Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

1

Saturday, November 7th 2020, 1:05pm

notte da incubo

Scusate, so che faccio davvero troppi post, ma se non mi sfogo un po' qui non ho altre occasioni, a parte quando sento lo psicoterapeuta.
Ultimamente mi sembrava di aver fatto un po' di miglioramenti, avevo fatto una serie di esposizioni ed ero molto concentrata sui miei progetti di lavoro. L'ultima notte però è stata da incubo, sono stata sveglia tutto il tempo, fino all'alba. Ieri sera stavo guardando un documentario, quando è arrivato il vicino del piano di sopra (fortunatamente, pur essendo in zona rossa, vedo che esce lo stesso e per me tanto di guadagnato perché quando tutto è tranquillo e silenzioso anche io sono tranquilla). Siccome ho particolarmente timore di questa persona, quando lo sento camminare nervosamente avanti e indietro, specie di notte, spostare oggetti ecc. si innescano i miei pensieri ossessivi. Quindi ieri sera quando è arrivato e dopo un po' sentivo che discuteva animatamente con un tono di voce alto, ho cominciato con i pensieri "ce l'ha con me, ho fatto rumore, ho urlato senza rendermene conto, chiamerà i vigili, mi denuncerà ecc. ecc.".
Beh, ora non vorrei concentrarmi di nuovo su questioni del tipo "è impossibile che io abbia urlato", "è lui che ha problemi" ecc. Tanto ho visto che argomenti di questo tipo mi tranquillizzano per un po', ma poi ricomincio daccapo.
L'unica soluzione in questi casi, come ho constatato, è spostare l'attenzione su altre cose che mi interessano. Ad es., negli ultimi tempi ho ottenuto discreti risultati con i documentari in lingua straniera con sottotitoli in lingua straniera (così impegno la vista, l'udito e in più leggo, il che dovrebbe richiedere una discreta concentrazione). Però ieri notte non ha funzionato nemmeno questo. Sono stata tutta la notte a guardare documentari (con l'auricolare in un orecchio) senza chiudere occhio. L'ho sentito camminare tutta la notte. Cercavo di concentrarmi sul documentario, ma non potevo fare a meno di tanto in tanto di stoppare e ascoltare (il che non fa che peggiorare la cosa, perché è una forma di controllo, di verifica che accresce l'ansia). In certi momenti avrei voluto davvero urlare e insultarlo e mi dicevo "oddio, e se adesso urlo?".
Comunque, la questione è: come affronterò la prossima notte? Già mi ci vedo, con gli occhi fissi sullo schermo (fra l'altro ho persino esaurito i documentari) mentre sussulto ad ogni rumore.
Fra parentesi, il fatto stesso di pensare già a stanotte da un lato è sbagliato perché non fa che coltivare l'ansia. Ed in effetti forse se nei giorni scorsi, quando ho saputo del lockdown, non mi fossi subito messa a pensare "oddio, il vicino sarà 24 ore su 24 a casa" ieri non sarei stata in quelle condizioni. Dall'altro forse adesso che ho esternato la cosa mi aiuterà a rimuginarci un po' meno.
Tra l'altro spero che la notte insonne mi aiuti a crollare prima.

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 766

Activitypoints: 2,677

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

2

Saturday, November 7th 2020, 3:00pm

Le cose non sono mai lineari. Quest'estate avevo scalato quasi tutti i farmaci. Ho scritto anche un post trionfale. Poi si affacciato un problemino giudiziario che poteva coinvolgermi e ho ripreso qualche goccia in più. Poi la vicenda della ragazzina col gas mi ha costretto a prendere il dosaggio completo e a vedere settimanalmente lo psichiatra. Adesso mi sono tranquillizzato e sto ricominciando a scalare.
Può succedere di avere una notte infame. Però basta non pensarci troppo.

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,089

Activitypoints: 9,526

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

3

Saturday, November 7th 2020, 3:22pm

Scusa ma vorrei chiederti se hai ragioni concrete per temere questo vicino e la sua presunta aggressività nei tuoi confronti.
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

4

Saturday, November 7th 2020, 3:45pm

Scusa ma vorrei chiederti se hai ragioni concrete per temere questo vicino e la sua presunta aggressività nei tuoi confronti.


Non è che temo che il vicino mi faccia del male, è che quando lo sento urlare, camminare incessantemente di notte, ecc. questa situazione funge da trigger per la mia ossessione (paura di aver urlato senza accorgermene, di aver urlato cose inopportune ecc.), ossessione che a sua volta è nata dal fatto che in alcune occasioni mi è realmente capitato di pensare ad alta voce di fronte a terzi. In pratica penso di averlo disturbato, svegliato ecc.
Essendo un'ossessione c'è una buona componente irrazionale, di cui peraltro sono consapevole, ma le ossessioni sono così. Analizzando razionalmente la cosa, mi dico che se avessi fatto effettivamente qualcosa a quest'ora si sarebbe già lamentato con il proprietario di casa, che è proprietario di tutto il palazzo oppure sarebbe sceso a bussare e suonare. Ma gli argomenti razionali lasciano il tempo che trovano.
Comunque, al di là dell'ossessione, quando ad es. lo sento urlare trasalisco istintivamente, ieri avevo le palpitazioni. Oppure certe notti sto dormendo, lui rincasa magari all'1 o alle 2, sento sbattere cose e porte, il parquet cigolare, mi sveglio di colpo e mi sale l'angoscia.

Considerato che odio questa casa dal 1° giorno che ci ho messo piede, vicino a parte, ne sto cercando un'altra da un po' e per evitare di ricadere in questo loop cerco solo appartamenti all'ultimo piano o meglio ancora case indipendenti, ma è difficile, specie in questo periodo.

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

5

Saturday, November 7th 2020, 3:51pm

Le cose non sono mai lineari. Quest'estate avevo scalato quasi tutti i farmaci. Ho scritto anche un post trionfale. Poi si affacciato un problemino giudiziario che poteva coinvolgermi e ho ripreso qualche goccia in più. Poi la vicenda della ragazzina col gas mi ha costretto a prendere il dosaggio completo e a vedere settimanalmente lo psichiatra. Adesso mi sono tranquillizzato e sto ricominciando a scalare.
Può succedere di avere una notte infame. Però basta non pensarci troppo.


Infatti, sembra banale, ma alla fine l'unica è cercare di pensarci il meno possibile. Anche pensarci per elaborare nuove strategie di soluzione è deleterio.
Per la prossima notte ho solo messo netflix sul cellulare, così avrò una nuova scorta di documentari ^^
Mi spiace per la storia della ragazzina, non avevo capito che ti avesse turbato tanto, ma effettivamente dev'essere stata un'esperienza bella tosta.

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 766

Activitypoints: 2,677

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

6

Saturday, November 7th 2020, 5:13pm

Si la vicenda è stata molto dura. Potevo saltare in aria con tutto il condominio

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 766

Activitypoints: 2,677

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

7

Sunday, November 8th 2020, 12:38am

paura di aver urlato senza accorgermene, di aver urlato cose inopportune


Se hai questa paura, ti do un consiglio che uno psicologo, per altri motivi, ha dato a me. Tenere un registratore sempre acceso. Quindi se pensi di aver urlato. Lo fermi e riascolti se effettivamente è successo quello che pensi

Allegria!

Giovane Amico

Posts: 278

Activitypoints: 946

Date of registration: May 26th 2020

  • Send private message

8

Friday, November 13th 2020, 8:35am

Ciao Finnicella!
Come va, come sono andate le notti successive?
Capitano sempre i "capitomboli" nel percorso di guarigione.. una notte in bianco, un attacco di panico, una giornata no.. ma come hai detto bene tu, bisogna cercare di spostare il pensiero su altro. Il mio vecchio psichiatra mi diceva sempre, a questo proposito: si ricordi che il nostro cervello non può pensare due cose contemporaneamente! Cerchi di scegliere il pensiero "buono", nutra la parte buona e non l'ansia.. "

Forza!!! Un abbraccio fortissimo!!
Buona giornata!

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

9

Friday, November 13th 2020, 9:10am

Ciao Allegria! alla sera mi do ai documentari che lascio accesi anche quando mi addormento (con gli auricolari). Mi aiutano a rilassarmi, poi prima di andare a dormire prendo qualche goccia alle erbe (non assumo farmaci, mai presi). Stanotte in particolare ho dormito proprio bene :)

Un abbraccio, passa una bella giornata!!!

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 538

Activitypoints: 1,471

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

10

Friday, November 13th 2020, 3:21pm

paura di aver urlato senza accorgermene, di aver urlato cose inopportune


Se hai questa paura, ti do un consiglio che uno psicologo, per altri motivi, ha dato a me. Tenere un registratore sempre acceso. Quindi se pensi di aver urlato. Lo fermi e riascolti se effettivamente è successo quello che pensi

E tu hai seguito questo consiglio? Non sono uno psicologo ma come consiglio mi lascia assai perplesso, mi sembra un modo di incentivare le tendenze ossessive, e mi ricorda l'espediente messo in atto dal paranoico protagonista del romanzo di Philiph Dick "A scanner darkly", solo che li si trattava di un video.

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 766

Activitypoints: 2,677

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

11

Friday, November 13th 2020, 3:23pm

Se devo essere sincero non l'ho messo in pratica.
Il mio problema era un altro.

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

12

Friday, November 13th 2020, 4:33pm


E tu hai seguito questo consiglio? Non sono uno psicologo ma come consiglio mi lascia assai perplesso, mi sembra un modo di incentivare le tendenze ossessive, e mi ricorda l'espediente messo in atto dal paranoico protagonista del romanzo di Philiph Dick "A scanner darkly", solo che li si trattava di un video.


Anche il mio psicologo me l'aveva consigliato, ma il suo approccio non è cognitivo-comportamentale e secondo me il consiglio era buttato lì un po' a caso. Qualche volta l'ho fatto, quando ero particolarmente ansiosa. Le volte che mi sono riascoltata non urlavo, non facevo niente di che. Ma, prima di tutto, essendo un'ossessione anche se riascoltando senti che non dici niente ti rimane sempre il dubbio, finché resti focalizzato sull'ossessione. In secondo luogo, da un punto di vista pratico, ci vuole tempo per riascoltarsi e mentre ti riascolti sale l'ansia. Inoltre tutti i libri sulle ossessioni dicono che continuare a controllare, verificare, cercare prove in un senso o nell'altro è controproducente. Del resto alla lunga rischia di trasformarsi in una compulsione. C'è stato un periodo in cui lasciavo sempre il registratore acceso e l'ansia era alle stelle. Poi sono giunta alla conclusione che era meglio evitare. Fra l'altro, se avessi sentito che realmente parlavo da sola in preda all'ansia, cosa avrei potuto fare? Tagliarmi la lingua? Ho detto chiaramente anche allo psicologo che mi sembrava insano e non ha smentito. Adesso lo uso rarissimamente, proprio se capita che ci siano situazioni che mi risvegliano l'ossessione e ho l'ansia alle stelle, giusto per tranquillizzarmi un po', ma anche in quei casi in genere poi cancello le registrazioni senza riascoltarle.
L'unica strada, per la mia esperienza, è distrarre la mente e fare gradatamente un po' di esposizioni.
Ovviamente per una persona che non è un professionista può sembrare una soluzione abbastanza pratica, come avevo pensato io. Rimango perplessa quando qualche psicologo prova a far fare esperimenti così, ma va bé pazienza, nessuno è perfetto :rolleyes:

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 766

Activitypoints: 2,677

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

13

Friday, November 13th 2020, 6:50pm

Nel mio caso, c'era un problema minore. Semplicemente sognavo che qualcuno mi suonava il campanello di casa. Questo mi svegliava e non capivo se era accaduto per davvero o cosa. Comunque quella è stata l'ultima volta che ho visto quello psicologo