Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Fiamma verde

Amico Inseparabile

  • "Fiamma verde" is female
  • "Fiamma verde" started this thread

Posts: 958

Activitypoints: 3,628

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

1

Sunday, August 12th 2018, 6:25pm

La dopamina è carente nella depressione?

Mi è venuta una curiosità molto importante riguardo un argomento serio e scientifico di cui non so molto.
Siccome mi è capitato di parlare con un mio collega e costui dice che negli ultimi tempi non ha piacere a fare niente. Non prova gusto in nessun tipo di attività. Dunque mi è venuta in mente la questione dopamina e cioè,:" llui è depresso perchè all'improvviso il suo fisico non produce più dopamina e serotonina oppure è la depressione che causa una conseguenza fisiologica di questo tipo, ossia la carenza di queste sostanze?"
Se qualcuno di voi ha letto articoli che riguardano questo argomento mi farebbe piacere leggerli così capirei meglio questo meccanismo e cosa succede.
Non mi ero mai interessata di queste cose ma adesso mi piacerebbe sapere cosa succede e come mai una persona cambia in modo così drastico. Io questa persona l'ho conosciuta come una persona attiva e vitale, o almeno credevo questo di lui, adesso invece è una persona proprio diversa. In pausa pranzo non gli va nemmeno di scegliere cosa mangiare, prende le cose a caso, come se non avesse più gusto e lui stesso dice che nemmeno il cibo gli dà più piacere. Secondo voi allora questo da cosa dipende? E se assumesse quelle sostanze( psicofarmaci ) tornerebbe come prima?
Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

This post has been edited 1 times, last edit by "Fiamma verde" (Oct 20th 2018, 8:47am)


silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 991

Activitypoints: 2,151

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

2

Monday, August 13th 2018, 6:59pm

Da incompetente in materia posso solo dirti che pare che nella depressione sia coinvolto un malfunzionamento dei neuroni deputati alla trasmissione di serotonina e dopamina, sostenaze che agiscono sull'umore, per cui gli antidepressivi vanno a cercare di "riparare" questa trasmissione difettosa.
Ovviamente la scelta di un farmaco del genere per evidenza di cose va lasciata allo psichiatra, anche perchè non è facile trovare il farmaco più adatto, vanno considerati anche gli intevitabili effetti collaterali e a quanto ne so non fanno esami specifici per vedere dove sia la carenza (chissà, magari in futuro si riuscirà).
Ad esempio dopo 4 anni di paroxetina lo psichiatra mi sta facendo passare alla duloxetina (che è sempre un SSRI e agisce sulla serotonina).

Altrettanto ovviamente il farmaco da solo non basta, serve anche un lavoro interiore per trovare la causa scatenante (forse anche più di una) e uno psicoterapeuta può aiutare a farlo.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

Areoplano

Utente Avanzato

  • "Areoplano" is male

Posts: 604

Activitypoints: 1,997

Date of registration: May 10th 2012

  • Send private message

3

Monday, August 27th 2018, 11:39am

Ciò che più mi lascia perplesso è che nonostante l'umanità abbia fatto passi da gigante nella ricerca, ancora siamo condizionati a ragionare in termini meccanici come se il corpo umano fosse una macchina al nostro servizio o peggio ancora al servizio del lavoro, all'efficienza ed alla funzionalità del sistema sociale.
Appena questa strana macchina che è il corpo umano non funziona come vorremmo o siamo condizionati a credere che dovremmo volere, subito pensiamo che ci sia qualcosa che non va.

Noi siamo esseri complessi che comprendono chimica ma anche qualcosa che va molto oltre la chimica.
Ad ogni emozione c'è una corrispondente reazione chimica nel nostro corpo. Paura, rabbia, tristezza, gioia, piacere, divertimento, amore, odio ecc... non hanno origine nel corpo ma si manifestano in esso anche tramite reazioni chimiche, azioni, blocchi ecc... Mettendo le nostre ghiandole in condizioni di produrre le sostanze necessarie a vivere quella esperienza come ormoni, endorfine ecc... Ed attivando i relativi circuiti cerebrali.

Ora, se c'è qualcosa che non va, non è mai solamente fisico, così come non è mai solamente emotivo. E' un equilibrio di entrambe le parti.
Rimettere in equilibrio tutti questi elementi è un lavoro complesso che richiede diversi passi di consapevolezza.

In sintesi se qualcosa non va, quella sofferenza ha un senso, uno scopo, una utilità che solitamente è quella di spingerci ad agire per ritrovare un equilibrio. E nel cercare questo equilibrio cresciamo, ci evolviamo, miglioriamo, apprendiamo e diventiamo sempre più consapevoli di ciò che siamo.
Se invece continuiamo a cercare soltanto una soluzione per evitare di affrontare la realtà, non facciamo altro che peggiorare la situazione, momentaneamente ci riusciamo ma poi ricadiamo nuovamente in uno stato di dolore ancora più profondo. Alimentando sempre e solo il nostro ego ci scordiamo quasi totalmente che abbiamo un'anima!

Fiamma verde

Amico Inseparabile

  • "Fiamma verde" is female
  • "Fiamma verde" started this thread

Posts: 958

Activitypoints: 3,628

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

4

Saturday, October 20th 2018, 8:45am

Qesta persona ha uno psichiatra ma dopo aver provato a prendere per un paio di vole dei farmaci ha subito smesso. Inoltre ha fatto sedute di psicoterapia ma dice che gli psicologi non servono e che son tutti cialtroni. Dice che non sanno guarire nessuno. Del suo psichiatra dice che non capisce nulla e vuole solo propinare farmaci.
Dice che in tutti costoro manca l'empatia e che chiunque può essere psicologo senza aver fatto studi. Perchè loro non sono riudciti a curarla. Lei ha una visione negativa e diffidente di tutti i dottori.
Quindi dice di avere qualcosa nel suo cervello che nessuno riesce a togliere. È chiaro che c'è qualcosa che non va ma lei si rifiuta di aprirsi all'altro e li giudica tutti incompetenti. In questo modo non si arriva da nessuna parte e anche se io ho cercato di stargli vicino la cosa non è servita a nulla perchè lui dice che in quattro anni non è cambiato affatto e che sta peggioranfo e non sa cosa potrà fare di estremo.
Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

Depresso87

Nuovo Utente

  • "Depresso87" has been banned

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jun 17th 2019

  • Send private message

5

Sunday, October 21st 2018, 4:52pm

I farmaci dopo un un mese o giu di li aiutano.
Sugli psicologi mi spiace ma ha ragione la tua amica. Non me ne vogliano i sedicenti dottori della psiche, ma "cialtroni" è l espressione corretta. (anche contando il fatto che quanto guadagnano in un ora io lo guadagno in un giorno).

Saluti

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 489

Activitypoints: 921

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

6

Sunday, October 21st 2018, 8:09pm

Secondo me gli psicologi non sono cialtroni; ma, per esperienza personale, so che non possono risolvere loro i nostri problemi. Possono aiutarti a capire qual'è il problema che genera ansia e inquietudine, ma non lo possono risolvere. Forse è anche vero che guadagnano troppo, ma questa è un'altra storia.

sociopatico atipico

Utente Fedele

  • "sociopatico atipico" is male
  • "sociopatico atipico" has been banned

Posts: 454

Activitypoints: 1,119

Date of registration: Mar 8th 2017

Occupation: Impiegato

  • Send private message

7

Sunday, October 21st 2018, 10:25pm

Se è credente può provare un esorcismo..potrebbe anche funzionare
:-NU

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,586

Activitypoints: 23,100

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

8

Sunday, October 21st 2018, 10:53pm

Ho conosciuto diversi psicologi...nessuno ricco. I farmaci possono aiutare nel senso che possono alleviare i sintomi. Il problema è che la mente umana è estremamente variegata e complessa. Tante cose possono aiutare, ma nessuno ha la bacchetta magica.
Sono riva di un fiume in piena Senza fine mi copri e scopri

(Subcomandante Fran)

Depresso87

Nuovo Utente

  • "Depresso87" has been banned

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jun 17th 2019

  • Send private message

9

Monday, October 22nd 2018, 3:19pm

fran235

Se è così lo dicano apertamente. Mi pare che tutta la psicologia cognitivo/comportamentale sia improntata sulla risoluzione dei problemi e non sulla mera individuazione.
Solo che quando si è depressi si sta male, e ci si fida, sbagliando, di queste figure.
Cosi come persone disperate sperperano patrimoni dalla wanna marchi, i malati psichici lo fanno con gli psicologi
Secondo me gli psicologi non sono cialtroni; ma, per esperienza personale, so che non possono risolvere loro i nostri problemi. Possono aiutarti a capire qual'è il problema che genera ansia e inquietudine, ma non lo possono risolvere. Forse è anche vero che guadagnano troppo, ma questa è un'altra storia.
I farmaci dopo un un mese o giu di li aiutano.
Sugli psicologi mi spiace ma ha ragione la tua amica. Non me ne vogliano i sedicenti dottori della psiche, ma "cialtroni" è l espressione corretta. (anche contando il fatto che quanto guadagnano in un ora io lo guadagno in un giorno).

Saluti
Secondo me gli psicologi non sono cialtroni; ma, per esperienza personale, so che non possono risolvere loro i nostri problemi. Possono aiutarti a capire qual'è il problema che genera ansia e inquietudine, ma non lo possono risolvere. Forse è anche vero che guadagnano troppo, ma questa è un'altra storia.

Areoplano

Utente Avanzato

  • "Areoplano" is male

Posts: 604

Activitypoints: 1,997

Date of registration: May 10th 2012

  • Send private message

10

Monday, October 22nd 2018, 5:34pm


Quindi dice di avere qualcosa nel suo cervello che nessuno riesce a togliere.


Esatto, è proprio così. La sensazione è giustissima.
Quello che ha nella testa e che nessuno riesce a toglierle è la convinzione di essere unica e isolata e per questo dover ricevere ciò che vuole e come lo vuole.
La realtà è molto più complessa. La sua volontà è relativa ed il suo "corpo" non è al servizio del suo ego ma anche al servizio della sua natura con tutte le sue esigenze ed apparenti contraddizioni.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,586

Activitypoints: 23,100

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

11

Wednesday, October 24th 2018, 8:11am

Caro Depresso, ognuno porta le sue esperienze e, credimi, difficilmente ne troverai due uguali. Si parla di mente e non di tonsille. Mi spiace per le tue cattive esperienze con gli psicologi. Io potrei scrivere un libro invece su alcuni psichiatri e sull'uso disinvolto di certi farmaci.
Non per questo credo che tutti gli psichiatri distribuiscono potenti sostanze psicoattive a casaccio.
Sono riva di un fiume in piena Senza fine mi copri e scopri

(Subcomandante Fran)

Depresso87

Nuovo Utente

  • "Depresso87" has been banned

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jun 17th 2019

  • Send private message

12

Wednesday, October 24th 2018, 1:30pm

Be fa piacere sapere che a te è servita. Ma se non si può applicare il metodo" psicologico su più soggetti, allora non è nulla di scientifico. Ripeto: facciano ciò che vogliono ma non la spaccino come scienza.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,586

Activitypoints: 23,100

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

13

Thursday, October 25th 2018, 6:23am

Se é per questo anche la stessa terapia farmacologia non si può applicare a tutti e nello stesso modo. Quanto è complessa la mente! La chimica è solo un pezzo della storia.
Sono riva di un fiume in piena Senza fine mi copri e scopri

(Subcomandante Fran)

Fiamma verde

Amico Inseparabile

  • "Fiamma verde" is female
  • "Fiamma verde" started this thread

Posts: 958

Activitypoints: 3,628

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

14

Thursday, October 25th 2018, 7:11pm

No lui non è credente. Comunque non vuole prendere farmaci perchè dice che lo spengono sessualmente e questo non va bene. Lui vuole restare attivo. Il fatto è strano. Lui è molto passionale a letto ma in certi momenti si rabbuia, ma sempre quanfo siamo fuori e non a letto. Quindi lui dice che dipende dai detersivi che usano nei vari posti, dice che quell'odore gli provoca sbalzi d'umore. Allora devo pensare che certe sostanze agiscono direttamente sul cervello.
Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

Areoplano

Utente Avanzato

  • "Areoplano" is male

Posts: 604

Activitypoints: 1,997

Date of registration: May 10th 2012

  • Send private message

15

Friday, October 26th 2018, 10:03am

No lui non è credente. Comunque non vuole prendere farmaci perchè dice che lo spengono sessualmente e questo non va bene. Lui vuole restare attivo. Il fatto è strano. Lui è molto passionale a letto ma in certi momenti si rabbuia, ma sempre quanfo siamo fuori e non a letto. Quindi lui dice che dipende dai detersivi che usano nei vari posti, dice che quell'odore gli provoca sbalzi d'umore. Allora devo pensare che certe sostanze agiscono direttamente sul cervello.


Detta così sembra anche un po' paranoico. E' molto molto difficile aiutare persone così. Sono intrappolate in un vortice di convinzioni errate, distorte e dannose che non riescono nemmeno a comprendere. C'è anche chi sostiene che è impossibile. Resta il fatto che se non vuoi passare una vita d'inferno è meglio starci alla larga più possibile, o se proprio ti vuoi sacrificare devi essere una persona estremamente forte da non farti coinvolgere troppo e mantenere le distanze. Comunque chi si prende l'onere di legarsi a persone così, ha a sua volta un problema personale da affrontare che fondamentalmente è una profonda insicurezza e scarsissima autostima.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests