Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Nicole2019

Utente Attivo

  • "Nicole2019" started this thread

Posts: 34

Activitypoints: 144

Date of registration: Jun 26th 2019

  • Send private message

1

Monday, January 20th 2020, 7:47pm

Sento di aver fallito

Buonasera a tutti.
Ogni tanto faccio capolino nei vari forum... per leggervi, per vedere come ve la passate per... non lo so neanche io,boh. È un periodo un po' cosi.. mi sento sola. A volte, sono sola! Non ho una vita sociale, non ho un'amica con cui incontrarmi, scambiare 4 chiacchiere, o semplicemente mangiare una pizza. Niente di niente. Fino ad un anno fa avevo un minimo di vita sociale (e quanto mi manca quel minimo!!!) grazie ai miei studi universitari. Poi, arrivata alla laurea, puff.. finito tutto. Ritirata in casa. Di lavori, nemmeno l'ombra. Ovviamente non cerco solo lavori inerenti alla mia laurea, di questi tempi sarebbe da pazzi una cosa del genere. Ma ,ripeto, nulla. Son fidanzata da ormai taaaaaaaanti, troppi anni. E, come vita sociale , non ho che lui. Ma sento che qualcosa mi manca. Come penso mancherebbe a chiunque altra al mio posto. Lui , al contrario di me, ha una grossa cerchia di amici, con i quali si incontra, 4 chiacchiere, cenette fuori (anche frequentemente!),ed io in casa, a fare (letteralmente) la muffa. Ogni qualvolta mi comunica dell'ennesima cenetta fuori io ci sto male, e glielo faccio notare. Non è cattiveria la mia, ma provo un po' di gelosia. Cavolo, lui oggi esce con me, domani si incontra con un amico, dopodomani cena con un altro, lavoro etc etc. E quando vede che tengo il muso, se la prende. Mi dice che non capisce il perché io ragiono così. Non ci arriva. Non arriva a capire che io non faccio un cavolo se non con lui, anzi, penso che questa situazione gli vada a genio. Penso ne sia felice.. tanto, è sicuro che io sto sempre in casa, che non esco, che non incontro nessuno.. è tranquillo cioè. D'altronde, che gli manca!! Ed io sto qua, senza far niente. E mi sento avvilita... che posso fare ??
Scusatemi per le troppe parole, mi sono dilungata un po'. Vi auguro un buon proseguimento di serata.

Meninblack

Giovane Amico

Posts: 246

Activitypoints: 547

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

2

Monday, January 20th 2020, 10:40pm

Ciao, la solitudine è una brutta bestia e anche l’insoddisfazione personale. Io ad esempio fossi al tuo posto sarei felice per la laurea presa, dato che a me questa storia ha rovinato la vita, dovresti esserne grata. Per il resto viviamo in un momento economico molto precario, il lavoro scarseggia e spesso bisogna reinventarsi per essere appetibili sul mercato del lavoro. A volte bisogna mettersi in gioco e trasferirsi per cercare lavoro, per quanto riguarda il discorso del tuo ragazzo secondo me devi essere meno gelosa perche alla fine è giusto che lui abbia la sua vita sociale.

Nicole2019

Utente Attivo

  • "Nicole2019" started this thread

Posts: 34

Activitypoints: 144

Date of registration: Jun 26th 2019

  • Send private message

3

Monday, January 20th 2020, 11:20pm

Ciao Meninblack. Hai ragione... sono felice per il traguardo raggiunto. Altroché. È stata una mia vittoria, frutto di sforzi e sacrifici. Anche perché mi sono iscritta all'università grandicella, quindi niente più mente fresca di studi, niente mente elastica... Comunque la mia è solo una laurea triennale :(
Avrei tanto voluto continuare con la magistrale, o con un master ma,ahimé, no money no università. Quindi ,come vedi, anche su questo piano mi sento leggermente " incompleta ". Invece, per quanto riguarda te, come mai dici che l'uni ti ha rovinato la vita?
P.s. la laurea non è tutto. Vedo sempre più gente non laureata affermarsi e raggiungere vari obbiettivi. E poi,non è mai troppo tardi per completare il tuo percorso. Un passo per volta.

Meninblack

Giovane Amico

Posts: 246

Activitypoints: 547

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

4

Tuesday, January 21st 2020, 12:22am

Anche io devo prendere la triennale , ma causa vari insuccessi universitari ho sviluppato un grosso disagio sociale e di insoddisfazione personale, andando fuori corso e perdendo svariati anni. Poi ho lavorato nel mentre e ora dopo un licenziamento sono tornato a studiare perché sentivo che mancava un tassello alla mia vita, a pochissimi esami dalla fine seppur molto complessi mi sentivo irrealizzato ma ora mi sto rendendo conto di quanto sia dura perché a 30 anni non puoi avere il cervello di un 19enne. Comunque da questo “problema” universitario se ne sono sviluppati a ruota tanti altri e mi sono devastato psicologicamente finendo nelle condizioni di ora. Comunque vai fiera del tuo traguardo anche se come dici oramai il mondo del lavoro tenta di screditare questo titolo ma solo noi sappiamo quanto è dura arrivare alla meta. Tu lo sai meglio di me. Secondo me dovresti cercare di ampliare le tue conoscenze , magari sentendo qualche vecchia amica? O iniziando a frequentare qualche corso o cose simili anche se ho delle riserve sulle conoscenze fatte così. Il mito dell andare in palestra e fare amicizia con gente e’ fantascienza. Non so dove vivi tu, io vivo in un paese dove ci si conosce tutti e non ho voglia di frequentare la maggior parte della gente prima cosa perché quelli della mia età oramai si sposano o comunque sono super realizzati e molti se ne sono andati a vivere all estero o grandi città e se la sentono in maniera assurda, inoltre le altre persone hanno tutti mentalità molto chiusa e ristretta e non mi trovo bene. Infatti praticamente vivo chiuso in casa anche se fino a pochi anni fa avevo una bella vita sociale ed ero pieno di persone intorno a me ma poi le cose cambiano e si finisce così. Se hai un ragazzo che ti ama davvero e con cui stai bene ritieniti fortunata perche’ è già tanto, perché io sono reduce pure da una relazione tossica che mi ha tolto tante certezze su di me quindi se hai già una persona che ti ama stai serena e felice. Ti consiglio di viaggiare , esplorare il mondo, magari in 2 deve essere bellissimo. Scusa la risposta lunga ma stasera mi sono fatto prendere così.

Nicole2019

Utente Attivo

  • "Nicole2019" started this thread

Posts: 34

Activitypoints: 144

Date of registration: Jun 26th 2019

  • Send private message

5

Tuesday, January 21st 2020, 9:29am

Ma scusa di cosa?? Anzi. Ti ringrazio tantissimo per i tuoi consigli. Almeno qui riusciamo a scambiare quattro chiacchiere con qualcuno. Chiacchiere che aiutano perlomeno.
Anche io verso la fine ero scoraggiata . Con gli ultimi esami temevo di non farcela, perché avevo perso totalmente le energie!! Ma poi, decisa a finire, mi ci sono messa d'impegno e ce l'ho fatta. Vedrai che sarà così anche per te. Inoltre siamo quasi coetanei. Quindi, ti capisco perfettamente. E..anche io vivo in un paesino in cui ci si conosce tutti, in cui non c'è niente e che mi sta strettissimo.
Mi dispiace per la tua storia :(
Ma se non andava, meglio così.

Germano

Utente Attivo

  • "Germano" is male

Posts: 59

Activitypoints: 198

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

6

Tuesday, January 21st 2020, 3:57pm

Senti….. io sono contrario alla gelosia e all'idea che nella coppia 2 persone debbano diventare solo una! Assolutamente contrario.
TUTTAVIA mi chiedo cosa cavolo faranno ,in quelle cene, di tanto incompatibile con la presenza di donne. Parlano di gnocca e motori tutta la sera?
Gli altri non hanno delle fidanzate?
Io capisco che si possano avere interessi diversi non compatibili (se per esempio uno ama l'arrampicata in montagna e l'alto ama la pittura…) ma in questo caso si tratta di banali cene. E' la cosa più banale che esista.

Se già da giovani siete così separati (quando invece dovrebbe esserci l'euforia della novità) figuriamoci tra un po' di anni.
Secondo me non andrete molto lontani. E nel frattempo questa situazione ti sta logorando, sta distruggendo la tua autostima.
Forse da sola non ti "sentiresti in dovere di non deludere le sue aspettative".

Prova per una volta a IMMAGINARE di essere single. Non aspettare che lui ti conceda la sua attenzione per essere felice (come un cane scodinzola quando il padrone lo porta fuori).
Prova a chiederti cosa ti piacerebbe fare e....FALLO! Anche da sola! Anzi, SOPRATTUTTO da sola!
Ti piacerebbe andare al mare? Prendi il treno e vacci. Anche se è domenica e lui sarebbe libero (dopo la cena con gli amici). Stavolta sei occupata tu.
Mare, chiosco sulla spiaggia, birretta da sola senza nessuno che rompe le palle. Pizza o fritto misto con un bel bianco bello fresco e poi torni a casa.
Ti piace camminare? Fatti il cammino di Santiago o qualcosa di simile. Anche se è il periodo di ferie e dovreste farle insieme. Stavolta sei occupata tu.
In questo periodo sarebbe meglio una camminata in montagna o una visita nel centro storico di qualche città.

Ripeto: da sola! Se aspetti che qualcuno alzi il fondoschiena per fare qualcosa, forse al massimo farete un aperitivo nel bar in fondo alla via (se va bene).
Invece da sola avrai la libertà di prendere davvero l'auto (o salire su un treno) per farti uno spritz sulla spiaggia al tramonto.

Similar threads