Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

31

Saturday, February 22nd 2020, 8:16pm

voi ci credete alla metereopatia?
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

Leyla

Amico Inseparabile

  • "Leyla" is female

Posts: 1,169

Activitypoints: 3,514

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

32

Sunday, February 23rd 2020, 8:36am

Io sono una meteropatica di prima categoria: il vento mi procura tremori e tachicardia e l'ansia sale in maniera
esponenziale all'innalzamento delle temperature. Sopra i 25 gradi sono in stato di ansia generalizzata. La pioggia e
la nebbia, in generale l'inverno, mi trovano di umore migliore e più disteso. Ma è soprattutto il vento a crearmi
disagio.
Il ricordo è un compromesso: gli uomini si difendono con quello.
(Tommaso Landolfi)

gloriasinegloria

Colonna del Forum

Posts: 2,141

Activitypoints: 6,612

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

33

Sunday, February 23rd 2020, 10:19am

voi ci credete alla metereopatia?


Se mi baso su me stessa...francamente no....

Su di me vedo che vivo con gaudente voluttà giorni plumbei o giornate splendidamente solari SE sono io ben disposta.
Tanto quanto le posso vivere entrambe con fastidio SE qualcosa mi gira storto per fatti miei.

Sere fa ero andata a letto con qualche pensiero e una nottata di vento forte non mi ha fatto quasi dormire. Ma...a me il vento piace assai e non mi ha mai dato problemi...

Di più non so... :)

34

Sunday, February 23rd 2020, 1:46pm

voi ci credete alla metereopatia?

dicono che la metereopatia propriamente intesa è quella che anticipa gli eventi meteo. sicuramente io non l'ho riscontrata su di me. Altrettanto sicuro però è che il meteo non è neutro. Sono emicranica è quando c'è vento soprattutto fohn è facile che mi venga un attacco, così come c'è bassa pressione.
namasté

35

Sunday, February 23rd 2020, 2:41pm

Vivendo in sicilia quando capitano quelle giornate "grige" e un po' uggiose ... (rare) mi fa piacere.
Addirittura un mesetto fa è scesa una nebbia molto fitta ed è stato nostalgico e romantico.

Se pero' questo effetto dura molto tempo inizio a diventare irritabile e triste, sento il bisogno di chiudermi e mi stufa uscire.
Sopratutto perché sono abituata mentre mi sposto a vedere l'etna all'orizzonte e il mare. Se spariscono nel cielo coperto mi sento soffocare. Da isolana il contatto con il mare è profondo e il non poterlo vedere mi fa sentire a disagio.

36

Sunday, February 23rd 2020, 4:31pm

Sono emicranica è quando c'è vento soprattutto fohn è facile che mi venga un attacco,

succede anche a me! ma non avevo mai collegato alla metereopatia!

in generale invece io nelle giornate grigie ho anche un umore peggiore...
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

37

Monday, February 24th 2020, 12:47pm

Quest'anno praticamente non c'è stato l'inverno, dove vivo io a gennaio/febbraio le temperature sono costantemente sui 18/20 gradi, a me piace e fa stare bene sul momento, perchè detesto il freddo. Solo è davvero strano non aver praticamente utilizzato certi giubbotti e maglioni durante l'intera stagione, credo non sia molto normale e sicuramente avrà delle conseguenze sulla situazione climatica.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

38

Monday, February 24th 2020, 1:58pm

Si, conseguenze ce ne saranno e saranno molto gravi. Qualcosa già sta avvenendo a causa della siccità, sicuramente la situazione peggiorerà perché molte colture sono mediamente 30/40 giorni in anticipo e ci sono anche casi di anomalie sui cicli vitali di animali da letargo e robe simili, ma qui sono meno informato.

Oggi ennesima giornata bollente, nell'Appennino emiliano al momento abbiamo 21 gradi a 900 metri di quota.

39

Monday, February 24th 2020, 5:31pm

non avevo mai collegato alla metereopatia!

in generale invece io nelle giornate grigie ho anche un umore peggiore...


prendilo con le pinze perché è solo una mia osservazione
soffrendo di emicrania sin da bambina, sono sempre stata molto attenta nell'osservare quali eventi abbiano la capacità (potenziale) di scatenare l'attacco
il vento e soprattutto il favonio (caldo, secco e discendente) può avere brutti effetti su di me
namasté

Lady Joan Marie*

Regina D'Autunno

  • "Lady Joan Marie*" is female

Posts: 269

Activitypoints: 929

Date of registration: Nov 6th 2011

  • Send private message

40

Thursday, February 27th 2020, 8:49pm

A me personalmente, mette di malumore il sole forte! Mi dà proprio ai nervi... :sos:
Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa.
CLAUDIO ACHILLINI ^^

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 488

Activitypoints: 918

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

41

Friday, February 28th 2020, 2:11pm

A me mette malumore la pioggia a catinelle, però riconosco che è necessaria anche quella.

42

Monday, March 2nd 2020, 9:06am

A me piace il freddo, magari se non umido, e lo trovo rinvigorente.
Ricordo di aver letto delle ricerche dove si notasse un deficit di esposizione alla luce solare, persino in aree mediterranee.
Non stento a crederlo; pur vivendo in una zona con disponibilità di luce solare e temperature miti tra mezzogiorno e primo pomeriggio...vedo persone vestite da spedizione artica.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll