Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

1

Tuesday, June 5th 2018, 10:56am

io e la PSSD

Buongiorno ho pensato molto prima di aprire questo thread perché mi dispiacerebbe alimentasse aspre polemiche che si sono viste in passato tra fazioni pro anti-psichiatria. Io non appartengo a nessuna fazione, racconto la mia esperienza…. Purtroppo sarà un po’ lungo.
Alcune premesse:
- La PSSD - (La disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSSD) è una patologia iatrogena (→ dovuta ad un farmaco) causata dagli inibitori del reuptake della serotonina (SSRI) e inibitori del reuptake di serotonina-noradrenalina (SNRI) caratterizzata da disfunzioni sessuali ed emotive che insorgono durante l'assunzione del farmaco e che persistono per un tempo indefinito dopo la sospensione degli SSRI\SNRI. Può altresì comparire alla sospensione del trattamento, rappresentando uno specifico sottotipo di sindrome da sospensione degli SSRI\SNRI. Questa condizione non è stata ancora ben definita e studiata. fonte wikipedia
- A scanso di equivoci, questa condizione interessa solo una minoranza di coloro che assumono psicofarmaci. Così sgombriamo il campo per chi dice che li prende e non succede nulla. Si è così, solo ad alcuni sfortunati capita
- Non sono un medico e confrontandomi con altre persone che hanno avuto esperienze simili ho capito che ogni storia è in qualche modo diversa. Nonostante questo credo di aver seguito alcuni accorgimenti che non dovrebbero essere dannosi per la salute in generale. In ogni caso se qualcuno volesse prendere ispirazione consiglio sempre di rivolgersi prima a un medico.

La mia storia. Per circa un anno prendo Sertralina (un SSRI). Già dopo poco tempo comincio ad accusare i seguenti sintomi:
- Drastico calo della libido
- Difficoltà ad avere una erezione e a mantenerla
- Ridotta sensibilità genitale
- Quasi totale anorgasmia
- Progressiva scomparsa di erezioni notturne e mattutine

Interrompo i farmaci, ma, nei mesi a seguire i sintomi non recedono. Vado da 4 andrologi e faccio una montagna di esami. Uno ammette che i problemi probabilmente derivano dai farmaci. Tutti mi danno la stessa terapia…Cialis, smettere di fumare e di pensarci troppo.

Io vado nel panico e la mia vita in pezzi (ma questa è un’altra storia). Inizio a confrontarmi con altre persone con analoghi problemi, leggo e mi documento e scopro un mondo.
Siccome sono abbastanza ostinato mi convinco che è un problema complesso e che la risposta non può essere una panacea, ma un insieme di interventi multifattoriali e così sviluppo un mio metodo che agisce su più fronti:
- Dieta. Gli zuccheri raffinati sono un nemico. I picchi glicemici sono nemici dell’erezione e della libido. Riduco anche i carboidrati. Via anche il latte e qualsiasi cosa con la soia. Contengono estrogeni. Dieta ricca di amminoacidi. Legumi, frutta e soprattutto frutta secca. In generale ridurre la massa grassa.
- Esercizio fisico. Non vado in palestra perché adesso non posso permettermelo, ma ogni giorno 15-20 minuti di esercizi la mattina e lo stesso la sera. Pesetti, flessioni, addominali. Non meno di 5 Km al giorno di camminata. Si mantiene alta la produzione naturale di testosterone e si attiva la circolazione. Un effetto collaterale è che a 50 anni mi è rispuntata la tartaruga.
- Esercizi per il pavimento pelvico (esercizi di Kegel). Si possono vedere su internet. Sono facili e servono a stimolare la circolazione in quella zona e a tonificare un muscolo fondamentale per la tenuta dell’erezione.
- Integratori. Dopo varie letture e sperimentazioni ho concentrato l’assunzione su due integratori. La citrullina (circa 3 grammi al giorno) e la Muira Puama (1 grammo). Normalmente faccio cicli di 4 settimane e una di interruzione. favoriscono la vascolarizzazione, l’aumento dell’ossido nitrico (utile per l’erezione) e. pare, la naturale produzione di testosterone. Unica controindicazione è la pressione bassa. Io di mio non sono iperteso e quindi assumendoli la mia pressione abituale scende intorno a 90/60. Alle volte prendo, soprattutto col caldo, magnesio e potassio.

Come detto non sono un ragazzo (ho 50 anni), ma, a tre anni dalla dismissione dei farmaci, ho regolari (anche troppo) erezioni notturne e mattutine. Per quanto riguarda il desiderio per me è stato difficile riconoscere i risultati in quanto sono solo e per di più, da sempre, pur essendo etero ho un orientamento molto raro. Sono demisessuale, ossia provo attrazione solo laddove ho anche un forte coinvolgimento emotivo. Per intenderci, con una professionista al 90% non farei nulla (se non parlare perché sono molto chiacchierone). In ogni caso il desiderio c’è ed è forte, perché se sogno o penso al mio amore impossibile mi accendo immediatamente (ed è una vera sofferenza, credetemi).
Insomma, non prendetemi per un guru che pretende di aver trovato la ricetta per la cura della PSSD. Non è così e non potrebbe essere. Ci sono ricercatori che la stanno studiando. Questa è solo la mia testimonianza che spero possa almeno accendere qualche lumicino di speranza per tutti quelli che soffrono questo problema. Ironia della sorte, sembro funzionare ora che non ho nessuno (ma anche questa è un'altra storia).
Un abbraccio a tutti
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,772

Activitypoints: 5,059

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

2

Tuesday, June 5th 2018, 7:28pm

ciao fran.....ti sono molto grato della tua testimonianza, segno che con tenacia e determinazione hai raggiunto il tuo scopo. Da attento lettore di manuali psicofarmacologici ti posso solo dire che tale sindrome è sottovalutata, ma ben conosciuta, dagli addetti al settore. In Italia esistono poche pubblicazioni al riguardo ma ti assicuro che in lingua inglese sono molte le pubblicazioni che piano piano hanno fatto emergere tale problema. Una volta un psichiatra, al quale avevo rivolto proprio una domanda specifica, mi rispose """scegli tra il buio e la mezza luce""". Ho capito cosa intendeva rappresentare, ma ritengo che sia doveroso da parte dello specialista informare il paziente che tale problema è comune, non solo gli altri effetti collaterali, ognuno deve essere informato e poter decidere.
Le case farmaceutiche ben sai che non studieranno mai tale problema, troppi soldi in ambito delle ricerche per addivenire ad un nuovo farmaco, ormai i vecchi antidepressivi sono stati soppiantati dai nuovi, i cui effetti alle volte sono molto incerti. Grazie dell'informazione sugli integratori, onestamente non li conoscevo e come sempre dico la tenacia e la forza portano a far emergere una parte di noi sconosciuta.......sempre a disposizione....... :thumbup:

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

3

Tuesday, June 5th 2018, 7:34pm

Grazie a te repcar. Purtroppo quando ho iniziato a prendere i farmaci non sapevo neanche cosa fossero. In ogni caso è acqua passata. Mi spiace solo che il mio miglioramento ora non mi serve a nulla. Forse la mia testimonianza potrà servire un po' a qualcun altro.
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,772

Activitypoints: 5,059

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

4

Tuesday, June 5th 2018, 7:41pm

ciao.......da coetaneo (53 anni), mai disperare, come disse qualcuno.....nulla è perduto fuorché l'onore.......Invece di dire che è acqua passata, mettiti in carreggiata e vedrai che la strada è ancora lunga......... :thumbup:

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

5

Tuesday, June 5th 2018, 8:26pm

Grazie repcar, sei sempre tanto gentile...ma credo che sarà difficile. :friends:
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

6

Wednesday, June 6th 2018, 1:19pm

Ciao caro Fran, dici di rivolgersi al medico, ma un medico è proprio chi ti ha prescritto gli psicofarmaci che ti hanno danneggiato.

Non sarai un guru, mi fido però più della tua dieta, della tua storia, che di qualunque studio o ricerca. Ci sei saltato fuori praticamente da solo, e alla grande.

Sei stato molto in gamba, complimenti

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

7

Wednesday, June 6th 2018, 4:47pm

Grazie caro Andrea. Prima però di assumere regolarmente integratori che comportano un aumento dell'ossido nitrico è bene sentire il medico. Vanno esclusi certi problemi cardiaci e renali.
Un abbraccio
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

8

Wednesday, June 6th 2018, 5:44pm

Sui farmaci sono molto sospettoso, e lo sono anche sugli integratori, ma fino a che i medici diranno che le arance acidificano il sangue o continueranno ad imporre dei TSO come la legge Lorenzin (che ha vìolato 3 articoli della nostra Costituzione in un colpo solo) per i vaccini, io continuerò ad informarmi per mio conto.

Quando aprii la mia discussione sull'Aids avevo ancora qualche dubbio, dopo 8 mila visualizzazioni in 40 giorni e dopo essermi confrontato con Choupette ora ho la presunzione di sapere che il virus non è mai esistito e che la neutropenia (immunodeficienza) proprio nei paesi occidentali è farmaco-indotta.

Quindi con me sfondi la tendina delle mosche.
E questo vale anche per gli psicofarmaci.

Le multinazionali non si sono mai fatte scrupoli ad utilizzare anche i medici (dopo i farmacisti) come veri e propri pusher legalizzati.

Dopo i governi che sono ormai diventati i loro comitati d'affari.

È tutto un business teso ad ammalarci per poi medicalizzarci a vita.

E tu sei stato una vittima inconsapevole di questo mercato disumano, se ti fossi informato per tuo conto piuttosto che rivolgerti ad un medico non ti saresti mai ammalato.

Questi sono i fatti. E informarsi sviluppando un distacco critico dalla marea di puttanate che ci raccontano è l'unica strada per rimanere in salute.

(Vedi l'eroina, il farmaco più venduto nella storia dalla Bayer)

Ancora auguri caro Fran

This post has been edited 1 times, last edit by "AndreaC" (Jun 6th 2018, 5:49pm)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

9

Wednesday, June 6th 2018, 6:00pm

Grazie Andrea, probabilmente ci sono persone che non possono fare a meno degli psicofarmaci. Hanno situazioni troppo invalidanti che renderebbero la loro vita un inferno, mentre con questa stampella riescono ad andare avanti. Il mio caso però, come tanti altri è diverso. Mi sono stati prescritti, a detta anche di altri professionisti, in maniera molto frettolosa. In parte è colpa mia. Fino ad allora avevo sempre avuto una salute di ferro e quei pochi farmaci che mi erano stati sporadicamente prescritti (ad esempio un paio di volte un antibiotico) lì avevo assunti senza neanche leggere il foglietto illustrativo. Lo stesso feci con gli antidepressivi. Non lo farò mai più. Se avessi saputo della possibilità di tali effetti collaterali non li avrei mai presi. Avevo avuto un attacco di panico non ero sull' orlo del suicidio.
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

10

Wednesday, June 6th 2018, 6:56pm

Adex che me lo racconti mi ricordo che lo avevi già detto.

Gli psicofarmaci non sono una stampella, questa è la frase più frequente che sento qui dentro, sono un colpo di mannaia al collo da parte dei medici che per primi dovrebbero avvisare i pazienti di questi effetti collaterali, ed è non solo l'ultima cosa che fanno, ma addirittura negano quando glielo si chieda (come hanno fatto anche con altri utenti qui dentro), che esistano effetti collaterali gravi e talvolta irreversibili legati all'uso di queste bombe chimiche.

Anzi, sostengono che siano polemiche inventate perpetrate da parte di persone ignoranti.

Sono entrati in pieno nel ruolo, vedi il Ritalin, tolto nel 1989 in Italia e riapparso a ottobre 2000 a seguito di richieste da parte non di Psichiatri, ma dei Pediatri.

Ossequiosamente asserviti alle linee guida, e in Toscana beneficiano addirittura di un Bonus di 3mila euro se riescono a vaccinare il 95 percento dei bambini che hanno in "cura" raggiungendo, in questo modo, la percentuale dell'immunità di gregge.

Senza dire che i vaccini contengano il mercurio, anzi, sostenendo falsamente o inconsapevolmente che non ne contengano, perchè inconsapevoli loro per primi della presenza del mercurio.

Perchè per legge, in Italia, è permesso non riportarlo nei bugiardini (chissà perchè).

Morale ? Non puoi fidarti che di te stesso, e a parte qualche raro caso da camicia di forza e/o da ricovero coatto vengono prescritti per cose del tutto superabili.

Ben meno gravi degli effetti del PSSD, specialmente se sei un ragazzo giovane e con tutta la vita davanti. DOPO arriva lo squilibrio chimico, a seguito dell'assunzione di queste sostanze, non certo prima.

Ma sai, loro negano, e anzi, si prendono i bonus. E del dottore ci si può fidare, giusto ?

Certo, come no

electric_dreams

Utente Attivo

  • "electric_dreams" is male

Posts: 26

Activitypoints: 79

Date of registration: Mar 26th 2018

Location: Milano

  • Send private message

11

Tuesday, June 12th 2018, 1:24am

Avevo avuto un attacco di panico non ero sull' orlo del suicidio.


Pure io, e in 2 anni ho provato buona parte di tutti gli SSRI e antipsicotici, senza avere alcun miglioramento definitivo. Anzi, a livello gastrointestinale mi hanno completamente devastato.
Già soffro di dolori cronici gastrointestinali, dovuti ad un intervento andato male, che mi causano non pochi disagi, ogni giorno. Figuriamoci, poi, con un SSRI che mi aumentava ulteriormente l'ansia e peggiorava, ulteriormente, la mia condizione psicofisica.
E lo psichiatra che continuava a negare, spudoratamente, il fatto che stomaco dilatato e crampi addominali non erano assolutamente effetti indesiderati. E continuava a dirmi di "arrangiarmi" con altri rimedi, se avevo problemi, nonostante li ho portato più di una volta le mie cartelle cliniche .
Morale della favola: solo le benzo, per un breve periodo di tempo, mi hanno dato un pò una mano. Ma il resto, solo fumo e poco arrosto.
Promesse su promesse, e pochi risultati.
Adesso, anch'io, da 2 settimane ormai, non stò prendendo più psicofarmaci.
Prendo solo un analgesico oppioide a rilascio prolungato (Idromorfone 16mg), sotto stretto controllo medico e basta, dato che ho dolori forti e un anticoagulante.
Non è il massimo, è vero. Però, almeno, questa terapia mi permette di lavorare e di dare una mano in casa (dato che vivo con un disabile).
Certe circostanze della vita, purtroppo, non c'è le scegliamo noi. Capitano e basta.
Per il resto, sono seguito da un bravo psicoterapeuta che è contro l'uso di psicofarmaci, e che mi sta facendo fare degli esercizi di meditazione avanzata e ipnosi. E piano piano, stò ritornando ad essere quello di una volta.
Ti auguro di risolvere i tuoi problemi, fran....di vero cuore ;)
Sembri una persona molto brava e generosa, e ti meriti, anche te, il meglio dalla vita.

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

12

Tuesday, June 12th 2018, 3:09am

Mi dispiace davvero tanto, guarda te che roba che bisogna sentire, e poi ci sono i sostenitori della "terapia" farmacologica, del resto ci sono ancora degli italiani che votano il PD (dopo 5 anni di totale sfacelo). Non c'è da stupirsi più di nulla ormai.

È la fine dell'umanità

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,997

Activitypoints: 9,499

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

13

Tuesday, June 12th 2018, 3:40am

Dispiace sentire queste storie, ma i farmaci in alcuni/molti casi sono necessari e inevitabili sono anche gli effetti indesiderati che si spera, col progresso, possano diventare sempre di meno! Mettersi contro un medico "perché me l'ha detto google" è la solita sciocchezza del nuovo millennio...si può senz'altro sentire il parere di più professionisti quando una cura o una diagnosi non ci convincono, ma internet NON è un surrogato del medico.

This post has been edited 1 times, last edit by "Aiden il venerabile" (Jun 12th 2018, 3:47am)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male
  • "fran235" started this thread

Posts: 9,384

Activitypoints: 22,494

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

14

Tuesday, June 12th 2018, 6:24am

Innanzitutto ringrazio tutti per gli interventi. Vorrei chiarire ulteriormente la mia posizione sugli psicofarmaci e sulla classe medica.
Per quanto riguarda i farmaci mi sono fatto l'idea che alle volte siano utili, se non indispensabili, ma che in troppi casi siano prescritti con eccessiva sufficienza. Suggerisco di fare ciò che io non feci subito, ossia leggere il foglietto illustrativo e in caso di dubbio sentire il medico o eventualmente un altro professionista.
Sulla classe medica, compresa la psichiatria, invito a non fare generalizzazioni. Come in tutti i settori, compreso il mio, esistono professionisti eccezionali, brave persone, ma anche incompetenti e, in alcuni casi, loschi personaggi.
Infine Google. Bene, anzi benissimo informarsi, ma non è sufficiente per sostituire anni di studio e pratica medica.
Un abbraccio a tutti.
Y ahora el pueblo Que se alza en la lucha Con voz de gigante Gritando: ¡adelante!

(Subcomandante Fran)

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,772

Activitypoints: 5,059

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

15

Tuesday, June 12th 2018, 8:20am

ciao…..fran

il tuo ultimo post è una chiara, sintetica ed esaustiva risposta………...mi trovi d'accordo su tutto…….