Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

31

Saturday, September 14th 2019, 8:58am

Quoted

Considerando la mia situazione psicologica, più la situazione psicologica a seguito della separazione, più la situazione psicologica a seguito del trasferimento da una bella casa a un monolocale sfigato, sono convinto che non riuscirei a sopravvivere in un ambiente così triste!
Penso che mi suiciderei dopo al massimo 1 settimana.
Ho NECESSITA' che sia almeno carino e inserito in un contesto piacevole.


La vita è fatta di compromessi, se una situazione di logora e non riesci più a sostenerla, ti tocca adattarti e accettare il monolocale non esiste altra soluzione. Mi dispiace più che altro per tua moglie e dovresti farlo soprattutto per lei, penso sia terribile stare con qualcuno che prova repulsione anche solo a sfiorarti.

Quoted

A parte l'odio che ne deriva (su questo possiamo discuterne), io non trovo invece così strano che la passione svanisca quando la moglie si trasforma in un paziente grave al quale cambiare i pannoloni!
Sapete cosa significa cambiare il pannolone pieno di escrementi alla propria moglie??? Non per qualche giorno, bensì per sempre! Per sempre!


Non stai facendo nulla di cosi strano e particolare, un oss o un infermiere fanno quello che stai facendo tu, tutti i giorni fino alla pensione....


Quoted

Mentre io lavoro lei fa le sue attività sportive/fisioterapiche dove conosce altra gente in carrozzina e fanno pizzate, chat su whatsapp, ecc.


Su questo nemmeno commento ma stendo un velo pietoso, non è che tua moglie ha scelto di fare un incidente e diventare tetraplegica...
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,225

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

32

Saturday, September 14th 2019, 9:22am

Non stai facendo nulla di cosi strano e particolare, un oss o un infermiere fanno quello che stai facendo tu, tutti i giorni fino alla pensione....


Verissimo.
Però lo fanno perchè quello è il loro Lavoro, e non perchè devono fingere un amore che non c'è.
(e dopo il lavoro che hanno scelto, e da cui traggono quanto necessario a viversi la loro Vita, tornano a viversela e a sognarne il futuro. Ti pare uguale? )

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,992

Activitypoints: 21,311

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

33

Saturday, September 14th 2019, 10:03am

Gloria...nessuno contesta il fatto che lui non riesca a sopportare questa vita, ma la quantità di cose oggettivamente repellenti che ha detto sulla moglie...Poi la storia del monolocale nun se po senti
Ma di cosa parliamo?
Se ne andasse e basta. Un monolocale è sufficiente per una persona...Magari avercelo
Hasta el buonismo siempre!!!

Anonimo1997

Utente Attivo

Posts: 82

Activitypoints: 302

Date of registration: Apr 21st 2019

  • Send private message

34

Saturday, September 14th 2019, 10:29am

Fino a 43 anni ho avuto una vita fantastica, superiore alla media italiana e anche alle mie aspettative. Probabilmente ero in debito con dio, visto che adesso si è tutto ribaltato come se fosse indispensabile passare di [email protected] i restanti anni per controbilanciare l'idilliaca prima parte della mia vita.
A seguito di una caduta dalle scale, 2 anni fa mia moglie è rimasta paralizzata in modo grave: la lesione è alta e quindi c'è una compromissione anche delle mani, oltre che essere in carrozzina.
Parecchi mesi d'ospedale... poi a casa con quello sfigato che dovrà prendersi cura di lei... e tanti saluti.

Innanzitutto non credo che dio ti abbia punito, credi che avrebbe paralizzato un’altra persona per dare una lezione a te? E se sì, probabilmente la causa di ciò che ti è successo non è perché hai vissuto in maniera felice gli anni passati.
Se per “sfigato” intendi “sfortunato, privo di pregi…”, allora chi decide di dedicare parte del suo tempo per prendersi cura di un disabile, non credo che possa essere considerato "sfigato"… ma io suppongo che ti usi il termine "sfigato" perché ci si deve prendere cura di un disabile "per forza" e non perché si decide liberamente di farlo... e io mi chiedo: cosa impedisce di non prendersi più cura di un disabile?


L'amore da parte mia è svanito. Come si può pensare di amare una persona che è la causa della propria detenzione? Sono un carcerato innocente, per colpa sua.

Tua moglie ti ha forse messo delle catene?


Perchè non posso anch'io avere uno straccio di vita decente come tutti gli altri??? IO SONO SANO!!!!! NON SONO IO TETRAPLEGICO!!

Tutti gli altri chi?
Comunque il fatto che non sei tetraplegico non significa che tu sia sano.


Perchè mai dovrei accettare una vita a metà? Una vita di merda, di limiti che io non ho, di rinunce che io potrei non fare?

Nel tuo caso credo perché tu creda che tu non abbia alternative migliori… e se davvero non hai alternative migliori, potresti vivere questa situazione in modo che possa insegnarti qualcosa di utile per te…


Dialogo con lo psicologo: la vita a queste condizioni non mi piace e mai mi piacerà. Può cambiare le condizioni della mia vita? No? Allora non può fare niente. Tanti saluti.
Fine della terapia.

Mah… lo psicologo credo che potrebbe aiutarti a farti capire quali siano le scelte più giuste da fare in modo che queste risultino quanto più benefiche possibili sia per te che per tua moglie. Inoltre, se non sai che domande porti ti aiuterà anche a porti le giuste domande… credo che, tra le altre cose, serva anche a questo lo psicologo…


[AMICI e CONCLUSIONI]
Quindi che faccio?
Che fare, se non stare qui in stand-by aspettando la fine dei miei giorni?
Con chi parlo, se questa situazione mi sta anche isolando e ,inoltre, non ho amici miei bensì amici che sono anche (e soprattutto) di mia moglie?

La prima e la seconda domanda le potresti porre a uno psicologo…
La risposta alla terza domanda secondo me è: potresti parlare con uno psicologo…



le prostitute possono essere tue sorelle o peggio ancora figlie, quindi non è bello incitare gli altri a fare tali cose.

Personalmente se avessi sorelle o figlie prostitute non mi farei nessun problema particolare (a patto che non ci siano organizzazioni criminali di mezzo e che sia una scelta ben meditata).

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,225

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

35

Saturday, September 14th 2019, 11:44am

Ma di cosa parliamo?


Parliamo, mi sembra, di un uomo (anche giovane) che...da una vita come tante altre (anche più privilegiata di altre e forse un po' più superficiale di altre ancora) si ritrova imprigionato in una situazione che è oggettivamente strangolante, e che tale risulta non solo e non tanto per la gravissima sorte che ha riguardato la moglie, ma ancor più per il fatto che lui è perfettamente consapevole dell'assenza in lui di quei sentimenti profondi e sinceri che ad altri permettono di farsene una ragione.

Non mi sembra, giuro, una cosa da sottovalutare. E anche nell'interesse della moglie!

La storia del monolocale (già detto) ha colpito negativamente anche me.
Per la verità mi viene anche il dubbio (chiedendone a lui scusa, se infondato) che tanta lucidità di Germano non si sia tradotta in separazione e suo trasloco...solo perchè l'alternativa sarebbe stata nel monolocale.
In realtà vorrei proprio chiederlo a lui, se ancora ci segue.

Se per caso ci avessi preso...sarei la prima a censurare questa motivazione, e la prima a dirgli amichevolmente "alzati e cammina" . Per il bene di entrambi, e di lei in primis, perchè la cosa migliore che puoi fare è non rubare intorno a lei lo spazio di chi potrebbe accurdirla con affetto, piuttosto che con ribrezzo.

Mentre continuo a non capire i tentativi di moralizzazione di lui nei riguardi della moglie.
Parto dal principio che una coppia è fra due estranei che (nel migliore dei casi) sognarono di essere uno.
Qualche volta riesce.
Più spesso non riesce.
Quando non riesce...la media delle persone non riesce a reggere più neanche la convivenza con l'altro sano e autosufficiente. E anche se non sono mai volate violenze fisiche o verbali.
Si potrà capire, dunque, che tanto di meno sia pensabile la conversione al dedicarsi al partner TORNATO ESTRANEO già da prima, che ci devasta presente e futuro necessitando di un accudimento che è monopolizzante in senso letterale ?

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,992

Activitypoints: 21,311

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

36

Saturday, September 14th 2019, 12:00pm

Embè??? Gli è capitata una disgrazia (più che altro è capitata alla moglie). A molti di noi qui è capitato qualcosa (sennò non staremmo qui). Non ce la fa? Umano, comprensibile...mi pare che nessuno lo esorti a comportarsi con pietas. Ma ha scritto cose ignobili sulla moglie che è oggettivamente innocente. Non si tratta di costringere se stessi all'amore (bestemmia!) Ma a un minimo di empatia. Sarò un becero moralista. Chissene e strachissene. Ma lui si prendesse il monolocale. Succede di dover ridimensionare la propria vita e non lo dico tanto per.
Rifammi pure il papiro....Ma tra i due la mia solidarietà va alla moglie.
Hasta el buonismo siempre!!!

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 135

Activitypoints: 444

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

37

Saturday, September 14th 2019, 12:40pm

Tu dici che la passione non c'è più. Perdonami, ma cosa c'entra la passione con il matrimonio? "Nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia", chi li ha scritti non fa riferimento a sentimenti che di certo possono trovare degli impedimenti, il matrimonio è un contratto. Un contratto che si basa su sentimenti che possono cambiare al variare delle condizioni è un contratto che può rivoltartisi contro. La gente si sposa senza pensare alle reali implicazioni di quelle frasi, quando (a mio parere) la solidità di un matrimonio si basa proprio sulla capacità comune di fare fronte agli imprevisti e alle difficoltà. Se fossimo eternamente giovani e in salute forse neanche esisterebbe l'istituzione del matrimonio, possibilmente non ce ne sarebbe alcun bisogno.
In ogni caso tu puoi separarti (e questo non ti aggrada unicamente perché vivresti da "povero"), oppure visto che tua moglie ha disponibilità economica puoi aumentare l'orario in cui è seguita da badanti, falle presente questa cosa. Non approvo moralmente quest'ultima scelta, ma le opzioni esistono ed è inutile maledire il cielo.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,225

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

38

Saturday, September 14th 2019, 12:55pm

Rifammi pure il papiro



Per carità Fran!
Mi posso anche scusare - senza problemi - di aver espresso la mia opinione.
Che comunque quella resta, cordialmente e se non ti disturba che anche io possa esprimerla.

La mia solidarietà (solo da tastiera, necessariamente) va ad entrambi.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,225

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

39

Saturday, September 14th 2019, 1:13pm

Tu dici che la passione non c'è più. Perdonami, ma cosa c'entra la passione con il matrimonio? "Nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia"................


Scusa Dalia : non ho capito se ti rivolgi a Germano o a me.

Nel secondo caso : per me la passione può essere l'incipit di un matrimonio, e niente di più.

Dopodichè ...concordo in parte con te...o si cresce insieme in un sentimento più profondo ...o è tutta fuffa (facile da reggere in alcuni casi, e impossibile da reggere in altri).

Sono una stra-paladina della formula del matrimonio cattolico che tu hai citato. Ma proprio stra-paladina!

Solo che vita mi conferma ogni giorno che ci vuole una maturità enorme per viverlo in due su due. Col cuore e non solo per non risultare "contratualmente inadempienti".
Pare che la stragrande maggioranza, però, non avendo sviluppato questa maturità (sia propria che nella coppia) preferisca risultare "contrattualmente inadempiente" anche per molto meno di quel che è successo a Germano.
Non è che io tifi per questa cosa, sia chiaro.
Ma...visto che l'Amore e la Maturità "in provetta" e somminisitrabili in vena non li hanno ancora inventati...forse è meglio prendere atto che questa lievitazione di sentimenti non c'è stata, e tornarsene ognuno per la propria via...
(io continuo a pensare alla moglie, e a quel che proverei se intuissi di essere accudita con i sentimenti illustrati) .

Tanja

Utente Attivo

Posts: 188

Activitypoints: 368

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

40

Saturday, September 14th 2019, 1:14pm

mancano alcuni pezzi del puzzle per capire la tua situazione (e parlo senza intento moralizzatore )....
- le vostre famiglie di origine
- come è nata e evoluta la vostra storia prima dell incidente?

La mia intuizione è che l amore fosse già tiepido prima dell incidente.
Comunque onore a tua moglie se nonostante tutto cerca la socialità, non è scontato

Tanja

Utente Attivo

Posts: 188

Activitypoints: 368

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

41

Saturday, September 14th 2019, 1:22pm

Tu dici che la passione non c'è più. Perdonami, ma cosa c'entra la passione con il matrimonio? "Nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia", chi li ha scritti non fa riferimento a sentimenti che di certo possono trovare degli impedimenti, il matrimonio è un contratto. Un contratto che si basa su sentimenti che possono cambiare al variare delle condizioni è un contratto che può rivoltartisi contro. La gente si sposa senza pensare alle reali implicazioni di quelle frasi, quando (a mio parere) la solidità di un matrimonio si basa proprio sulla capacità comune di fare fronte agli imprevisti e alle difficoltà. Se fossimo eternamente giovani e in salute forse neanche esisterebbe l'istituzione del matrimonio, possibilmente non ce ne sarebbe alcun bisogno.
.


Straquoto ....ma i pochi che ancora si sposano oggi assolutamente non hanno presente questo. Infatti ci si separa poi per fatti molto meno gravi di quelli accorsi al autore del thread.

Moonlight3

L'insostenibile leggerezza dell'essere

  • "Moonlight3" is female
  • "Moonlight3" has been banned

Posts: 63

Activitypoints: 182

Date of registration: Aug 19th 2019

Location: Roma

Occupation: Libero professionista

  • Send private message

42

Saturday, September 14th 2019, 2:46pm

Concordo in pieno con fran..ma mi chiedo ancora..sara' vera questa storia?

Elena***

Utente Attivo

Posts: 42

Activitypoints: 126

Date of registration: Aug 15th 2019

  • Send private message

43

Saturday, September 14th 2019, 2:48pm

Tu dici che la passione non c'è più. Perdonami, ma cosa c'entra la passione con il matrimonio? "Nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia", chi li ha scritti non fa riferimento a sentimenti che di certo possono trovare degli impedimenti, il matrimonio è un contratto. Un contratto che si basa su sentimenti che possono cambiare al variare delle condizioni è un contratto che può rivoltartisi contro. La gente si sposa senza pensare alle reali implicazioni di quelle frasi, quando (a mio parere) la solidità di un matrimonio si basa proprio sulla capacità comune di fare fronte agli imprevisti e alle difficoltà. Se fossimo eternamente giovani e in salute forse neanche esisterebbe l'istituzione del matrimonio, possibilmente non ce ne sarebbe alcun bisogno.


Interessante considerazione, prova del fatto che la maggior parte della gente si sposa ad cavolum.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 135

Activitypoints: 444

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

44

Saturday, September 14th 2019, 3:09pm

Gloria, mi riferivo all'autore del thread.

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 372

Activitypoints: 570

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

45

Saturday, September 14th 2019, 4:59pm

Il ragazzo di una mia conoscente è rimasto paraplegico a seguito di un incidente stradale. Dopo un periodo di iniziale "smarrimento" lei ha deciso di sposarlo lo stesso. Mi ha detto in confidenza che ovviamente dopo un incidente del genere la vita cambia, niente è più come prima; ma non è impossibile ritrovare se non la felicità, almeno la serenità; almeno per loro è stato così.

Similar threads