Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,683

Activitypoints: 5,063

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

16

Tuesday, May 21st 2019, 8:05pm

Intanto hai la tua famiglia, che non è mica tanto poco, come relazioni "significative". Poi hai trent'anni = essere proprio ancora anagraficamente in tempo per TUTTO, obiettivi sogni relazioni etc.
Io non me la sento di dire che la vita è proprio una meraviglia e che sempre e per tutti c'è la possibilità di realizzare chissà che cosa, però scusa eh, ma tu oggettivamente sei in tempo per avere tutto quello che ti manca. Certo continuando a curarti e fare fatica eh.
Cioè non so non credi di riuscire a invogliarti, ma era giusto per correttezza e lucidità; casomai ci tenessi ancora in qualche modo ad avere quello che elenchi, è ancora possibile.

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

17

Wednesday, May 22nd 2019, 9:45pm

Intanto hai la tua famiglia, che non è mica tanto poco, come relazioni "significative". Poi hai trent'anni = essere proprio ancora anagraficamente in tempo per TUTTO, obiettivi sogni relazioni etc.
Io non me la sento di dire che la vita è proprio una meraviglia e che sempre e per tutti c'è la possibilità di realizzare chissà che cosa, però scusa eh, ma tu oggettivamente sei in tempo per avere tutto quello che ti manca. Certo continuando a curarti e fare fatica eh.
Cioè non so non credi di riuscire a invogliarti, ma era giusto per correttezza e lucidità; casomai ci tenessi ancora in qualche modo ad avere quello che elenchi, è ancora possibile.


Nella mia famiglia fino a non molto tempo fa c'erano rapporti molto tesi. Ora no, ma nel mio caso è rimasto l'egoismo. Non penso più di dovergli qualcosa, vedo i miei genitori come gente che mi mantiene e che saranno fonti di disagio invecchiando. Anche per questo voglio andarmene prima del tempo.
Mio fratello meno lo vedo meglio sto, sfortunatamente tra un anno e qualcosa avrà finito la scuola e sarà a casa a fare niente come me, altro motivo per andarsene.
Mia sorella si è costruita una vita sua, è un bene.

Di obiettivi e sogni non ne ho più, semplicemente. Nemmeno mi interessa averne. Come scrisse Michele, il ragazzo suicida di cui ho riportato la lettera su questo forum, "mi è passata la voglia, non qui e non ora". Troppe delusioni, troppo vuoto, troppi pugni in faccia, deboli se vogliamo, senza aver mai sfiorato la normalità.

Io su questo e altri forum ho letto storie bruttissime. La mia non lo è, la mia non è niente, è la storia dei miei vuoti.
Forse non ho il diritto di suicidarmi, ma se lo farò sarà una liberazione dall'insoddisfazione permanente, dall'ansia, dall'angoscia.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

18

Thursday, May 23rd 2019, 10:54am

Comunque a trent'anni non si è più in tempo per tante cose, soprattutto con una storia di fallimenti, angosce e delusioni alle spalle.
Forse è che mancano le forze, forse è che manca la voglia, non so. Fatto sta che non è l'età delle opportunità che tu dici. Non per tutti perlomeno.
Lo so io come lo sapeva Ciro.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

19

Wednesday, May 29th 2019, 10:52am

C'è una crisi demografica, pare. Ci penso spesso. Alla mia età, quarant'anni fa, si avevano già moglie e figli, di solito.
Mi mette tristezza sapere che ci sono pochi bambini nati e tanti anziani. Poi ci penso meglio e capisco che la cosa realmente triste è che io non ne avrò mai, di figli, nè una donna. Nè, e qui arrivo al punto, esperienze di vita come quelle che faceva Ciro, che pure si lamentavva di essere solo.
Leggendo il suo blog e i vari articoli scritti su di lui si deducce che di esperienze ne faceva. Col lavoro, con le vacanze in cui guidava per l'Italia la sua amica americana, con gli amici che aveva in giro per il paese (a lui sembravano pochi)...
E' tutto questo che a me manca, vivere il mondo presente, vivere esperienze con la gente. Sono spaventato da tutto, dagli inconvenienti, dalle persone, dal lavoretto che DEVO fare. Eppure mi attacco a ciò che non va nel mondo e penso che se il mondo andasse meglio io ne trarrei giovamento. Balle. La mia vita andrebbe a catafascio lo stesso.
Penso alla vita che doveva fare Ciro, avanti e indietro per le città della bassa padana, da solo in macchina. Lui però almeno andava in qualche posto. Faceva qualcosa, incontrava persone.
Ciro si è ucciso perchè non gli andava bene quello che aveva, io cosa dovrei fare allora?
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

This post has been edited 1 times, last edit by "lowbattery" (May 29th 2019, 11:03am)


20

Wednesday, May 29th 2019, 11:14am

chi pubblica cose dovrebbe usare responsabilità e coscienza
non mi pare che Ciro l'avesse usata

vivo in una zona in cui il suicidio è un problema, lo è da molti anni, probabilmente da sempre. se guardo alla mia vita, il primo grande strappo è arrivato a sette anni, poi sono seguiti altri, troppi. i giornali non scrivono, giustamente, per rispetto di chi ha fatto questo scelta e per rispetto di chi si trova in difficoltà. chi sa leggere i media però trovi i molti casi. il "prototipo" del suicida è il maschio over sessanta.

abbiamo poche scelte nella nostra vita, probabilmente nasciamo tutti solo con un grande mucchio di immondizia da spalare. sta a te, guardare oltre il tuo mucchio e vedere le cose che possono farti stare meglio. non confrontarti con gli altri, lascia che facciano la loro vita. tu fai la tua, cercando di migliorare ciò che è migliorabile ed accettando ciò che non lo è. la realtà non è un quadro statico, è ciò che fai con il tuo sguardo.

in bocca al lupo
namasté

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

21

Wednesday, May 29th 2019, 9:26pm

Il confronto con altri che hanno fatto questa scelta è arrivato solo un paio d'anni fa. Sono quattordici anni, però, che penso al suicidio, da quando ero ragazzino.
Credo che l'ansia sociale, un disturbo di personalità e la depressione siano le cause principali.

Sono stanco di spalare immondizia. Facendolo c'è chi si rafforza e chi si consuma. Io appartengo alla seconda categoria.

Non ho motivi urgenti per farla finita, solo non ho neanche motivi per andare avanti e affrontare le frane che il mio personale mucchio di immondizie mi riserva.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

Flavio10

Giovane Amico

  • "Flavio10" is male

Posts: 188

Activitypoints: 725

Date of registration: Apr 29th 2014

Location: Italia

Occupation: scrittore per scherzo e scienziato senza lavoro

  • Send private message

22

Wednesday, May 29th 2019, 9:40pm

Se tu avessi una scelta, cosa vorrresti fare nella vita?

23

Thursday, May 30th 2019, 8:31am


Non ho motivi urgenti per farla finita

solo non ho neanche motivi per andare avanti


sono gli stessi
i motivi per cui non vai sono quelli per cui rimani

pensaci
con lucidità

so che non vuoi sentirlo ma le malattie che citi si curano
le cure hanno il vantaggio di portare la lucidità che la malattia toglie

non sei tu ad essere così, é la malattia che ti fa vedere le cose in un certo modo
namasté

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

24

Friday, May 31st 2019, 11:19am

Se tu avessi una scelta, cosa vorrresti fare nella vita?


Non saprei proprio. Di sogni e aspirazioni non ne ho.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

25

Friday, May 31st 2019, 11:33am


Non ho motivi urgenti per farla finita

solo non ho neanche motivi per andare avanti


sono gli stessi
i motivi per cui non vai sono quelli per cui rimani

pensaci
con lucidità

so che non vuoi sentirlo ma le malattie che citi si curano
le cure hanno il vantaggio di portare la lucidità che la malattia toglie

non sei tu ad essere così, é la malattia che ti fa vedere le cose in un certo modo


Mah, guarda, io penso di essere lucido ora.
Ho dell'ansia residua che sento in modo strano. E ho una depressione cronica a cui ormai sono abituato. Ma non credo di vedere la realtà in modo distorto. Anzi, credo di vederla più lucidamente oggi di quanto mi sia mai capitato in passato.
Ho prospettive scarse. Sono uno dei milioni di futuri poveri. Per di più senza voglia di fare, di sbattermi, senza particolari capacità (anche se molti mi hanno detto il contrario io vedo che mi manca sempre qualcosa per riuscire, in qualunque cosa).
Non voglio assistere al declino della mia famiglia, coi miei genitori che invecchiano e mio fratello che tra un anno uscirà dalla scuola e sarà un secondo me stesso fallito e disoccupato.
Non voglio fare fatica. Il solo pensiero di dover pulire casa mi angoscia.
Inoltre non ho più voglia di niente. Saranno state le troppe delusioni, simili a quelle della volpe con l'uva, non lo so.

Finire in una bella giornata di maggio, o di inizio giugno, in un prato di erba alta mi sembra la cosa più desiderabile in certi momenti. Quel che ho avuto ho avuto, quel che ho dato ho dato.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

26

Monday, June 3rd 2019, 10:34am

Uno dei "ricordi" di Ciro...

"[nota: questo post è la trascrizione di quanto ho annotato sul mio moleskine il 1 giugno 2000]

Night, late night, and still set in front of a keyboard, a mouse, a screen. Lines of text puking out of the monitor.
Sadness, paranoid.
No1 loves me, no one’s looking for me. I feel so useless.
Or… or… maybe it’s only a stupid way to gain attention.
“finger di stare male per attirare l’attenzione”.
Dunno who have written that sentence but maybe he could be right.
So… how can I escape out of this shit?
Maybe sleeping more. So few hours in my bed, and there’s the result: the whole world against me: they hate me… no, no. They dont hate me, things are worse: they just ignore me, me, my sadness, my lonelyness, my needs of love and attention.
Where’s love? Where the fucking is the girl I love, the girl that loves me?
Probably I’ll die, six feet under, w/o knowing her.
I’ve to wake up from this nightmare. How can I?
Things will become better one day? Maybe, or maybe not.
To live or to die?
To live IS to die, as in a Metallica’s song.
Out, out, I’d better run away from this, try to escape. Find something more exciting than be paranoid on IRC.
But’s not easy.
Damn.
A song plays around my head. Die by the sword: Slayers. Violence."
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

27

Monday, June 3rd 2019, 10:37am

Per certi versi ho fatto una vita simile alla sua, a leggere questo "ricordo".
Ma l'ho vissuta in modo diverso.
Io silenzio il mio bisogno di relazioni sociali, di sentirmi amato.
Il risultato di questo è il senso di vuoto. La quieta disperazione.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

28

Monday, June 3rd 2019, 11:53am

essere lucidi ed essere in depressione cronica sono condizioni inconciliabili.
sia chiaro, non voglio darti una botta sulla spalle e dirti che tutto andrà bene e che avrai una bella vita se vorrai crederci....non sono scema (e soprattutto so di cosa si parla)

dico solo che puoi ottenere lucidità (ti assicuro che non ce l'hai se sei depresso) ed essere più sereno
è possibile.
namasté

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

29

Monday, June 3rd 2019, 9:18pm

essere lucidi ed essere in depressione cronica sono condizioni inconciliabili.
sia chiaro, non voglio darti una botta sulla spalle e dirti che tutto andrà bene e che avrai una bella vita se vorrai crederci....non sono scema (e soprattutto so di cosa si parla)

dico solo che puoi ottenere lucidità (ti assicuro che non ce l'hai se sei depresso) ed essere più sereno
è possibile.


Mi rendo conto di contraddirmi, ma devo dire che io non credo di stare male. Credo che questa sia la norma per me. Una vita meno che mediocre, in cui il massimo della serenità è il vuoto.
Non ho una visione di me mentre sto meglio. E' una cosa che non vedo proprio. Ma poi, stare meglio per fare cosa? Per andare dove? Nel solito tran tran in cui si aspetta solo la tegola in testa successiva?
Forse mi aspettavo di più dalla vita.

Grazie comunque.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

30

Monday, June 3rd 2019, 9:35pm

Riflettevo sul fatto che io di aiuto ne ho chiesto e ricevuto in abbondanza.
Sono stato ricoverato due volte, vado da uno psicologo da anni, vado regolarmente al CPS, ho persino parlato con l'assistente sociale e domani vedrò l'educatore professionale del CPS... eppure la mia vita è ancora uno schifo, continuo a non avere un solo scopo, continuo ad essere depresso e non mi frega più niente di niente.
E niente, sono stufo di tutti queesti casini, ne ho piene le tasche di problemi.

Sto pensando di ammazzarmi senza nemmeno lasciare un biglietto ai miei genitori, tanto che differenza fa?
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

Similar threads

Used tags

blog, depressione, suicidio