Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male
  • "windrew" started this thread

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

1

Sunday, June 26th 2016, 5:00pm

uscire da soli non aiuta forse ma sempre meglio di nulla

Posso capire molto bene la solitudine. Non chiudetevi, fatevi aiutare da chi è del mestiere, se lavorate è probabile che di amici sul lavoro non ne vengano, siete lì per lavorare e non per stringere amicizie. Quindi, un'associazione, non parlo solo di volontariato ma anche culturale, e bisogna ingoiare tanti bocconi amari. senza essere mai invadenti, altrimenti gli altri si allontanano. ci sono già troppi problemi nel mondo, nella vita per crearne di altri. Una passeggiata anche da soli, si guarda dove si può andare a prendere un gelato, ed io ormai un anno fa in primavera a piedi andavo 8 km sulle colline, poi per tornare a casa ero costretto a ricamminare e così mi obbligavo a muovermi, cosa che non ho fatto quest'anno, ma c'è altro che non va. Se avete pochi amici che vedete raramente, magari sentitevi di più e quando uscite insieme cercate allargare il vostro gruppo. Ma non in tutte le città vi è modo di conoscere e frequentare coetanei, beh, i giovani, basta essere in due all'inizio, trovano tanti locali, i più maturi fanno fatica e se vi è un bel localino, purtroppo può essere lontano. Comunque, salute, lavoro...se avete questi due ingredienti, il mondo vi aspetta e ricordate di apprezzare ciò che di buono avete...e ripeto che quando non lo avete più, si piange sul latte versato. Ripeto che non so usare questo forum, non vorrei disturbare, spero non fare confusione. grazie. Si vede che oggi nonostante la bella giornata di sole, sono chiuso in casa al computer.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

AndreG.

Giovane Amico

  • "AndreG." is male

Posts: 136

Activitypoints: 457

Date of registration: Jun 18th 2016

Location: Genova

Occupation: Impiegato

  • Send private message

2

Sunday, June 26th 2016, 5:47pm

certo a volte uscire da soli non sarà il massimo perchè comunque continua a pesarti i lfatto di essere solo e non avere nessuno con cui uscire, però come dici te è anche meglio di niente , per lo meno hai la possibilità di uscire di casa, di staccare dai tuoi problemi. Giust'appunto magari ponendosi un obiettivo o una meta, o una commissione da fare pur di uscire.
io è da molto ch enon lo faccio, ma da poco e anche stando qui sul forum e leggendo storie ecc ho capito che proprio da questi piccoli passi che si può uscire dallo stallo della chiusura e della solitudine e riprendere in mano la propria vita

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male
  • "windrew" started this thread

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

3

Sunday, June 26th 2016, 6:12pm

AndreG. Ognuno è diverso, io passeggiavo alcuni km solo perchè poi per tornare dovevo per forza farne altri....ma solo fino ad un anno fa, poi il caldo che sta tornando anche quest'anno e altro mi ha fatto passare la voglia...e questo non va bene....se tu hai qualche conoscente, vedi se riesci a parlarci per potere fare un giro con i suoi amici...è imbarazzante...è imbarazzante....io che ora ho quasi 47 anni, al tempo del brontosauro cominciai ad uscire con miei coetanei, 1990, chiedendo a conoscenti e quanta vergogna quando sentivo dire e tu chi sei' Ma poi sono passato da un conoscente ad un altro, il lavoro, gruppettino di amici....poi....mazzata....poi si ricomincia e solo dopo i 30 anni dal punto di vista amici e interessi vari nessun problema. prima dei 40 anni mi accorgevo che qualcosa in me non andava, non ci ho fatto caso ed un nuovo grave problema di salute mi ha colpito. miracolosamente sopravvissuto cerco rifarmi una vita ma sono 5 anni che ci provo e non ci riesco...ma continuo a provare. Tu ci devi riuscire a vivere bene, molto bene....
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Andrea_MiTo

Utente Attivo

Posts: 16

Activitypoints: 83

Date of registration: Sep 23rd 2015

  • Send private message

4

Sunday, June 26th 2016, 7:33pm

Io penso che il problema non sia l'uscire da soli, ma quello che vai a fare. Ad esempio io esco sempre da solo in bici, mi faccio delle pedalate anche diu 3/4 ore per 50/60km completamente da solo, e mi fa bene, oltre che fisicamente uscire vedere altre persone stare furoi casa mi fa stare di buon umore anche se sono da solo. Altre cose ovviamente non potrei mai farle da solo, ad esempio non andrei mai in un bar da solo, o al cinema da solo..

giuseppelz

Utente Attivo

  • "giuseppelz" has been banned

Posts: 17

Activitypoints: 114

Date of registration: Mar 6th 2016

  • Send private message

5

Sunday, June 26th 2016, 7:46pm

Ciao Windrew,
forse dovrei prendere spunto dal titolo del tuo topic.. mi sto isolando sempre di più e quando chiedo a qualcuno di passare un po' di tempo insieme mi becco solo porte sbattute in faccia! nonostante tutto però , "preferisco" passare la giornata chiuso in casa (con sto caldo poi), piuttosto che uscire, perché ho troppo paura di uscire da solo. Ho ricevuto parecchi consigli di uscire a prendere il caffè in un bar o fare come hai scritto te prima, ma la timidezza mi blocca e mi arrabbio sempre di più con me stesso.

Ti auguro che posso riuscire a rifarti una vita, anche se non posso darti alcun consiglio (voglio evitare le banalità), visto che non so applicarli con me stesso

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male
  • "windrew" started this thread

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

6

Sunday, June 26th 2016, 8:05pm

Ed ora nemmeno i conoscenti, associazioni, in nulla si riesce a stringere amicizie, però se qualcuno può, ci provi e non rimanere chiusi in casa. un giro a piedi, in bici, ma non per invidiare chi non ha problemi, ma per trovare spunti forse, idee.....ma un conto è scriverlo e due, tre conti farlo.....ma non vi isolate e chi di voi ne sente necessità, psicoterapia.....quel necessario per capire come si può ripensare qualcosa nella vita.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

AndreG.

Giovane Amico

  • "AndreG." is male

Posts: 136

Activitypoints: 457

Date of registration: Jun 18th 2016

Location: Genova

Occupation: Impiegato

  • Send private message

7

Sunday, June 26th 2016, 8:14pm

guarda se hai letto la mia presentazione sai che a causa della mia depressione ho allontanato tante persone,e vorrei proprio riprendere a parlarle perhè ho fatto l'errore in passato di non capire c he mi stavano dando un aiuto offrendomi di parlare o di uscire invece lo prendevo come l'atto di carità verso una eprsona che si sente triste e sola!!

infatti mi sono ripromesso di uscire, e se fa caldo al mare ( fortuna che abito sul mare) e di riallacciare i rapporti con queste persone e sicuramente scusarmi per il mio comportamento..

insomma a 29 anni non si può smepre stare da soli, certo ritagliarsi dei momenti per se ci sta ma non stare completamente soli!


ps: scusa se a volte alcune parole sono scritte male ma scrivendo veloce sulla tastiera questo è l'effetto

8

Monday, June 27th 2016, 1:30pm

Io "da sola" riesco solo a fare passeggiate, nuotate, andare in bici, correre, fare shopping o sbrigare qualcosa di pratico.
Ma non riesco ad uscire da sola per andare in luoghi di "ritrovo sociale": non vado a mangiare da sola (al ristorante/pizzeria e nemmeno per un gelato al bar), non vado sola a concerti, al cinema, in un pub, in discoteche, ecc.
Perchè? Perchè fondamentalmente non mi piace come cucinano nei ristoranti delle mie parti, preferisco ascoltare musica o vedere film a casa in tranquillità, non bevo alcolici se guido (e guido sempre!) nè mi piacciono gli analcolici, non mi piace la "musica da discoteca".
Quindi quando vado al ristorante, al cinema, in un pub o in discoteca, lo faccio solo e unicamente per il piacere di stare con i miei amici perchè per il resto per me non sono posti "piacevoli".
E tuttavia so che sbaglio.....
E tu hai ragione ad invitare tutti ad uscire di più da soli e socializzare magari con qualche persona nuova.
Io commetto l'errore di frequentare sempre e solo i pochissimi amici che ho e per il resto starmene isolata a casa a coltivare interessi e passioni solitarie.
E' più facile farsi amicizie fino a quando si è "studenti" (scuole superiori e università) perchè i luoghi di ritrovo e le occasioni di socializzare non mancano.
Ma una giovane adulta come me, che dovrebbe tra l'altro essere già sposata e magari avere anche figli, ha molta più difficoltà a trovare gente adulta che esce e che vuole "socializzare" davvero, e non avere soltanto sesso occasionale.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male
  • "windrew" started this thread

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

9

Monday, June 27th 2016, 2:03pm

Io scrivo solo in base alle mie esperienze di vita....trovare le giuste parole non mi riesce...se non si hanno impedimenti fisici di salute e o economici tali da impedire relazioni sociali...bisognerebbe apprezzare gli amici seppure pochi che si hanno...apprezzare una passeggiata fatta tanto per fare qualcosa...e non preoccuparsi, non farsi venire l'ansia se non ci si diverte sempre tanto, a volte è piacevole camminare accanto ad un amico in silenzio...poi ci sono quelli che per loro fortuna ridono sempre, parlano sempre, ma non siamo tutti uguali....scendiamo a mischiare le nostre emozioni...viviamo nel rispetto degli altri e nel nostro rispetto...perché anche se gli amici sono pochi, sono amici e se sono conoscenti possono essere il trampolino, uscendo, per conoscere altre persone....mai ritenere di non necessitare degli altri...noi non siamo isole e le isole o si uniscono in terra ferma o sprofondano....poi ognuno ha la propria vita e sensibilità. Per esperienza mia personale....non abbandonate mai un amico e cercate di non litigarci mai soprattutto per futili motivi.......perché a volte noi non capiamo gli altri ma a volte anche altri non capiscono noi e poi rimasti da soli ci si arrangia....
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

AndreG.

Giovane Amico

  • "AndreG." is male

Posts: 136

Activitypoints: 457

Date of registration: Jun 18th 2016

Location: Genova

Occupation: Impiegato

  • Send private message

10

Monday, June 27th 2016, 3:25pm


Io commetto l'errore di frequentare sempre e solo i pochissimi amici che ho e per il resto starmene isolata a casa a coltivare interessi e passioni solitarie.


Talvolta meglio pochi ma buoni. ma mi rispecchio in te, qualche anno fa quando uscivo solo con i pochi amici della compagnia, che conoscevo dalle elementari, il sabato sera e per il resto ero da solo a coltivare le mie passioni.

però non è neanche facile socializzare nel tempo della scuola, dipende dalla persona com'è e anche dagli altri. io per esempio alle superiori avevo difficoltà a socializzare. in primis per le ripetute prese in giro, in secondo perchè non avevo punti in comune con i mei compagni..... per me era più importante lo studio per loro era più importante andare in disco a fare conquiste e fare la gara del lunedi a chi aveva "beccato" di più!

quindi ancora oggi ringrazio di aver avuto quegli amici, pochi, ma con cui ho condiviso tante belle esperienze!

Used tags

ansia depressione