Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

lya

...

  • "lya" è una donna

Posts: 1.574

Activity points: 4.908

Data di registrazione: giovedì, 01 ottobre 2009

  • Invia messaggio privato

46

martedì, 06 maggio 2014, 15:25

Certo si sta bene ma si sta come..." d’autunno su gli alberi le foglie
Ed è proprio il periodo dell'anno in cui le foglie si colorano di toni più caldi, paradossalmente :)
Quello che resta dell'amore è l'intuizione di una totalità sempre sfuggente, impossibile da fissare, in questo spalancamento del non-senso non può che consolidarsi la ferma vertigine che è il timore della perdita.
E' il timore della perdita che spesso non "ci" fa godere appieno del momento..E' come se durante l'innamoramento che è una fase "magica" si entrasse col proposito di fare qualcosa per far si che non finisca quella "magia", quel momento, perché troppo bello..

Sappiamo che una fase così bella non potrà mai essere tanto duratura nel tempo e semmai lo fosse non sarebbe così intensa..
D'altronde l'innamoramento non si può collocare in un vero e proprio "spazio" e "tempo"..
Diversamente, quando finisce le fase d'innamoramento e comincia quella d'amore, di costruzione e concretezza, tutto comincia a prendere il suo spazio, il suo tempo ed è lì che si vede tutto il resto: complicità, progetti, comprensioni...
C'è chi scappa e chi resta..
"Some people feel the rain. Others just get wet."

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.689

Activity points: 20.188

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

47

martedì, 06 maggio 2014, 22:19



Ma in effetti noi concordiamo riguardo al discorso del thread.

Il problema è che si ama da soli, ma un'altra persona; e se (SE) il nostro innamoramento -per esempio- (in qualche modo) crea problemi alla persona amata (leggi nel mio citato: "dubbi o atroci certezze")... ami e continui ad amare, ma ti puoi trovare nelle condizioni di dover scegliere di (fingere di) smettere.
Non so se questo è assemblabile ad un test inconscio durante l'innamoramento , mi pare più un decidere da solo la sorte di cosa è meglio per se stessi ma anche per l'altro a priori ..andando oltre se stessi.
Ma forse mi sfugge qualcosa-
Non ti è sfuggito nulla. ;)


Questo che scrivevo non è un test: è un esito senza test. Un elevare la propria sofferenza nel tentativo di non generarne altra alla persona amata.
Son quelle cose che capitano solo negli amori talmente puri che evaporano nel formarsi e lasciano un vuoto nello spazio, nel tempo e nell'anima.



..e nella vita di chi deve suo malgrado subire le decisioni di questo genere senza avere voce in capitolo...
Sarà.. a me pare un prendere il sopravvento se non un atto forzato .Nessuno deve decidere per l'altro ..trovo che si traduca non in gesto d'amore ma di mancanza di considerazione del soggetto come persona capace di pensare ,scegliere o meglio di persona alla pari.. mi sbaglierò .
Visto da vicino nessuno è normale

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.689

Activity points: 20.188

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

48

martedì, 06 maggio 2014, 22:27

Certo si sta bene ma si sta come..." d’autunno su gli alberi le foglie
Ed è proprio il periodo dell'anno in cui le foglie si colorano di toni più caldi, paradossalmente :)
'


Già . Paradossalmete :)
Visto da vicino nessuno è normale

49

mercoledì, 07 maggio 2014, 19:21

D'altronde l'innamoramento non si può collocare in un vero e proprio "spazio" e "tempo"..
L'ho sempre detto io.

.Nessuno deve decidere per l'altro ..trovo che si traduca non in gesto d'amore ma di mancanza di considerazione del soggetto come persona capace di pensare ,scegliere o meglio di persona alla pari.. mi sbaglierò .
E' vero, ma queste cose dipendono molto (moltissimo) dalla situazione.

Immagina cose tipo persone sposate e con figli che s'innamorano di persone libere. La persona libera può scegliere di non distruggere la vita all'altro.
Oppure una persona malata che risparmia all'altro le sofferenze di una fine inevitabil(ment)e terribile.
Oppure una persona anziana e una troppo giovane: la persona anziana può sottrarsi per ragionevoli motivazioni.


Ci sono, insomma, i casi in cui può essere plausibile.
Tutti mentono.
Ci sono molte più probabilità di venire uccisi da una persona che si ama che da un estraneo.
La realtà è quasi sempre sbagliata.

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1.341

Activity points: 4.265

Data di registrazione: lunedì, 05 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

50

giovedì, 08 maggio 2014, 09:08

lo si capisce immediatamente se una persona ti piace e per provare una qualsiasi forma di affinità è fondamentale che questa persona sia non necessariamente particolarmente istruita, ma è chiaro che se fatica ad esprimersi non ha allora molte idee in testa. Capisco immediatamente se una persona è interessante, se ha degli interessi che suscitano anche il mio di interesse. Poi se si hanno dei dubbi basta un sms per capire; la forma scritta non lascia scampo. Quando cominciano ad arrivarmi dei messaggini con scritto ad esempio "Ho fatto..", oppure "Hai fatto.." senza la H mi dispiace ma io proprio non ci riesco.

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.689

Activity points: 20.188

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

51

venerdì, 09 maggio 2014, 11:01



.Nessuno deve decidere per l'altro ..trovo che si traduca non in gesto d'amore ma di mancanza di considerazione del soggetto come persona capace di pensare ,scegliere o meglio di persona alla pari.. mi sbaglierò .
E' vero, ma queste cose dipendono molto (moltissimo) dalla situazione.

Immagina cose tipo persone sposate e con figli che s'innamorano di persone libere. La persona libera può scegliere di non distruggere la vita all'altro.
Oppure una persona malata che risparmia all'altro le sofferenze di una fine inevitabil(ment)e terribile.
Oppure una persona anziana e una troppo giovane: la persona anziana può sottrarsi per ragionevoli motivazioni.


Ci sono, insomma, i casi in cui può essere plausibile.

Può essere plausibile ma non" applaudibile".
Un esito che vuole celare l'incapacità a relazionarsi fino in fondo a mio avviso in quanto ok l'altro potrebbe apparire"senza problemi" o avvantaggiato per qualche motivo (non oggettivo tra l'altro) ,ma non per questo impermeabile alla sofferenza del non spiegato o spiegabile .E' qui che trovo la forma egoistica nel rapportarsi non mettendosi alla pari.
Un atteggiamento che riporta alle ingerenze tipiche nella vita degli altri sulla scorta del sacro bene... ma che fa peggio proprio a chi si vorrebbe "proteggere"(?) .

Ma per fortuna ,tornando in topic,qualcuno un test.ino ogni tanto se lo concede . :)
Visto da vicino nessuno è normale

52

sabato, 10 maggio 2014, 03:08

Può essere plausibile ma non" applaudibile".
Non nuocere non può che essere "applaudibile", soprattutto in un un mondo in cui nuocere (o non curarsene) è la regola.

Tuttavia ammetto che talvolta nuoce più il tentar di non nuocere che il non curarsene.


Bisogna darsela una possibilità, insomma.

Almeno una.
Tutti mentono.
Ci sono molte più probabilità di venire uccisi da una persona che si ama che da un estraneo.
La realtà è quasi sempre sbagliata.

ilalla

Giovane Amico

  • "ilalla" è una donna

Posts: 150

Activity points: 491

Data di registrazione: martedì, 17 dicembre 2013

Località: Milano

Lavoro: avvocato

  • Invia messaggio privato

53

sabato, 10 maggio 2014, 20:19

@bruce torna in te. non ti riconosco più :P In amore non ci sono regole... tutti fanno i test e li devono superare. Tu sei maschio e li devi superare ;)

  • "lillas" è una donna

Posts: 6.689

Activity points: 20.188

Data di registrazione: venerdì, 12 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

54

sabato, 10 maggio 2014, 22:01

Bisogna darsela una possibilità, insomma.


Concordo con te .OGNUNO deve potersi dare una possibilità....:)
Visto da vicino nessuno è normale

ilterronedeitremari

Utente Fedele

  • "ilterronedeitremari" è un uomo

Posts: 473

Activity points: 1.419

Data di registrazione: martedì, 18 marzo 2014

  • Invia messaggio privato

55

domenica, 11 maggio 2014, 09:09

per me è un errore partire con l'idea che non esistono problemi, i test sono freddi come quelli dei concorsi pubblici, se lo sai lo sai se no ciao! la vita è una costante emozione con alti e bassi non si può partire su questa montagna russa illudendosi che non ci saranno vertiginose discese. illudersi avendo paura delle disllusioni è ipocrisia. vivere essendo preparati al dolore è meglio che testare...mi da l'idea del cane da tartufi, che viaggia a testa bassa ... e mentre cerca non ha badato al panorama, al cielo azzuro, il canto di un uccelletto, si lo so camminando a testa all'aria puoi pestare qualcosa se se è di vacca poi..., ma questo ci sta pure. la sorpresa nell'uovo di pasqua a volte delude ma la cosa più bella è l'attesa prima di rompere l'uovo. ci priviamo anche di quella? facciamo i raggi x all'uovo? non so se è una cosa giusta, ma sul forum uno non è che deve inculcare le proprie idee agli altri, si dice solo come la si pensa, il test a me non piace.

56

venerdì, 16 maggio 2014, 16:12

Solitamente non faccio test o trabocchetti, è una pratica più tipicamente femminile. Ma se mi si propone un trabocchetto e lo identifico rendo pan per focaccia.

Un esempio successo qualche tempo fa, mi frequentavo con una ragazza che vive a circa 30 km da me con la quale una o due volte a settimana ci si vedeva principalmente per sesso. Lei aveva a disposizione un appartamento che a volte una sua carissima amica le lasciava in comodato d'uso :D ma non sempre era disponibile.

Una volta accadeva che io fossi libero soltanto una sera in cui la casa a detta sua forse sarebbe stata occupata, quindi nell'eventualità ci si sarebbe visti senza fare sesso, eventualità che francamente per me era ben poco allettante. Il suo test.
Lei: "stasera forse non ho la casa, ci vediamo uguale?"
Io: "uhm... beh, magari rimandiamo dai..."
Lei: "ecco. lo sapevo che senza essere sicuro di scopare non saresti venuto."
Mi aveva fregato, l'aveva detto apposta, e il suo test l'aveva vinto. Dovevo fare qualcosa per raddrizzare la mia posizione. Dunque, pur se controvoglia, le dissi di vederci ugualmente.

Piccola premessa, dato che io pratico anche BDSM, ho uno zaino personale con oggettistica varia che chiameremo lo "zaino delle meraviglie" e che portavo sempre con me. Arrivato da lei, rigorosamente senza lo zaino delle meraviglie, non le chiedo nulla riguardo la disponibilità dell'appartamento o meno. Ci facciamo il nostro aperitivo, chiacchiere, tutto ok, e dopo un po' tira fuori le chiavi dell'appartamento proponendo di andare via.
Io: "ma come, hai le chiavi? io ero venuto qui solo per fare due chiacchiere senza alcuna pretesa..."
Lei: "eh, volevo metterti alla prova, l'avevo detto apposta."
Io: "davvero? non l'avrei mai pensato! (mentivo :D) pensa che non ho portato nemmeno lo zaino"
Lei: "non ci credo"
Io: "scommettiamo che non ce l'ho! se vinco io facciamo che (eh non posso dire cosa ho proposto :D), se vinci tu (idem :D)"
Buttandola sul sesso la cosa si era fatta divertente quindi lei accetta la scommessa dicendo "tanto sono sicura di vincere io!". :) Arrivati alla mia macchina apro il portabagagli e lo zaino non c'era, lei ci era rimasta assai assai sorpresa, dunque la prima la avevo vinta ma per me non era abbastanza. Saliamo su nell'appartamento e inizio a scherzare e fare battute puntando insistentemente e ripetutamente sul fatto che mi sarei aspettato di concludere la serata in bianco, che mi ero fatto 30 km solo per fare due chiacchiere, farmi una bevuta e andarmene a nanna, che le mie aspettative per la serata erano solo queste e bla bla bla. :D Al che, visto il mio martellamento, lei fa, con tono tuttavia abbastanza scherzoso, "ok se le tue aspettative erano queste allora andiamocene e riportami a casa no?".

Non aspettavo altro che una frase simile, manna dal cielo. :D

Mi rimetto la giacca e, col sorriso, le dico "ok, andiamo, tanto io ero venuto qui solo per due chiacchiere e una bevuta, non so quali fossero le tue aspettative ma la mia serata è a posto!". Lei mi guarda allibita dato che non se lo aspettava ma decide di stare al gioco, probabilmente si aspettava che io cambiassi idea e stessi scherzando. Invece l'ho riportata a casa sul serio. :D Ho fatto un bel casino perché si è cotta come una pera dopo quell'episodio ma vabbè, questa è un'altra faccenda...

Morale della favola trabocchetti non sono solito farne, piuttosto chiedo, osservo, cose così. Ma se me li fanno, peggio per loro. :)

Lapsus

Nuovo Utente

Posts: 10

Activity points: 37

Data di registrazione: sabato, 17 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

57

domenica, 18 maggio 2014, 01:02

Gli uomini non fanno test, se una donna ti prende ti prende, punto.

Slowrope

Utente Attivo

Posts: 34

Activity points: 116

Data di registrazione: venerdì, 07 giugno 2019

  • Invia messaggio privato

58

lunedì, 24 giugno 2019, 20:16

Le donne testano se sei "stronzo" e quindi idoneo o buono e quindi scartato.

59

martedì, 25 giugno 2019, 14:04

Autore non attivo, chiudo il thread.
Sara84 per lo staff
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite

Threads simili