Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Antonio860315

Utente Attivo

  • "Antonio860315" started this thread

Posts: 74

Activitypoints: 369

Date of registration: Apr 30th 2019

  • Send private message

1

Monday, June 17th 2019, 1:39pm

Perdere se stessi...

Con i miei ci parlo poco o niente poi fingono di essere preoccupati quando in mezzo c'è un estraneo come un medico o un educatore...mia nonna mi professa tanto amore ma stacca il telefono e chiama raramente poi si lamenta che non la chiamo (con i segnali di fumo?) mi viene da chiedere cosa sia io per loro...probabilmente niente solo quello che quando era a casa loro gli faceva il caffè e gli lavava i piatti...forse per questo non lego con nessuna ragazza (non voglio avere una seconda madre che mi comandi i prossimi due terzi della mia vita) o figli (non li sopporto! Si soffro la solitudine ma la libertà e merce preziosa che va amaramente pagata...ma in molti momenti mi sento talmente vuoto come se avessi perso me stesso...quel ragazzo che amava la vita...

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,867

Activitypoints: 5,615

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

2

Monday, June 17th 2019, 9:12pm

Antonio sei sicuro che non sia la tristezza a farti sottovalutare l'affetto che hanno i tuoi verso di te? A me un po' succede, anche se personalmente non mi restano che familiari molto presi dalle loro vite coi quali i rapporti sono abbastanza "distanti"... Per il resto quando non stiamo bene con noi stessi e ci sentiamo fragili è quasi spontaneo chiudersi agli affetti anche esterni, come una fidanzata , un amore, degli amici... dobbiamo avere pazienza con noi stessi anche se sì, la solitudine sembra sperderci.
Manca molto anche a me la ragazza innamorata della vita che sono stata. Ma tu sei ancora un ragazzo :) Piano piano ritroverai anche tutto il bene che volevi alla vita e che già cominci a ritrovare nelle battaglie quotidiane.

Antonio860315

Utente Attivo

  • "Antonio860315" started this thread

Posts: 74

Activitypoints: 369

Date of registration: Apr 30th 2019

  • Send private message

3

Tuesday, June 18th 2019, 12:58pm

Mi spiace ma quel ragazzo che era così appassionato della vita si è spento e quello che rimane è uno stanco 34 enne che tira avanti le sue ossa e spera di arrivare alla vecchiaia e una morte clemente...

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

4

Tuesday, June 18th 2019, 3:04pm

Ciao Antonio. Ci si ritrova soli nel momento del bisogno e non necessariamente dobbiamo cercare colpevoli ma, si potrebbe trattare solo di un comportamento ''normale''. Hai presente quelle persone che si fanno un selfie oppure scavalcano in situazioni in cui ci sono morti sui marciapiedi, per strada o in spiaggia. Quando ci fu lo spaventoso tsunami in Asia, chi era in vacanza ed è sopravvissuto ha continuato a ''spassarsela come nulla fosse con la distruzione a pochi metri. Si chiama menefreghismo, ma è un comportamento acquisito come il respirare, del tutto umano e normale. Poi a 34 anni ti accolli il diritto di ritenere la tua vita destinata ad arrancare e basta. Ma quanto hai sofferto più di me e di tanti altri per accollarti quel diritto. Come ti permetti di ritenerti l'unico sofferente e l'unico che meriti parole buone o un poco di compassione? O pietismo? Chi sei tu per incensarti. Chi sei tu per pensare di essere l'unico a potersi lamentare ritenendo i suoi problemi maggiori di quelli degli altri, quando ognuno ritiene che i propri siano i maggiori. E, a 34 anni, potessi ti darei un ''carico'' di sane botte .
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Settembre

Giovane Amico

  • "Settembre" is male

Posts: 224

Activitypoints: 714

Date of registration: Jun 11th 2019

Location: Campania

  • Send private message

5

Tuesday, June 18th 2019, 6:44pm

A volte devi pensare solo ai fatti tuoi e andare avanti perché la gente di te non se ne frega niente

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,867

Activitypoints: 5,615

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

6

Wednesday, June 19th 2019, 12:37pm

Antonio una vecchiaia più possibile serena e una morte clemente è quello che tutte le brave persone dovrebbero avere :)
Tu però sei giovane la vecchiaia è lontana, per quanto stanco tu possa essere e con tanti motivi: combatti una battaglia complicata contro una diagnosi impegnativa , i brutti ricordi di esperienze dolorose sono tanti... e non è facile essere compresi e aiutati.
Questi momenti di stanchezza e sperdimento sono più che naturali ma non ti devono fare perdere ogni speranza e fare vedere tutto perduto.Quanto ai tuoi:sono certa che tua nonna vorrebbe parlarti di più ma probabilmente la malattia con la quale combatte anche lei la stanca e la intristisce davvero tanto.
Forza :)

Antonio860315

Utente Attivo

  • "Antonio860315" started this thread

Posts: 74

Activitypoints: 369

Date of registration: Apr 30th 2019

  • Send private message

7

Wednesday, June 19th 2019, 1:39pm

E, a 34 anni, potessi ti darei un ''carico'' di sane botte .


Spero tu stia scherzando...

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,503

Activitypoints: 3,914

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

8

Thursday, June 20th 2019, 2:25pm

Un carico di botte è un modo di dire per spronare. Il fatto che tu non lo conosca dimostra una tua sensibilità molto forte, troppo forte. Non credo che tu riesca ad avere una vita sociale intensa, non comprendi i modi di dire, i doppi sensi, le battute. Io non sono psico terapeuta ma in te ho notato questo. Poi non sono affari miei. Ho letto altri tuoi scritti e noto questa tua delicata sensibilità, molto bella per carità e in questo non cambiare, ma una corazza ed un forte scudo per affrontare la vita e gli altri serve. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Similar threads