Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Piero79

Nuovo Utente

  • "Piero79" has been banned
  • "Piero79" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: Mar 28th 2018

  • Send private message

1

Wednesday, March 28th 2018, 1:59am

Sicuri che esista una guarigione?

Mi ritrovo a scrivere in questo forum sicuramente per il vostro stesso motivo.
Vi racconto la mia storia o meglio l' inizio del mio incubo!

Ho fatto uso di cannabis e alcol per molti anni, dai 14 ai 30/33.
Un giorno ero allo stadio, avevo bevuto e fumato e tutto a un tratto penso di avere un infarto! Non sto qui a descrivervi i sentori e l' incubo vissuto con il primo attacco di panico, in un luogo super affollato (che però amavo svisceratamente e che sentivo come la mia casa) dove non ho potuto ricevere sostegno e aiuto da nessuno dei miei conoscenti per oltre tre ore,.... solo dalla croce rossa.

Parlo di circa 8 anni fà, ben 8 anni fà. Sono oramai 4/5 anni che gli attacchi non si presentano più, forse solo una volta un annetto fà ma non si è concretizzato del tutto.
Purtroppo restano i disagi e non riesco a lasciarmi questa "malattia" alle spalle.

Prendo cipralex ed efexor da 20mg, uno la mattina e uno la sera, ma oramai mi sento schiavo delle medicine e di questo sentore di malessere che mi attanaglia e che non riesco a scrollarmi di dosso.
Avverto quasi tutti i giorni, quasi sempre da metà pomeriggio ansia e giramenti di testa, mi sento stanco e spossato. Tutto questo mi porta a rendermi conto che oramai gli attacchi di panico riesco a controllarli, ma allo stesso tempo triste perchè non riesco a sentirmi bene come vorrei.

Tutto ha avuto inizio come già detto circa 8 anni fà:
- avevo preso una nuova casa con la mia compagna dato che aspettavamo una bambina e lo stress del trasloco...
- avevo cambiato lavoro e investito tutti i miei averi e per fortuna quella è stata una scelta felice!
- ci avevano detto che la nostra bambina avrebbe avuto con molta probabilità(90%) malformazioni al viso, alle mani, o alla spina dorsale a causa di un medicinale sperimentale che la mia compagna prendeva per i mal di testa.,
Ci avevano consigliato di abortire, ma abbiamo aspettato tre mesi e fatto tutti i vari controlli tra cui la miocentesi e per fortuna oggi ho una famiglia e una figlia meravigliosa.

Un insieme di "cose" che non mi facevano più dormire, sentivo il cervello vigile che ragionava durante il sonno, i dubbi mi attanagliavano la mente e il pensiero di mia figlia......

Ora sono qui a chiedere aiuto a chi ha passato le mie stesse pene, a chi le sta passando e a chi anche con un saluto o una parola di sostegno può portarmi un po' di conforto.
Vorrei smettere di prendere medicine, vorrei smettere di sentirmi male, vorrei essere una persona felice, poter dire un giorno: [email protected] oggi mi son sentito davvero bene!
Sono stanco di questa situazione!!

2

Wednesday, March 28th 2018, 8:34am

Ciao Piero, purtroppo lo stress è un grande nemico per il nostro corpo. Mi sono trovata per 2 volte in situazioni molto stressanti ed entrambe volte il mio organismo ha reagito parecchio male.

Sono 8 anni che prendi queste medicine?hai associato una terapia?
Secondo me dovresti parlare (se non l'hai già fatto) con uno psichiatra, lui potrà valutare il quadro della situazione,inquadrare il tuo malessere attuale, eventualmente fare un po' di psicoterapia, cambiare i dosaggi ecc.
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

Piero79

Nuovo Utente

  • "Piero79" has been banned
  • "Piero79" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: Mar 28th 2018

  • Send private message

3

Wednesday, March 28th 2018, 1:54pm

é proprio quello che non ho mai fatto, psicoterapia.
Mi hanno associato solo medicine e basta, nient' altro.

A chi devo rivolgermi di preciso?
Lo psichiatra che mi ha seguito lo vedo solo come un mangiatore di soldi: mi chiede come va, aumenta o abbassa la terapia e mi spilla 80€ in 10 minuti di visita.

Hope00

Giovane Amico

Posts: 226

Activitypoints: 717

Date of registration: Jan 28th 2011

  • Send private message

4

Wednesday, March 28th 2018, 2:41pm

Ciao, qui più o meno tutti sappiamo cosa vuol dire convivere con l'ansia che anche quando non produce attacchi veri e propri, rimane comunque invalidante. Purtroppo i farmaci possono aiutare fino ad un certo punto, possono rilassarti a livello fisiologico ma a livello cognitivo fanno poco. L'ansia fa parte della vita di tutti gli esseri umani ma per alcuni tende a cronicizzarsi divenendo parte della quotidianità. L'unica cosa che si può fare di veramente concreto per migliorare la propria vita quando si tende a cadere nell'ansia è fare un percorso personale che consenta di sviluppare strategie cognitive/mentali che permettano di affrontarla e gestirla in modo positivo. Il problema di fondo dei disturbi d'ansia sono gli stili mentali che ci stanno dietro, solo modificando quelli è possibile "guarire". Imparare a stare con la propria ansia e il disagio che ci crea (fisico e mentale), senza lasciarci sopraffare dal panico, è la vera chiave per uscirne. Si tratta di un tipo di lavoro che a volte può richiedere la guida di uno specialista per essere realizzato. Io ti consiglio di provare un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale per i disturbi d'ansia, in modo da accrescere la tua consapevolezza dei tuoi processi mentali e imparare a gestirli in maniera positiva. Se imparerai a tollerare il disagio e rieducherai la tua mente a trovare delle strategie alternative al panico, vedrai che ti libererai dalla schiavitù delle medicine. In bocca al lupo di cuore.

Piero79

Nuovo Utente

  • "Piero79" has been banned
  • "Piero79" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: Mar 28th 2018

  • Send private message

5

Wednesday, March 28th 2018, 3:45pm

Per rimuovere le medicine, sicuramente ci vorrà molto tempo dato che mi basta saltare una pillola la sera, per poi sentirmi il giorno successivo un ubriaco.

Ciò che mi preme adesso, è trovare uno psicoterapeuta in gamba, che sappia realmente aiutarmi e non solo spillarmi soldi.
Ne conoscete qualcuno su Bari e provincia(sud)?
Sapete come cercare e a chi chiedere?!

6

Wednesday, March 28th 2018, 4:18pm

Le figure in ballo sono molteplici.
La figura dello psicoterapetura è o quella di uno psichiatra che ha fatto la scuola di psicoterapia, o di uno psicologo che ha fatto il medesimo percorso.
Gli psichiatri, essendo medici, possono prescrivere anche i farmaci.
Gli psicologi, laureati in psicologia non possono farlo.

Nel tuo caso potresti domandare al tuo psichiatra se può indirizzarti verso un collega psicoterapeuta o se lui possiede la specializzazione per intraprendere questo percorso.

In alternativa puoi rivolgerti alla ASL, o consultare uno psicoterapeuta privato che si occupi di attacchi di panico.

Questo è quello che farei io se fossi nella tua situazione. Ricordati sempre di verificare che abbiano le specializzazioni e le competenze per gestire i dosaggi dei farmaci ;)

Per il resto concordo con Hope00 sulle considerazioni nell'imparare a gestire l'ansia ed il panico che ci attanaglia.

facci sapere :)
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,466

Activitypoints: 3,803

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

7

Wednesday, March 28th 2018, 4:40pm

Ciao, benvenuto. Ho scritto qualche thread e diversi post con le mie esperienze. Non sto a riscrivere le stesse cose. L'emotività può essere alterata da eventi esterni o da problemi fisici, 8 anni fa avevi tante cose a cui pensare. Mi permetto scrivere che dopo 8 anni di farmaci, rischieresti, ma non sono medico, un poco di dipendenza, pertanto la psicoterapia sarebbe utile, forse era più utile una volta passato il periodo più cupo, in cui i farmaci sono indispensabili. E 80 euro ti è ancora andata bene. Una volta che hai capito cosa ti ha portato a questa situazione, puoi convivere e gestire situazioni simili affinché tu non stia più così tanto male se succede ancora qualcosa di simile. Ma non si può cambiare il passato. Quindi psicoterapia, e i conti saranno salati. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Hope00

Giovane Amico

Posts: 226

Activitypoints: 717

Date of registration: Jan 28th 2011

  • Send private message

8

Wednesday, March 28th 2018, 5:07pm

Purtroppo è normale che le pillole ti facciano quell'effetto. Non si tratta di caramelle come ben saprai e alterare i dosaggio o la frequenza d'assunzione da degli effetti fisici. Se li prendi da 8 anni, come ti hanno già detto, bisogna valutare la possibilità che ci sia in corso una dipendenza e in quel caso bisogna che ci sia un professionista che ti aiuti ad uscirne con i giusti ritmi e sapendo trattare gli inevitabili sintomi iniziali di astinenza. Prima di pensare a questo, cmq, sarebbe meglio intraprendere una psicoterapia (quella elettiva per ansia e disturbi di panico attualmente è la cognitivo comportamentale) ed eventualmente, successivamente, valutare l'idea di modificare la terapia farmacologica anche in accordo con lo psichiatra.

Piero79

Nuovo Utente

  • "Piero79" has been banned
  • "Piero79" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: Mar 28th 2018

  • Send private message

9

Thursday, March 29th 2018, 1:27am

<è la strada che sono deciso a percorrere, psicoterapia!
Sapete orientativamente quali sono i costi a seduta e quante sedute potranno servire?!?

Hope00

Giovane Amico

Posts: 226

Activitypoints: 717

Date of registration: Jan 28th 2011

  • Send private message

10

Thursday, March 29th 2018, 12:49pm

Ci sono percorsi di psicoterapia cognitivo comportamentale brevi che nel giro di 10 sedute possono aiutarti a migliorare la gestione degli attacchi di panico e dell'ansia in generale, si tratta per lo più di psicoterapia breve strategica. Se ti può essere d'aiuto, magari prova a leggere qualcosa del prof. Nardone che è il pioniere di questo tipo di terapia. I costi variano in base alla regione ma dovrebbero aggirarsi tra i 60 e i 100 a seduta (per un privato). Cmq generalmente il numero di sedute viene stabilito dal professionista, in base agli obiettivi da raggiungere ma a differenza della psicoanalisi dinamica, l'approccio cognitivo comportamentale è più mirato alla risoluzione delle difficoltà quotidiane del qui e ora (mentre la psicoanalisi classica è incentrata più sull'indagare il passato) quindi generalmente riesce a portare dei buoni risultati, senza rimanere in terapia per anni e anni. E' bene sottolineare che la "rapidità" non è sinonimo di "superficialità" della terapia, semplicemente si tratta di percorsi maggiormente mirati a obiettivi circoscritti ( al contrario di una terapia più lunga e più "generalizzata" alla personalità dell'individuo), al fine di migliorare la qualità della vita quotidiana.

This post has been edited 1 times, last edit by "Hope00" (Mar 29th 2018, 1:11pm)


Piero79

Nuovo Utente

  • "Piero79" has been banned
  • "Piero79" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: Mar 28th 2018

  • Send private message

11

Friday, March 30th 2018, 1:40am

Spero realmente che possa essere la strada giusta!
Spero di trovare una soluzione a questo problema.
Spero di poter tornare quello di una volta per potermi godere le mie figlie e la mia famiglia!

Similar threads