Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" is female
  • "Sera" has been banned
  • "Sera" started this thread

Posts: 1,508

Activitypoints: 5,243

Date of registration: Feb 14th 2012

  • Send private message

16

Friday, May 2nd 2014, 2:40pm

In natura (ponendo il discorso così) non "testiamo" tanto la compatibilità, ma l'affidabilità del partner, è sull'essere affidabile o meno che puoi giocarti la sopravvivenza. Sì è vero, la prima cosa di cui si prende certamente coscienza è l'essere compatibili e complementari, ma tuttavia non si ha ancora la piena certezza delle intenzioni dell'altro. Appurata la compatibilità, cioè quel fattore che incentiva l'invaghirsi l'uno dell'altro, la nave va in porto solo se ci si instaura anche la fiducia e i test servono a questo.


Per come la vedo io, poi potrebbe essere una prospettiva soggettiva, all'inizio se ci sono test, istintivi o fatti per calcolo, potrebbero servire a stabilire se quella persona fa per noi, del tipo sondare quelle caratteristiche essenziali, cercate istintivamente o razionalmente a seconda, in assenza delle quali non può iniziare il rapporto. Parlo di una rapporto che abbia una qualche base emotiva, escludendo scelte fatte a tavolino per criteri di convenienza.
Per la fiducia la vedo più una caratteristica che deve crearsi un po' da sé, osservando se l'altro/a si dimostra affidabile, una specie di monitoraggio globale piuttosto della dimostrazione circoscritta che può emergere dal test. Ciò non toglie che forse in alcuni momenti vi possa essere il bisogno di mettere alla prova l'affidabilità altrui, come possono nascere situazioni che fungono da prove, però non credo possano dimostrarsi esaustive quanto l'aver sperimentato l'affidabilità nel lungo periodo.

  • "lillas" is female

Posts: 6,689

Activitypoints: 20,188

Date of registration: Sep 12th 2008

  • Send private message

17

Friday, May 2nd 2014, 2:43pm

CIT. jUNIZ
Sostanzialmente, non so se vi è mai successo, ma si può anche provare una grande compatibilità con qualcuno conosciuto per poche ore. Uno pensa: "Interessante perché mi ci trovo subito bene". Ma questo però non consegue direttamente alla fiducia. Potresti a posteriori capire che a fronte di una personalità compatibile e interessante, non ci si può però instaurare una piena fiducia per fattori secondari che chiameremo "X".

Concordo. Delle volte capita proprio di trovare interessanti persone con le quali poi ci si accorge che non va nonostante gli sforzi nel capire attraverso i famosi test se ci possa essere un punto di incontro.

I fattori secondari insomma non lo sono poi così tanto
Visto da vicino nessuno è normale

18

Friday, May 2nd 2014, 4:10pm

Ciò non toglie che forse in alcuni momenti vi possa essere il bisogno di mettere alla prova l'affidabilità altrui, come possono nascere situazioni che fungono da prove, però non credo possano dimostrarsi esaustive quanto l'aver sperimentato l'affidabilità nel lungo periodo.
Esatto. La maggior parte dei test si genera da se, in base alle situazioni della vita, ci troviamo dentro qualcosa che si rivela un ottima opportunità tester in cui poi ci ritroviamo a decidere in base all'esito.

Esempio banale: Sto frequentando un ragazzo in cui la conoscenza si sta rivelando piacevole e interessante finché ci limitiamo a chiacchierare. Proietto che posso fidarmi perché ci sto bene e perché posso avanzare una certa confidenza con lui, ma il breve termine mi preclude questa certezza. Poniamo una situazione "X" in cui ho una situazione di difficoltà, guardo la rubrica e fra tutte le persone che potrei chiamare per farmi aiutare (dall'affidabilità appurata) istintivamente seleziono il numero del mio potenziale partner: Ma mi rimbalza con poco, magari non ha voglia di rivestirsi perché è tardi, o non vuole prendere l'auto e guidare, o non vuole lasciare l'impegno che ha preso. Inevitabilmente la lancetta dell'indicatore Sfiducia punta al massimo.
Concordo. Delle volte capita proprio di trovare interessanti persone con le quali poi ci si accorge che non va nonostante gli sforzi nel capire attraverso i famosi test se ci possa essere un punto di incontro.
Io lo dico sempre: L'amore da solo NON basta, e la natura ci ricorda saggiamente che la vita è fatta sopratutto di cose pratiche e funzionali a cui dare priorità, e consciamente o meno, obbediamo alla regola. Ho appurato sulla mia pelle che, l'stinto d'amore, lì per lì, puoi anche provarlo sulla base di pochi elementi e poche certezze, quando siamo interessati a una persona lo siamo perché fondamentalmente non abbiamo ancora niente di concreto in mano. Ma siamo geneticamente predisposti per mettere alla prova l'esterno e vedere se riesce a reggersi da se', e in funzione di questo ci siamo evoluti con la capacità di gestire quella gittata irrazionale che è l'innamoramento/attrazione il giusto per tenerci lontano e vigili da situazioni potenzialmente svantaggiose e/o pericolose.

lya

...

  • "lya" is female

Posts: 1,574

Activitypoints: 4,908

Date of registration: Oct 1st 2009

  • Send private message

19

Friday, May 2nd 2014, 4:51pm

Come giustamente dice, qualche post più su lillas, sono conclusioni a cui si giunge col senno di poi..

Forse la difficoltà e per certi aspetti l'impossibilità sta nel rendersene conto al momento "giusto"

La fase dell'innamoramento è abbagliante, non a caso non poche sono le donne che durante l'innamoramento, non riescono a "vedere" l'uomo che realmente hanno di fronte, ma non perché non vogliano, non siano attente o razionali, ma proprio per un fatto "fisiologico" dell'innamoramento che rende tutto più accecante..Paradossalmente durante questa fase di vero o illusorio benessere, c'è un aumento delle endorfine, aumento delle difese immunitarie..E' stato dimostrato che nel periodo dell'innamoramento è molto più difficile ammalarsi anche per una banale influenza..

E' una fase che, secondo me, va lasciata così, va vissuta, non lo dico da romantica che per altro non lo sono abbastanza, ma lo dico in quanto so per esperienza che è una delle più belle fasi da vivere insieme a quella del mettere al mondo un bimbo..

Insomma vivere il momento senza questi test che andrebbero ad inficiare negativamente su uno dei più bei momenti della vita di ogni donna..avrebbe anche i suoi vantaggi..

La concretezza è fondamentale per capire se la "coppia" può o no avere un solido futuro, di certezze, fiducia, complicità.., ma inevitabilmente arriva un po' più tardi..

Ma davvero il più bel momento per vivere un amore è l'innamoramento che non a caso vive in maniera ottimale nel "senza tempo", non priviamocene..con strategie..

Concordo con l'idea che i "test" vengano "infilati" inconsciamente nella vita con il proprio partner..
"Some people feel the rain. Others just get wet."

This post has been edited 2 times, last edit by "lya" (May 2nd 2014, 11:50pm)


  • "lillas" is female

Posts: 6,689

Activitypoints: 20,188

Date of registration: Sep 12th 2008

  • Send private message

20

Saturday, May 3rd 2014, 9:56am

o lo dico sempre: L'amore da solo NON basta, e la natura ci ricorda saggiamente che la vita è fatta sopratutto di cose pratiche e funzionali a cui dare priorità, e consciamente o meno, obbediamo alla regola. Ho appurato sulla mia pelle che, l'stinto d'amore, lì per lì, puoi anche provarlo sulla base di pochi elementi e poche certezze, quando siamo interessati a una persona lo siamo perché fondamentalmente non abbiamo ancora niente di concreto in mano. Ma siamo geneticamente predisposti per mettere alla prova l'esterno e vedere se riesce a reggersi da se', e in funzione di questo ci siamo evoluti con la capacità di gestire quella gittata irrazionale che è l'innamoramento/attrazione il giusto per tenerci lontano e vigili da situazioni potenzialmente svantaggiose e/o pericolose.


Guarda in passato non l'avrei detto . Sarà perchè si cresce a pane e ammmore..e fuori poi si continua a cercare la stessa cosa nello stesso modo.
Mi ha fatto pensare quando scrivi che ci si interessa di chi spesso non conosciamo abbastanza .
Per questo sono del parere che bisognerebbe darsi tempo (chiaro a seconda della propria indole )


Insomma vivere il momento senza questi test che andrebbero ad inficiare negativamente su uno dei più bei momenti della vita di ogni donna..avrebbe anche i suoi vantaggi..

La concretezza è fondamentale per capire se la "coppia" può o no avere un solido futuro, di certezze, fiducia, complicità.., ma inevitabilmente arriva un po' più tardi..


Non lo so sai ? Dipende dalle situazioni. Secondo me sapere di avere a che fare con un bugiardo, una persona che dove è passata ha raso l'erba al suolo e sapendo che la mia indole è tendente all'innamoramento totale(?) una mano al freno mi verrebbe di metterla pur non escludendo "il possibile" . Ma sempre all'erta, sempre inconsciamente(?) con test . IMHO
Visto da vicino nessuno è normale

MrBrightside

Utente Fedele

  • "MrBrightside" is male

Posts: 458

Activitypoints: 1,415

Date of registration: Jan 8th 2013

Location: MI

  • Send private message

21

Saturday, May 3rd 2014, 12:44pm

Sostanzialmente, non so se vi è mai successo, ma si può anche provare una grande compatibilità con qualcuno conosciuto per poche ore. Uno pensa: "Interessante perché mi ci trovo subito bene". Ma questo però non consegue direttamente alla fiducia. Potresti a posteriori capire che a fronte di una personalità compatibile e interessante, non ci si può però instaurare una piena fiducia per fattori secondari che chiameremo "X".


Già.
La fase compatibilità la vedo più disinteressata rispetto a quella della fiducia, si è ancora all'inizio.

Non lo so sai ? Dipende dalle situazioni. Secondo me sapere di avere a che fare con un bugiardo, una persona che dove è passata ha raso l'erba al suolo e sapendo che la mia indole è tendente all'innamoramento totale(?) una mano al freno mi verrebbe di metterla pur non escludendo "il possibile" . Ma sempre all'erta, sempre inconsciamente(?) con test . IMHO


Si, sono anche io a metà tra il "volemose bene 4ever" e il "ti amo ma devo capire ancora" come nell'esempio fatto da lillas però quello che vedo è che, a volte, in questi casi (parlo sempre di persone che magari hanno una brutta fama) alcuni/e applicano gli stessi test per confermare a loro stessi che l'ambiente esterno ha torto e che il loro amore è giustificato (anche in caso contrario), insomma il classico esempio di cecità provocata dall'amore soprattutto nella prima fase della relazione.

La vita è tutta un test. :)
Some they rest their head at night,
Some get no sleep at all,
If you listen close to what you see,
You will hear the call.

lya

...

  • "lya" is female

Posts: 1,574

Activitypoints: 4,908

Date of registration: Oct 1st 2009

  • Send private message

22

Saturday, May 3rd 2014, 5:13pm

Non lo so sai ? Dipende dalle situazioni. Secondo me sapere di avere a che fare con un bugiardo, una persona che dove è passata ha raso l'erba al suolo e sapendo che la mia indole è tendente all'innamoramento totale(?) una mano al freno mi verrebbe di metterla pur non escludendo "il possibile" . Ma sempre all'erta, sempre inconsciamente(?) con test .
Certamente dici bene, dipende dalle situazioni.

Nel momento in cui si capisce di avere a che fare con un bugiardo che ha fatto non pochi danni e sapendo di essere per indole tendenzialmente "predisposte" ad amare totalmente, occorrerebbe fermarsi o come tu dici mettere una mano sul freno.. Sono d'accordo..

Aggiungo che quando si ha più o meno il "quadro" di chi si ha difronte, l'innamoramento che è la fase iniziale di attrazione tende a calare già di per se, anche senza dover ricorrere ai famosi test per tastarne il terreno..
Purtroppo non poche donne sono attratte dalle storie o dai tipi un po' complicati, vuoi per il famoso istinto da crocerossine, vuoi per carattere, vuoi per un'altra serie di motivazioni che possono trovare le loro origini nei propri vissuti.., si finisce per restare "attaccate" ad un "modello" che vive l'amore, (forse meno l'innamoramento) in modo tormentato accompagnando inevitabilmente con se anche la compagna sfortunata..

Ed allora che secondo me non ha molto senso applicare i famosi test, perché già a priori si sa con chi si ha a che fare..

Se durante un innamoramento si ha la sensazione di stare bene, di provare momenti felici, sereni.., non è il caso, secondo me, di "disturbare" questi momenti con troppi pensieri, poiché questi ultimi ingiustificati andrebbero a distruggere pian piano la più bella fase dell'amore..Questo è il concetto del volersi vivere il bel momento...

E' chiaro che al primo, secondo, terzo segnale di una qualsiasi stranezza che "ci" prende male con conseguente sofferenza, "dovremmo" chiederci se non sia il caso di un bel po' di passi indietro e se è il caso di tagliare..

Ricorrere ai test o a qualche strategia non porta a capirne di più, anzi..a confonderci specie se dall'altra parte si ha un bravo adulatore, un manipolatore, un mentitore..

Insomma aggiungeremmo solo altra sofferenza..Poi ancora applicando il test sarà difficile il cambiamento di idea, poiché già radicata o potrebbe essere che dall'altra parte venga capito il "gioco" di conseguenza "saprà" come muoversi.., almeno il più delle volte..

Non so se ti è mai successo di cogliere un atteggiamento, una qualsiasi azione o parola non proprio corretta in una circostanza della più totale spensieratezza..

A me si e sono state le volte che ho capito con chi avevo a che fare..
"Some people feel the rain. Others just get wet."

lisa83

Utente Fedele

Posts: 365

Activitypoints: 1,126

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

23

Saturday, May 3rd 2014, 5:21pm

lisa83

Non ho mai fatto test in vita mia...

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" is female
  • "Sera" has been banned
  • "Sera" started this thread

Posts: 1,508

Activitypoints: 5,243

Date of registration: Feb 14th 2012

  • Send private message

24

Saturday, May 3rd 2014, 5:50pm

Ok adesso che abbiamo esaurito la premessa test Sì/test no qualcuno potrebbe fare qualche ESEMPIO di test dato che il thread in fondo l'avrei aperto per questo :D

25

Saturday, May 3rd 2014, 6:36pm

E' una fase che, secondo me, va lasciata così, va vissuta, non lo dico da romantica che per altro non lo sono abbastanza, ma lo dico in quanto so per esperienza che è una delle più belle fasi da vivere insieme a quella del mettere al mondo un bimbo..
Sono d'accordo nel senso, quando va generalmente tutto bene, è una scelta saggia accettare la vita così come si manifesta. Ma è anche vero che l'innamoramento è appositamente subordinato ai test. E i test sono meccanismi per di più involontari e/o situazionali come abbiamo visto (dopo spiego meglio questo discorso)

Come dici tu: Una può essere innamorata e non vedere una gran quantità di aspetti negativi, le situazioni tester, aiutano a far cedere le fettone di prosciutto d'avanti agli occhi. E' un modo per mettere alla prova l'evidenza della realtà, e la proiezione del proprio innamoramento.

Tutto appositamente calibrato già nel nostro sistema nervoso perché si sa, in quel momento potremmo non essere obiettivi e di fatto è consapevolezza comune che non lo siamo, e una parte mentale sempre vigile e analitica è necessaria.

Quoted

Aggiungo che quando si ha più o meno il "quadro" di chi si ha difronte, l'innamoramento che è la fase iniziale di attrazione tende a calare già di per se, anche senza dover ricorrere ai famosi test per tastarne il terreno..
E qui il discorso diventa: E' nato prima l'uovo o la gallina? :hmm:


Io sono dell'avviso che, SE la capacità tester è inconscia, inclusa, spontanea,situazionale, e non controllabile in parte: Allora quando l'attrazione tende a calare già di per se', il tester interno si è già attivato e il prodotto è un esisto del test.

Se il test viene inteso come uno strumento puramente intenzionale e cosciente: Allora diventa una sorta di prova del nove a dubbi e sospetti già consolidati.
Io credo ad entrambi le ipotesi nel senso: E' vero che alcune persone lanciano test coscienti, ma è anche vero che li facciamo inconsciamente.

Se durante un innamoramento si ha la sensazione di stare bene, di provare momenti felici, sereni.., non è il caso, secondo me, di "disturbare" questi momenti con troppi pensieri, poiché questi ultimi ingiustificati andrebbero a distruggere pian piano la più bella fase dell'amore..Questo è il concetto del volersi vivere il bel momento...
In genere, a meno che non sia abbia qualche disturbo di personalità, un test cosciente o semicosciente è sempre legittimato da un sospetto o qualsivoglia motivo di approfondimento. Chi, in virtù del nulla, solo su proiezioni mentali sue irrompe un momento oggettivamente quieto con un test: E' una persona disturbata, paranoica, tendenzialmente ossessiva o con qualche gelosia altresì ossessiva.

Ok adesso che abbiamo esaurito la premessa test Sì/test no qualcuno potrebbe fare qualche ESEMPIO di test dato che il thread in fondo l'avrei aperto per questo
Beh Sera le variabili come ben vedi sono infinite. Dato che almeno a quanto ho capito io dipende: Dal background psicologico dei soggetti se è o meno presente del patologico, dalla situazione, dal conscio o dal'inconscio.

Ce ne sarebbero di miliardi: A partire dal lasciare volutamente il telefono troppo a portata di mano quando si è in doccia, per indurre il partner a controllarlo, cosicché da sviare un tradimento che magari ha luogo su un altra scheda e scagionarsi. (Test Conscio).

Dal: Adesso non mi faccio sentire per un po' vediamo lui/lei che fa. (ilvediamoquantocitieneTest: che è generalmente inconscio).

Sera

Colonna del Forum

  • "Sera" is female
  • "Sera" has been banned
  • "Sera" started this thread

Posts: 1,508

Activitypoints: 5,243

Date of registration: Feb 14th 2012

  • Send private message

26

Saturday, May 3rd 2014, 6:55pm

Ecco il test del nonmifacciosentire io lo prendo come nontivogliosentire e quindi sparisco :D da non farsi con personalità insicure

Un altro( forse? )Test è frase x seguita da POI FAI COME TI PARE tradotto : se non fai ciò che mi aspetto mi deluderai e mi incazzero'

Altra domanda secondo me trabocchetto è quando ti chiedono cosa hai fatto ieri pome/sera significa che pensano, sanno da terzi , sospettano che tu abbia fatto qualcosa che, parere loro, non avresti dovuto ( test fatto da un mio ex, meglio dire la verità perché hanno già un testimone pronto a sbugiardarti :D )

  • "lillas" is female

Posts: 6,689

Activitypoints: 20,188

Date of registration: Sep 12th 2008

  • Send private message

27

Saturday, May 3rd 2014, 10:32pm

CIT. LYA
"Ed allora che secondo me non ha molto senso applicare i famosi test, perché già a priori si sa con chi si ha a che fare.."

Aggiungo solo un piccola cosa .

Scusate non riesco a citare . Il problema è la ricerca di compatibilità con una persona che per qualche motivo inspiegabile lo si sente vicino, ti fa star bene e allora ci si chiede se e dico se (con i famosi prosciutti) non sarà che tutto sommato si può provare a non fermare quella bella sensazione istintiva che è l'innamoramento e tutto quello che ne consegue.
Spesso e volentieri certi equilibri che si sviluppano all'interno di una coppia sono lontani da quelle che si possono considerare con la razionalità.Ognuno è a sè e produce situazioni particolari condivisibili solo da quelle due persone nello specifico ... come non arrischiarsi troppo o non essere troppo prevenuti sulla base di un sentito dire? E soprattutto con l'ausilio dei prosciutti?

Naturalmente non mi riferisco alle forme patologiche dichiarate .

Sì mi è capitato di ricevere in piena libertà l'input alla riflessione sul chi avevo di fronte e più che mai l''allerta è diventato un codice rosso .
Visto da vicino nessuno è normale

This post has been edited 1 times, last edit by "lillas" (May 3rd 2014, 10:38pm)


  • "lillas" is female

Posts: 6,689

Activitypoints: 20,188

Date of registration: Sep 12th 2008

  • Send private message

28

Saturday, May 3rd 2014, 10:52pm

Cit. MrBrightside

........e applicano gli stessi test per confermare a loro stessi che l'ambiente esterno ha torto e che il loro amore è giustificato (anche in caso contrario), insomma il classico esempio di cecità provocata dall'amore soprattutto nella prima fase della relazione.

Sì trovo che anche questo succede molto spesso.. e investendo un'energia non indifferente.


Per quanto riguarda i test possibili.. non saprei .. incentivare un comportamento libero pur non sopportandone l'idea.
.. Può essere?
Visto da vicino nessuno è normale

Gattone

pouf!

  • "Gattone" is male

Posts: 714

Activitypoints: 2,190

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

29

Saturday, May 3rd 2014, 11:46pm

Gli uomini non sono capaci di fare test... ce la fanno solo quando giocano o se la donna non gli interessa. Noi donne invece siamo geneticamente programmate per mettere alla prova gli uomini... padri, fratelli, amici, fidanzati
Tutto quello che diciamo o facciamo è un test.........sappiatelo tutti e tutte



sai che due palle?
saràm per questo che gli uomini son "bugiardi"? perchè quando uno ha tropppi test l unica cosa che puo fare per sopravvivere è ingannarli?

lya

...

  • "lya" is female

Posts: 1,574

Activitypoints: 4,908

Date of registration: Oct 1st 2009

  • Send private message

30

Sunday, May 4th 2014, 5:29pm

E i test sono meccanismi per di più involontari e/o situazionali
Si...che sono conseguenziali a determinati comportamenti, atteggiamenti..,oggettivamente colti..
Tutto appositamente calibrato già nel nostro sistema nervoso perché si sa, in quel momento potremmo non essere obiettivi e di fatto è consapevolezza comune che non lo siamo, e una parte mentale sempre vigile e analitica è necessaria.
Sono d'accordo...Lo scrivevo nel post più su..Nel momento in cui si intuisce e si capisce, attraverso strani comportamenti, che dall'altra parte qualcosa non va..è necessario fermarsi a riflettere, facendo appello alla ragione..
Se il test viene inteso come uno strumento puramente intenzionale e cosciente: Allora diventa una sorta di prova del nove a dubbi e sospetti già consolidati.
In questi casi per lo più si è già alla frutta o quasi..
E' vero che alcune persone lanciano test coscienti, ma è anche vero che li facciamo inconsciamente.
Dico che il test cosciente esiste e lo vedo per lo più come una sorta di strategia per arrivare ad una conclusione alla quale si era già giunti, tramite i "test" inconsci..
un test cosciente o semicosciente è sempre legittimato da un sospetto o qualsivoglia motivo di approfondimento.
Si, ma quando si arriva a ricorrere al cosi detto test cosciente, per lo più si hanno delle certezze..Diciamo una conferma con la prova del nove, come scrivi poco più su..
Il problema è la ricerca di compatibilità con una persona che per qualche motivo inspiegabile lo si sente vicino, ti fa star bene e allora ci si chiede se e dico se (con i famosi prosciutti) non sarà che tutto sommato si può provare a non fermare quella bella sensazione istintiva che è l'innamoramento e tutto quello che ne consegue.
Questa è la fase dell'innamoramento di cui parlavo..e che molto spesso pur fermandosi a riflettere se o non sia il caso di continuare, per lo più prevale l'stinto a continuare, perché si sta bene( innamoramento..inspiegabile) con tutto ciò che ne consegue..
"Some people feel the rain. Others just get wet."

Similar threads