Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

16

Tuesday, April 23rd 2019, 4:44pm



scorpio dice che il sesso è un piacere in sé, ma non è vero per tutti.



Io penso di sì :)

Nel "piacere in sé" includo ovviamente anche il dare piacere all'altro/a che è un piacere connesso

Poi è vero che l'uomo lo ha rivestito di mille significati, sui quali sarebbe interessante confrontarci

Il sesso è (può essere) arma di dominio, di ricatto, di rivendicazione, è un confine convenzionale, a volte una "prova" (la famosa prova d'amore) un simbolo di rottura (tradimento) ...

Sono tutti significati estranei al sesso, ma che da persona a persona vengono dati o tolti al sesso

Il conferimento di questi significati a volte è personale, spesso è comunitario, collegato a origini familiari, religione, età del desiderio

Sarebbero analisi interessantissime ed uscirebbe fuori davvero di tutto :)
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 112

Activitypoints: 423

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

17

Tuesday, April 23rd 2019, 4:57pm

a parte tempi di gioventù con testosterone a mille, tempi di scoperte, sorprese e notti brave, già dai 30 circa ho perso il senso del sesso per il sesso.


Ecco, beato te (e pressoché chiunque altro nella media delle esperienze umane).
Io NON ho avuto i miei "tempi di scoperte, sorprese e notti brave" a vent'anni, e neanche a 14-18.
E li esigo. Dalla vita.
Ho iniziato ad averne, col contagocce, dai 28 in poi.
Quindi non mi sento per nulla pronto ad appendere "le avventure" al chiodo, anzi!
Mi sento di aver appena iniziato, poiché di fatto le mie esperienze sessuali si contano sulle dita di una mano, una mano e mezzo.
Il problema è che non so come si fa, come ci si comporta, come ci si relaziona in tal senso.

-

Kylo se ho capito bene il problema è che non sei in equilibrio fra ormoni / desiderio e relazione. Di flirtare flirti, di piacere piaci, potenzialmente quindi tutto è ok per essere una volpe in un pollaio, detto in modo un po' spicciativo.
Poi però ti blocchi perché ti sembra di usare / essere scorretto. Ma perché? Cioè le ragazze a cui piaci e con cui flirti ti fanno capire di aspettarsi un coinvolgimento più profondo sperando in una relazione e non vuoi deluderle? Ci starebbe ma si risolverebbe nell'incontro con ragazze che come te sono solo molto attratte ma non cercano con te una relazione, e non penso che in giro non ne puoi trovare.

Quando ti succede cosa fai? NON nel senso che voglio i dettagli , eh... Avverti lo stesso blocco e l'incontro sfuma oppure no?


Penso sia un mix di concause.
In breve, non sono bravo né a capire se dall'altra parte c'è un intento "leggero" oppure no, né a farlo capire a mia volta.
Poi, non lo so, sembra ci sia sempre uno stigma su chi vuole "solo divertirsi", specie se maschietto.
Spesso mi sento perennemente fuori contesto, fuori target, fuori età: tendenzialmente, le coetanee che conosco mirano a relazioni più profonde, e al tempo stesso ho la sensazione che le ventenni (che magari sono nella loro fase di avventure e di esplorazioni, quella che io sto avendo solo ora, a 30 anni: vedi il primo quote di questo post) nemmeno mi guardino.
Dove mi metti mi metti, non trovo il mio target di riferimento.

Altro fattore che mi blocca è il sentirmi giudicato, il sentirmi inadeguato alle aspettative.
E il sentirmi per nulla abituato all'intimità: per quanto la desideri, la vedo al tempo stesso come una enorme vulnerabilità.
"E se non le piaccio dove vivo? E se a letto faccio cilecca? E se durante la notte dovessi russare troppo?" (per fortuna non russo, ma è per fare un esempio).
Bramo il sesso e le avventure, ma al tempo stesso l'intimità mi spaventa o comunque mi mette a disagio.
Lo so, sono un paradosso vivente, ma tant'è.

Sai qual è l'unico caso in cui mi sento a mio agio?
Quando è la ragazza a mettermici.
Quando fa quasi tutto lei, dalla seduzione (o comunque dal lanciarmi segnali inequivocabili) al rendermi tutto estremamente normale e semplice.
Purtroppo però, nonostante siamo ormai nel DuemilaeMille (cit.), le ragazze sono ancora molto passive in questo, volendo essere corteggiate e "trascinate".
Ovvio che anch'io mi diverto a corteggiare e flirtare, ma dev'essere un gioco a due.
Invece quasi sempre se non conduco io il gioco si spezza, e a me piace anche esser condotto.
Anzi, più che mi piace: ne ho bisogno, per sentirmi "al sicuro", a mio agio.

-

Per favore rimani come sei!!!


Cioè solo e in perenne astinenza? Ok :D (grazie, comunque! :blush: )

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,133

Activitypoints: 3,413

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

18

Tuesday, April 23rd 2019, 5:10pm



Sai qual è l'unico caso in cui mi sento a mio agio?
Quando è la ragazza a mettermici.
Quando fa quasi tutto lei, dalla seduzione (o comunque dal lanciarmi segnali inequivocabili) al rendermi tutto estremamente normale e semplice.
Purtroppo però, nonostante siamo ormai nel DuemilaeMille (cit.), le ragazze sono ancora molto passive in questo, volendo essere corteggiate e "trascinate".
Ovvio che anch'io mi diverto a corteggiare e flirtare, ma dev'essere un gioco a due.
Invece quasi sempre se non conduco io il gioco si spezza, e a me piace anche esser condotto.
Anzi, più che mi piace: ne ho bisogno, per sentirmi "al sicuro", a mio agio.



LO SAPEVO...mi vergogno di "non averci scommesso su dal mio allibratore di fiducia" :D (scusa, cito una vecchissima commedia inglese dove un vecchio ubriacone perdigiorno che però vedeva lungo man mano che la vicenda si dipanava e ci prendeva su tutto esclamava al suo compare di bevute "potevo scommetterci su dal mio allibratore di fiducia e farmi ricco!" :D )

In realtà queste ragazze ci sono, spesso dietro un piccolo incoraggiamento tuo puoi appiccare un incendio che manco ti immagini. Ma forse sei bloccato di più da sovrastrutture in gran parte lodevoli e che probabilmente fanno parte del tuo fascino.
Prova a condurre il gioco in maniera un po' femminile - vecchio stile, sorniona. "Trascina" la ragazza che ti piace verso di te, ma con discrezione lasciandole il margine di esporsi , se la tua seduzione è di suo gusto, facendole capire che sarebbe graditissima la sua iniziativa. Secondo me così ne scongeli 'na cifra! Sempre se mi ricordo qualcosa del mondo :rolleyes:

19

Tuesday, April 23rd 2019, 5:11pm

Per la mia esperienza personale e per il mio carattere può esserci benissimo una passione reciproca fra due persone che non si amano, ergo si piacciono, non vogliono impegnarsi, si vedono e scopxxo come ricci quando e come gli pare. Mi è capitato ed è stato molto bello. Mi ha però anche lasciato un grosso vuoto perché lei alla fine si era legata a me e io non a lei quindi ho vissuto un forte senso di colpa e di egoismo.

Viceversa sesso con amore consentono certamente di vivere al massimo quella comunicazione corporea e quella confidenza che altrimenti difficilmente si viene a creare in un rapporto sporadico se non occasionale. Nb: badate bene che prima quando ho accennato ad una storia di solo sesso questa era comunque una storia, ergo ci si parlava, si usciva, si mangiava assieme, c'era comunque una forma relazionale.

Al contrario a me non piacciono (o meglio non mi appagano), i rapporti occasionali, riferito a chi si conosce solo con quello scopo e basta o che esce alla sera o va in vacanza solo per il sesso e dopo non ricorda nemmeno il nome di chi si è portato a letto. Però guardandomi attorno pare sia una cosa molto comune quindi beato chi ci riesce.

Io al contrario ho bisogno di un contatto che vada oltre quello soltanto fisico, però riagganciandomi al titolo del topic, credo che il sesso si possa comunque vivere in modo "spensierato e alla leggera" anche nelle coppie salde e durature perché non è scritto da nessuna parte che per farsi una sana sgroppata uno della prenderla in modo particolarmente impegnativo.

Anzi a dirla tutta dovrebbe essere proprio la vita ad essere presa un po più alla leggera!

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,414

Activitypoints: 3,647

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

20

Tuesday, April 23rd 2019, 8:44pm

Ognuno ha, nel corso della vita, stagioni diverse che non hanno la stessa durata, non sono solo quattro. Poi ci pensa la vita a decidere quando non si è in grado o non si vuole farlo da soli. Poi potresti anche essere ''un bello che non balla'' e non saperlo. Stai tranquillo.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Crobatus

Giovane Amico

Posts: 272

Activitypoints: 844

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

21

Wednesday, April 24th 2019, 1:15am

Quoted

Vivere il sesso molto più "alla leggera" (e campare felici)


la “felicità” attraverso il sesso non c ‘è e non può esserci. Non si costruisce sull’attrazione sessuale.Va e viene, non si soddisfa mai.
Esiste il piacere sessuale, ma non confondiamo...
piacere sessuale per compensare un vuoto di senso...anche di chi lo fa tutti i giorni con una diversa.

L’amore conformato sulla durata, dove la continenza è fonte di autonomia contro i desideri (instillati dalla pubblicità, dalla pornografia, ecc.) sono virtù cui una volta educavano (a proposito di 25 aprile e "liberazione".........)

oggi l'aspirazione collettiva è sc**** come gli animali.
da parte femminile, ne vediamo i magnifici frutti.....una volta che tutte la danno con facilità, sono intercambiabili...sono poche quelle "uniche"
anche l'uomo è intercambiabile (così non sembro "misogino") senza carattere, col viagra da una certa età, o i vecchi che vogliono sposarsi la romena.
un'ameba in cerca di consumi sessuali.

Non sto facendo una predica dall’alto, dal "piedistallo", ma dal basso di esperienze di cui mi vergogno, perché anch’io sono condizionato come tutti quanti da quello che Diego Fusaro nel suo ultimo libro ha chiamato "il nuovo ordine erotico".
A proposito non l'ho ancora preso, compro decine di libri poi ne leggo 3 all'anno .. :cursing:

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 297

Activitypoints: 806

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

22

Wednesday, April 24th 2019, 7:27am

avete, abbiamo ragione tutti - forse mi distanzio solo da chi è rimasto a concepire il sesso come una cosa sporca - però però però....

se io mi ascolto ora, in un momento di sospensione dal mondo (sono in ospedale), e cerco di individuare la cosa che vorrei di più in assoluto, prima di tutto e più prepotentemente di tutto, dopo due anni di nulla in coppia e dopo un solo incontro significativo da single (solo sesso, ma condito da massaggi, carezze, musica ed essenze, tre ore che mi hanno fatto stare da dio per tre settimane) io non posso mentire:
se trovare l'anima gemella e amarsi per tutta la vita sa un po'di favola, e comunque è piuttosto improbabile (mai dire mai), quello che vorrei è una notte come dico io con una persona che mi piace. E non mi sento affatto sbagliato per questo desiderio.

La questione è un'altra: visto che non è facile scendere e trovarla alla fermata dell'autobus, bisogna provare provare provare con fiducia e nel gran numero forse si trova. Ma tutto questo provare non ti cambia?
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

23

Wednesday, April 24th 2019, 9:56am

@Kylo
ipotizzando di avere la sicurezza che dall'altra parte non c'è importante investimento emotivo, bensì semplice voglia di condividere una parentesi potrebbe aiutarti a lasciarti andare?
chiedo perché mi è capitato anche di sentire da parte di uomini chiedere cose del tipo "mica sei in cerca dell'amore / di un marito, vero?". sincerità per sincerità, davanti ad una domanda diretta si ha la possibilità di rispondere e comportarsi di conseguenza.

sulla vergogna "preventiva", la reputazione: tra il portarsi a letto mezza città/paese in cui vivi/lavori e concludere in intimità una serata con una persona che ha le medesime intenzioni, non ci vedi qualche differenza?
namasté

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 297

Activitypoints: 806

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

24

Wednesday, April 24th 2019, 10:20am

Poi è vero che l'uomo lo ha rivestito di mille significati, sui quali sarebbe interessante confrontarci

Il sesso è (può essere) arma di dominio, di ricatto, di rivendicazione, è un confine convenzionale, a volte una "prova" (la famosa prova d'amore) un simbolo di rottura (tradimento) ...


Confrontiamoci: pensa - è buffo - che nel sesso non vedo nulla di ciò che scrivi tu!!! :hmm:

Io quando penso sesso penso primaditutto allo "smollare", mettere da parte il cervello e lasciarsi andare all'olfatto, al tatto, al guardare e riguardare, al calore, all'animalità intesa nel senso più puro (l'unico possibile per me), e ogni volta è diverso, e mai potrei fare di corsa, perché forse il valore altissimo e inimitabile del sesso è proprio questo crescendo che ti porta dai sussurri, dai baci e dalle risatine piano piano verso la fisicità pura dove non c'è più nessun giudizio...

Arma, dominio, ricatto, rivendicazione, non dico di no, ma nella mia esperienza fatico a trovarli, perché la parità è condicio sine qua non per me.
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,546

Activitypoints: 19,966

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

25

Wednesday, April 24th 2019, 10:44am

in un momento di sospensione dal mondo (sono in ospedale)


innanzitutto ...in bocca al lupo.
Mi ricollego in parte a Crobatus. Non mi stupisco di questa ansia di rapporti occasionali di cui ho letto varie volte in questo forum. Viviamo in un contesto consumista, quasi bulimico. Il consumismo va da possesso di beni, di passatempi che divengono obbligi, ai rapporti umani. Perchè dovrebbe essere diverso per il sesso? Fino ad arrivare all'onanismo in compagnia, più che a uno scambio.
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

26

Wednesday, April 24th 2019, 11:19am

Poi è vero che l'uomo lo ha rivestito di mille significati, sui quali sarebbe interessante confrontarci

Il sesso è (può essere) arma di dominio, di ricatto, di rivendicazione, è un confine convenzionale, a volte una "prova" (la famosa prova d'amore) un simbolo di rottura (tradimento) ...


Confrontiamoci: pensa - è buffo - che nel sesso non vedo nulla di ciò che scrivi tu!!! :hmm:

Io quando penso sesso penso primaditutto allo "smollare", mettere da parte il cervello e lasciarsi andare all'olfatto, al tatto, al guardare e riguardare, al calore, all'animalità intesa nel senso più puro (l'unico possibile per me), e ogni volta è diverso, e mai potrei fare di corsa, perché forse il valore altissimo e inimitabile del sesso è proprio questo crescendo che ti porta dai sussurri, dai baci e dalle risatine piano piano verso la fisicità pura dove non c'è più nessun giudizio...

Arma, dominio, ricatto, rivendicazione, non dico di no, ma nella mia esperienza fatico a trovarli, perché la parità è condicio sine qua non per me.


Nemmeno io ci vedo nulla, perché non c'è nulla.. nel "sesso in se"

Quelli che indicavo sono solo (alcuni degli) usi che se ne può fare l'uomo

Di fatto, già il subordinare il "sesso" al "permesso" del sentimento, è un modo di uso ..

Io sono molto d'accordo con chi ha scritto che il "solo sesso" non esiste.
Anche per chi lo pratica in forma libera (diciamo così) che con una sufficiente consapevolezza di sé, sa spiegare piuttosto approfonditamente le "molle" che lo guidano verso questo tipo di libertà, decompressa da una serie di vincoli particolari, ma non per questo priva di sentimento (magari estemporaneo)

Rivendicazione..

Beh.. una volta una persona con cui feci sesso, poi mi disse: "ehi mica credi di sparire adesso eh? Abbiamo scopato ! :)

Legame..
Io stesso ho ricordi di una bella notte intensa, che immaginai fosse indice di uno stabilirsi di un legame, ma l'altra persona il giorno dopo mi trattava con la stessa naturalezza come se la sera prima si fosse giocato a scacchi, con mio grande stupore

Voglio dire.. sono i significati individuali che ciascuno di noi dà al sesso, e alla sessualità in generale (che non è sesso)

Io ho capito che esistono modelli a cui puoi aderire , ma esistono anche modi assolutamente individuali di collocare il sesso praticato
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,133

Activitypoints: 3,413

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

27

Wednesday, April 24th 2019, 2:30pm

Ehilà, il giovanotto latita! Fusse ca fusse.... :D (cit. Nino Manfredi)

Il sesso è gravato da tante sovrastrutture sia personali che sociali che relazionali - sia generali che individuali. Poi implica un minimo di fiducia e molta vulnerabilità. Ovvio che venga declinato in tante variabili del tutto soggettive.

La pressione sociale è quella che dice Crobatus, ed è abbastanza resistibile a mio avviso, ma appunto, ognuno fa storia a sé. Altra parte della pressione è che non solo devi farlo tanto di continuo e in modo mega-stellar-orgasmico SEMPRE senza manco mezza stanchezza (poi lamentiamoci che i principali consumatori di viagra sono più giovani di Kylo). Ma pure secondo determinate fasce d'età.
Invece ha ragione Windrew, queste sono cavolate e visto che Kylo si sente "indietro col programma" almeno su questo potrebbe rilassarsi davvero :)

edit: un abbraccio e in bocca al lupo Luca, spero sia una faccenda che si risolve prestissimo

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 297

Activitypoints: 806

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

28

Wednesday, April 24th 2019, 3:18pm

grazie Arianna e Fran!
al momento non so ancora nulla...

Perchè dovrebbe essere diverso per il sesso?

beh, fran, il sesso è parte sostanziale della nostra natura e della nostra energia vitale, a differenza dei tablet, dei suv e dei tv superHD!!!
:rolleyes:
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 1 times, last edit by "luca63" (Apr 24th 2019, 3:23pm)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,546

Activitypoints: 19,966

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

29

Wednesday, April 24th 2019, 3:42pm

beh, fran, il sesso è parte sostanziale della nostra natura e della nostra energia vitale, a differenza dei tablet, dei suv e dei tv superHD!!!


sono d'accordo...eppure sembra che ci sia la tendenza a trattarlo come gli oggetti che hai menzionato
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 297

Activitypoints: 806

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

30

Wednesday, April 24th 2019, 3:57pm

negli ultimi interventi ho trascurato kylo, cerco di rimediare postando questo video che potrebbe davvero sciogliere un po'i tuoi dubbi

https://youtu.be/aP6kf3bO0II

dobbiamo però fare un punto della situazione e capire che quando uno fa sesso davvero troppo troppo poco, anche un amplesso minimamente decente sembra desiderabile, ed è un'esigenza fisiologica e una forma di rispetto verso il nostro corpo (che secondo gli antichi doveva essere trattato come il nostro cavallo quando i cavalli erano preziosissimi).

diverso - e sottolineo diverso - è il caso di chi si abitua ad avere commercio solo con "corpi" tramite "prestazioni" (consumismo o paura dei sentimenti che sia).
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 5 times, last edit by "luca63" (Apr 25th 2019, 2:38am)