Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

NathanDrake

Utente Attivo

  • "NathanDrake" is male
  • "NathanDrake" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 116

Date of registration: Mar 13th 2018

  • Send private message

1

Sunday, August 18th 2019, 6:22pm

Depressione e Dipendenza Affettiva

Ciao a tutti,

soffro di Dipendenza Affettiva dalla mia ex, con la quale sono stato insieme circa 3 anni e mezzo e nei successivi 3 anni siamo rimasti in contatto, ci vedevamo come "amici" ed è sempre stata un punto di riferimento molto importante per la mia vita, direi l'unico.

In sostanza ci siamo messi insieme nell'estate del 2013 e ci siamo lasciati verso Natale del 2016. Negli ultimi 3 anni fino a poco fa abbiamo continuato a vederci perché il nostro legame era molto profondo e non volevamo perderci.

Circa un anno e mezzo fa lei mi dice che si sta vedendo con un'altra persona. Inizialmente ci rimango male per qualche giorno, poi però non ci penso troppo e vado avanti.

In questi ultimi anni ho avuto più volte l'opportunità di tornare insieme a lei, ma non ho mai voluto, preciso che sono stato io a prendere la decisione di lasciarla ma è stato comunque molto doloroso.

Lei è originaria del Veneto, io di Milano, ma si è trasferita qui un po' per me inizialmente e successivamente perché aveva trovato lavoro qui.

Negli ultimi tempi però il lavoro non andava bene e quindi aveva in previsione di tornare in Veneto, insieme a questo tizio.

Ero già parecchio giù per questa notizia ma speravo che poi in qualche modo sarebbe ritornata. A fine luglio il fattaccio.

Mi dice di essere incinta.

Crollo.

È come se l'avessi persa per sempre. Il rapporto tra noi non sarà mai più come prima e questo mi distrugge. Inoltre comincio ad avere ripensamenti su di lei. Mi rendo conto che forse ho sbagliato a lasciarla e non volerci riprovare. Che per me è la persona più importante e che adesso non c'è nulla che io possa fare per tornare indietro.

È dal 29 Luglio che pian piano sono sprofondato in depressione.

Premetto che sono in psicoterapia da anni e che ho sempre sofferto di momenti di questo tipo alternati a fasi apparentemente stabili.


Mi sembra di non essere mai stato così male.

Piango spesso. Non ho voglia di fare nulla. Ho perso interesse per tutte le mie passioni, una su tutte l'attività fisica. Non ho mangiato per giorni interi. La mattina è una tragedia, mi sveglio sempre verso le 6:00 con una forte ansia e battito accelerato ripensando a questa situazione.

Ho un lavoro part-time e per il momento sono riuscito ad affrontarlo ma credo che la prossima settimana mi metterò in malattia. Non credo di farcela.

Continuo a scriverle, lei è un po' preoccupata, mi risponde sempre, mi sta vicino ma pensa che forse sia il caso di smettere di sentirci. In fondo anche io so che forse sarebbe la cosa migliore ma non ce la faccio. Sono totalmente dipendente da lei.

Sabato scorso ho voluto andare a trovarla, ho fatto andata e ritorno in macchina in giornata. Quando sono stato con lei stavo benissimo, il problema si è riprensentato il giorno dopo, quando sono sprofondato nuovamente.

Vivo insieme ai miei genitori e anche loro sono molto preoccupati. Non so come comportarmi. A volte mi sprono a fare qualcosa, ad uscire, ma sembra che non serva a nulla. Il giorno dopo mi sveglio e ricomincia tutto da capo, di nuovo.

Ho frequenti pensieri suicidi.

Sto valutando assieme allo psichiatra l'assunzione di fluoxetina o un altro antidepressivo.

Scusate per il post un po' disordinato ma ho una gran confusione in testa...

Grazie a chi vorrà rispondermi e dire la propria opinione.

Melite

Utente Attivo

Posts: 13

Activitypoints: 46

Date of registration: Aug 2nd 2019

  • Send private message

2

Sunday, August 18th 2019, 7:24pm

Penso che non ci sia niente che possa dirti per confortati. Io ti capisco.

Penso però che dovresti metterti per il momento in modalità stand by, ovvero, c'è un detto che dice "quando non sai cosa fare, semplicemente non fare niente". Piangi, disperati, ma cerca per questi primi tempi di non contattarla, ti faresti solo del male secondo me.

Sei molto fortunato ad avere un lavoro, che tra l'altro essendo part time ti permette di uscire di casa e comunque ti concede il tempo di raccoglierti in te stesso. Cerca di sforzarti, è molto importante che tu esca di casa.

Un'altra cosa importante che ti vorrei dire, è di non cercare conforto in lei, ma di cercarlo nella tua famiglia e negli amici più cari, se hai la fortuna di averne.

Cerca di sforzarti nonostante il dolore, piangere va benissimo perché penso sia l'unica valvola di sfogo che hai. Ma magari sfogati anche nello sport, se puoi, so che aiuta tantissimo.

Per il resto vivi giorno per giorno, cercando un piccolo piacere ogni giorno, che sia una pizza, un cinema, una birretta.

Buttati in nuovi progetti. Smetti di fumare, comincia un nuovo sport / corso di qualcosa, fai una vacanza se puoi.

So che è difficile, ma cerca di farlo anche se inizialmente sarà controvoglia.

So che i miei sono solo dei piccoli spunti, fanne quel che credi.

Vedrai che la terapia ed il tempo ti aiuteranno.

Ti faccio un grosso in bocca al lupo.

Elisa89

Ogni lasciata è persa

  • "Elisa89" is female

Posts: 529

Activitypoints: 1,657

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

3

Monday, August 19th 2019, 6:36am

I consigli di Melite sono ottimi e li condivido tutti.
Questa ragazza ha la sua vita con un'altra uomo, inoltre sei stato tu a lasciarla e per tre anni siete stati solo amici.
Forse non è più amore quello che provi per lei, altrimenti avresti riprovato a metterti con lei in questi anni. Ora che la vedi definitivamente andarsene, ti sale della nostalgia e della rabbia. Passerà.
Distraiti e tronca il rapporto con lei perchè ti fa soffrire trop
troppo.

NathanDrake

Utente Attivo

  • "NathanDrake" is male
  • "NathanDrake" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 116

Date of registration: Mar 13th 2018

  • Send private message

4

Monday, August 19th 2019, 9:27pm

Grazie per i consigli!

So che dovrei attivarmi il più possibile per non pensare e cercare di non scriverle... a volte sono convinto di farlo e sono più "propositivo", il problema è che al mattino dopo ricomincia l'ansia e la mancanza di voglia di fare qualsiasi cosa!! Per me il mattino è un autentico dramma!!

Ad esempio stasera mi sono preso l'impegno di andare in palestra domani mattina con un amico. Al momento sono convinto di farlo, ma so già che domani avrò dei ripensamenti e farò un'immensa fatica.

Inoltre ho deciso di farmi aiutare dai farmaci venerdì alla prossima seduta con lo psichiatra... :(

Moonlight3

L'insostenibile leggerezza dell'essere

  • "Moonlight3" is female
  • "Moonlight3" has been banned

Posts: 63

Activitypoints: 182

Date of registration: Aug 19th 2019

Location: Roma

Occupation: Libero professionista

  • Send private message

5

Monday, August 19th 2019, 10:46pm

Non ti manca lei ma il bisogno tuo che hai di lei...lo conosco.mplto bene.

Concentrsti su questo..

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 376

Activitypoints: 1,043

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

6

Monday, August 19th 2019, 10:50pm

si dice che la fine di una relazione importante equivale ad un lutto.
da quel che dici, la tua relazione è finita con la certezza che lei non è/non può più essere tua.

Quindi: tutto normale, non ti preoccupare! :D

Immagino che dal di dentro sia un po' diverso, ma alla fin fine devi solo lasciar passare del tempo e far tesoro di questa esperienza.
Non dici l'età, ma credo tu sia giovane.
Segui i semplici consigli di melite e cerca di non drammatizzare oltre il necessario: fa male, ma - come dicono i vecchi - son cose che capitano ai vivi.

Dici di aver avuto altri periodi "down": cogli l'occasione pee lavorarci un po' su con lo psicoterapeuta, viviti a fondo il lutto - la cosa ha un senso, credimi - e aspetta un attimo a prendere la fluoxetina... (ovviamente questo è solo il mio parere, valuta tu con i tuoi referenti).

Insomma, togli dal tuo carico il fatto che non dovresti star male: è naturale, fa parte del normale (e doloroso) percorso di crescita...
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

NathanDrake

Utente Attivo

  • "NathanDrake" is male
  • "NathanDrake" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 116

Date of registration: Mar 13th 2018

  • Send private message

7

Tuesday, August 20th 2019, 7:18am

Ciao Luca, grazie della risposta.

Ho 35 anni ed è stato il mio primo amore... :(

I farmaci sono già tanto tempo che li rimando ma credo che non sia più il caso...

So che sono cose che capitano a tutti ma mi sento davvero male e soprattutto non noto miglioramenti!

Stamattina ho lo stesso senso di vuoto e smarrimento di tutti i giorni :(