Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Vulcano81

Nuovo Utente

  • "Vulcano81" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Jan 27th 2020

  • Send private message

1

Monday, January 27th 2020, 10:14am

Mi aveva lasciato per un altro, l'ho perdonata (anche se è stato molto, molto difficile) ma il mio timore è che lo vengano a sapere gli altri.

Salve, finalmente mi accingo a scrivere su questo forum. Sono una persona molto riservata e quello che scriverò di seguito non l'ho mai confessato a nessuno. Ho conosciuto mia moglie quando eravamo giovanissimi, poco più che maggiorenni, lei bellissima, dolcissima, ci siamo messi assieme dopo 3 giorni che ci siamo conosciuti. Un colpo di fulmine direi. Nel frattempo gli anni passano e i problemi aumentano. Al meridione, dove abitavo, non c'era tanto lavoro e io avevo proposto l'idea di emigrare altrove, ma lei legatissima alla sua terra, mi diceva che non avrebbe gradito sposarsi da dove è nata. Nel frattempo, dopo 1000 sacrifici, mi laureo e inizio a svolgere lavori manuali, poco remunerati ed ero sfruttato all'inverosimile. Ormai odiavo la mia terra, non volevo farmi raccomandare per un posto, sono stato e lo sono troppo orgoglioso, e se deve raggiungere uno scopo devo farcela con le mie forze. Dopo qualche mese dalla laurea arriva la prima proposta di lavoro al nord e vado. E' stata veramente dura, il mio cuore era a pezzi ed abbiamo intrapreso un rapporto a distanza. Ogniqualvolta potevo scendevo a trovarla, ci sentivamo tutti i giorni, ero sempre attento ad ogni evenienza, a S. Valentino e per il compleanno gli spedivo qualcosa, ecc. Passano i mesi e la situazione si fa più dura. E qui inizia lo sbaglio mio e anche suo. Suo perché non è mai venuta a trovarmi, a vedere come stavo, e mia perché lei mi aveva chiesto di convivere ma io per motivi religiosi ero contrario. Volevo (pressato dalla mia famiglia) che prima ci sposassimo, ma non vi erano possibilità economiche e io volevo completare gli studi post-laurea. Lei piangeva e cercavo di consolarla ma non sono riuscito (complice credo l'inesperienza) a gestire la situazione. Il fatto sta che lei trova lavoro al suo paese e da lì il declino del nostro rapporto. Mi dice di farmi una nuova vita, che merito di meglio, di cercarmi un'altra ragazza. Io rimango basito!! non capivo all'inizio. Era fredda al telefono, a volte non lo prendeva, e da lì ho iniziato a sospettare qualcosa. Dopo settimana , 10 gg scendo giù e mi confessa che aveva baciato un altro. Io sono stato sempre e lo sono ancora contrario al tradimento, ma le do un'altra chance visto che la colpa della ns crisi sta nella distanza. Stavolta le dico di venire con me, me ne frego dei mie genitori e di quello che altri possono pensare sulla convivenza e le dico di organizzarsi per partire da li a 1 mese al massimo. Nel frattempo vado nuovamente dopo 8 gg, dove cmq soffrivo per quanto accaduto, e una volta rientrato, la sente al cell nuovamente fredda. Non capisco la sua reazione. La sera ci sentiamo per telefono e mi dice che era meglio lasciarci, che dovevo trovarmene un'altra, ecc. Chiudo la chiamata e mi arriva un messaggio: lei sbaglia a mandarlo e piuttosto che mandarlo a quel bastardo, lo manda a me!! scusami ritardo ad uscire,,,A me aveva detto che sarebbe rimasta a casa! la richiamo le dico cosa fa stasera e mi conferma che sarebbe rimasta a casa: io le ribadisco che invece è una bugiarda e la insulto a parole!!!! ci lasciamo, ero incazzato a morire. Quella sera non ho mangiato e ne dormito. Non so quanto ho pianto, dentro di me però c'era la speranza che un giorno potesse tornare da me anche perché noi avevamo deciso di non avere rapporti sessuali completi fino al matrimonio (motivi religiosi) e non mi andava di lasciarla nelle mani di quel tipo che ha anche una brutta reputazione a quanto mi hanno detto. Io nn mi faccio sentire ma lei dopo qualche gg mi chiama: squilla il cell, e mi sento dire: amore..,Io ero incazzatissimo con lei, e gli dico che ho bisogno di tanto, tanto tempo. Le dico di salire e di chiarire la situazione. Mi dice che è ricaduta, c'è stato un bacio e anche qualcosa ma nn rapporto completo. Io partivo da presupposto che se mi avesse detto che lo avrebbero fatto l'avrei immediatamente lasciata (sono contro il tradimento e sn molto orgoglioso). Io le dissi che se mi fosse capitato un occasione potevo anche cedere (è così è stato…). Inizia la nostra convivenza, i miei che nn volevano ma io me ne sono fregato altamente, andiamo avanti tra 1000 perizie. Passano gli anni e sembra che questa storia sia dimenticata….Ci sposiamo ma dp 10 anni non mi rinviene in mente quanto ho passato e adesso la mia paura più grande è che gli altri e sopratt i miei lo vengano a sapere. Loro hanno sospettato che ci fosse qualcun altro, da alcuni post su FB (gli aveva scritto ti voglio bene,,,). Se lo venissero a sapere sarebbe una lama al cuore per me. Ho il timore di quello che penserà la gente di me, anche se non voglio. Voglio fregarmene di quello che dicono o pensano ma nn ci riesco. Vorrei tornare indietro e comportarmi da uomo, fregarmene di tutti e gestire al meglio il rapporto di coppia. Vivo con questa paura che ovviamente lacera il rapporto di coppia. Glielo detto pure a lei: se dovesse succedere nuovamente anche se abbiamo 4 figli ti lascio immediatamente senza revoca e perdono!! Come posso gestire questa situazione? Ho la testa piena di pensieri ossessivi su quanto accaduto (scusate la lunga lettera)

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo tuttora, perché ho ancora presenti tante destinazioni da raggiungere. Mentre il mondo è pieno di cretini che navigano senza sapere dove andare, parafrasando Lucio Anneo Seneca

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,678

Activitypoints: 5,210

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

2

Monday, January 27th 2020, 11:49pm

... Sono una persona molto riservata e quello che scriverò di seguito non l'ho mai confessato a nessuno. Ho conosciuto mia moglie quando eravamo giovanissimi, poco più che maggiorenni, lei bellissima, dolcissima, ci siamo messi assieme dopo 3 giorni che ci siamo conosciuti. Un colpo di fulmine direi. Nel frattempo gli anni passano e i problemi aumentano. . Dopo qualche mese dalla laurea arriva la prima proposta di lavoro al nord e vado. E' stata veramente dura, il mio cuore era a pezzi ed abbiamo intrapreso un rapporto a distanza. (….)
Passano i mesi e la situazione si fa più dura. E qui inizia lo sbaglio mio e anche suo. (…)
Il fatto sta che lei trova lavoro al suo paese e da lì il declino del nostro rapporto. Mi dice di farmi una nuova vita, che merito di meglio, di cercarmi un'altra ragazza. (…). Dopo settimana , 10 gg scendo giù e mi confessa che aveva baciato un altro. Io sono stato sempre e lo sono ancora contrario al tradimento, ma le do un'altra chance visto che la colpa della ns crisi sta nella distanza.
Stavolta le dico di venire con me, me ne frego dei mie genitori e di quello che altri possono pensare sulla convivenza e le dico di organizzarsi per partire da li a 1 mese al massimo. Nel frattempo vado nuovamente dopo 8 gg, dove cmq soffrivo per quanto accaduto, e una volta rientrato, la sente al cell nuovamente fredda. (…) Non capisco la sua reazione. La sera ci sentiamo per telefono e mi dice che era meglio lasciarci, che dovevo trovarmene un'altra, ecc. Chiudo la chiamata e mi arriva un messaggio: lei sbaglia a mandarlo e piuttosto che mandarlo a quel bastardo, lo manda a me!! scusami ritardo ad uscire,,,A me aveva detto che sarebbe rimasta a casa! la richiamo le dico cosa fa stasera e mi conferma che sarebbe rimasta a casa: io le ribadisco che invece è una bugiarda e la insulto a parole!!!! ci lasciamo, ero incazzato a morire. Quella sera non ho mangiato e ne dormito. (…)
(…) Io nn mi faccio sentire ma lei dopo qualche gg mi chiama: squilla il cell, e mi sento dire: amore..,Io ero incazzatissimo con lei, e gli dico che ho bisogno di tanto, tanto tempo. Le dico di salire e di chiarire la situazione. Mi dice che è ricaduta, c'è stato un bacio e anche qualcosa ma nn rapporto completo. Io partivo da presupposto che se mi avesse detto che lo avrebbero fatto l'avrei immediatamente lasciata (sono contro il tradimento e sn molto orgoglioso). Io le dissi che se mi fosse capitato un occasione potevo anche cedere (è così è stato…).

Quella che racconti è una storia che non è inusuale. E' capitato a tanti di mettersi insieme e poi di lasciarsi.
Direi che capisco (avendolo provato) anche l'ossessivo senso di orgoglio ferito che si prova quando si è scaricati dal partner.
Ci sta nel vissuto anche il vendicarsi (il tuo "cedere") per sentire il proprio orgoglio affermato. E glielo hai fatto sapere, sono sicuro. Così il tuo amor proprio ha prevalso. Cose capitate a centinaia di persone (compreso chi scrive).


Inizia la nostra convivenza, i miei che nn volevano ma io me ne sono fregato altamente, andiamo avanti tra 1000 perizie. Passano gli anni e sembra che questa storia sia dimenticata….Ci sposiamo ma dp 10 anni non mi rinviene in mente quanto ho passato e adesso la mia paura più grande è che gli altri e sopratt i miei lo vengano a sapere. Loro hanno sospettato che ci fosse qualcun altro, da alcuni post su FB (gli aveva scritto ti voglio bene,,,).


A questo punto tu e lei avete fatto una scelta consapevole, vi siete rimessi insieme e siete arrivati al matrimonio. Tutto fila liscio e, da quello che racconti, dopo 10 anni torna dentro di te la storia ormai dimenticata di due giovani che dovevano chiarire i reciproci sentimenti e che sono diventati adulti insieme, accettandosi l'uno con l'altra.
Non va, non va proprio questo tuo atteggiamento.
Ormai è passato un tempo lunghissimo, non solo per il decennio trascorso ma per il fatto che siete cresciuti, avete vissuto una intimità che dovrebbe aver fugato ogni dubbio sulla solidità della scelta fatta.
Temi che la vecchia storia venga fuori … Guarda che qualcuno l'avrà saputa quella storia e, bontà sua, si è fatto i fatti propri. Salvo un rigurgito di meschinità (o vecchi rancori che vengano in superficie) quello che potrà essere successo in passato non conta più.
Se lei ha scelto te e non ti ha tradito (una volta preso l'impegno solenne di vivere con te per la vita), permettimi di dire che saresti uno sciocco a rovinare un magnifico equilibrio che si è creato.


Vorrei tornare indietro e comportarmi da uomo, fregarmene di tutti e gestire al meglio il rapporto di coppia. Vivo con questa paura che ovviamente lacera il rapporto di coppia. Glielo detto pure a lei: se dovesse succedere nuovamente anche se abbiamo 4 figli ti lascio immediatamente senza revoca e perdono!! Come posso gestire questa situazione? Ho la testa piena di pensieri ossessivi su quanto accaduto (scusate la lunga lettera)

Da uomo che ha avuto la forza di far prevalere i sentimenti sull'orgoglio, fregatene di tutti e vivi serenamente la relazione di coppia.
Dicendo quello che hai detto a tua moglie hai cominciato ad indebolire il rapporto. Non le hai dato quel credito che avevi accordato a lei prima.
Il tuo non è orgoglio ferito ma è l'insicurezza di chi, per primo, comincia a dubitare della propria convinzione di aver formato la coppia. Il vero pericolo è dentro di te, perché stai inconsapevolmente cercando una spiegazione (anche agli occhi della gente) per scaricare tua moglie.

Lascia stare questi cattivi pensieri. Coltiva la tua relazione e gioca sulla complicità che dovresti aver stabilito con tua moglie.
Goditi la vita e fregatene degli altri, della gente che ti circonda. Hanno problemi loro molto più gravi ed una infinità di scheletri negli armadi … tutti.
Guarda dentro te stesso perché è lì dove nascono i problemi …. e dove si possono risolvere. Basta volerlo …..

P.

(------------;)----------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

solitario92

Amico Inseparabile

  • "solitario92" is male

Posts: 1,241

Activitypoints: 3,568

Date of registration: Oct 24th 2015

  • Send private message

3

Tuesday, January 28th 2020, 9:13am

Concordo con Pivaldo. Siete assieme da 10 anni, avete dei bambini assieme, un vita familiare felice: chi te lo fa fare di creare questa tensione inutile? Anni fa avete un momento difficile dovuto alla distanza, ma è stato superato. Rivangare quanto successo non ha senso, tanto non puoi cambiarlo. Guarda avanti.

4

Tuesday, January 28th 2020, 10:02am

ciò che noto è che molte decisioni che avete prese erano dettate da "fuori", da uno schema di valori imposto dal contesto/famiglia/religione. poche decisioni sembrano prese con il cuore, nulla sembra elaborato tra di voi, sembra semplicemente accantonato ed allontanato fisicamente e emotivamente. con il tempo, è ovvio che sia così, le cose riemergono perché rimuovere non aiuta. non mi meraviglia che il tuo problema di oggi sia quello del giudizio altrui.

in sostanza la vostra famiglia potrebbe venire distrutta dal giudizio che terzi (la famiglia/la società) potrebbe dare. mi viene in mente un albero senza radici che il primo vento potrebbe abbattere. dove stanno le radici di questa coppia, di questa famiglia? oltre l'apparenza che la società giudica come "bella famiglia di valori tradizionali" dove sta la sua forza?
namasté

gloriasinegloria

Colonna del Forum

Posts: 1,853

Activitypoints: 5,727

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

5

Tuesday, January 28th 2020, 7:20pm

Io non capisco questo : come e perchè riemerge oggi questo "problema", che era stato superato (o lo sembrava) dieci anni fa?

Vulcano81

Nuovo Utente

  • "Vulcano81" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Jan 27th 2020

  • Send private message

6

Thursday, January 30th 2020, 11:23am

Buongiorno ragazzi, scusate se rispondo solo adesso. Vi ringrazio per le vostre risposte e in particolare Pivaldo per le sue parole incoraggianti ..(mi pare di aver capito che hai vissuto una storia simile alla mia: sei stato lasciato per un altro e poi lei è tornata da te e vi siete rimessi assieme. Giusto?). Ci sono lati del mio carattere che non mi piacciono, sono stato sempre molto sensibile di carattere, anche se fuori non lo dimostro. Sono allegro, socievole, ma questi pensieri ossessivi mi stanno privando della gioia di vivere e a volte limitano le mie attività. Ho sofferto di pensieri ossessivi su un altro argomento e una volta che il mio cervello si fissa su un pensiero devo trovare un modo per scacciarlo o alleviarlo. La testa mi dice ad es. che sono l'unico ad aver accettato una storia simile e che altri invece si sarebbero comportati in maniera diversa, facendo prevalere l'orgoglio maschile. Che uomo sei? Chissà quanta gente ride alle tue spalle. Se lo incontri litiga e fagli vedere chi sei..voci che pervadono la mia mente. Al momento l'intimità non è alle stelle, complice diversi fattori: il lavoro, la stanchezza, il figlio, ecc. A volte non riesco a capire quanto sono fortunato! Anche se nn vi conosco vi ringrazio tantissimo, ho bisogno di confrontarmi con qualcuno, non posso tenermi tutto dentro

cicogno

Utente Attivo

Posts: 20

Activitypoints: 67

Date of registration: Dec 19th 2019

  • Send private message

7

Friday, January 31st 2020, 10:03am

io o fatto prelavere l'orgoglio maschile

io o fatto prelavere l'orgoglio maschile

8

Friday, January 31st 2020, 8:19pm

Glielo detto pure a lei: se dovesse succedere nuovamente anche se abbiamo 4 figli ti lascio immediatamente senza revoca e perdono!!
Il tradimento non piace a nessuno, ma lascia che ti dia un consiglio sulla comunicazione della coppia:

Minacciare una persona, la spinge alla paura e al senso di colpa che alla trasparenza. E porta il tuo "orgoglio" a creare una difesa che non miglirerà la comunicazione della stessa.

Anziché cercare di tutelarsi sulla minaccia "ti lascio" (è ovvio interrompere la relazione se una persona si mostra recidiva) non sarebbe invece meglio andare a comprendere le cause piu' profonde di questi disagi ?


In parte ci sei riuscito dal tuo racconto. Ma in parte sei ancora profondamente attaccato al giudizio del altri.

La paura del giudizio altrui è il riflesso di un giudizio che si ha dentro di sè: E' solo proiettata sugli altri. Traducendo questo passaggio complesso: Non è quello che pensano gli altri (oggettivamente) a spaventarti e assillarti, ma quello che pensi tu di te e di lei.

Lo dico perché fra scelte religiose, aspettative della famiglia, e quant'altro ... credo che i veri bisogni siano stati occultati da regole e tradizioni esterne: In qualche modo siete arrivati fin qui e questo è positivo: Pero' adesso che le aspettative "razionali" quali matrimonio, figli, ecc sono state soddisfatte potrete anche dedicare piu' tempo a un lavoro "profondo" di coppia che potrebbe anche coinvolgere un professionista.







Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo tuttora, perché ho ancora presenti tante destinazioni da raggiungere. Mentre il mondo è pieno di cretini che navigano senza sapere dove andare, parafrasando Lucio Anneo Seneca

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,678

Activitypoints: 5,210

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

9

Friday, January 31st 2020, 8:50pm

Buongiorno ragazzi, scusate se rispondo solo adesso. Vi ringrazio per le vostre risposte e in particolare Pivaldo per le sue parole incoraggianti ..(mi pare di aver capito che hai vissuto una storia simile alla mia: sei stato lasciato per un altro e poi lei è tornata da te e vi siete rimessi assieme. Giusto?).

Ti rispondo anche se, in momenti come questi che sto attraversando, mi sento come se avessi vissuto almeno un paio di vite e la terza in corso sembra troppo problematica…

Sì, è giusto di base quello che deduci ma non è andata esattamente così.
Diciamo che era quello che avrei voluto e sognato la prima volta, quella nella quale non ero io responsabile dell'accaduto
Che ho visto accadere in altri casi, dove le difficoltà ed incomprensioni superate hanno avuto hanno prodotto il risultato di rafforzare la coppia.
Nella mia seconda vita, con un'altra donna, è andata a parti invertite. E sembra essere andata così con un bel finale per molti anni.
Oggi, inerpicato per il sentiero dell'anzianità, con i primi segni di decadimento fisico, mi pongo un'infinità di problemi critici su quale sia il senso della vita che mi rimane da trascorrere.


Ci sono lati del mio carattere che non mi piacciono, sono stato sempre molto sensibile di carattere, anche se fuori non lo dimostro. Sono allegro, socievole, ma questi pensieri ossessivi mi stanno privando della gioia di vivere e a volte limitano le mie attività. Ho sofferto di pensieri ossessivi su un altro argomento e una volta che il mio cervello si fissa su un pensiero devo trovare un modo per scacciarlo o alleviarlo. La testa mi dice ad es. che sono l'unico ad aver accettato una storia simile e che altri invece si sarebbero comportati in maniera diversa, facendo prevalere l'orgoglio maschile. Che uomo sei? Chissà quanta gente ride alle tue spalle. Se lo incontri litiga e fagli vedere chi sei..voci che pervadono la mia mente.


Ti posso dire, in tutta franchezza, che fai meglio a non curarti dei giudizi degli altri.
Così come dici di non dimostrare quanto sei problematico, pensa che gli altri sono altrettanto ed anche molto di più.
Se ti capita di conoscere le storie degli altri scopri come l'ipocrisia vige sovrana e come si tende a millantare condizioni e sentimenti lontani dalla realtà.
L'unico rimedio rispetto ad una società di millantatori e mentitori è, per quanto mi riguarda, tirare dritto ed andare avanti per la mia strada.
Almeno, se mi dovesse andare male, me la potrò prendere solo con me stesso.



Al momento l'intimità non è alle stelle, complice diversi fattori: il lavoro, la stanchezza, il figlio, ecc. A volte non riesco a capire quanto sono fortunato! Anche se nn vi conosco vi ringrazio tantissimo, ho bisogno di confrontarmi con qualcuno, non posso tenermi tutto dentro


Ecco, non perdere di vista mai la valutazione positiva del tuo vissuto. Ci sono tanti aspetti che ti dovrebbero farti sentire fortunato e contento di come hai vissuto e di come vivi.
Farsi corrodere dall'insoddisfazione di fondo amareggia inutilmente la vita. Non ne vale la pena.

P.

(-----------;)--------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

Elena***

Utente Attivo

Posts: 116

Activitypoints: 369

Date of registration: Aug 15th 2019

  • Send private message

10

Sunday, February 2nd 2020, 1:51pm

Mi sembra tu abbia la mentalità degli uomini dei primi del Novecento.

"Uh, che penserà la gente?!""Quando esco mi vedranno le corna!?" "Uh.. disonoreeee!"
Ma dai!
A parte il fatto che "gli altri" sono impegnati a guardare la propria vita.
Ma poi? Credi davvero che sappiano di un paio di baci di tua moglie dati a uno un po' di anni fa?!
Suvvia non scherziamo.

This post has been edited 1 times, last edit by "Elena***" (Feb 2nd 2020, 2:12pm)


11

Sunday, February 2nd 2020, 2:06pm

Mi sembra tu abbia la mentalità degli uomini dei primi del Novecento.

"Uh, che penserà la gente?!""Quando esco mi vedranno le corna!?" "Uh.. disonoreeee!"
Ma dai!
A parte il fatto che "gli altri" sono impegnati a guardare la propria vita.
Ma poi? Credi davvero che sappiano di un paio di baci di tua moglie dati a uno un po' di anni fa?!
Suvvia non scherziamo.

4 figli, non c'è altro da dire.

Lo perculi per avere esposto la sua paura del giudzio e concludi con un sonoro GIUDIZIO ... pure verso i figli fra l'altro.

Se leggesse un post come il tuo: Confermerebbe i suoi timori, i sensi di inadeguatezza e quan'altro ...

E' uno spazio libero dove tutti possono intervenire per carità ma a mio avviso il tuo intervento è solo dannoso. Senza offesa.

Elena***

Utente Attivo

Posts: 116

Activitypoints: 369

Date of registration: Aug 15th 2019

  • Send private message

12

Sunday, February 2nd 2020, 2:09pm

Dici, Juniz?
Volevo fargli capire che alla gente non interessano certe cose…

E i 4 figli era per fargli capire che con questa donna ha creato una bella famiglia e tutto il resto è … noia

13

Sunday, February 2nd 2020, 2:11pm

E i 4 figli era per fargli capire che con questa donna ha creato una bella famiglia e tutto il resto è … noia
Sicché avevi parlarto di mentalità retrograta mi sembrava un modo per dire che avesse fatto "troppi" figli come si usa appunto nel passato. Allora è stato un inganno mio e una mal comprensione del testo. Grazie per il chiarimento.

Elena***

Utente Attivo

Posts: 116

Activitypoints: 369

Date of registration: Aug 15th 2019

  • Send private message

14

Sunday, February 2nd 2020, 2:15pm

Ma no , figurati … anzi (so che non si può fare) ma ho cancellato la frase sui figli … come mi hai fatto notare tu poteva davvero sembrare giudicante e offensiva (non era mia intenzione, ma da come l'ho scritta sembrava il contrario)

Meninblack

Giovane Amico

Posts: 246

Activitypoints: 547

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

15

Sunday, February 2nd 2020, 4:58pm

Ciao, per esperienza ti direi di lasciarla stare. Sei sicuro di voler stare con una donna del genere ? Non perché io la voglia giudicare ma il fatto che lei non ti sia mai venuta a trovare non mi sembra indice di amore. Per me dovresti capire che se una ragazza ti ama non ti tradisce, io penso che una volta avvenuto il tradimento e’ indice che qualcosa nel rapporto non va bene e bisognerebbe lasciare ed andare a avanti. Se una persona ti ama davvero non ti tradisce io la vedo così, e il perdono post tradimento secondo me è totalmente inutile
Perché la storia ha radici malate e non va più portata avanti. Io sono di questa opinione. Pensa che magari potresti meritare di più.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Similar threads