Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Ginella93

Utente Attivo

  • "Ginella93" is female
  • "Ginella93" started this thread

Posts: 25

Activitypoints: 96

Date of registration: Feb 19th 2012

Location: Roma

Occupation: Studentessa

  • Send private message

1

Saturday, January 25th 2014, 3:02am

Derealizzazione E Doc: Ne Uscite (Perche' Io Ce L'ho Fatta).

Ciao a tutti. E' da un po' che sono iscritta a questo sito e ora scrivo questo thread per confermare a tutti quelli che soffrono TREMENDAMENTE di DOC e DEREALIZZAZIONE che...SE NE ESCE.
Per questo, voglio raccontarvi in breve la mia "storia" con l'ansia e le due alleate DOC/DEREALIZZAZIONE che per me sono state un vero e proprio INCUBO da novembre 2011 in poi.
I miei primi sintomi da doc sono venuti a seguito di una forte ansia, caratterizzata da dolori al petto, attacchi di panico, paura di uscire, ecc., che iniziai a curare con Lexotan.
Il mio doc principale è stato quello sulla PAURA DI IMPAZZIRE. Da quando ho iniziato ad avere in mente questi pensieri martellanti che mi terrorizzavano letteralmente, non riuscivo più a fare nulla. E' stato davvero molto debilitante per me. Non dormivo, non andavo a scuola...PENSAVO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al fatto che da un momento all'altro avrei potuto impazzire. E più ci pensavo, più avevo paura di pensarci. Sono arrivata al punto di avere paura di diventare pazza PERCHE' AVEVO PAURA DI DIVENTARE PAZZA! (paradosso classico del DOC). Ovviamente le ricerche su internet di varie testimonianze di persone che provassero i miei stessi sintomi erano continue, ed erano l'unico modo che avevo per cercare di calmare l'ansia che mi mettevano i miei pensieri (cercando conferme mettevo in pratica delle "compulsioni").
Tutto ciò era accompagnato dal fatto che inizialmente, purtroppo, io e la mia famiglia decidemmo di contattare un neurologo che aveva in cura il padre di una mia amica. Era un grande incompetente che, aveva la presunzione di dire che avrebbe potuto curare tranquillamente sintomi da ansia e che il mio "caso" non era da affidare "addirittura" ad uno psichiatra: STRONZATE!
Dallo psichiatra non ci vanno i "pazzi", ci vanno persone con diverse patologie mentali, dalle più "leggere" alle più "complicate".
Be', sta di fatto che questo bastardo mi diede lo Xanax per calmare le mie continue e tormentose OSSESSIONI e la mia DEREALIZZAZIONE.
Lo Xanax aumenta queste sensazioni.
Dopo tempo, essendoci resi conto dell'incompetenza di quest'uomo, decidemmo di contattare uno psichiatra che aveva curato una paziente di mio padre, che si era trovata molto bene. Con lui finalmente iniziai ad avere dei benefici. Diciamo che ho dovuto sperimentare un po' di farmaci. Iniziai con Sereupin, associato a Dobren, poi Anafranil ed ora cotninuo a fare una terapia di mantenimento con Anafranil e Zarelis.
L'Anafranil (clomipramina) sembra essere il miglior farmaco per DOC, ma dipende anche dalla risposta dei pazienti.
Io ne ho tratto grandi benefici.
Considerate che la mia vita cambiò totalmente da quando iniziai ad avere questi problemi: smisi di frequentare l'ultimo anno di liceo e fui costretta a prendere il diploma da privatista e poi purtroppo, inevitabilmente...DEPRESSIONE.
In questo periodo iniziai anche un percorso terapeutico con una psicologa molto brava che mi aiutò abbastanza.
In sintesi, posso dire che il mio periodo "patologico" l'ho quasi superato...mi trovo sulla soglia, ecco. Per quanto riguarda lo stato psicologico, non ho più ossessioni, riconosco il reale, non mi faccio le continue domande da derealizzazione (ma sono viva? perché sono qui? ma chi sono? ecc. ecc. ecc.). Ciò che mi è rimasto è la classica sintomatologia da lieve depressione mascherata (sonno, stanchezza, svogliatezza, scontentezza, ecc.), che passerà e che sto, nel frattempo, continuando a curare. La depressione è stata una conseguenza di tutto ciò che mi ha causato l'ansia, è inevitabile per chi tiene molto alla propria vita.
Tralasciando il discorso sui sintomi, ci tengo a dire una cosa:
DOC E DEREALIZZAZIONE SONO DEI CAMPANELLI D'ALLARME.
E per darvi una mano, vi do questi consigli:
-affidatevi ad un OTTIMO specialista (che vi ispiri fiducia)
-non abbiate paura di assumere farmaci (è come curare una gamba rotta)
-affidatevi ad uno psicoterapeuta che faccia psicoterapia COGNITIVO-COMPORTAMENTALE
-continuate la vostra vita e se, non ce la fate, non datevi colpe

LASCIATE CHE TUTTO CIO' FACCIA NATURALMENTE IL SUO CORSO E, ALLA FINE, STARETE MEGLIO DI PRIMA, CAPENDO E RISOLVENDO DISAGI INTERIORI.
Anche se sembra banale da dire: CIO' CHE NON UCCIDE, FORTIFICA.
CE LA FARETE!!! ;) ;) ;)
PER QUALSIASI COSA, POTETE CHIEDERMI TRANQUILLAMENTE...! :)
In bocca al lupo!!!!!!
:hi:

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

2

Saturday, January 25th 2014, 3:41am

che bello leggere di guarigioni..io sto in cura da un mese circa per derealizzazione e pensieri ossessivi simili ai tuoi.il mio psichiatra che ritengo molto competente e bravissimo sia nel campo medico che in quello umano,mi sta curando con un antidepressivo ssri,un antipsicotico tipico,e il tavor al momento del bisogno.credi che il tavor aumenti quelle sensazioni? a me sembra che fa molto bene,mi rilassa e spegne tutti i pensieri ossessivi per 5 o 6 ore.credo che senza sarei gia impazzito.che sintomi avevi oltre i pensieri? e quanto tempo è durata la terapia? scusa delle domande ma sono molto interessato all'argomento come tu puoi immaginare :)

Ginella93

Utente Attivo

  • "Ginella93" is female
  • "Ginella93" started this thread

Posts: 25

Activitypoints: 96

Date of registration: Feb 19th 2012

Location: Roma

Occupation: Studentessa

  • Send private message

3

Saturday, January 25th 2014, 7:40pm

Come si chiamano i farmaci che ti ha prescritto?
Ma tu hai sintomi di ansia, come attacchi di panico? Il tavor è una benzodiazepina che viene utilizzata per curare sintomi di ansia generalizzata o attacchi di panico...non viene utilizzato per le ossessioni. Credo te lo abbia prescritto in caso di ansia. Comunque, le benzodiazepine in genere aumentano la sensazione di derealizzazione.
Oltre i pensieri, avevo e ho sintomi depressivi (prima molto più accentuati), poi mi sentivo in un mondo a parte, come se non appartenessi a questo mondo. Mi specchiavo e mi sembrava di non essere quella dell'immagine riflessa...tanti sintomi che poi sono i soliti che si racchiudono nella derealizzazione.
La terapia per il DOC l'ho iniziata a Gennaio 2012 e ora sto continuando ad assumere farmaci (quindi sono due anni che ho iniziato), soprattutto per lo stato pseudo-depressivo, ma sono cambiata totalmente.
Da quanto tempo sei in cura? Non preoccuparti per le domande, sono felice di aiutarti. Anche io ero piena di dubbi all'inizio della problematica.
A presto ;)

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

4

Saturday, January 25th 2014, 8:23pm

ciao e grazie per la disponibilita'.ti spiego un po:dopo un forte periodo di stress e di situazioni di pericolo per me,ho avuto un mal di schiena che mi ha tenuto al letto due settimane.in queste due settimane ho avuto un attacco di panico notturno e da li il peggioramento,i pensieri strani sul mio corpo e sulla mia mente o sulla natura umana ecc,le domande che mi creano angoscia e tutto il resto.piu che derealizzazione ho una depersonalizzazione che di conseguenza mi fa vedere anche la realta distorta e strana.e comunque si,mi ha diagnosticato ansia e attacchi di panico anche e credo per questo serve il tavor e mi ha detto anche che sono pieno di paure verso la vita.gli altri farmaci sono l'elopram e il serenase e li prendo tutti da circa 20 giorni...tu che pensieri facevi? quali erano quelli piu angoscianti?

Alice1983

Utente Attivo

  • "Alice1983" is female

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Jan 18th 2014

Location: Voghera

Occupation: Webmaster

  • Send private message

5

Saturday, January 25th 2014, 9:49pm

Leggere di guarigioni è una cosa davvero bellissima
Persino le mie ansie hanno l'ansia

Charlie Brown

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

6

Saturday, January 25th 2014, 11:29pm

concordo in pieno...

Danno87

Giovane Amico

  • "Danno87" is male

Posts: 196

Activitypoints: 637

Date of registration: Feb 15th 2013

Location: Cosenza

  • Send private message

7

Saturday, January 25th 2014, 11:33pm

bel post... esprimi positività alla grande... mi fa piacere per te e spero che questa tua testimonianza aiuti molti di questo forum che stanno soffrendo...

anche se io personalmente (non sono un dottore) sono convinto che bisognerebbe stare totalmente alla larga da qualsiasi tipo di farmaco (non in generale, ma solo quelli per ansia, depressione ecc...)

non concordo assolutamente che sia come curare una gamba rotta...
per me prendere i farmaci di questo tipo è come mettere una maschera al problema... è come mettere un 'mantello dell'invisibilità ai problemi di ansia ecc'...
ma questa è solo una mia opinione...

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

8

Sunday, January 26th 2014, 12:29am

scusa ma la maggior parte dei farmaci cura il sintomo e non il problema.ad esempio l'aspirina cura il sintomo di malessere ma non la causa,i farmaci per il colesterolo curano il problema ma non la causa del problema,un oki puo curare il mal di schiena ma non la sua causa.e cosi via..apparte alcuni farmaci tipo antibiotici e qualcun altro,gli altri sono sintomatici e cosi gli psicofarmaci.è difficilissimo combattere alcune forme di disagio mentale senza farmaci.ed io concordo che è come curare una gamba rotta o un dolore cronico ecc...e nel mio caso dico anche per fortuna che ci sono..

Teapersempre

Utente Attivo

  • "Teapersempre" is female

Posts: 85

Activitypoints: 311

Date of registration: Jan 6th 2014

Location: Milano

Occupation: Studentessa

  • Send private message

9

Sunday, January 26th 2014, 9:42pm

auguroni di cuore ❤❤❤

sono davvero felicissima per te! purtroppo convivo da tre mesi con i bruttissimi e insopportabili sintomi della depersonalizzazione. non mi sento più io, mi sento diversa rispetto al passato, mi sento un automa, un corpo senz'anima, non mi riconosco allo specchio.. sono sensazioni molto fastidiose, spesso presa dallo sconforto penso di non riuscire più a tornare come prima e condurre una vita '
'normale', poi quando leggo queste risposte mi sento meglio, mi danno la forza di non smettere mai di lottare, con la speranza che il sole prima o poi sorga di nuovo, d'altronde non può piovere per sempre!

AUGURONI DI CUORE❤❤❤

Ginella93

Utente Attivo

  • "Ginella93" is female
  • "Ginella93" started this thread

Posts: 25

Activitypoints: 96

Date of registration: Feb 19th 2012

Location: Roma

Occupation: Studentessa

  • Send private message

10

Thursday, January 30th 2014, 2:05am

ciao e grazie per la disponibilita'.ti spiego un po:dopo un forte periodo di stress e di situazioni di pericolo per me,ho avuto un mal di schiena che mi ha tenuto al letto due settimane.in queste due settimane ho avuto un attacco di panico notturno e da li il peggioramento,i pensieri strani sul mio corpo e sulla mia mente o sulla natura umana ecc,le domande che mi creano angoscia e tutto il resto.piu che derealizzazione ho una depersonalizzazione che di conseguenza mi fa vedere anche la realta distorta e strana.e comunque si,mi ha diagnosticato ansia e attacchi di panico anche e credo per questo serve il tavor e mi ha detto anche che sono pieno di paure verso la vita.gli altri farmaci sono l'elopram e il serenase e li prendo tutti da circa 20 giorni...tu che pensieri facevi? quali erano quelli piu angoscianti?

conosco il serenase...ti senti meglio? comunque, i miei pensieri riguardavano paura di qualunque tipo...avevo ossessioni sulla paura di impazzire, paura di diventare pedofila...domande continue sull'origine di ogni cosa...
cmq, danno, il discorso è che senza farmaci (cioè senza curare i sintomi più debilitanti) è anche difficile intraprendere una psicoterapia...te lo dico per esperienza

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

11

Thursday, January 30th 2014, 5:19am

con i farmaci mi sento meglio si..ho alti e bassi pero'.è poco che li prendo e la stessa cosa la detta il mio psichiatra,senza i farmaci che calmano i sintomi non si puo andare avanti come si deve nella psicoterapia..scrivimi in privato se ti va..mi farebbe molto piacere parlare con chi ne sta uscendo e magari potresti darmi qualche consiglio buono..ti aggiungo agli amici..

Ginella93

Utente Attivo

  • "Ginella93" is female
  • "Ginella93" started this thread

Posts: 25

Activitypoints: 96

Date of registration: Feb 19th 2012

Location: Roma

Occupation: Studentessa

  • Send private message

12

Saturday, February 1st 2014, 12:34am

e,
sono davvero felicissima per te! purtroppo convivo da tre mesi con i bruttissimi e insopportabili sintomi della depersonalizzazione. non mi sento più io, mi sento diversa rispetto al passato, mi sento un automa, un corpo senz'anima, non mi riconosco allo specchio.. sono sensazioni molto fastidiose, spesso presa dallo sconforto penso di non riuscire più a tornare come prima e condurre una vita '
'normale', poi quando leggo queste risposte mi sento meglio, mi danno la forza di non smettere mai di lottare, con la speranza che il sole prima o poi sorga di nuovo, d'altronde non può piovere per sempre!

AUGURONI DI CUORE❤❤❤

Grazie...auguroni a te!! E anche tu, se hai bisogno, chiedimi pure!!
Buona fortuna! :hi: :hi:

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

13

Sunday, February 2nd 2014, 6:42pm

ciao ginella,ringraziando dio ne sto uscendo anche io,da qualche giorno sto meglio,avevo la sensazione di essere fuori centro e adesso è come se sto di nuovo centrato in me stesso..era come se la mia anima volesse scappare dal mio corpo..tutto sembrava essere strano e nuovo..adesso sono tornato in me..ringrazio anche tutti quelli che hanno dato un aiuto qui..è stato fondamentale il vostro aiuto..grazie a tutti e anche a te ginella..

Teapersempre

Utente Attivo

  • "Teapersempre" is female

Posts: 85

Activitypoints: 311

Date of registration: Jan 6th 2014

Location: Milano

Occupation: Studentessa

  • Send private message

14

Monday, February 3rd 2014, 6:57pm

Alex non smetterò mai di farti i complimenti!
Bravissimo:) è un piacere leggere commenti di guarigione..

buon pomeriggio!

Natein

Utente Attivo

  • "Natein" is male

Posts: 22

Activitypoints: 80

Date of registration: Feb 14th 2011

Location: Andria

  • Send private message

15

Sunday, February 16th 2014, 1:17am

Ciao Ginella, Alex. Mi chiamo Donato e ho vent'anni. Scusate la lunghezza del post.. Anch'io sono incatenato da due anni e mezzo in questo circolo vizioso. Da premettere che sin da piccolo ho avuto periodi di introversione e adattamento. Mia madre mi portò dalla psicologa già da piccolo e poi dalla neuropsichiatra infantile. Ancora oggi lei non sa darmi una risposta al perché di quelle sedute, penso glielo avesse consigliato la maestra d'asilo.. Parliamo del presente e del perché sono qui. Tutto iniziò all'inizio del quinto anno del liceo. Avevo trovato una ragazza, dovevo prendere la patente, scegliere l'università.. Dopo un litigio con un amico che stava facendo il gallo con la mia ormai ufficiosa ragazza ebbi attacchi di panico tutto il giorno a casa e poi a scuola. Lì iniziai ad avere bruttissimi pensieri intrusivi come il voler far del male alla mia ragazza che, anche se non presenti , era come se stessi già controllando se ci fossero. Poi il giorno del primo bacio una sensazione di essere in una sensazione mai provata prima. Distaccato da tutto. Sensazione di svenimento che hai solo in testa. Ovattamento e di essere cambiato ma in negativo. Che la tua vita in quei momenti non sarebbe mai più stata la stessa. Infatti ne parlai con la mia ragazza e le dissi che probabilmente la mia prima storia d'amore mi aveva colpito e destabilizzato fin troppo ma non fino a due anni e mezzo di distanza! A scuola i meccanismi della mia mente erano cambiati. Ero entrato in un senso di insicurezza e angoscia, un tarlo che non ti lascia più e che niente può alleviarlo. È come quando un malato terminale dice " non mi sento più io. Sento che questa è la volta..". Chiamai infatti la neuropsichiatra infantile che mi seguì, la quale disse che stavo benissimo e che erano tutte le novità della mia vita. Patente, università da scegliere ecc ecc. Ma perché questo meccanismo così contorto della mia mente? Mi sembrava un labirinto senza uscita quella situazione. Non capivo più niente. Lasciai la mia ragazza dopo pochi giorni e andai ad una festa di famiglia distrutto. Sembravo all'inizio del tunnel di una psicosi. Tutte le certezze che cadono. I miei e le loro rassicurazioni non erano più valide. Loro mi ripetono che non avevo niente ma io sentivo di cambiare giorno dopo giorno. Mi informavo su internet alla ricerca di un perché è trovai nienteansia dove ci andai già per gli DAP tempo prima. Trovai la derealizzazione e lì mi immedesimai. La vedevo corrispondere ai sintomi del mio problema. Passavo giornate al bagno a leggere cellulare alla mano sui forum, siti e sul divano a pensare con questa brutta sensazione che non andava via. Non provavo più niente. Sentimenti, emozioni, felicità. Aspettavo che ritornassero quei momenti felici quando invece sarebbe stato impossibile perché significava tornare piccolo o almeno indietro nel tempo. Lo sapevo ma almeno lì ero io.. Ero a casa. Intanto tutti mi dicevano che non avevo niente e la neuropsichiatra mi aveva indirizzato al CSM della mia città, data la mia età nonostante pensasse che non avessi nulla e che fosse tutto normale. Lì mi seguono da circa un annetto uno psichiatra e uno psicologo. Ho assunto Anafranil e Cipralex perché mi hanno detto che la mia è un'ansia di carattere nevrotico poi ho dovuto smettere per un EGC per controllare se ci fossero problemi ma è risultato solo emicrania con aura che ho da piccolo e che sto curando. Però non immaginate soprattutto negli ultimi giorni che sto passando. Mangio con fatica e lentamente perché tutti questi pensieri mi chiudono lo stomaco. Parlo poco tranne quando trovo qualche modo per sbloccarmi. Faccio tutto con difficoltà. Ho il pensiero fisso che sia tutto irreale, h24..e che io sia solo in una dimensione che non conosco aldilà di tutto quello che vedo. Mi ssento fuori dal tempo.. Ovviamente è una paura non una certezza ma non mi fa vivere bene. Mi sento distaccato dai miei familiari e dalla mia città e molto spesso evito molte situazioni. A volte mi sembra di essere al capolinea di una crisi isterica e devo muovermi, prendere il libro e provare a studiare (frequento infermieristica) , stendermi sul divano o prendere il cellulare e giocare per alleviare la tensione. Mi sembra di peggiorare giorno dopo giorno e quando peggioro, paradossalmente mi sembra di migliorare dopo la crisi e ricadere poco dopo. Ragazzi, vorrei davvero guarire del tutto. Anche prendendo farmaci conformi al DOC che credo di avere perché il mio cervello a volte non regge. Sento infatti che nonostante nonostante non sia pazzo, il mio cervello è bello in panne. Ora prendo solo Laroxyl (2 gocce al mattino e 4 la sera) e Tavor ORO al bisogno ma non so fino a che punto possa reggere così. Ho tremolii e conati alcuni giorni, soprattutto all'università, dall'ultimo attacco di emicrania che è stato un'ulteriore bastonata sui denti. Prima del quale avevo solo pensieri e sensazioni. Ora anche sintomi fisici dettati dall'ansia. Nonostante ciò si tira avanti e si spera. Ciao ragazzi. :)
Un abbraccio.

Used tags

derealizzazione, doc