Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

1

Monday, May 23rd 2016, 8:26pm

Obiettivo-realizzazione. Disastro.

Ciao a tutti spero di scrivere nello spazio giusto.

Volevo parlare di come svolgo le mie giornate ultimamente, e come realizzo i miei obiettivi sempre ammesso che ci siano.

Dunque: mi alzo al mattino, vado al lavoro, arrivo 4 giorni su 5 in ritardo.
( il lavoro é gestito da me, é mio)
Riesco cmq poi a svolgere il mio lavoro con successo e riscontro.
(A questo si aggiunge una mamma che lavora con me da anni, con cui litigo tutti i giorni, a tal punto, che certe volte sono costretta ad abbandonare il lavoro, scappando via in lacrime)

Arriva la pausa pranzo di 3 ore Xché poi finisco tardi la sera.
Queste 3 ore diventano 2 Xché 1 lavoro.

In quelle 2 ore ho quasi sempre in mente 3 o 4 cose da fare, a volte anche solo 1, tipo, andare in piscina, andare a fare la spesa, oppure tornare a casa, o un giro in bici, ( essendo una sportiva, x me fare sport ha molta importanza).

Il problema sta nel fatto che mi capita, prima ogni tanto , ma ultimamente spesso, che quando é il momento di uscire x fare una di queste cose, mi prendono dei sensi di colpa, delle insicurezze, e nn riesco più a fare, quello che volevo..
Allora incominciano a girarmi in testa le 3 o 4 cose che volevo fare, continuo a pensare quale fare.. il più delle volte, finisco x fare niente, e mi riduco ad andare a prendere un panino, Xché nel frattempo, non ho neanche mangiato, magari fatto qualcosa, ma niente di preciso.

Ultimamente mi capita spesso, almeno 4 o 5 volte la settimana.

Non capisco se é solo un problema di organizzazione, ultimamente ho molto lavoro e puó essere anche quello, o se c'è dell'altro.
Perché questi sensi di insicurezza, li ho sempre avuti..

Oppure parto in macchina x andare in piscina, dopo 100 metri mi fermo Xché nn sono sicura di andare..il più delle volte finisco x nn andarci.. ..nell'attesa del decidere sto male Xché nn riesco a decidere, quando giunge l'ora del rientro al lavoro, oppure rientro a casa la sera, ho un senso di sollievo perché, é passato il momento di incertezza, e torno al lavoro.

Ricordo che tanti anni fa, seguivo un corso in palestra, siccome era lontano dal mio lavoro, avevo poco tempo x arrivare in orario con l'inizio, se correvo, arrivavo a pelo, cambiandomi ecc..
Ma spesso nn riuscivo, quindi siccome avevo vergogna ad arrivare sempre in ritardo, restavo in macchina nel parcheggio della palestra, ed osservavo il corso, attraverso una vetrata che si vedeva dal parcheggio, nonostante io avevo avvertito istruttore del mio poco tempo x arrivare..

Tutto questo secondo voi, ha a che fare, con ansia, panico... o depressione, poca voglia di fare le cose.. o é semplicemente questione di porsi degli obiettivi, e seguirli, ma se poi nn riesco a seguirli..

Non parliamo della casa é tutto sempre un disordine..

Vado da psicologo x risolvere problemi con mia mamma, che ho risolto solo in piccola parte..
Ho una mamma troppo piena di sé sempre convinta di aver ragione, che disprezza in continuazione, facendoti sentire sempre una merda, sul lavoro si comporta spesso con gelosia, e tende sempre ad abbattere mie nuove idee, o cmq a criticarle... eliminarle...

Non ho mai parlato di queste mie insicurezze, Xché nn le ho mai dato tanta importanza.. ..ma ora mi danno da pensare..

E poi mi sembra stupido perdere tutto quel tempo in insicurezze..

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

2

Tuesday, May 24th 2016, 10:45am

Ho dimenticato di presentarmi..

Sono tornata dopo un paio di anni circa , per scrivere un po' , e confrontarmi.

Non scrivevo più per mancanza di tempo , che peggiorava il mio stato di disorganizzata/disordinata cronica. non che ora sia migliorata..
..ma sono quì per vedere se miglioro .

Secondo il mio medico soffro di ansia , crisi emotive o panico da stress .
Secondo me soffro anche di una di depressione forse nascosta , che ogni tanto esce , ma non riesco a identificarla bene..
Se no non si spiegherebbero le mie abitudinarie malavoglie , cose non finite lasciate a metà , che puntualmente giustifico dicendo che non ho tempo.

Ho una sorella entrata in depressione 3 volte e curata con psicofarmaci ogni volta , è uscita con risultati .

Ps. Non prendo medicine. Ma solo rimedi naturali.

Style

Utente Attivo

Posts: 69

Activitypoints: 207

Date of registration: May 28th 2016

  • Send private message

3

Monday, June 6th 2016, 9:06am

Lavorare per vivere, non vivere per lavorare.

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

4

Tuesday, June 7th 2016, 12:16pm

Finalmente qualcuno risponde...
Stavo proprio aspettando... Come si fa a lasciare un 3d senza risposta x 3 settimane..
Uno ha bisoogno.. mette tutto se stesso x descrivere la sua situazione , e nessuno risponde..

Meno male sono abituata ad arrangiarmi..se no sarei già morta .

Questo forum è come tutto il mondo che c'è fuori , la maggior parte.. Uno risponde si fa vivo , solo se conviene.
In pratica è quasi sempre così .

Scusate ma io purtroppo è già da un anno e più che ho finito con le buone maniere se serve.
Nella mia vita ho conosciuto tante persone che ti fanno bello solo per convenienza, se no spariscono , quando hai bisogno .
persone gelose invidiose e cattive.

Gli unici ambienti positivi che ho conosciuto sono il volontariato , e piccoli ambienti cristiani..frequentati x breve tempo.

Detto questo rispondo a Style: é giusta la tua frase , pensa che ho lavorato x 9 giorni di fila , il decimo , ho fatto sport al mattino , al pomeriggio riposato , e andata da un parente defunto, e sono stata sgridata da mia mamma xchè ho riposato un giorno , avrei invece dovuto lavorare.. vabè..

Per quanto riguarda la mia situazione di insicurezza invece , va un po' meglio , sembra , nel senso che queste piccole crisi , mi capitano qualche volta in meno alla settimana..
Ho un pochino più voglia di fare le cose.

E soprattutto quando mi viene in mente una cosa , cerco di farla subito , o cmq di fare solo quella quando mi viene in mente ,e non perdermi in altro da fare che poi non faccio..quasi mai.. Non è la prima volta che agisco così ma a volte riesco e altre non riesco .

Diverso

Aiuto moderatore chat

  • "Diverso" is male

Posts: 1,896

Activitypoints: 5,837

Date of registration: Jul 12th 2009

  • Send private message

5

Tuesday, June 7th 2016, 12:57pm

Ciao mera, mi ricordo di te come "vecchia utente", e qualche volta eri passata pure per la chat (quando funzionava e quando c'era gente). Avevo visto questo thread, ma non avevo risposto... perche' non sapevo cosa rispondere, e non lo so tutt'ora. Mi dispiace che non abbia risposto nessun altro. Non credo di poterti aiutare a superare le insicurezze, al massimo se vuoi posso insegnarti come averne di piu'. :D
Mi pare di capire che vorresti fare un sacco di cose, ma non c'e' tempo per tutto, e quindi vai in confusione.
Volevo solo aggiungere che non condivido la frase fatta "lavorare per vivere, non vivere per lavorare", perche' per me idealmente dovrebbe essere il contrario. Se lavori per vivere vuol dire che quando lavori non stai vivendo, cioe' stai buttando tutta la tua vita su qualcosa di alienante (non-vita) in attesa di trovare qualche ritaglio di tempo per "vivere". Mi pare assurdo che uno debba aspettare le 9 di sera per dire "finalmente e' l'ora di vivere oggi!", per poi dover comunque andare a letto al massimo un paio d'ore dopo. Certo, per la maggior parte della gente "vivere" vuol dire guardare una partita in tv, bere una birra al bar, o fare una corsetta alla sera. Ma mi pare riduttivo chiamarla "vita".
Sono un troll. Tutto quello che dico è vero, ma anche falso, ma anche no, ma anche sì.

Subliminal Kid

Utente Attivo

  • "Subliminal Kid" is male

Posts: 73

Activitypoints: 282

Date of registration: Sep 29th 2013

  • Send private message

6

Tuesday, June 7th 2016, 2:43pm

Post cancellato
Lucien sorrise, perché il pensiero gli era soltanto saettato nella mente come l'ombra di un uccello sull'erba.

This post has been edited 1 times, last edit by "Subliminal Kid" (Jul 18th 2017, 2:34pm)


meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

7

Tuesday, June 7th 2016, 8:36pm

Meraviglia, parli di molte difficoltà personali eppure ritieni che il solo problema da discutere con lo psicologo sia il rapporto con tua madre. Inoltre un medico (uno psichiatra?) ti ha diagnosticato un disturbo d'ansia e di panico, da parte tua pensi di avere anche delle fasi depressive ricorrenti, ma specifichi di assumere solo rimedi naturali, è un consiglio del medico? Il fatto che tua sorella soffra di depressione costituisce un fattore di rischio anche per te, ne sei consapevole? Direi di sì, dal momento che menzioni la cosa. Non pensi che sia il caso di cominciare a dare il giusto peso a queste problematiche che ti causano un'evidente sofferenza? Migliorare il rapporto con tua madre d'accordo, ma tutto il resto? Partire in macchina per andare in piscina, fermarti a metà strada, sentirti persa e confusa, spaventata, tornare indietro. Non si può, non è sano, è una china pericolosa. Basta focalizzarti esclusivamente sul lavoro e su tua madre. Devi pensare anche a te, non credi? Le insicurezze o sono piccole insicurezze che si supera da soli e allora è giusto non dare loro troppa importanza, o sono insicurezze di una certa entità che non si possono ignorare. Se continuano a disturbarti per anni non sono del tipo che si risolve col tempo o con l'esperienza, bisogna guardarle per quello che sono.
Continua a parlare di te, le discussioni che apri hanno bisogno della tua attiva partecipazione per continuare, sono tue d'altra parte, è il tuo spazio per farti ascoltare, se nessuno sente le prime volte tu insisti, vedrai che col tempo ti sentiranno.
.

Ciao subliminal
Non è che ritengo che il solo problema da discutere con psicologo sia mia madre , è che da quando sono andata , c'era bisogno di parlare solo di quello , e non c'era tempo x altro..una volta ho accennato altri argomneti , mi è stato risposto che l'argomento principale per cui sono lì , è mia mamma .

Il fatto di assumere rimedi naturali , non è un consiglio del medico (non psichiatra..), è solo idea mia , riferita anche al medico , il quale mi ha detto di continuare ad assumere,
e io, li assumo saltuariamente, perchè ho una particolare testardaggine , per cui non vorrei dipendere ne da medicine , e neanche troppo da rimedi naturali .
In sostante li assumo in estremo bisogno ( Uscite in pubblico , incontri con persone x lavoro , o situazioni particolarmente stressanti..) .
Perchè se assumerei i rimedi costantemente , ho paura , che non mi fanno più effetto , nel bisogno estremo , e ho paura di dover poi ricorrere ad altri rimedi , e quindi non vorrei peggiorare la situazione. Entrando magari in un vortice di paure.

Sottolineo che il rimedio ho iniziato a prenderlo 3 anni fa, x attacchi di ansia , non per depressione, e sembra funzionare. (non ero sicura si fosse capito)

Inoltre il medico mi ha detto di andare da un neuropsichiatra, e lo psicologo, al mio dubitare, mi ha risposto che forse è un'esagerazione.. i medici ti mandano subito ad approfondire.

Sono consapevole che la depressione di mia sorella , ma ormai risolta , almeno credo , può essere un fattore di rischio x me , ma spero non lo sia mai , intendo in maniera così grave con psicofarmaci ecc.

Partire x andare in piscina e tornare indietro , mi è successo anche ieri sera e oggi , li leggo come piccoli episodi , che poi forse non accadranno più , mi spiego , credo nella mia volontà che non avverrà più , mi dico sarà un caso... poi la routine del lavoro , dello svolgersi delle cose , mi fa andare avanti , sperando che vada meglio.


.. ora l'entità delle mie insicurezze io non la conosco , non so esattamente se la cosa è grave o meno , la prossima volta che vado da psicolo provo a parlarne..
(inoltre mia mamma ha anche il problema del gioco , che nega puntualmente)..

Ho anche delle lievi ossesioni , e paure, verso tutti i medici e infermieri che vedo. a parte il mio medico di famiglia.
Qunado li vedo inizia a venirmi la tacchicardia , e non sentirmi bene..
Almeno era un po' così.. fino 2 mesi fa..

Cmq l'ultima volta che sono stata da psicologo abbiamo parlato della mia ansia , era già la seconda seduta si parlava di quello, ma quando , sono entrata nel clu del discorso , ho iniziato a parlare della paura di svenire , ( nella mia vita, ora ho 40 anni, mi è successo di svenire in 4 o 5 situazioni... ospedali..ecc..) , ho visto il mio psicologo mettere la mano sulla rotellina della sedia e indietreggiare con lo scchienale , come per appogiarsi .
Ho avuto l'impressione , come se venisse a lui da svenire , anche se dal viso , non lo dava a capire .
Però mi è sembrato un gesto molto strano , non credo che faccia parte della seduta , quel gesto , oppure che sia una specie di comunicazione non verbale..
Però mi sembra molto strano , e da quella volta , non sono più andata , un po' per mancanza di tempo , un po' x non voglia , e un po' chissà...

Non vorrei che a svenire sia lo psicologo invece che io..

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

8

Tuesday, June 7th 2016, 8:44pm

ciao diverso, :-) si vorrei fare un sacco, ma alla fine solo con la mente, ma in pratica faccio la metà, si per confusione, insicurezza, paura di sbagliare..

Quando invece riesco , sono contenta e inizio a credere in me... ma sono più tante le problematiche che mi capitano in famiglia , che tutto il resto , che alla fine prevale spesso l'insicurezza , perchè vengo sempre abbattuta in tutto ciò che faccio a livello familiare..e alla fine non ho più voglia , tempo , energia di pensare al resto della vita.. al di fuori del lavoro e familia

Subliminal Kid

Utente Attivo

  • "Subliminal Kid" is male

Posts: 73

Activitypoints: 282

Date of registration: Sep 29th 2013

  • Send private message

9

Wednesday, June 8th 2016, 3:42pm

post cancellato
Lucien sorrise, perché il pensiero gli era soltanto saettato nella mente come l'ombra di un uccello sull'erba.

This post has been edited 1 times, last edit by "Subliminal Kid" (Jul 18th 2017, 2:33pm)


meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 669

Activitypoints: 2,126

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

10

Saturday, June 11th 2016, 1:40pm

Ok, ora è più chiaro. L'episodio dell'apparente svenimento dello psicologo è particolare, se dalla sua espressione non trapelava nulla è molto più probabile che sia stata una tua impressione, inoltre forse fai lavorare troppo l'immaginazione se pensi che abbia voluto comunicarti qualcosa con quel gesto, che sia una tecnica non verbale.
Se il medico ti ha indirizzato verso un neuropsichiatra avrà avuto i suoi motivi, certo che ti spinge ad approfondire. Se la cosa ti spaventa potresti chiedere a qualcuno di fiducia di accompagnarti. In questo momento non sei più seguita neanche dallo psicologo, e anche se il medico di base è del parare che i rimedi naturali siano sufficienti, dal momento che continui a non stare bene di tanto in tanto secondo me è opportuno sentire anche il parere di uno specialista, che può magari chiarirti le idee sul funzionamento dei farmaci e consigliarti l'indirizzo psicoterapeutico più adatto alla tua situazione, fermo restando che la scelta finale resta tua. Tu sai se stai abbastanza bene o meno, se hai bisogno di altro o no, e se non ne sei certa non ti resta che affidarti a chi è esperto in materia, tenendo a mente che nessuno ha interesse a farti stare peggio o a giocare con la tua salute.


Un impressione cosa.. ..sono sicura che sia indretteggiato con lo schienale della sedia , proprio mentre trattavo quell'argomento.. ..poi non so.. nn saprei esattamente il motivo..

L'idea del neuropsichiatra è molto lontana da me , purtroppo e di persone che mi possono accompagnare ne conosco solo una , di tutti gli altri o non mi fido , o non ho un tal rapporto x cui fare una richiesta simile. E l'unica persona di cui mi fido , non è proprio vicinissima a me , ma si può fare.
...è come fare una visita medica... analisi del sangue, non dico niente a nessuno io , faccio tutto sola , se al momento non mi sento non vado casomai, o non prenoto addiritura la visita.. Ma non porto nessuno con me . Magari mi viene un attacco di ansia , proprio in quel momento.. no no..

In questa settimana ho parlato molto con una persona esperta (un'amica) , che mi ha fatto sentire un po' meglio..
Il mio problema è che ogni mio problema che accade (scusate la ripetizione ) ( e me ne capitano..) mi abbatte subito , mi butta giù , ho poca forza x uscirne, e quindi poi non mi sento bene. Tutto questo non mi permette sempre di fare una vita serena, dignitosa, con obiettivi da inseguire , mi perdo facilmente. Perdo la strada , xchè troppo presa dall'angoscia, dal dolore causato da problema.. e non riesco a vedere altro di buono.

Ma già il fatto che l'ho scrivo. Vuol dire che inizio a vedere qualcosa

In certi momenti sto bene , xchè riesco a non lasciarmi prendere troppo dai problemi e superarli , in altri sto male.

Questa settimana anche se sono stata meglio , ho avuto x 2 notti 2 crisi emotive , poi ho pensato di usare il rimedio naturale , più del solito .
e di giorno sono stata meglio , anche la notte stessa.. ..e ho proseguito la giornata con iniziative.. questo è un passo x me.. ..è già un modo x andare oltre.

Andrò dallo psicologo.. poi..

Scusate il ritardo a rispondere , ero impegnata a cercare di andare oltre i problemi , e cercare di fare qualcosa , di positivo..
.. e grazie x la vicinanza.

Similar threads