stesso, in qualcuno dei suoi scritti qui, di essere il primo a dubitare che con lei intratterrebbe una relazione ufficiale, se lei accedesse a viverla. E che per mettere in crisi questa ipotetica relazione basterebbe l'ingombro dell'attività e del vissuto di lei.
E vogliamo che questo non sia lapalissiano per lei?

Qui torna la domanda semplice semplice di cui al post precedente, e cioè : ma anche lasciando da parte le teorizzazioni , è O non è un fatto che questa donna (in extra lavoro) dedichi Tempo e Sentimenti ad Anomino?
E' un fatto.
Salvo che questa donna abbia indole missionaria...dovrebbe avere una qualche gratificazione dal dedicare Tempo e Sentimenti a QUESTO uomo. Anche erchè parliamo di anni, e non di giorni o settimane.
Ma se un altro FATTO è che di gratificazioni di tipo progettuale o materiale NON ne abbia nessuna da questa relazione (e anzi sembri addirittura temerle in QUESTA relazione) cosa potrà voler dire (chiedo) se non che per una benedetta alchimia tutta loro (con moltissimo di lei) ella sia assolutamente "presa", e - cosa meravigliosa - gratificata dall'esistenza di Anomimo che ha conosciuto, e proprio per questo (molto intelligentemente) sia attentissima a non spostare neanche con un respiro quella famosa carta che potrebbe far crollare tutto il castello di carte ?


Devo ammettere che il mio dubitare di volerci stare assieme forse è solo un sistema di autodifesa, per non farmi illusioni mi ripeto che starci assieme potrebbe essere un problema, per evitare di sperare invano che questo accada.
Seppur vi garantisco che il suo lavoro non genera in me alcuna gelosia, per quanto assurdo possa essere sapere che di mestiere vede uomini nudi non mi fa effetto, so che per lei è solo un lavoro e lo vive con estrema professionalità (lo so per certo, essendo stato solo suo cliente per 8 anni).
Per contro confesso che sapere che va a prendersi anche un solo caffè con un amico un pò mi rode.

Devo dire che la vita è strana e ti stupisce.
Prima di conoscerla consideravo chi fa lavori del genere (anche se lei è in un limbo tra i massaggi e la prostituzione, perchè seppur di massaggi in parte di quello si tratta) persone ciniche e prive di qualsiasi empatia, vuote di emozioni. E invece proprio in lei ho trovato una sensibilità che mai avevo conosciuto.
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo tuttora, perché penso di avere ancora tante destinazioni da raggiungere. Mentre il mondo appare pieno di indecisi sulle mete da raggiungere e di angosciati per aver scoperto che Babbo Natale non esiste

  • "Pivaldo" is male

Posts: 2,017

Activitypoints: 6,346

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

57

Tuesday, October 20th 2020, 9:33pm

Devo ammettere che il mio dubitare di volerci stare assieme forse è solo un sistema di autodifesa, per non farmi illusioni mi ripeto che starci assieme potrebbe essere un problema, per evitare di sperare invano che questo accada.
Seppur vi garantisco che il suo lavoro non genera in me alcuna gelosia, per quanto assurdo possa essere sapere che di mestiere vede uomini nudi non mi fa effetto, so che per lei è solo un lavoro e lo vive con estrema professionalità (lo so per certo, essendo stato solo suo cliente per 8 anni).
Per contro confesso che sapere che va a prendersi anche un solo caffè con un amico un pò mi rode.


Concordo che il tuo scetticismo possa essere un semplice meccanismo di autodifesa.

Mi domando, invece, se la tua dichiarata mancanza di gelosia dipenda dal fatto che la paghi per le sue attività di massaggio e che, in un certo modo, equiparandola ad una professionista anche del sesso, tu trovi normale che continui a manipolare corpi maschili e, magari, anche a farci sesso. Tu paghi, gli altri pagano: non ha senso mostrare un coinvolgimento emozionale ...



Devo dire che la vita è strana e ti stupisce.
Prima di conoscerla consideravo chi fa lavori del genere (anche se lei è in un limbo tra i massaggi e la prostituzione, perchè seppur di massaggi in parte di quello si tratta) persone ciniche e prive di qualsiasi empatia, vuote di emozioni. E invece proprio in lei ho trovato una sensibilità che mai avevo conosciuto.


Ecco, su questo punto si può discutere.

Chi fa professionalmente la prostituta di medio-alto livello possiede generalmente una capacità di manifestare empatia molto rapidamente. Serve a rendere fluida la programmazione degli appuntamenti ed avere la gratitudine della clientela.

Parlando con prostitute, nel corso degli anni scopri che hanno sviluppato un'indubbia conoscenza della psicologia maschile, che gratifica i maschi: con loro ti puoi aprire e chiedere di fare sesso come non hai il coraggio di chiedere ad una moglie o fidanzata.
Forse il cliente si confida di più di come farebbe con un medico. Questo crea un'aurea di fiducia, soprattutto perché non si è giudicati e redarguiti e presi in giro. Ed in cambio del costo del servizio si ottiene discrezione.

Se l'uomo ha una défaillance con una prostituta, questa non lo va a raccontare alle amiche e non glielo rinfaccia alla prima occasione di contrasto. La prostituta tende a rassicurare, perché ha interesse a proseguire il rapporto di clientela. Anzi, si adopera perché non succeda più, perché il maschio-cliente non debba avere ansia da prestazione.

Scusatemi se è poco ...

P.
(-----------;)---------------)
Il più bello dei mari / è quello che non navigammo. / Il più bello dei nostri figli / non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni /non li abbiamo ancora vissuti. / E quello / che vorrei dirti di più bello / non te l’ho ancora detto.

Nazim Hikmet

anonimotriste

Giovane Amico

  • "anonimotriste" is male
  • "anonimotriste" started this thread

Posts: 186

Activitypoints: 677

Date of registration: Aug 7th 2020

  • Send private message

58

Tuesday, October 20th 2020, 9:53pm

Devo ammettere che il mio dubitare di volerci stare assieme forse è solo un sistema di autodifesa, per non farmi illusioni mi ripeto che starci assieme potrebbe essere un problema, per evitare di sperare invano che questo accada.
Seppur vi garantisco che il suo lavoro non genera in me alcuna gelosia, per quanto assurdo possa essere sapere che di mestiere vede uomini nudi non mi fa effetto, so che per lei è solo un lavoro e lo vive con estrema professionalità (lo so per certo, essendo stato solo suo cliente per 8 anni).
Per contro confesso che sapere che va a prendersi anche un solo caffè con un amico un pò mi rode.


Concordo che il tuo scetticismo possa essere un semplice meccanismo di autodifesa.

Mi domando, invece, se la tua dichiarata mancanza di gelosia dipenda dal fatto che la paghi per le sue attività di massaggio e che, in un certo modo, equiparandola ad una professionista anche del sesso, tu trovi normale che continui a manipolare corpi maschili e, magari, anche a farci sesso. Tu paghi, gli altri pagano: non ha senso mostrare un coinvolgimento emozionale ...



Devo dire che la vita è strana e ti stupisce.
Prima di conoscerla consideravo chi fa lavori del genere (anche se lei è in un limbo tra i massaggi e la prostituzione, perchè seppur di massaggi in parte di quello si tratta) persone ciniche e prive di qualsiasi empatia, vuote di emozioni. E invece proprio in lei ho trovato una sensibilità che mai avevo conosciuto.


Ecco, su questo punto si può discutere.

Chi fa professionalmente la prostituta di medio-alto livello possiede generalmente una capacità di manifestare empatia molto rapidamente. Serve a rendere fluida la programmazione degli appuntamenti ed avere la gratitudine della clientela.

Parlando con prostitute, nel corso degli anni scopri che hanno sviluppato un'indubbia conoscenza della psicologia maschile, che gratifica i maschi: con loro ti puoi aprire e chiedere di fare sesso come non hai il coraggio di chiedere ad una moglie o fidanzata.
Forse il cliente si confida di più di come farebbe con un medico. Questo crea un'aurea di fiducia, soprattutto perché non si è giudicati e redarguiti e presi in giro. Ed in cambio del costo del servizio si ottiene discrezione.

Se l'uomo ha una défaillance con una prostituta, questa non lo va a raccontare alle amiche e non glielo rinfaccia alla prima occasione di contrasto. La prostituta tende a rassicurare, perché ha interesse a proseguire il rapporto di clientela. Anzi, si adopera perché non succeda più, perché il maschio-cliente non debba avere ansia da prestazione.

Scusatemi se è poco ...

P.
(-----------;)---------------)


Interessante punto di vista, e certamente per molti aspetti potrebbe essere veritiero anche se nel mio caso specifico è diverso, perchè la fiducia è nata successivamente alla frequentazione come cliente, e sopratutto la confidenza è reciproca da quando la frequentazione ha cambiato i toni. Preciso che per i primi 8 anni in cui l'ho frequentata non sapevo il suo vero nome, quanti anni avesse, neppure la sua nazionalità. Mi aveva sempre detto cazzate, e io ugualmente non le avevo mai detto nulla di mè. C'era un rapporto di rispetto ma puramente professionale. Io andavo da lei perchè mi sentivo meno "sporco" che frequentando una prostituta (anche se c'è era il finale felice, non so per quale ragione, non mi sentivo di andare con una prostituta. Forse proprio per il fatto che non c'era del sesso vero e proprio anche se il massaggio terminava con un orgasmo). Credo che questa sua interpretazione del lavoro sia anche la sua chiave del successo, ha centinaia di clienti ultra fidelizzati, che come me la frequentano sostanzialmente perchè non si ha la sensazione di andare con una prostituta. (poi lo so, per molti aspetti lo è). Negli ultimi due anni il rapporto è cambiato, su sua inziativa, passando prima dal solo massaggio su lettino al massaggio corpo a corpo (cosa che si era rifiutata per anni di fare), successivamente (sempre su sua iniziativa) ad avere rapporti sessuali che però nulla avevano a che vedere con quelli che ho avevo avuto con prostitute con cui mi era capitato di andare, e che a ben vedere neppure con i rapporti avuti con le partner che avevo avuto finora (inclusa mia moglie). E non parlo di sesso selvaggio, ma di tenerezza e affetto.
Solo successivamente ci siamo conosciuti sul serio. Nomi veri, contatti telefonici veri. Ed è lì che ho perso la testa.
Oggi ci raccontiamo tantissime cose, lei sa tutto di me, io tanto di lei.
Con ciò non voglio giustificarmi, perchè vuol dire tutto e niente.
Però la verità è che è una bella persona, che mi piace e con lei mi sento "protetto".
Per la prima volta nella vita non devo recitare nessuna parte, non devo vantarmi di successi lavorativi, di essere figo o chissà cosa.
Per la prima volta mi sono messo a nudo come forse non avevo mai fatto in tutta la mia vita, e se lei recita una parte in tutto ciò.. che vi devo dire, la recita benissimo!
Abbiamo bisogno di qualcuno che voglia stare con noi, non che abbia bisogno di noi.