Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,976

Activitypoints: 5,942

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

31

Tuesday, September 24th 2019, 4:29pm



In conclusione, un'esperienza negativa giovanile, dalla quale riuscire a trarre una lezione ("mai più così ignorante").




...tu te la sei vissuta così, ok, una cocente ferita al tuo amor proprio di amante ma... a QUATTORDICI ANNI , pensi che i tuoi amichetti o lei fossero dei viveurs consumati e lei si aspettasse - in perfetta consapevolezza del suo corpo e delle sue esigenze - che tu sapessi maneggiare egregiamente il clitoride o che la possedessi in stile kamasutra-tutte-le-posizioni :assi:

..io penso di no ;) E penso che a quell'età si cambia talmente tanto e in fretta che saresti stato mollato anche se fossi stato l'unico esemplare al mondo di super-cultura sessuale :D

Nessuno "vince" solo perché ci sa fare a letto, a parte il fatto che non è manco proprio una gara, ma se lo è non dev'essere questa la specialità determinante perché ho visto e continuo a vedere che anche i super-esperti vengono mollati o ignorati , non c'è proprio verso di costringere qualcuno a confermarci che siamo desiderabili e a restarci vicini vicini :assi: per continuare a confermarcelo, nemmeno studiano al Cepu e alla Radio elettra del sesso :D

..la prendo con un po' di leggerezza, Pivaldo, perchè penso che davvero non è totalizzare attestati di "saperci fare sessuale" che ci fa vivere meglio quanto evitare di ossessionarci con le nostre ansie. Ci aiuta molto di più anche a "sentire" ed amare meglio gli altri, e questo spesso "paga" di più di un super french kiss o di un cunnilingus a regola d'arte ;)

Thor394

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 95

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

32

Tuesday, September 24th 2019, 6:22pm


@Thor, purtroppo neanche a me fanno esaltare le foto con i bicipiti in bella vista. Come forma di saluto, magari agganciati a qualcosa che hai visto nel profilo " Oh che bello anche tu conosci questo cantante? Anche tu hai un barboncino? Complimenti hai bei gusti in fatto di...etc "

Una volta ci ho provato agganciandomi proprio a un cantante... non è andata bene, forse però ho rovinato io dopo, dicendole "mi piacerebbe conoscerti" e da lì nessuna risposta: forse era già implicito stessi conoscendo quella persona tramite chat, quindi faceva strano dirlo... Non lo so, in chat mi sento sempre insicuro, pronto a saltare in aria mettendo il piede su una mina se dico qualcosa di sbagliato e alla fine non sono naturale...
Comunque quindi, in linea generale, meglio agganciarmi a qualcosa delle foto/profilo che un banale ciao con faccetta sorridente?

33

Tuesday, September 24th 2019, 8:01pm

Tuttavia penso sarà possibile usare queste app in modo più "costruttivo" e lascio la parola a Juniz
Ma io non sono una grande frequentatrice di chat :D
Piu' che altro mi capita di usare messenger di Facebook o la direct di Instragram che ormai sono anch'essi mezzi per "conoscere/agganciare" ...

Semplicemente nel 2019 ... appena sento (non dico per Creamy eh, in generale) discorsi che demonizzano le chat, boh non so.

Credo che oggettivamente una grossa fetta di giovani si muova in chat, puo' essere un mezzo, un coadiuvante alla "realtà" ... alla fine che si tratta di chat o live la differenza la fa sempre la persona.
non è andata bene, forse però ho rovinato io dopo, dicendole "mi piacerebbe conoscerti" e da lì nessuna risposta: forse era già implicito stessi conoscendo quella persona tramite chat, quindi faceva strano dirlo...
Non voglio farti la "scuola", ma è un grande classico e ti spiego perché:

Vai in chat, o in qualunque socials, scegli una tipa e le propini il classico "ciao". A questo punto lei ti risponde per cortesia/curiosità dopo aver sbirciato il tuo profilo.

A questo punto è importante che tu capisca che lei non è interessata (e non c'entra con te, con l'aspetto fisico o altro, semplicemente non ti conosce e non ha alcun motivo per iniziare a impegnarsi anche solo in una "conoscenza") se fosse un gioco a punti, immagina che questo è il momento in cui nel suo termometro del coinvolgimento tu hai "zero punti" e con zero punti non si ottiene nulla che sia oltre la cortesia.

Bene, la conversazione proseguirà, si scambieranno altre chiacchiere e un errore commesso dal 99% dei maschi, mentre si hanno quei "zero punti": è chiedere "posso conoscerti?" ... seguirà il silenzio.

Questo succede perché nella seduzione non puoi MAI chiedere piu' di quanto tu non abbia ottenuto in interesse dall'altra parte. Uno che si definisce maestro di seduzione la spiega con il concetto della "banca". Se tu hai lavorato e versato in banca 1000 euro, puoi andare a ritirare e chiedere questi 1000 oppure anche 500 euro, insomma la stessa cifra oppure un po' meno ma non di piu'. Tipo 2000 euro.


Chiedere di poterla conoscere significa già formulare una sorta di "impegno" implicito nel sentirsi, nel conversare, in altre parole le chiedi "attenzioni" da rivolgerti e questa è una richiesta che va "accumulata" e fatta nel momento giusto, altrimenti è come chiedere quei 2000 euro in un conto di 0.

Per esempio, si puo' abbassare il tiro se lei è nella fase "mhh non mi interessi ma sono curiosa" il numero di telefono ma senza troppi "impegni" sul conoscersi.

Quando sarà già interessata perché si sarà parlato senza "premettere" la conoscenza (quindi formulare impegni) allora lì si potrà dire "ma perché non ci si vede qualche volta visto che parliamo sempre noi due?" ma sarà una richiesta puramente formale perché SE lei continua a parlare nei giorni a seguire si sta lentamente interessando, tu accumuli punti e quindi ti verrà "incontro" nelle richieste.

Per esempio a me ha scritto un tizio qualche mese fa, i soliti "complimenti", una chiacchierata che mi ha annoiato in modo pazzesco di 30 minuti e che ho sostenuto per cortesia e poi "Senti prima di partire per il tal viaggio vorrei conoscerti magari ci vediamo" ... non ho piu' risposto.

Non è stronzaggine, semplicemente visto il grado di interesse suscitato (zero assoluto) ...come colpo di grazia metti pure la richiesta di uscire e ottieni la fuga.

Il fatto è che le persone agiscono in base alle sensazioni e al coinvolgimento che sentono, anche se le sensazioni possono essere sbagliate. Se un ragazzo NON interessa e ti proietta già all'incontro con lui perché te l'ha chiesto o a una conoscenza, associ la mancanza di interesse (che è nel presente) a tutto quello che verrà dopo. Quindi è una cosa che non "viene" di fare. Razionalmente uno pensa "ma dammi l'opportunità di conoscermi magari ti piaccio" e avrebbe pure ragione, ma la psiche ha un altro tipo di funzionamento e bisogna imparare a percorrere i suoi giri.

comunque sono discorsi complessi che meritano capitoli di premesse e io ho fatto solo qualche accenno.

Thor394

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 95

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

34

Tuesday, September 24th 2019, 10:15pm


Razionalmente uno pensa "ma dammi l'opportunità di conoscermi magari ti piaccio" e avrebbe pure ragione, ma la psiche ha un altro tipo di funzionamento e bisogna imparare a percorrere i suoi giri.

comunque sono discorsi complessi che meritano capitoli di premesse e io ho fatto solo qualche accenno.

Grazie della risposta Juniz. Il problema è che io ragiono troppo come la parola che ho evidenziato in grassetto, purtroppo ho una mentalità e formazione molto scientifica e pragmatica: se devo andare dal punto A al punto B, perché se c'è la linea retta devo arrivarci con 200 curve? Siete per me veramente complicate purtroppo: io mi ritengo un bel ragazzo, se a me scrivesse una ragazza, se questa supera "i miei check" (bellezza, cultura, grammatica, qualcosa in comune ecc), automaticamente risponderei e sarei preso, bastano poche cose visibili da un profilo a farmi discernere i "no" dai "sì". Poi chiaramente ci si deve conoscere bene di persona e li vengono fuori tutti i pregi e i difetti... A maggior ragione su app di dating specifico, dove si è lì per quello, non capisco cosa di interessante ci si debba dire prima di "procedere"...

Cosa ne pensi? Comunque rifletterò e rielaborerò i tuoi consigli, tanto se continuo come ho fatto finora non concludo niente soprattutto su social normali come instagram/facebook... Al tempo stesso mi innervosisco sapendo che c'è qualche "zoticone" che veramente riesce a ottenere qualcosa mandando foto dei suoi organi genitali (anche su instagram), mentre io che sono sempre gentile ed educato, virtualmente come sarei nella realtà se solo me ne fosse data la possibilità, non ottengo mai nulla... (chiaramente ho preso un caso limite e raro anche questo ma che trovo veramente assurdo)

35

Tuesday, September 24th 2019, 11:13pm

Siete per me veramente complicate purtroppo:
Veramente sono dinamiche abbastanza istintive che stanno alla base di della mente, non della sfera femminile. :)

Se ti chiama un venditore e ti propone un prodotto, tu lo compreresti solo perché ti dice "Lo vuoi provare?". No.
Se lo stesso venditore riesce (senza farti capire che c'entra la vendita del prodotto) a instaurare un dialogo con te, lasciando il prodotto da parte, crea fiducia e simpatia in te: dopo ti sentirai molto piu' invogliato a spendere dei soldi per il suo prodotto e oltretutto forse sarai tu stesso a chiederglielo.

se questa supera "i miei check" (bellezza, cultura, grammatica, qualcosa in comune ecc), automaticamente risponderei e sarei preso, bastano poche cose visibili da un profilo a farmi discernere i "no" dai "sì".
Questo lo fanno anche le donne.

Ma questi aspetti, per essere realistici non sono "sufficienti" per ritenersi presi. E' solo una cernita molto superficiale, basata su dati di "superficie" su cosa "potrebbe" interessare.

Il coinvolgimento è tutto un altro discorso e si ottiene solo ed esclusivamente mandando e ricevendo feedback.

Quindi non saresti preso, saresti motivato a fare la prima mossa.

Cosa ne pensi? Comunque rifletterò e rielaborerò i tuoi consigli, tanto se continuo come ho fatto finora non concludo niente soprattutto su social normali come instagram/facebook... Al tempo stesso mi innervosisco sapendo che c'è qualche "zoticone" che veramente riesce a ottenere qualcosa mandando foto dei suoi organi genitali (anche su instagram), mentre io che sono sempre gentile ed educato, virtualmente come sarei nella realtà se solo me ne fosse data la possibilità, non ottengo mai nulla... (chiaramente ho preso un caso limite e raro anche questo ma che trovo veramente assurdo)
Se c'è una ragazza che si fa sedurre da organi genitali, parti dal presupposto che non è ragazza che stai cercando tu.

Non metterla su un piano "generale".

Grosso problema di tutti è sempre iniziare una conversazione e motivarla. E' un po' come i call center che chiamano a casa per venderti qualcosa e bisogna riuscire a non farsi chiudere il tel in faccia o al massimo a farselo chiudere appena si dirà "la chiamo per la tale offerta". Questo perché la chat è un mezzo molto impersonale che comunque facilità il distacco. E' piu' facile che l'approccio dal vivo ma questa facilità si paga con una grossa difficoltà ad instaurare un contatto "umano".

Lascia i "ciao", seguiti da "come va" e "che fai" ... inizia con domande che possono aprire una conversazione, piu' specifiche. Agganciati a qualcosa che riguarda la persona in questione. Che ne so, questa specifica nei film e serie preferite Game of Thrones, e anziche dire "che film guardi?" passa direttamente a "Dai che finale brutto per la serie! Sono ancora traumatizzato" ... rimanere in aspetti generali e periferici, tipo dei gusti musicali o suoi libri rende la conversazione impersonale e formale, la cosa non aiuta.

Poi ci vuole fantasia, autoironia.

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora. Ma ho scoperto che non sopporto i cretini, vecchi o giovani che siano.

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,622

Activitypoints: 5,035

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

36

Tuesday, September 24th 2019, 11:40pm

...tu te la sei vissuta così, ok, una cocente ferita al tuo amor proprio di amante ma... a QUATTORDICI ANNI , pensi che i tuoi amichetti o lei fossero dei viveurs consumati e lei si aspettasse - in perfetta consapevolezza del suo corpo e delle sue esigenze - che tu sapessi maneggiare egregiamente il clitoride o che la possedessi in stile kamasutra-tutte-le-posizioni

..io penso di no E penso che a quell'età si cambia talmente tanto e in fretta che saresti stato mollato anche se fossi stato l'unico esemplare al mondo di super-cultura sessuale



Mi spiace che non mi sia fatto comprendere, Arianna (non Juniz).
Non te faccio una colpa. E' un problema di cultura generazionale, probabilmente.

Era impensabile, a 14 anni, pensare di portare a letto una coetanea, almeno per me che non conoscevo nemmeno l'anatomia sessuale femminile. Figuriamoci l'esistenza del clitoride …

Mi rincresce ancora oggi che avessi manifestato una totale ignoranza di fronte ad una ragazza che si aspettava qualche forma di petting. Lei lo conosceva ed io no. In questo senso mi relazionavo alla problematica di Creamy, sul tema della conoscenza.

Poi, siamo rimasti amici, lei ha sposato un mio caro amico, e non ha amabilmente mai più toccato l'argomento.
Le sono rimasto grato per l'amicizia e cordialità che mi dimostra ancora oggi.
Tutto qui.

P.
(------------------;)-----------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

This post has been edited 1 times, last edit by "Pivaldo" (Sep 25th 2019, 3:32pm)


Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora. Ma ho scoperto che non sopporto i cretini, vecchi o giovani che siano.

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,622

Activitypoints: 5,035

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

37

Tuesday, September 24th 2019, 11:51pm

Semplicemente nel 2019 ... appena sento (non dico per Creamy eh, in generale) discorsi che demonizzano le chat, boh non so.

Credo che oggettivamente una grossa fetta di giovani si muova in chat, puo' essere un mezzo, un coadiuvante alla "realtà" ... alla fine che si tratta di chat o live la differenza la fa sempre la persona.


Mi domando se qualcuno abbia pubblicato una CHATETIQUETTE che deroghi dalle normali regole di educazione.

Se non rispondi ad una domanda ti devi aspettare che anche un interlocutore non lo faccia.

Pensavo al messaggio in chat "vorrei sapere come si esce dalla gabbia degli orsi, nella quale sono inavvertitamente caduto facendo un selfie".

P.
(………….__;)''''''''''''''''''''''''')
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

Thor394

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 95

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

38

Wednesday, September 25th 2019, 12:36am



Grosso problema di tutti è sempre iniziare una conversazione e motivarla. E' un po' come i call center che chiamano a casa per venderti qualcosa e bisogna riuscire a non farsi chiudere il tel in faccia o al massimo a farselo chiudere appena si dirà "la chiamo per la tale offerta". Questo perché la chat è un mezzo molto impersonale che comunque facilità il distacco. E' piu' facile che l'approccio dal vivo ma questa facilità si paga con una grossa difficoltà ad instaurare un contatto "umano".

Lascia i "ciao", seguiti da "come va" e "che fai" ... inizia con domande che possono aprire una conversazione, piu' specifiche. Agganciati a qualcosa che riguarda la persona in questione. Che ne so, questa specifica nei film e serie preferite Game of Thrones, e anziche dire "che film guardi?" passa direttamente a "Dai che finale brutto per la serie! Sono ancora traumatizzato" ... rimanere in aspetti generali e periferici, tipo dei gusti musicali o suoi libri rende la conversazione impersonale e formale, la cosa non aiuta.

Poi ci vuole fantasia, autoironia.
Ti ringrazio nuovamente della risposta, sono d'accordissimo con la parte in grassetto, me ne sono accorto pure io infatti... Comunque cercherò di seguire qualche tuo suggerimento se e quando proverò a riscrivere a qualcuna; nonostante questo prendere atto della situazione rimango però un po' della mia idea per la quale mi da abbastanza fastidio dover trovare "escamotage" molto pensati per interessare qualcuna, come appunto una televendita/call center, quando dovrebbe essere una cosa molto più naturale e semplice: ti scrivo e ti piaccio almeno superficialmente/ti potrei interessare? Bene mi rispondi e dopo un po' anche tu dovresti cercare di tagliare a corto per passare a vederci dal vivo visto che appunto la chat è "poco umana"; viceversa, ti faccio schifo/non ti interesso, puoi pure non rispondermi, almeno non "perdo tempo"! Però questo resterà sempre il mio personale "mondo lineare" che non segue dinamiche istintive, bensì razionali, ma che non esiste purtroppo... :pinch:

39

Wednesday, September 25th 2019, 2:45pm

nonostante questo prendere atto della situazione rimango però un po' della mia idea per la quale mi da abbastanza fastidio dover trovare "escamotage" molto pensati per interessare qualcuna, come appunto una televendita/call center, quando dovrebbe essere una cosa molto più naturale e semplice
In realtà non si tratta di escamotage, ma se vogliamo sono "strategie" che restituiscono quello che è la vera spontaneità nei rapporti interpersonali se questi avvenissero in un altro ambiente.

Nel senso che quando una persona la conosci dal vivo sei indotto "naturalmente" a rispettare certi step, certe tempistiche e a creare una confidenza.


L'inganno della chat o dei social è che inducono a credere che le persone (perlopiu' donne) che siano lì sono già "disponibili" anche solo alla conoscenza e basta semplicemente contattarle per ottenerla: Non è così.

E' per quello che il problema principale dei fruitori di sesso maschile di queste app o siti è che non ricevono neanche una risposta e non capiscono perché.

Quindi non puo' essere semplice e naturale perché c'è l'inganno alla base.

Ovviamente poi ci sono quelle che rispondono e "da cosa nasce cosa" ma non è una costante, sono casi fortunati.

Mi spiace che non mi sia fatto comprendere, Juniz.
Pivaldo era arianna l'autrice dei post :D

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,976

Activitypoints: 5,942

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

40

Wednesday, September 25th 2019, 3:13pm


Pivaldo era arianna l'autrice dei post :D


:D shhhh, e quando mi ricapita di passare per una 28enne :assi:

...Pivaldo, ho capito perfettamente e rilancio: a 14 anni essere totalmente ignorante di petting è comune, non straordinario né vergognoso, né tantomeno colpevole. E non c'entrano le generazioni, quelle "di fenomeni" (cit. :rolleyes: ) esistono solo nelle fanfaronate che si raccontano per darsi un po' di tono, a quell'età sono fisiologiche e innocenti.
Ma da attempati possiamo anche dire che l'imbranataggine ci sta tutta agli ingressi dell'adolescenza, anzi si rimpiange pure un po' quella freschezza. E per quanto mi riguarda poteva smettere di rincrescerti subito, altro che ancora oggi ;)

nel frattempo non perdo un post di Juniz su chat e seduzioni, davvero un mondo. Continuo a ritenere che gli approcci fisici siano più velocemente e spontaneamente rivelatori di quelli online, anche o soprattutto quando sono assolutamente mirati al "quaglio" semplicemente sessuale. Quella online penso sia una modalità che al di là della sua diffusione possa offrire gioie e soddisfazioni ma anche rivelarsi molto inadatta a molte persone (non necessariamente attempate eh :D ).

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora. Ma ho scoperto che non sopporto i cretini, vecchi o giovani che siano.

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,622

Activitypoints: 5,035

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

41

Wednesday, September 25th 2019, 3:39pm



Citato da "Pivaldo"

Mi spiace che non mi sia fatto comprendere, Juniz.

Pivaldo era arianna l'autrice dei post



Giusto, 8| errore da rimbambimento notturno. Ho corretto il mio post :hail: .


P.
(----------;)-----------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

Thor394

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 95

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

42

Thursday, September 26th 2019, 12:53am

nonostante questo prendere atto della situazione rimango però un po' della mia idea per la quale mi da abbastanza fastidio dover trovare "escamotage" molto pensati per interessare qualcuna, come appunto una televendita/call center, quando dovrebbe essere una cosa molto più naturale e semplice
In realtà non si tratta di escamotage, ma se vogliamo sono "strategie" che restituiscono quello che è la vera spontaneità nei rapporti interpersonali se questi avvenissero in un altro ambiente.

Nel senso che quando una persona la conosci dal vivo sei indotto "naturalmente" a rispettare certi step, certe tempistiche e a creare una confidenza.


L'inganno della chat o dei social è che inducono a credere che le persone (perlopiu' donne) che siano lì sono già "disponibili" anche solo alla conoscenza e basta semplicemente contattarle per ottenerla: Non è così.

E' per quello che il problema principale dei fruitori di sesso maschile di queste app o siti è che non ricevono neanche una risposta e non capiscono perché.

Quindi non puo' essere semplice e naturale perché c'è l'inganno alla base.

Ovviamente poi ci sono quelle che rispondono e "da cosa nasce cosa" ma non è una costante, sono casi fortunati.




Ti ringrazio di nuovo e continuo a "prendere nota", chissà magari miglioro un po'! :D Comunque davvero, se qualcuno mi avesse spiegato prima queste cose con questa semplicità e chiarezza sarebbe stato sicuramente molto meglio! Dopo 25 anni di vita è sicuramente molto più difficile cambiare concezione e modi di fare... Ma ci provo!
PS: comuque ripensandoci certo che è proprio sfiga non essere capaci o "naturali" ne dal vivo ne in virtuale: se fossi stato portato per almeno una delle due cose tutto sarebbe stato più facile, così devo davvero lavorare intensamente di testa, è... faticoso! :assi: Come quando ho iniziato palestra da 0 essendo stato pigrissimo e sedentario da bambino: un macello per abituarmi (alla fatica, al bruciore ecc) e ingranare, mentre un mio amico, da sempre sportivo, è subito partito a bomba con facilità! Speriamo che vada a finire come per la palestra (ora mi piace tantissimo farla, sto quasi male senza, mi viene "naturale" migliorare di volta in volta e, modestamente, sono fra i migliori nella mia palestra!)

This post has been edited 7 times, last edit by "Thor394" (Sep 26th 2019, 1:04am)


Tommaso Rossi

Giovane Amico

  • "Tommaso Rossi" is male

Posts: 150

Activitypoints: 464

Date of registration: Sep 23rd 2019

  • Send private message

43

Thursday, September 26th 2019, 7:18am

Veramente sono dinamiche abbastanza istintive che stanno alla base di della mente, non della sfera femminile. :)

Se ti chiama un venditore e ti propone un prodotto, tu lo compreresti solo perché ti dice "Lo vuoi provare?". No.
Se lo stesso venditore riesce (senza farti capire che c'entra la vendita del prodotto) a instaurare un dialogo con te, lasciando il prodotto da parte, crea fiducia e simpatia in te: dopo ti sentirai molto piu' invogliato a spendere dei soldi per il suo prodotto e oltretutto forse sarai tu stesso a chiederglielo.

........


Ma questi aspetti, per essere realistici non sono "sufficienti" per ritenersi presi. E' solo una cernita molto superficiale, basata su dati di "superficie" su cosa "potrebbe" interessare.

Il coinvolgimento è tutto un altro discorso e si ottiene solo ed esclusivamente mandando e ricevendo feedback.

Quindi non saresti preso, saresti motivato a fare la prima mossa.

.....

Grosso problema di tutti è sempre iniziare una conversazione e motivarla. E' un po' come i call center che chiamano a casa per venderti qualcosa e bisogna riuscire a non farsi chiudere il tel in faccia o al massimo a farselo chiudere appena si dirà "la chiamo per la tale offerta". Questo perché la chat è un mezzo molto impersonale che comunque facilità il distacco. E' piu' facile che l'approccio dal vivo ma questa facilità si paga con una grossa difficoltà ad instaurare un contatto "umano".

Lascia i "ciao", seguiti da "come va" e "che fai" ... inizia con domande che possono aprire una conversazione, piu' specifiche. Agganciati a qualcosa che riguarda la persona in questione. Che ne so, questa specifica nei film e serie preferite Game of Thrones, e anziche dire "che film guardi?" passa direttamente a "Dai che finale brutto per la serie! Sono ancora traumatizzato" ... rimanere in aspetti generali e periferici, tipo dei gusti musicali o suoi libri rende la conversazione impersonale e formale, la cosa non aiuta.

Poi ci vuole fantasia, autoironia.


Sei indiscutibilmente dotata di una (rara) capacità di analisi unita ad una ancor più rara capacità di sintesi nell'esposizione del tuo pensiero.
Veramente complimenti.

44

Thursday, September 26th 2019, 10:00am

Creamy capisco il tuo sconforto e ti sono vicino, sentire la mancanza di determinate esperienze è lecito perché ahimé sono delle fette di vita importanti e tutti dovremmo avere il sacrosanto diritto di goderne... Hai detto di avere 32 anni, magari la cosa ti mette ancora più ansia perché percepisci l'età che avanza, anch'io ci sono arrivato relativamente tardi (diciamo più tardi della media, ecco) quindi ti capisco. Forse dovresti provare a espandere le tue conoscenze o frequentare posti diversi anche se magari c'è da fare più strada per raggiungerli, eh lo so più facile a dirsi che a farsi, lo so, ma a volte trovarsi in un ambiente completamente nuovo in cui nessuno ti conosce e sa chi sei può fare molto bene.

Solitudine per il resto della vita? Boh, anche se fosse io non la vedo poi così tragica, a volte lo faccio pure io questo pensiero e non mi rende particolarmente inquieto. Ma forse è perché sono in una fase di vita in cui non me ne frega una cippa di avere una donna accanto, da quando mi sono lasciato con la mia ultima ex sono uscito con parecchie donne senza mai riuscire a provare interesse per nessuna di loro, quindi.

Si parlava poi delle chat, social e compagnia bella... Certo, credo che uscirsene dopo mezz'ora di chat con un "ci conosciamo?" oppure scrivere dopo 2/3 giorni "ciao come va?" sbucando dal nulla sia assai controproducente per l'altra parte... Non sono un grande esperto di "rimorchio telematico" perché io sono uno di quelli che se vede una ragazza interessante a una serata ci va vicino, le parla a voce e al massimo si prende un buon sano due di picche anziché cercarla su Facebook il giorno dopo per chattarci, però le chat sono un'arma a doppio taglio perché quando si dice "eh ma in chat non sai chi hai davanti" non è affatto un luogo comune, e attenzione, perché quando chatti con qualcuno anche tu non sai bene chi sei o chi vuoi far credere di essere.

Ma la cosa più negativa delle chat è che è un mondo tutto di apparenze... Io a volte mi diverto a fare un "esperimento". Su Facebook, a differenza di Instagram, quando si pubblica una storia si vede una preview in alto nella home. Se pubblico una storia in cui mi si vede in canotta o a petto nudo magari dopo aver fatto allenamento me la visualizzano decine se non centinaia di donne e qualcuna mi smessaggia anche; se pubblico una storia correlata a uno dei miei hobby/passioni o in cui mostro qualcosa di interessante che ho fatto per lavoro non mi si caga nessuna. Io preferirei il contrario perché mi piacerebbe fare colpo con la mente, non con il corpo, ma in chat non ci si riesce...

Thor394

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 95

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

45

Thursday, September 26th 2019, 8:08pm

Chiedo scusa a creamy visto che continuo a uscire dal topic originario e a parlare di me e chat, però volevo chiedere a Juniz: ho provato oggi a parlare con una ragazza (molto carina secondo me) che avevo aggiunto mesi fa su facebook visto che mi ha accettato solo oggi, quindi ho preso la palla al balzo anche per "fare pratica" con i tuoi consigli. Dunque abbiamo parlato una decina di minuti, le ho chiesto cosa faceva visto che non lo ha specificato su face, mi ha risposto che fa la cameriera in un ristorante dove sono stato l'anno scorso (lei però non c'era ancora a lavorare), quindi le ho detto che mi è piaciuto il ristorante e come si mangia lì e lei era d'accordo con me. Dunque io ho messo faccette quasi a ogni messaggio, lei era di poche parole senza faccette: sinceramente non sembra molto interessata, non mi ha chiesto niente su di me... Ho chiuso il discorso con un :thumbup: (il like blu di messenger): quando va così conviene lasciar perdere se lei non riscrive nulla? Ho sempre questo dubbio, che magari potrei insistere lo stesso anche se le possibilità sono poche e che se non lo faccio ho solo da perderci... Cosa ne pensi?