Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


RaisinGirl

Utente Attivo

Posts: 27

Activitypoints: 88

Date of registration: Jan 2nd 2020

  • Send private message

76

Monday, February 3rd 2020, 1:02am

Al di là del fatto che ci siano abitudini "buone" e "cattive" (che effettivamente mi pare logico e nel mio caso il problema sono ovviamente le seconde...), c'è anche un altro caso: l'aver a che fare con persone abitudinarie.
Nel bene e nel male, persone che si adagiano, che non vorrebbero mai abbandonare i loro schemi, le loro abitudini, i posti...
In questo caso diventa ancora più difficile perché vedi proprio che la persona è restia al cambiamento e devi sempre essere tu a smuovere le acque, a proporre qualcosa, che si tratti semplicemente di provare un nuovo locale o cambiare meta per le vacanze, o provare qualcosa di nuovo. O ancora cercare di risolvere un problema facendo qualcosa di diverso anche se comporta l'uscire dalla propria routine.
In questo caso penso che la mancanza di stimoli e l'appiattimento si acuiscano ancora di più. Solo che talvolta sono dinamiche che si rendono evidenti dopo un bel po' di tempo insieme...

marialucialandolfi

Giovane Amico

  • "marialucialandolfi" is female

Posts: 177

Activitypoints: 534

Date of registration: Jan 19th 2009

Location: ROMA

Occupation: COACH PROBLEMI DI COPPIA

  • Send private message

77

Wednesday, February 5th 2020, 3:16pm

I problemi di coppia causati dall'abitutine

L'abitudine è il nemico numero uno della coppia, quello che crea la maggior parte dei problemi di coppia e che purtroppo le sfascia. Come e perchè chiedevi.
Il problema di base è che in ogni rapporto si arriva ad un punto in cui ci si sente arrivati (per qualcuno è il fidanzamento, per qualcuno la convivenza, per altri il matrimonio) come se essere arrivati ad una determinata fase del rapporto di coppia ne sia in qualche modo il punto di arrivo.
SI dimentica che in realtà nella vita, in generale, ma ancora di più in un rapporto di coppia, nulla è scontato e non bisogna mai sentirsi arrivati.
Per farmi capire meglio la coppia è come un albero: all'inizio quando è un piccolo germoglio è naturale dedicargli molta cura e attenzione; man mano che cresce (dopo un anno due tre) è certamente più forte e sembra meno bisognoso di cure, quando però c'è qualche evento che lo minaccia (tempeste, parassiti etc) si corre subito ai ripari; andando avanti negli anni (10-15) questa pianta diventa più forte e rigogliosa e si attende solo che dia i frutti in primavera, ormai si fanno solo le cose necessarie per far si che non muoia ma non ci si dedica più tempo e attenzione; trascorso molto tempo (20 - 25 anni) l'albero è lì con il suo fusto grande e forte che fa ombra d'estate e da frutti in primavera, si crede, per errore, che non ci sia più molto da fare e alla fine lo si lascia lì nonostante i pericoli siano sempre in agguato... arriva un brutto inverno e le radici si gelano e l'albero muore.
I problemi di coppia possono manifestarsi in una qualunque di queste fasi e bisogna si cercare di porvi rimedio ma bisognerebbe cominciare a fare un lavoro di prevenzione: dedicarsi del tempo da soli, vivere dei momenti di intimità senza fretta, continuare a sedurre l'altro etc.
Solo così non si vivrà la tanto temuta "abitudine" e soprattutto non ci si espone al rischio della "rottura".
Marialucia Landolfi

aconito

Giovane Amico

  • "aconito" is male

Posts: 301

Activitypoints: 938

Date of registration: Aug 25th 2019

Location: nord italia

  • Send private message

78

Thursday, February 6th 2020, 10:05am

L'abitudine è il nemico numero uno della coppia, quello che crea la maggior parte dei problemi di coppia e che purtroppo le sfascia. Come e perchè chiedevi.
Il problema di base è che in ogni rapporto si arriva ad un punto in cui ci si sente arrivati (per qualcuno è il fidanzamento, per qualcuno la convivenza, per altri il matrimonio) come se essere arrivati ad una determinata fase del rapporto di coppia ne sia in qualche modo il punto di arrivo.
SI dimentica che in realtà nella vita, in generale, ma ancora di più in un rapporto di coppia, nulla è scontato e non bisogna mai sentirsi arrivati.
Per farmi capire meglio la coppia è come un albero: all'inizio quando è un piccolo germoglio è naturale dedicargli molta cura e attenzione; man mano che cresce (dopo un anno due tre) è certamente più forte e sembra meno bisognoso di cure, quando però c'è qualche evento che lo minaccia (tempeste, parassiti etc) si corre subito ai ripari; andando avanti negli anni (10-15) questa pianta diventa più forte e rigogliosa e si attende solo che dia i frutti in primavera, ormai si fanno solo le cose necessarie per far si che non muoia ma non ci si dedica più tempo e attenzione; trascorso molto tempo (20 - 25 anni) l'albero è lì con il suo fusto grande e forte che fa ombra d'estate e da frutti in primavera, si crede, per errore, che non ci sia più molto da fare e alla fine lo si lascia lì nonostante i pericoli siano sempre in agguato... arriva un brutto inverno e le radici si gelano e l'albero muore.
I problemi di coppia possono manifestarsi in una qualunque di queste fasi e bisogna si cercare di porvi rimedio ma bisognerebbe cominciare a fare un lavoro di prevenzione: dedicarsi del tempo da soli, vivere dei momenti di intimità senza fretta, continuare a sedurre l'altro etc.
Solo così non si vivrà la tanto temuta "abitudine" e soprattutto non ci si espone al rischio della "rottura".
mi è piaciuto l'esempio dell' albero. a me invece viene in mente l'esempio della fiamma, che, se non adeguatamente alimentata con ossigeno, si affievolisce e muore. infatti per me così è stato.
"mai discutere con un idiota. ti trascina al suo livello e ti batte con l' esperienza". Oscar Wilde

marialucialandolfi

Giovane Amico

  • "marialucialandolfi" is female

Posts: 177

Activitypoints: 534

Date of registration: Jan 19th 2009

Location: ROMA

Occupation: COACH PROBLEMI DI COPPIA

  • Send private message

79

Thursday, February 6th 2020, 2:19pm

mi è piaciuto l'esempio dell' albero. a me invece viene in mente l'esempio della fiamma, che, se non adeguatamente alimentata con ossigeno, si affievolisce e muore. infatti per me così è stato.
E' molto bella anche la tua metafora, ed è significativo che per ognuno di noi l'amore si raffiguri in modo unico. E' la meraviglia di una delle emozioni più grandi che esistano: è universale e personale allo stesso tempo.
Marialucia Landolfi

Tiziana1970

Nuovo Utente

  • "Tiziana1970" is female

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Jan 8th 2020

Location: Piemonte

Occupation: Impiegata comunale

  • Send private message

80

Sunday, February 9th 2020, 7:03pm

c'è un seguito

Sposata da 25 anni, più 7 anni di fidanzamento, pensavo fossimo una coppia stabile .... 4 anni fa scopro che lui chatta con un'altra, mi mente e mi fa credere che il messaggio era un errore .... dopo altro tempo scopro che invece si sentiva e scriveva a questa persona .... altre bugie mi dice che eras di Venezia ci riproviamo di nuovo.... ogni volta mi ha mentito ... ci riproviamo ancora...scopro che è della ns città anzi lavora nella sua azienda ... adesso dopo gravissimi problemi di salute di mia mamma che mi hanno costretta a stare lontana io abito in Piemonte mia mamma a Napoli ... scopro che si sentono ancora :hmm: ... Ora ci riproviamo ma nn so se riesco a passare sopra a tutto ciò lui nn vuole darmi spiegazioni in merito dirmi cosa c'è stato...
Adesso la questione è ... che fare ? Finché una coppia va avanti nelle reciproche stima, affetto e rispetto va tutto bene , ma se tt questo nn c'è più .... Portare avanti un rapporto perché è più comodo piuttosto che rimettersi in gioco o perché nn si vogliono ferire i genitori anziani o perché nn ci sono i soldi per mantenere un'altra casa ... Le figlie 15 e 17 sono grandi ma nn abbastanza ...
chattare e telefonare ad un' altra persona significa obbligatoriamente tradire?

Ho scoperto che è andato a casa sua … lui dice per vedere la casa perch<è ha tras
locato da poco… nn so fosse stato solo il sentirsi al telefono o prendere un caffè…. mi sembra ci sia di più … oltretutto sono in un periodo nero è appena mancata mia mamma che stava male da ottobre (a Napoli) pertanto io per assisterla mi sono assentata spesso… Anche io pensavo ma sì se parlano solo ma a questo punto non so … le bugie hanno le gambe corte !

Tiziana1970

Nuovo Utente

  • "Tiziana1970" is female

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Jan 8th 2020

Location: Piemonte

Occupation: Impiegata comunale

  • Send private message

81

Monday, February 10th 2020, 5:26am

Purtroppo a volte ci si accorge troppo tardi che l’amore nn è stato coltivato e a quel punto non c’è molto da fare.
La vita non sempre ti lascia il tempo di fermarti a riflettere ...
L'abitudine è il nemico numero uno della coppia, quello che crea la maggior parte dei problemi di coppia e che purtroppo le sfascia. Come e perchè chiedevi.
Il problema di base è che in ogni rapporto si arriva ad un punto in cui ci si sente arrivati (per qualcuno è il fidanzamento, per qualcuno la convivenza, per altri il matrimonio) come se essere arrivati ad una determinata fase del rapporto di coppia ne sia in qualche modo il punto di arrivo.
SI dimentica che in realtà nella vita, in generale, ma ancora di più in un rapporto di coppia, nulla è scontato e non bisogna mai sentirsi arrivati.
Per farmi capire meglio la coppia è come un albero: all'inizio quando è un piccolo germoglio è naturale dedicargli molta cura e attenzione; man mano che cresce (dopo un anno due tre) è certamente più forte e sembra meno bisognoso di cure, quando però c'è qualche evento che lo minaccia (tempeste, parassiti etc) si corre subito ai ripari; andando avanti negli anni (10-15) questa pianta diventa più forte e rigogliosa e si attende solo che dia i frutti in primavera, ormai si fanno solo le cose necessarie per far si che non muoia ma non ci si dedica più tempo e attenzione; trascorso molto tempo (20 - 25 anni) l'albero è lì con il suo fusto grande e forte che fa ombra d'estate e da frutti in primavera, si crede, per errore, che non ci sia più molto da fare e alla fine lo si lascia lì nonostante i pericoli siano sempre in agguato... arriva un brutto inverno e le radici si gelano e l'albero muore.
I problemi di coppia possono manifestarsi in una qualunque di queste fasi e bisogna si cercare di porvi rimedio ma bisognerebbe cominciare a fare un lavoro di prevenzione: dedicarsi del tempo da soli, vivere dei momenti di intimità senza fretta, continuare a sedurre l'altro etc.
Solo così non si vivrà la tanto temuta "abitudine" e soprattutto non ci si espone al rischio della "rottura".
L'abitudine è il nemico numero uno della coppia, quello che crea la maggior parte dei problemi di coppia e che purtroppo le sfascia. Come e perchè chiedevi.
Il problema di base è che in ogni rapporto si arriva ad un punto in cui ci si sente arrivati (per qualcuno è il fidanzamento, per qualcuno la convivenza, per altri il matrimonio) come se essere arrivati ad una determinata fase del rapporto di coppia ne sia in qualche modo il punto di arrivo.
SI dimentica che in realtà nella vita, in generale, ma ancora di più in un rapporto di coppia, nulla è scontato e non bisogna mai sentirsi arrivati.
Per farmi capire meglio la coppia è come un albero: all'inizio quando è un piccolo germoglio è naturale dedicargli molta cura e attenzione; man mano che cresce (dopo un anno due tre) è certamente più forte e sembra meno bisognoso di cure, quando però c'è qualche evento che lo minaccia (tempeste, parassiti etc) si corre subito ai ripari; andando avanti negli anni (10-15) questa pianta diventa più forte e rigogliosa e si attende solo che dia i frutti in primavera, ormai si fanno solo le cose necessarie per far si che non muoia ma non ci si dedica più tempo e attenzione; trascorso molto tempo (20 - 25 anni) l'albero è lì con il suo fusto grande e forte che fa ombra d'estate e da frutti in primavera, si crede, per errore, che non ci sia più molto da fare e alla fine lo si lascia lì nonostante i pericoli siano sempre in agguato... arriva un brutto inverno e le radici si gelano e l'albero muore.
I problemi di coppia possono manifestarsi in una qualunque di queste fasi e bisogna si cercare di porvi rimedio ma bisognerebbe cominciare a fare un lavoro di prevenzione: dedicarsi del tempo da soli, vivere dei momenti di intimità senza fretta, continuare a sedurre l'altro etc.
Solo così non si vivrà la tanto temuta "abitudine" e soprattutto non ci si espone al rischio della "rottura".

marialucialandolfi

Giovane Amico

  • "marialucialandolfi" is female

Posts: 177

Activitypoints: 534

Date of registration: Jan 19th 2009

Location: ROMA

Occupation: COACH PROBLEMI DI COPPIA

  • Send private message

82

Tuesday, February 11th 2020, 2:06pm

Purtroppo a volte ci si accorge troppo tardi che l’amore nn è stato coltivato e a quel punto non c’è molto da fare.
La vita non sempre ti lascia il tempo di fermarti a riflettere ...
Hai assolutamente ragione la vita con la sua frenesia purtroppo ti trascina fuori dal rapporto di coppia. C'è sempre tempo per risolvere i problemi di coppia, la domanda da farsi è: ne vale la pena?
Marialucia Landolfi

aconito

Giovane Amico

  • "aconito" is male

Posts: 301

Activitypoints: 938

Date of registration: Aug 25th 2019

Location: nord italia

  • Send private message

83

Tuesday, February 11th 2020, 2:18pm

Purtroppo a volte ci si accorge troppo tardi che l’amore nn è stato coltivato e a quel punto non c’è molto da fare.
La vita non sempre ti lascia il tempo di fermarti a riflettere ...
Hai assolutamente ragione la vita con la sua frenesia purtroppo ti trascina fuori dal rapporto di coppia. C'è sempre tempo per risolvere i problemi di coppia, la domanda da farsi è: ne vale la pena?
bella domanda. si valuterà di volta in volta.

io ho vissuto una crisi di coppia dove la soluzione non esisteva, e la coppia ha cessato si esistere: ognuno per la sua strada.
"mai discutere con un idiota. ti trascina al suo livello e ti batte con l' esperienza". Oscar Wilde

marialucialandolfi

Giovane Amico

  • "marialucialandolfi" is female

Posts: 177

Activitypoints: 534

Date of registration: Jan 19th 2009

Location: ROMA

Occupation: COACH PROBLEMI DI COPPIA

  • Send private message

84

Wednesday, February 12th 2020, 2:48pm

bella domanda. si valuterà di volta in volta.

io ho vissuto una crisi di coppia dove la soluzione non esisteva, e la coppia ha cessato si esistere: ognuno per la sua strada.
Beh la risposta in quel caso è stata chiarissima! Troppo spesso però non è sempre così definito (bianco o nero) ed è necessario un parere esterno che possa aiutare a trovare un pò di "luce"!
Marialucia Landolfi

Tiziana1970

Nuovo Utente

  • "Tiziana1970" is female

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Jan 8th 2020

Location: Piemonte

Occupation: Impiegata comunale

  • Send private message

85

Monday, February 17th 2020, 12:38pm

Purtroppo a volte ci si accorge troppo tardi che l’amore nn è stato coltivato e a quel punto non c’è molto da fare.
La vita non sempre ti lascia il tempo di fermarti a riflettere ...
Hai assolutamente ragione la vita con la sua frenesia purtroppo ti trascina fuori dal rapporto di coppia. C'è sempre tempo per risolvere i problemi di coppia, la domanda da farsi è: ne vale la pena?


La questione adesso è.... in questi 4 anni lui ha voluto ricostruire ma solo una facciata di famiglia 'felice' , tra noi nn si parla di sentimenti né tanto meno di quello che c'è stato con l'altra.... ma nn è ignorando il problema che si risolve... Lui poi tutte le volte che discutiamo riesce a farmi sentire in colpa... nonostante io gli sia stata
sempre fedele ...

Tiziana1970

Nuovo Utente

  • "Tiziana1970" is female

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Jan 8th 2020

Location: Piemonte

Occupation: Impiegata comunale

  • Send private message

86

Monday, February 17th 2020, 12:42pm

[/quote]
Purtroppo a volte ci si accorge troppo tardi che l’amore nn è stato coltivato e a quel punto non c’è molto da fare.
La vita non sempre ti lascia il tempo di fermarti a riflettere ...
Hai assolutamente ragione la vita con la sua frenesia purtroppo ti trascina fuori dal rapporto di coppia. C'è sempre tempo per risolvere i problemi di coppia, la domanda da farsi è: ne vale la pena?
bella domanda. si valuterà di volta in volta.

io ho vissuto una crisi di coppia dove la soluzione non esisteva, e la coppia ha cessato si esistere: ognuno per la sua strada.

Ci ho pensato e ripensato, ma non voglio avere una persona al mio fianco che mi dice bugie, mi nasconde cose, e sta con me perché poi sono 30 anni che stiamo insieme.... ma se è stata tutta una finzione?

...non riesco neanche a lasciarlo, vorrei che fosse umile e si 'pentisse' di essersi comportato così...e forse potremmo ricominciare ...

Similar threads