Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Friday, February 1st 2013, 5:20pm

Il tempo... questa spada di Damocle tremenda

Vedo che spesso questa sezione è popolata da thread aperti da ragazzi/e di 18-20-22 anni che elencano tutti i loro giustificabilissimi problemi e paure interiori.

Ecco, volevo dire una cosa a queste persone: voi avete un grande vantaggio, che è il TEMPO. Insomma, grandi o piccole siano le vostre paure e i vostri problemi, avete tutto il tempo del mondo per ribaltare completamente le cose.

Io, che ho 30 anni, non posso più farlo, purtroppo.

E aggiungo una cosa: se le vostre turbe sono psichiche, prendetevi tutto il tempo del mondo, armatevi di pazienza, e con le cure giuste - e l'affiancamento di terapeuti di valore - potrete tornare a sorridere.
I miei problemi sono più strumentali, e purtroppo da questo punto di vista, il tempo è un fattore ancora più soverchiante. La mancanza di un lavoro a 30 anni è qualcosa che ti marchia come fallito a vita, e non hai tempo per rimediare, ma solo giorni, ore e minuti, prima che la depressione ti porti ad un vortice disastroso senza fine, conscio anche dei fallimenti precedenti. La stessa cosa per quanto riguarda i rimpianti per la vita sentimentale/sessuale che non ho mai avuto, la clessidra ti impone di rovesciare completamente la situazione entro brevissimo tempo, ma ciò ti corrode il cervello e l'anima, e non ti fa più vivere.

Vi prego non fate la mia fine, ragazzi! Prendetevi tutto il tempo che vi serve, voi che ne avete, e rientrate alla vita da trionfatori. un abbraccio sincero.
Ares



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Tracy.3

Utente Attivo

  • "Tracy.3" has been banned

Posts: 100

Activitypoints: 349

Date of registration: Jan 26th 2013

  • Send private message

2

Friday, February 1st 2013, 5:39pm

Capirai, 30 anni mica 80.

3

Friday, February 1st 2013, 5:43pm

Capirai, 30 anni mica 80.


Questa frase è di una superficialità unica.

Un ragazzo a 30 anni dovrebbe già essere inserito pienamente e stabilmente nel mondo del lavoro ad alti livelli, e dovrebbe aver avuto una situazione sentimentale già definita ed intensa.



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Tracy.3

Utente Attivo

  • "Tracy.3" has been banned

Posts: 100

Activitypoints: 349

Date of registration: Jan 26th 2013

  • Send private message

4

Friday, February 1st 2013, 6:19pm

Se questi sono i tuoi obiettivi nella vita beh, li trovo superficiali quanto tu trovi superficiale la mia frase.
Vedi che roba il relativismo?

5

Friday, February 1st 2013, 8:06pm

Non avere un lavoro a 30 anni vuol dire essere superficiali? Non avere avuto una compagna anche solo di avventura di cui andar fiero, invece di accontentarsi sempre, vuol dire essere superficiali?

Beh, guarda per me la gente che alla mia età e oltre si arrabbatta con lavoretti da 400 euro al mese, o è ancora vergine (o quasi) è la gente FALLITA per antonomasia.

Io non voglio fare quella fine, preferisco crepare.



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" is female
  • "Sera" has been banned

Posts: 1,508

Activitypoints: 5,243

Date of registration: Feb 14th 2012

  • Send private message

6

Friday, February 1st 2013, 8:47pm

Pistacchio le cose da fare sono solodue:
1 ridimensioni le tue aspettative e ACCETTI una vita più modesta (modesta rispetto ai tuoi standard, magari un altro farebbe salti mortali anche per avere il lavoro sul quale tu stai sputando) dove potresti anche coltivare altre aspirazioni, perchè a parte soldi e figa ci sono anche altre cose da fare al mondo.

oppure

2 ti arrendi perchè, lo sai anche tu, le cose non piovono dal cielo. Ma tu concretamente fai qualcosa per ottenere ciò che vuoi o aspetti che piovano dal cielo?

werted

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Dec 18th 2012

  • Send private message

7

Friday, February 1st 2013, 8:51pm

io di anni ne ho 36 e sposato da dieci con un lavoro (all' estero da 17) e ti dico:

1) mi sento marcire davanti ad un cazzo di monitor otto ore al giorno. Non ne posso piu' della routine

2) sul sesso mi trovavo nella stessa tua situazione a 23 anni a mali estremi estremi rimedi come si suol dire...poi da li la vita sentimosessuale e' andata benino. Adesso sposato da dieci anni se succede una volta la mese e' grasso che cola. Non sottovalutare la mano destra, che prima o poi tornera' a servirti anche da sposato e imho il sesso e' sopravvalutato. Ad oggi preferirei una crociera in canada ed alaska al posto di venti scopate guarda un po' che ti dico

Non sentirti un fallito, non e' che avere un lavoro ed una partner ti eleva a chissa' che. Cerca di aprire altri interessi che ne so tipo volontariato ambientale o viaggi, fotografia etc etc.

8

Friday, February 1st 2013, 9:51pm

Quello che non capite è:

1) Il lavoro non ce l'ho più neanche a 1000 euro come prima arrivo. Ormai vado a chiamata, e arrivo a non più di 300-400 euro al mese. Fosse per una matricola universitaria, potrebbe anche essere accettabile, ma per un trentenne è UMILIANTE.

2) Non voglio dieci modelle a sera, ma avrei voluto almeno una ragazza che mi piacesse veramente senza dover fare beneficenza in giro per riuscire a scopare (gratis).

Dite di abbassare le aspettative. Cosa c'è più basso di così? Il Darfur, forse. :rolleyes:

Io non capisco se parlo ai muri, a volte. Oltretutto mando cv su cv ogni giorno, e contatto diverse ragazze sulle chat avendo anche belle foto sul profilo, inoltre ci provo con qualcuna anche in real life (certo non come un forsennato!)... eppure non ho ottengo mai un CA**O! Altri non fanno una se*a e si ritrovano tutto a disposizione! NON E' GIUSTO!

Caro Werted, essere vincenti nella vita vuol dire nella maggior parte dei casi avere un lavoro stabile e mediamente retribuito (senza cifre alla Briatore, sia chiaro). Ma alla mia età con che coraggio vado in giro a dire - se mi chiedono - che non sto lavorando? A una ragazza poi! Sarebbe come scavarsi la fossa da soli.

Poi mi si dice di abbassare le aspettative... Se avessi un contratto a tempo indeterminato a 1300 euro netti al mese e una fidanzata carina, sarei l'uomo più strafelice del mondo.
Certo, se poi dovessi avere moooolto culo nella vita, e ritrovarmi cifre a 6 zeri sul conto corrente e una fidanzata come Adriana Lima, tanto meglio. IL TOP :-WD
Però è il minimo sindacale quello che vorrei.

Nella vita mi interesso anche allo sport (calcio, motociclismo), oltre che a cercare di guadagnare e scopare. Grazie allo sport, altrimenti ora sarei un'ameba.



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

ted80

Utente Attivo

Posts: 15

Activitypoints: 78

Date of registration: Jan 20th 2013

  • Send private message

9

Sunday, February 3rd 2013, 8:11pm

Allora, io ho 32 anni, e sono praticamente vergine, solo qualche sc****a con prostitute... il lavoro l'ho appena lasciato per problematiche varie.

Si non mi sento per niente vincente ... ma neanche un fallito completo.
Se uno a 30 anni senza lavoro si sentisse un fallito, mezza italia lo sarebbe.

Ho deciso di fare 'la corsa' su me stesso.. non mi paragono agli amici e cerco di fare sempre quello che mi piace.
Il problema è che 'quello che mi piace' non lo riesco a fare ed ottenere.

Come vedi è sempre una questione di punti di vista.

Mundomundo

Utente Attivo

Posts: 35

Activitypoints: 112

Date of registration: Jan 14th 2013

  • Send private message

10

Monday, February 4th 2013, 4:59am

Odio il tempo..con tutto il cuore..lo odio quando passa troppo in fretta..e sono terrorizzato dai rimpianti

11

Monday, February 4th 2013, 1:43pm


Se uno a 30 anni senza lavoro si sentisse un fallito, mezza italia lo sarebbe.


Solo tu li vedi tutti questi 30enni senza lavoro.

Odio il tempo..con tutto il cuore..lo odio quando passa troppo in fretta..e sono terrorizzato dai rimpianti


Esattamente anche io lo odio ;(



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Melvin II

Utente Avanzato

Posts: 907

Activitypoints: 2,784

Date of registration: Jan 26th 2013

  • Send private message

12

Monday, February 4th 2013, 5:37pm

Io per nascondere i miei limiti e debolezze raccontavo minchiate su chi ero e con chi stavo
Ho inventato una vita.
Risultato?crollare su se stessi e rischiare di perdersi per sempre.
Ora ho 35 anni e non ho un lavoro mio.
Mio fratello mi fa collaborare nella sua azienda ma mi annoio molto.
Eppure fare parte di una comunita mi stimola ad andare avanti
Non ho completo gli studi.
La mia prima donna l'ho avuto a 33 anni
Sono andato con le escort.
Non essere cosi critico con te stesso
Il Tempo e' Galantuomo ricordatelo sempre
Io non mi arrendo e non dovresti farlo neanche tu
Amo dire spesso che la vita e' una fiction
Ogni giorno s scrive una pagina di un copione.
Ai ragazzi giovani che parlano di depressione e negativita
Be posso solo invitarli a guardarsi dentro e capire quali sono le cause di tale stato
Tutto cambia. Cambieremo pure noi
Ho inventato una vita
Ho mentito
La vita e' una fiction
Sono Tornato per rimediare ai miei errori
Sono Melvin.

13

Tuesday, February 5th 2013, 1:15pm

Caro Melvin, non voglio denigrarti ma i tuoi numeri sono impietosi.
Io non sono troppo severo con me stesso, la mia situazione indica chiaramente il mio fallimento. Non avere un lavoro fisso a 30 anni e aver avuto (gratis) solo 2-3 ragazze/partner sessuali vuol dire aver fallito (sopratutto perchè non sono un brutto ragazzo). Lo accetto, e vado avanti, tra momenti di positività e crolli vertiginosi. Ormai ho capito che non posso più riottenere un equilibrio mentale solido (a 30 anni ormai il carattere e la personalità è ormai formato completamente dalle esperienze precedenti e l'umore è completamente in balia dei risultati del passato), per cui accetto questa altalena cercando di soffrire fisicamente il meno possibile.

Ma chiedermi di buttarmi nel futuro con totale positività è assurdo, stupido e privo di fondamento. Non mi dò neanche tutte le colpe, perchè spesso non serve neanche farsi il cu*o nella vita, basta trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Ne conosco di gente così avoja! Non sono nè più belli, nè più intelligenti o brillanti del sottoscritto. Come vedi un briciolo di autostima ce l'ho ancora, la verità è che la fortuna non è mai stata dalla mia parte, e il passato si affaccia continuamente riempiendo le mie giornate di rabbia, rancore e rimpianti.



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Melvin II

Utente Avanzato

Posts: 907

Activitypoints: 2,784

Date of registration: Jan 26th 2013

  • Send private message

14

Tuesday, February 5th 2013, 2:56pm

Caro Ares,
Tu ti giudichi e anche pesantemente quando dici che a 30 anni la tua e' un fallimento.
Sicuramente 30 anni e' un eta simblica. I miei problemi sono iniziati in quel periodo ma non puoi credere a certi "stereopiti".
Parli di rabbia e rancore che ti ancora al passato.
Quali sono questi episodi che ti turbano l'anima?
io ti chiedo di volgere lo sguardo verso il positivo.
Non esiste la pillola magica lo so bene
La mia vita non era quello che sognavo
Ma mi sforzo per cambiarla
Scusami ma e' molto "triste" stabilire se una vita e' degna con quante donne sei stato a letto
Sei piacente e quindi non accetti di non essere al centro dell'attenzione?
Magari il tuo modo di porti deve cambiare
Io sono una persona testarda,orgliosa e infantile.
Eppure ho cercato di porre dei rimedi attraverso la terapia e la scrittura.
Non esistono modelli vincenti ma solo atteggiamenti positivi.
Ho inventato una vita
Ho mentito
La vita e' una fiction
Sono Tornato per rimediare ai miei errori
Sono Melvin.

15

Tuesday, February 5th 2013, 3:27pm

Caro Ares,
Tu ti giudichi e anche pesantemente quando dici che a 30 anni la tua e' un fallimento.
Sicuramente 30 anni e' un eta simblica. I miei problemi sono iniziati in quel periodo ma non puoi credere a certi "stereopiti".
Parli di rabbia e rancore che ti ancora al passato.
Quali sono questi episodi che ti turbano l'anima?
io ti chiedo di volgere lo sguardo verso il positivo.
Non esiste la pillola magica lo so bene
La mia vita non era quello che sognavo
Ma mi sforzo per cambiarla
Scusami ma e' molto "triste" stabilire se una vita e' degna con quante donne sei stato a letto
Sei piacente e quindi non accetti di non essere al centro dell'attenzione?
Magari il tuo modo di porti deve cambiare
Io sono una persona testarda,orgliosa e infantile.
Eppure ho cercato di porre dei rimedi attraverso la terapia e la scrittura.
Non esistono modelli vincenti ma solo atteggiamenti positivi.


Allora... faccio un breve elenco.

- un grave lutto familiare
- essere stato sfigato a scuola, e preso di mira dai bulletti e dalle ragazze
- avere avuto una vita sessuale inesistente, iniziata tardissimo e proseguita pure peggio
- avere alcuni difetti fisici che non riesco proprio ad accettare
- essere sempre stato precario sul lavoro
- avere una lista di una ventina di rifiuti GRAVI per l'autostima e la serenità da parte di praticamente tutte le ragazze carine con cui ho provato (tutto trascritto su word, titolo del file "DEATH LIST")
- vivere ancora in famiglia
- visto che sono tutto sommato piacente, oltre al danno, la beffa di venire adocchiato da parecchie ragazze, ovviamente tutte mediocri se non orrende. Preferire essere orrendo come Ribery e pure gay, GIURO.

Come vedi è un quadro drammatico.
Impossibile volgere lo sguardo verso il positivo, ci ho provato mille volte. Anzi, più passa il tempo, meno cose ottengo, più pretendo dal futuro di riavere tutto con gli interessi e in maniera trionfale. Il mondo mi deve restituire TUTTO quello che mi tolto. TUTTO.



I peggiori sono quelli che criticano chi ha successo,non sapendo fare neanche lo 0,001% di quello che fanno loro, come uno che gioca a calcetto in piazza e critica Ronaldo per come gioca, magari millantando come consolazione che magari lui è più profondo :roftl:

Similar threads