Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Kathy_sh

Nuovo Utente

  • "Kathy_sh" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Apr 29th 2019

  • Send private message

1

Monday, April 29th 2019, 8:55am

Non gli piaccio fisicamente

Salve,

Mi chiamo Sarah e ho 25 anni. Sono in una relazione da un anno e mezzo con un ragazzo che di professione è militare ed è spesso via. Abbiamo passato diverse peripizie l'anno scorso quando ha dovuto assentarsi saltuariamente per sei mesi. Soffrivo di attacchi di panico (ero seguita) e prendevo psicofarmaci per questo motivo. È stata una sofferenza per entrambi. Ed è stato anche motivo di cambiamento fisico. Ero molto magra e sportiva e mi sono trovata con 20kg di più addosso in meno di due anni e un'infiammazione alla tiroide che sicuramente non mi aiuta. Nonostante ciò ho smesso i farmaci, sono dimagrita 10kg, sono tornata a lavorare dopo i famosi 6 mesi di inferno e mi sono rimessa in piedi. Lui è un ragazzo molto frustrato, è diventato apatico e insodisfatto della vita per via soprattutto del suo lavoro che non si è rivelato essere ciò che lui sognava. Condiamo il tutto con il fatto che non ha superato un concorso per cui si era davvero molto impegnato. È costantemente arrabbiato, deluso, ha un odio dentro che viene percepito da chiunque si avvicini. Ed è molto tagliente e "cattivo" quando "si sente attaccato", cioè più o meno ogni qual volta gli si rivolga una domanda personale. Ora mi rinfaccia di essere incostante e inconcludente (non termino ciò che inizio, come l'università e la patente. Ho avuto una lunga storia di depressione, dove sono stata seguita per più di 15 anni e sono stata anche diverse volte in un centro specializzato. A 23 anni ho capito che stavo facendo quel corso di studi per i miei genitori e non per me e mi causava molta sofferenza, ho mollato a qualche esame dalla laurea. Proprio perché ho imparato a dire di no e conoscere i miei limiti. Con la patente per il fatto dei farmaci non me la sentivo). Mi dice quindi di essere poco autonoma (gli pesa un sacco dovermi dare un passaggio in macchina alla mattina nonostante facciamo la stessa strada, che è anche un modo per risparmiare, per stare assieme e soprattutto perché per lui mi sono trasferita in un posto molto scomodo per quanto riguarda i mezzi pubblici. Ma almeno lui era vicino alla caserma). Ora mi ripete anche che non gli piaccio fisicamente. Io capisco nel momento più buio, dove stavo male, dove mi trascuravo perché non avevo nemmeno più la testa per pensare, sicuramente non è attraente. Ora mi sto rimettendo in forma, ho tirato fuori la grinta, sono sempre in giro mentre lui è la persona più pigra e apatica del mondo (non sta bene, lo capsico, ma dorme di continuo). Ora vuole ritentare un concorso, eventualmente trasferirsi in Toscana dove è nato (ora siamo in Trentino) e io gli darei anche questa di possibilità! Magari stando meglio si tira fuori... Mi sembra però un amore molto egoico, non riesco a comprendere ciò che lui prova davvero. Parla di amore profondo e viscerale, che sa quanto io lo amo , che mi reputa una ragazza intelligente e buona... Ne parliamo così spesso che ormai sono più i momenti spiacevoli che quelli piacevoli. Per sopperire alla sua mancanza di stimoli, quando era assente l'anno scorso si era messo in comunicazione con delle prostitute, proprio per l'adrenalina che derivava dal compiere un illecito. Nei miei confronti però! L'ho scoperto per caso a Natale, perché queste cose purtroppo si sentono. E lui si era sempre trovato delle ottime scuse, se fosse stato per lui non me l'avrebbe mai detto. Ora si sente mortificato. Ma la mia fiducia ne risente. E anche il non sentirmi apprezzata. Mi sembra spesso di dover difendere il mio valore come persona.

Cosa dovrei fare?

P.S: lui si rifiuta di chiedere aiuto professionale

Santacruz

Zitella con gattino

  • "Santacruz" is female

Posts: 600

Activitypoints: 1,071

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

2

Tuesday, April 30th 2019, 5:23pm

Katy, se puoi pensa prima te stessa. Usa le tue energie per costruire qualcosa di tuo. Sei giovanissima e ragioni come una persona molto più matura, te lo assicuro. La persona giusta poi arriva, a 20, 30, 40 o 50.
Non fare il mio errore. Non ho costruito niente perché pensavo sempre di doverlo fare insieme a qualcuno. E adesso mi ritrovo con niente altro che me stessa e forse uno straccio di professione, neanche poi tanto coltivata quanto avrei dovuto.
E lo penso tanto più adesso che ho trovato una persona speciale. Quanto più da offrire a me e lui avrei se avessi utilizzato meglio le mie energie in tutti questi anni.

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,657

Activitypoints: 4,985

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

3

Tuesday, April 30th 2019, 5:56pm

Salve,



P.S: lui si rifiuta di chiedere aiuto professionale


...e ne avrebbe un gran bisogno mi sa...

Katy, al tuo "cosa dovrei fare" sono tentatissima di dire "mollalo e salvati!" ...ma dalla distanza non è facile. Tu sei giovane, hai già affrontato cose serie e profondi malesseri, ti sei guardata dentro con un coraggio che tante persone (me per prima, e ho vent'anni più di te) non trovano.
Puoi e devi essere fiera di questo.
Da questo punto in poi sottoscrivo totalmente il messaggio di Santacruz.
Mettiti al primo posto.
Il tuo ragazzo non lo farà, forse nemmeno in malafede, ma è concentrato su sé stesso e in modo che non mi sembra affatto costruttivo.
Se vuoi restare con lui, se ritieni che ce ne siano i motivi, almeno non fare il suo stesso errore e pensa a te stessa in modo affettuoso e costruttivo, senza dare il minimo credito ai suoi sbalzi d'umore dai quali non deve dipendere la tua autostima (le sue argomentazioni del resto sono davvero povere e immature, ma penso questo tu lo sappia già)

in bocca al lupo e un abbraccio.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

4

Tuesday, April 30th 2019, 6:59pm

A parte lui e quel che dice o pensa.. o all'amore o altro

Ma TU ti piaci fisicamente? Sei soddisfatta della tua vetrina materiale di te stessa rispetto al mondo?

Perché se la risposta fosse NO, il problema non è lui
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,849

Activitypoints: 20,882

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

5

Tuesday, April 30th 2019, 8:52pm

Ora mi ripete anche che non gli piaccio fisicamente.


Perdonami la schiettezza....questa cosa un uomo che ama non dovrebbe dirla.
Non ti suggerisco certo Io di lasciarlo, ma ti suggerisco di pensare ora soprattutto a stare bene per te stessa.
Hasta el buonismo siempre!!!

Psycho Mantis

Utente Attivo

  • "Psycho Mantis" is female

Posts: 394

Activitypoints: 298

Date of registration: Apr 30th 2013

  • Send private message

6

Saturday, May 11th 2019, 1:40am

Io invece ti suggerisco proprio di mollarlo. Apatico, rabbioso, smuinuente, ti stava mezzo tradendo. Via.

We live in the moment. That's our only purpose.


Similar threads