Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,039

Activitypoints: 6,131

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

31

Wednesday, April 24th 2019, 4:20pm

beh, fran, il sesso è parte sostanziale della nostra natura e della nostra energia vitale, a differenza dei tablet, dei suv e dei tv superHD!!!


sono d'accordo...eppure sembra che ci sia la tendenza a trattarlo come gli oggetti che hai menzionato


Perché riallacciandosi al topic "essere single" il sesso è investito dello stesso ruolo di status symbol.
E anche lì, più si va per questa strada più dilagano le pippe :D non solo nel senso di elucubrazioni angosciose sull'essere "in tempo", "adeguati" , "all'altezza" ma anche come è stato constatato da anni il rifugio nel porno per eccessiva "seriosità" e ansia da prestazione preventiva. Bisogna totalizzare punteggi e inseguire standard troppo alti per i canoni sociali vigenti (che sono isterici, irrealistici e tendono a confermare il vecchio adagio che più se ne parla e meno si "quaglia" :D )

Credo che l'unica sia ascoltare i propri desideri. Non ci sarebbe nulla di strano nel concludere che il sesso non è una parte preponderante della nostra vita e del nostro modo di intenderla, o che addirittura in alcune fasi dell'esistenza alcuni possono benissimo non avere alcun interesse.
Kylo ha dei sani ormoni da compiacere e soddisfare in conflitto con molte sane o comunque potenzialmente positive convinzioni, magari blocchi un poco più profondi di così da indagare (e non aspetto che lo venga a raccontare a noi o almeno a me)....quello che sicuramente gli gioverebbe per come la vedo io è sdrammatizzare il peso del "programma", cioè sentire di avere perso, saltato chissà che e aggravare tutto con l'ansia di avere una sorta di credito formativo in paragone con gli altri.
Sarebbe un piccolo aiuto, credo.
Io poi una drittarella per le donzelle più o meno sue coetanee gliel'ho data :D

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 376

Activitypoints: 1,043

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

32

Wednesday, April 24th 2019, 4:31pm

nel concludere che il sesso non è una parte preponderante della nostra vita e del nostro modo di intenderla, o che addirittura in alcune fasi dell'esistenza alcuni possono benissimo non avere alcun interesse.

certo arianna, ma io - che la penso come te - continuo a fare l'avvocato del diavolo perché quando invece l'interesse c'è e assai e il sesso invece che preponderante è ben sotto il minimo sindacale - allora CI SI INTRISTISCE!!! anche se si è mille miglia lontani dall'idea di consumismo sessuale a cui ha accennato crobatus!
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 1 times, last edit by "luca63" (Apr 25th 2019, 2:35am)


arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,039

Activitypoints: 6,131

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

33

Wednesday, April 24th 2019, 4:40pm

ma infatti io ho privilegiato post addietro l'approccio pragmatico "perché ti blocchi" / "prova così" :D rispetto al dibattito psico-sociologico pur davvero interessantissimo.
E come scritto prima, Kylo ha concrete e legittime insoddisfazioni. Che risolverà meglio se si libera almeno della parte fessa del problema, cioè quell'angoscia che ha espresso di essere fuori tempo, non in tempo, indietro col programma e con le stagioni etc. Come diceva Windrew, non c'è da fissarcisi su....

34

Wednesday, April 24th 2019, 5:10pm

Credo che l'unica sia ascoltare i propri desideri

Non sono molto d'accordo per due motivi specifici: A) se si ascoltano ma poi non si possono realizzare ci si deprime, B) se si ascoltano e si riescono invece a soddisfare si rischia per esserne dominati. In altre parole io credo che dovremmo aspirare a creare un certo equilibrio in noi stessi e non farci dominare dai nostri desideri perché non c'è soddisfazione più bella del non cedere a se stessi e preciso che ciò non equivale nel caso del sesso a fare un voto di castità ma a dominare i propri cosiddetti istinti solo e semplicemente per una questione di riuscire a vincere su se stessi. Ciò, o meglio questa padronanza di sé, torna molto utile poi anche quando bisognerà controllare altre situazioni emozionali come ad esempio ansie e depressioni.

Tutto ciò logicamente prescinde dalla bellezza della sessualità, del suo insieme di emozioni e dai legami che essa può aiutare a costruire e rafforzare (anche da un rapporto soltanto fisico può nascere un'affinità caratteriale).

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 376

Activitypoints: 1,043

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

35

Wednesday, April 24th 2019, 5:47pm

"dominare i propri cosiddetti istinti solo e semplicemente per una questione di riuscire a vincere su se stessi."

Questo concetto di te che vuoi vincere su te stesso mi è piuttosto ostico... esattamente chi vince su chi?
e soprattutto, chi ci guadagna?
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 1 times, last edit by "luca63" (Apr 25th 2019, 2:41am)


Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

36

Wednesday, April 24th 2019, 6:25pm

Ragazzi e ragazze, mi fa piacere che l'argomento vi abbia preso :)
Non potrei rispondere a tutti uno alla volta, quindi provo a tracciare una sintesi del mio pensiero a partire dai vostri spunti (e saluto luca63, augurandogli di uscire presto dall'ospedale :beer: ).

Il mio problema principale è che sicuramente ho altri problemi, di cui l'assenza di sesso è un effetto collaterale :rolleyes:

Tra questi, sicuramente la difficoltà a lasciarmi andare, specie con le ragazze.
La cosa interessante è che sono un timido estroverso, il che significa che sono una persona amichevole, socievolissima, solare, spiritosa e carismatica, in molti casi la cosiddetta anima della festa (purché mi senta a mio agio).
Con gli anni sono diventato anche bravo a flirtare, tant'è che a volte forse esagero dato che in alcuni contesti mi hanno dato (soprattutto le ragazze) del latin lover, del Casanova o del farfallone.

Ma non vado oltre.

Conosco di continuo un sacco di ragazze, molte delle quali mi fanno percepire di piacergli o interessargli, ma è raro che mi senta a mio agio con qualcuna di loro.

Sarà che in questo periodo della mia vita mi sento estremamente insicuro della mia posizione: non ho un lavoro, come si suol dire, stabile, non ho entrate economiche adeguate alla mia età, non ho una definizione professionale chiara e precisa (anche per scelte e azzardi che ho voluto fare consapevole di tutto ciò), e questo si riflette in una sorta di "sindrome dell'impostore" (googlate).
Insomma, ho sempre paura di risultare più interessante o "fico" di quanto non sia in realtà.

Lo so, è stupido: in cuor mio so di avere tanto, da dare, di sicuro molto più di tanta gente che scopa più di me.
Ma è così che mi sento.

Detto ciò, non mi espongo più di tanto.
Non invito a uscire, non prendo particolari iniziative.

Sono un po' donna, in questo, nel senso tradizionale del termine: mi piace più essere condotto che condurre, o comunque ho bisogno di forti segnali di interesse e di complicità prima di "buttarmi" anche solo in una proposta di uscire.

E infine: non so nemmeno io cosa voglio.
In cuor mio sogno sempre il famoso amore, ma di fatto sono troppo curioso di vivere un po' la mia sessualità prima di dedicarmi ad un'unica persona.
Sarà per la mia pochissima esperienza, ma siccome sono una persona estremamente curiosa (in generale, per tante cose nella vita), anche solo l'idea di stare con un'unica persona mi fa pensare "Ah, questo significa che se stasera incontro una ragazza che mi fa gli occhi dolci non potrò sapere cosa significa baciarla...".

Quindi, di fatto, avrei desiderio di flirtare, uscire, baciarmi e soprattutto "fare cose" a letto con qualsiasi ragazza mi vada di conoscere.

Ma mi scontro con il fatto che, tra il dire e il fare, è davvero difficile per me trovare l'occasione per dire, in maniera più o meno esplicita e chiara, "mi piaci tantissimo, ma non sono pronto per una storia seria" (che tradotto brutalmente significa: "ti morderei quel bel culo, ma domani potrei voler uscire con la tua coinquilina").

In me c'è tanta passione, ma non so come farla uscire fuori, con chi e con quali modalità, senza mancare di rispetto a nessuna.
E al tempo stesso non so dosare in che misura "espormi": vorrei mostrare di me solo quel tanto che occorre a divertirmi un po', quasi come in un gioco di ruoli, di maschere, di non-detti...

Non a caso mi è capitato di rimorchiare anche in discoteca (quantomeno di baciare qualcuna), senza emettere alcuna parola: lì in pista, complice l'alcool e lo spirito d'avventura, riesco talvolta a risultare interessante e disinibito senza dover dire chi sono e cosa faccio.

37

Wednesday, April 24th 2019, 6:28pm

Questo concetto di te che vuoi vincere su te stesso mi è piuttosto ostico... esattamente chi vince su chi? e soprattutto, chi ci guadagna?

Ciao Luca, non è una questione di vincere anche se potrebbe apparire così. Io intendo semplicemente dire che controllare i propri desideri (o istinti perché quello sessuale è un istinto), ci consente di avere più padronanza di noi stessi, virtù che può rivelarsi poi utile anche in altre situazioni della vita, tutto qui.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,039

Activitypoints: 6,131

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

38

Wednesday, April 24th 2019, 7:02pm

Caro Michele, ascoltare i propri desideri non significa seguirli ciecamente, era semplicemente "ascoltare" :) Ovvero essere sinceri con se stessi magari per scoprire "ma sai che c'è? Di questa o quella cosa, di questo o di quello che TUTTI dicono che va fatta detta o comprata non me ne importa un fico secco" :D

Penso che senza essere sinceri con sé stessi non si possa instaurare nessun tipo di crescita, maturazione né tantomeno controllo. Anzi che si gettino le basi per disastri peggiori di quelli che si possono già vivere.

Kylo io continuo a pensare che se dai un minimo di incoraggiamento ad una ragazza con cui flirti, dopo aver messo con disarmante sincerità ben chiaro che non cerchi una relazione (o almeno non parti con questo obiettivo), facendole capire che una sua iniziativa ti risulterebbe estremamente gradita, potresti ottenere più "risultati" di quanto non immagini. E' un tipo di seduzione "femminile" che spesso è molto più potente delle sceneggiate da pseudo macho :)

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

39

Wednesday, April 24th 2019, 7:08pm

Kylo io continuo a pensare che se dai un minimo di incoraggiamento ad una ragazza con cui flirti, dopo aver messo con disarmante sincerità ben chiaro che non cerchi una relazione (o almeno non parti con questo obiettivo), facendole capire che una sua iniziativa ti risulterebbe estremamente gradita, potresti ottenere più "risultati" di quanto non immagini. E' un tipo di seduzione "femminile" che spesso è molto più potente delle sceneggiate da pseudo macho :)


Posso chiederti qualche spunto ulteriore? :)
Cosa intendi con "incoraggiamento"?
Perché io temo di dare l'idea di quello che "ci sa fare", per poi in realtà fermarmi prima di iniziare.
E questo, secondo me, passa come un mio disinteresse e non come un invito al "ora fa' la tua mossa".

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,039

Activitypoints: 6,131

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

40

Wednesday, April 24th 2019, 7:15pm

Prova a pensare un poco cosa ti "scioglie" quando una ragazza è intraprendente con te senza farti sentire "forzato" o metterti a disagio.

Nel flirt un po' meno occasionale - es. conosci la ragazza che ti piace assai ma non ci vuoi una relazione - dovresti avere modo di conoscerla un poco e di sapere come renderti chiaramente disponibile alla sua iniziativa. Al limite diglielo :D edit :D

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 376

Activitypoints: 1,043

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

41

Wednesday, April 24th 2019, 7:58pm

grazie anche a te degli auguri, kylo!

vedo che hai le idee molto più chiare di quel che credevo... hai già le risposte!

lascio ad arianna il compito di svelarti i trucchi per conquistare le dolci fanciulle :girl: e ti faccio solo notare due cose:

- attiva un radar per capire quali ragazze ti fanno sentire "a tuo agio"

- dire "in questo periodo no, ma quando avrò... quando sarò" è lapalissianamente una scusa

- è molto più facile investire energia in una bella maschera che sulla propria essenza, ma credo che prima o poi la finzione si paga

- ci sono moltissime donne a cui piacciono gli uomini con una sensibilità femminile, te lo garantisco, i super machi vanno bene per le super femmine, o comunque entrambi sono giustificabili nell'adolescenza e non alla tua età (lo so che ce n'è anche alla mia, che vvoi fa', il mondo è bello perché è vario)

- "ma se poi mi fidanzo e una mi fa gli occhi dolci?" avrai già sentito il detto: aver paura del leone entrato in casa è sano, averla di quello là nella giungla è follia ... quando succederà, se succederà, il Michele che sarai diventato affronterà la questione

- la vita è imprevedibile: un classico sono le storie che si trascinano stancamente e dubbiosamente per anni, e poi, appena si lasciano, tempo zero trovano qualcuno con cui fare famiglia e figli.

- c'è l'attrazione testosteronica (tipica del maschio basic "basta che respirino") e l'attrazione misteriosa e complessa che ti fa avvicinare e conoscere, ma che non vuol però dire firmare contratti matrimoniali!

- qualche post sopra ho messo un video che sembra fatto per te... al punto in cui sei ti basta davvero poco per spiegare le ali, e con le qualità che hai :pump: non ce n'è più per nessuno!

per Michele:
secondo la mia esperienza dominarsi ti farà vincere qualche battaglia, ma ti fa perdere la guerra. Quale altro obbiettivo abbiamo se non quelli di vivere in accordo con la parte più profonda di noi? E se d'un tratto i tuoi obbiettivi di anni si rivelano deludenti, che fai, dopo che a loro hai sacrificato i tuoi desideri e le tue pulsioni?
(sappi Miché che mi sei molto simpatico, è una provocazione intellettuale, ma deriva da una mia lunga e dolorosa esperienza...)
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 1 times, last edit by "luca63" (Apr 25th 2019, 2:44am)


arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,039

Activitypoints: 6,131

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

42

Wednesday, April 24th 2019, 8:39pm

Kylo non ha nessun bisogno di coach , Luca ;) L'elenco delle ottime considerazioni che hai fatto poi è ulteriore spunto per uno come lui, ne sono certa. Credo che se rifiata un attimo dalle sue inadeguatezze mi sa più presunte che reali (per carità, posso sbagliarmi eh) davvero deve solo non temere l'abbondanza :D

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

43

Thursday, April 25th 2019, 2:15am

Kylo non ha nessun bisogno di coach , Luca ;) L'elenco delle ottime considerazioni che hai fatto poi è ulteriore spunto per uno come lui, ne sono certa. Credo che se rifiata un attimo dalle sue inadeguatezze mi sa più presunte che reali (per carità, posso sbagliarmi eh) davvero deve solo non temere l'abbondanza :D


Arianna, stai diventando la mia supporter numero 1! :P
Ti ringrazio per la stima!
Mi soffermo un attimo su un concetto che pure mi crea pippe mentali: l'abbondanza, come l'hai chiamata tu.
Ma cosa si intende con abbondanza?
E soprattutto come si gestisce?

Me lo dicono tutti: "Potresti avere tutte le donne che vuoi".

Al di là dell'esagerazione (prendo parecchi "pali" pure io, anzi!), in via ipotetica come si fa ad avere "tutte le donne che voglio"?

Cioè, in termini concreti, pratici, pragmatici: esco con una, ci vado a letto, passo a un'altra?
E alla prima che dico?
E se incontro una mentre sto con un'altra?
E se le due (o tre o cinque o dieci) ragazze che frequento, tutte facenti parte di questa ipotetica "abbondanza", si conoscono?

Vedete come sono fatto?
Vedete quante pippe mentali? :)

Io bramo questa benedetta abbondanza, ma non mi sento per nulla pronto ad affrontarla "pragmaticamente".

Come si fa a uscire con più ragazze senza legarsi a nessuna e al tempo stesso salvando la faccia?
Piuttosto che passare come uno sciupafemmine strafottente, al momento non faccio nulla con nessuna.
Poiché, visto che nessuna mi interessa in modo particolare per qualcosa di serio, ho paura poi di passare per uno stron*o e di "bruciarmi" la reputazione.

Ecco, Arianna, un'altra sfida per te: aiutami a sbrogliare questo rompicapo! ;)


P.S.: grazie, luca63, per gli spunti ;)

This post has been edited 1 times, last edit by "Kylo" (Apr 25th 2019, 2:20am)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,162

Activitypoints: 21,828

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

44

Thursday, April 25th 2019, 1:07pm

guarda di romorchiare non ci capisco nulla...ma lui si

https://www.youtube.com/watch?v=AhWC84qOcao
Allontana da me questo calice.....

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 376

Activitypoints: 1,043

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

45

Thursday, April 25th 2019, 3:30pm

azzo, meglio di morelli
:thumbsup:

però certo che se sei willy ..... :wasted:

(ma quella che arriva alla fine è la fidanzata di lei, povero cucciolo?)
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests