Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


werted

Utente Attivo

  • "werted" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Dec 18th 2012

  • Send private message

1

Friday, March 22nd 2013, 10:34am

idealizzare eventi passati che ti avevano fatto felice

Salve,

Da un paio di anni a questa parte sto idealizzando degli eventi che mi sono capitati 15 anni fa.
Al momento sono una persona infelice. Sono sposato e si va abbastanza d'accordo con mia moglie, vivo all 'estero da moltissimo
ma non sono piu' felice della mia quotidianita' e del paese in cui vivo. Non mi piace il lavoro, il clima e la qualita' di vita tra le altre cose.
Professionalmente non vedo piu' sbocchi perche' ho raggiunto quello che posso raggiungere nel mio ramo che comunque non e' chissa' che.

I miei pensieri ossessivi si riferiscono ad una persona di cui mi ero innamorato 15 anni fa ossia il mio primo amore. A dire il vero questa persona
mi e' rimasta sempre nel cuore ma con il tempo l'avevo dmenticata. Pero' adesso ci penso spesso quando mi sento giu'. Io penso che sia perche' sto idealizzando dei momenti passati
in cui mi sentivo felice e spensierato mentre invece odio la mia quotidianita' di oggi. Mi mancano le emozioni. La quotidinaita' dopo anni non mi offre nessuna emozione.
Vi capita mai di pensare a cose, eventi o persone passate della vostra vita e pensare "quanto stavo bene a quel tempo"? Alzarsi la mattina, andare al lavoro, i due giorni di fine settimana, poi la stessa cosa per 10+ anni.

Grazie

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" is male

Posts: 2,504

Activitypoints: 7,771

Date of registration: Mar 10th 2010

  • Send private message

2

Friday, March 22nd 2013, 10:50am

Succede, succede.

Ma bisogna partire dal presente, dal reale, e cercare di cambiare le cose che si possono cambiare.
Quelle invece che non si possono cambiare, vanno accettate, sapendo che la vita è una continua chiamata all'essere adulti, e a vivere nella realtà.

Fantasticare un poco è concesso a tutti, ma vivere di astrazioni e di teorie fantasiose su "quanto sarebbe stato bello se..." porta soltanto a un maggiore scoramento.

Ti consiglio quindi di non indulgere troppo in questi pensieri. A lungo andare sono logoranti.
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

Cantastorie

Giovane Amico

  • "Cantastorie" is male

Posts: 150

Activitypoints: 478

Date of registration: Aug 28th 2012

  • Send private message

3

Friday, March 22nd 2013, 11:50am

Werted,
anch'io da un pò di tempo sono nelle stesse tue condizioni. Non odio la mia quotidianetà piuttosto non la amo!
A volte mi capita di pensare a situazioni passate in cui le sensazioni di entusiasmo o di gioia erano molto forti.

Da quello che dici sembra che tu sia in una fase di "stallo", una fase nella quale hai la sensazione di aver portato a compimento tutti i tuoi obiettivi e che non ci sia più nulla da fare. Se è così benvenuto nel club!

L'unica cosa che ti posso dire è che io stò cercando di uscire da questa condizione cercando interessi e passioni nuove che però ovviamente non confliggano con la famiglia che ho costruito e della quale sono orgoglioso e pienamente soddisfatto.

Forse a volte abbiamo bisogno di stimoli e sfide nuove che rompano la nostra routine ed irrompano prepotentemente nella nostra vita. Forse non siamo fatti per stare immobili in un attimo eterno ma per cavalcare un divenire sempre ricco di progetti e di sfide nuove.

Tu hai messo in evidenza questo amore giovanile. Anch'io a volte penso ad una fidanzatina di quando andavo alle scuole superiori. Può darsi che rappresenti quel lato di noi che forse non vuole crescere e che non crescerà mai, una sensazione di malinconia mista a gioia che mal riesco ad interpretare. Mi manca sentirmi così totalmente coinvolto da qualcosa, mi manca sentirmi come ero capace di sentrirmi in periodi della mia vita in cui era tutto da scoprire e sperimentare. Forse è così anche per te.

Cerco ancora queste sensazioni. Le cerco negli interessi e nella creatività, nella cuoriosità di confontarmi con cose o persone che siano capaci di darmi nuovi stimoli, in una sana dimensione di sogno che non vuole abbandonarmi ma che anzi richiede attenzione e spazio.

Melvin II

Utente Avanzato

Posts: 907

Activitypoints: 2,784

Date of registration: Jan 26th 2013

  • Send private message

4

Friday, March 22nd 2013, 1:47pm

Io spesso vivo di ricordi e di rimpianti.Ho combatutto tanto con i ricordi ossessisivi. Tutto nasce dall'insoddisfazione della nostra vita attuale.Ti consiglio di chiamare un terapeuta.Hai bisogno di un supporto e di una guida in questo momento non indugiare
Ho inventato una vita
Ho mentito
La vita e' una fiction
Sono Tornato per rimediare ai miei errori
Sono Melvin.

Didi73

Utente Attivo

  • "Didi73" is female
  • "Didi73" has been banned

Posts: 116

Activitypoints: 383

Date of registration: Feb 1st 2013

Location: roma

Occupation: in ufficio

  • Send private message

5

Friday, March 22nd 2013, 2:00pm

Ripensare al primo amore o ad un amore felice e finito è normale, penso capiti proprio a tutti, specialmente nei momenti in cui si è insoddisfatti.
Sarà una specie di istinto di sopravvivenza: non trovando felicità nella realtà, si cerca di viverla attraverso i ricordi.
Quando è capitato a me, mi ha fatto un gran bene rivivere certi ricordi. Sapere di aver vissuto quella vita o quei momenti mi ha fatto pensare di poterli replicare o cmq mi ha dato un senso di pace.
'...è solo un insetto spiaccicato sul parabrezza della mia vita' (Garfield).

_Sehnsucht_

Io sono destinata ad avere l'anima perpetuamente in tempesta

  • "_Sehnsucht_" is female

Posts: 712

Activitypoints: 2,235

Date of registration: Mar 6th 2013

Location: Nowhere

  • Send private message

6

Friday, March 22nd 2013, 5:14pm

Facendo dell'ironia, potrei dire che ho la specializzazione in farmi i film su eventi passati, mi ci ritrovo spesso col fatto appunto che la mia vita attuale non mi soddisfa e quindi compenso questo vuoto ripensando a quando stavo sicuramente meglio e avevo una vita più stimolante.
Francamente però, parlando di primi amori, io non so come sia finito il tuo, ma io se ripenso a quelle cose, penso che per quanto possa essermi inizialmente divertita, ci ho solo guadagnato a perdere personaggi di quel tipo, non sempre il passato è tutto oro che luccica, bisogna analizzarlo nel bene e nel male.


Solo che alla fine sono cosciente che questo non porta a niente se non ad aumentare la mia frustrazione per il presente.
L'unica via per diminuire questo malessere e quindi lasciarsi andare a ricordare il passato per colmare questi vuoti è cercare di rendere stimolante la propria vita presente, non si scappa, è l'unica via.

Le vie ci sarebbero, ma poi sta a noi volerle cercare e attuare: potrebbe essere tramite un tuo hobby, nuove conoscenze o comunque cambiare la propria vita sociale magari andando in posti in cui finora non sei mai stato, un viaggio, cercare di riavvicinarti alla tua compagna per non far sì che anche quella sia ormai routine e noiosa relazione, insomma se hai l'iniziativa, trovi anche la soluzione, ma se si sta immobili, non si arriverà neanche a vedere un movimento futuro.
Se il tuo lavoro non ti piace, pensi che non potresti provare per lo meno a spostarti sempre rimanendo nel tuo ramo su qualcosa che potrebbe appagarti di più?
Al giorno d'oggi comunque già averlo uno straccio di lavoro è già una gran fortuna.

Se poi l'ambiente in cui vivi non ti piace, vien da sé che ti nasce l'insoddisfazione, lo vedo pure nel mio paese che di attrattive ne offre ben poche, ma io appunto, sto muovendo le polveri lavorative proprio per poter cambiare il terreno di base, trasferirmi è l'unica via per poter avere la vita che vorrei.
Non conosco abbastanza la tua situazione per poter dire anche a te che magari cambiare zona potrebbe risvegliarti un poco e migliorare la tua visione delle cose.
"Il problema era che doveva continuare a scegliere tra un male o un altro." C. Bukowski

werted

Utente Attivo

  • "werted" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Dec 18th 2012

  • Send private message

7

Friday, March 22nd 2013, 5:33pm

calcola anche che pensare ad un altra di 15 anni fa mi fa sentire una merda perche' mi sento in colpa nel pensarla.
E' un maledetto circolo vizioso.

Similar threads