Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

1

Monday, November 6th 2017, 4:07pm

Sono ancora qua, ad indossare abiti da donna.

...con le mie domande, i miei problemi esistenziali di identità.
Qualcuno di voi mi conosce già, sono quello che adora indossare abiti femminili e andare in giro, in mezzo alla gente.
Credevo di aver raggiunto un equilibrio, ma sbagliavo: devo costantemente tenere sott'occhio i compromessi tra la mia passione e la mia famiglia.
Mia moglie sa di questo e mi permette di praticarlo, ma soffre in quanto donna, per diversi motivi.
Oggi abbiamo problemi seri in famiglia, di ben altro genere, ed io sento che dovrei rinunciare a depilarmi e mettere le gonne, ma non voglio.
Ne ho bisogno, mi fa stare bene.
Uff, mi sento come un bimbo al quale stiano sfilando dalle mani un giocattolo. Nel senso che ci sarebbero cose molto più importanti a cui badare, ma io voglio con tutte le mie forze continuare a giocare.
Già, probabilmente una questione (anche) di maturità, forse non voglio crescere.
Ho bisogno di dialogo, di capire, di uno specchio che mi sputi in faccia quello che ho paura di sentirmi dire. Di aiuto.
È incredibile che a cinquant'anni io abbia questi dubbi, eppure è così.
Mi sento un pulcino bagnato, non riesco a muovermi sono bloccato, spesso passo il tempo a giocare online, anche sul lavoro (in questo momento sono al lavoro e non dovrei fare quello che sto facendo), sento che mi stanno scivolando i giorni, le settimane, i mesi e gli anni attraverso le dita, ma non riesco ad afferrare la mia vita.
Ho postato qua perché il fatto ha una forte componente sessuale, come si può intuire, anche se gli stimoli provengono da diverse direzioni.
Ciao a tutti e grazie a chi vorrà esprimersi.
In qualsiasi modo.
Maledetta autostima...

This post has been edited 6 times, last edit by "Shylock" (Nov 20th 2017, 12:33am)


2

Monday, November 6th 2017, 4:40pm

Magari una perla di saggezza potrebbe essere accettare che al momento le cose vanno così, poi magari tutto tornerà come prima. E' l'unica cosa che mi sento di dirti.

3

Monday, November 6th 2017, 4:56pm

Bentornato/a Shylock, ricordo benissimo la tua storia nonché le tue scorribande "en travesti" per la provincia torinese.
Da quel che scrivi mi pare che il problema più grande non sia certo il travestirsi quanto il giocare online, cosa che porta SEMPRE a sciagure sia sul piano personale che su quello familiare.
Per il resto hai messo molta carne al fuoco ma in un modo un pò confuso; ti va di spiegarti meglio?
Consultando abbastanza esperti puoi trovare conferma a qualsiasi opinione.

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

4

Monday, November 6th 2017, 8:00pm

Mi va, mi va. Certo che mi va.
È che non è facile.
Certo, la cosa che mi infastidisce di più è che questa cosa mi distragga. Passo molto tempo a piangermi addosso, e invece vorrei trovare un equilibrio che mi permetta di viverla bene, addirittura con gioia, come meriterebbe.
Invece...
Possiamo cominciare dal fondo: ho "rubato" la frase sull'autostima da un commento letto di corsa, perché è proprio l'autostima che mi spinge. Cioè, la mancanza quasi totale, di autostima. Desidero sentirmi donna perché le donne, che mi hanno sempre affascinato moltissimo, mi hanno sempre dato l'impressione di sicurezza, di energia, di convinzione nelle proprie idee che io, insicuro e timido, introverso e poco convinto di me, non ho mai avuto. Ecco perché desidero, ogni tanto "sentirmi un po' donna", ovviamente con tutti i limiti che impone questo teatrino. Se poi ci aggiungiamo che nella foto del profilo sono proprio io, ecco che un altro motivo sono i complimenti che ricevo quando metto le gonne, mi dicono che sto molto bene, cosa non da poco per uno che non ha stima di sé: almeno in qualcosa vado bene!
Con gli anni, mia moglie ha accettato questa mia pulsione, "permettendomi" di mettere le gonne in casa, ma sempre con un certo dissapore, con commenti del tipo "Se io fossi più bella, non avresti bisogno di questo". Già, perché in effetti con le gonna faccio una figura migliore io che lei. Inoltre si sente sminuita come compagna, il suo corpo dovrebbe bastarmi, per trovare la mia sicurezza di maschio. Che in effetti, in camera non è mai mancata. Quindi devo andarci piano, le cose non sono così lisce. E non sa che vado al supermercato! Ma questo conto di dirglielo, prima o poi. In teoria non dovrebbe essere un grosso problema, ormai.
Il problema, invece, in questo periodo, è che io in autunno sfogo le mie passioni, è la stagione in cui ho maggior desiderio, per una serie di ragioni che se volete vi spiegherò, e invece intorno a me la vita continua e non è affatto rosea.
Da una parte il compagno di nostra figlia ha perso il lavoro e, siccome è di origine etiope e si vede (anche se ha la cittadinanza e parla italiano meglio di me), avremo molte difficoltà a trovargliene un altro. Noi faremo il possibile, ma di questi tempi sarà durissima.
Altro problema è che mia suocera ha un brutto male, eufemismo spero chiarissimo, per cui mia moglie ha dentro un'angoscia che si aggiunge a quella per la figlia.
Per queste ragioni io mi sento molto male per doverle "imporre" un'altra occasione di amarezza: abbiamo detto che non ci sono grossi problemi, ma se nelle angosce di questi giorni ci carico anche le mie minigonne, rischio di vederla affogare.
Ecco perché ho parlato di "giocattolo", mi sembra quasi di seguire un mio capriccio fregandomene di come stanno gli altri, di essere egocentrico.
Potrei facilmente obiettare che la cosa non mi impedirebbe di essere presente in famiglia, ma indubbiamente aggiungerebbe motivi di preoccupazione in un periodo già molto, molto difficile.
Ma io, come dicevo oggi, non voglio rinunciare, ne ho bisogno, aspetto questo periodo per tutto l'anno e mi sono caricato come una molla per fare in modo di godermelo in pieno. Ho comprato gonne, scarpe col tacco, tutto ciò che mi dava entusiasmo e mi permetteva di pensare a questo periodo come quello in cui avrei indossato quelle cose. Un po ' di shopping come tutte le donne, insomma.
E quindi?
Quindi sono bloccato.
E quando sono bloccato "scappo" dalle mie responsabilità, inizio a passare il tempo a giocare, anche sul lavoro, anche se io avrei un milione di cose da fare per me, a casa, rimangono lì, io gioco, cazzeggio, perdo tempo. Scappo.
Ecco quello che, alla fine mi da fastidio, mi angoscia, mi distrugge. Il fatto che io scappi, che la mia scarsissima autostima mi induca a scappare, mentre vedo mia moglie che lavora come una matta e non si ferma mai, e vedo la mia titolare (donna) che non si ferma mai e fa anche il lavoro che dovrei fare io (pure il senso di colpa, quindi). Insomma, sono circondato da donne super efficienti e io vorrei esserlo quanto loro e invece, gioco.
Sono entrato in una specie di "loop" da cui è difficile uscire, come in una specie di Truman Show in cui devo trovare il punto debole e abbandonare questo comodo giro vizioso che mi permette di autocommiserarmi, invece di tirarmi su le maniche.
Ora mollo, perché sono stato davvero lunghissimo, scusatemi lo sfogo.
Buona serata a tutti.
Maledetta autostima...

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,560

Activitypoints: 23,022

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

5

Monday, November 6th 2017, 8:15pm

Buona serata anche a te, ma c'è una cosa che non capisco... l'unica persona che legittimamente potrebbe obiettare su questa tua passione è tua moglie. Se lei accetta, perché vivi questa cosa in modo così conflittuale?
Sono riva di un fiume in piena Senza fine mi copri e scopri

(Subcomandante Fran)

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

6

Monday, November 6th 2017, 11:48pm

Ma perché non è che l'abbia accettato fino in fondo.
Lei ha sposato un uomo, e il suo ruolo di donna nella coppia ne esce sminuito, o perlomeno è spiazzata, comunque, anche se sostiene di accettarlo.
Anche se mi dice che posso farlo quando voglio, ogni volta mi critica. Dolcemente, non è seccata, ma un po' critica sì.

E poi il vero problema non è lei, sono io.
Come ho tentato maldestramente di spiegare prima, mi ritrovo in un circolo vizioso.
È comodo autocommiserarsi, dire a se stessi "non valgo niente": si ha la possibilità di deteriorarsi, perché tanto "non valgo niente".
Molto più facile che tirarsi su le maniche, guardare l'ostacolo dritto negli occhi e dire "non mi freghi: io ho le palle".
Buonanotte.
Maledetta autostima...

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,598

Activitypoints: 4,580

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

7

Tuesday, November 7th 2017, 9:53am

ciao! da donna ti dico che tua moglie è una superdonna! io non riuscirei ad accettare il teatrino che metti in piedi! non vorrei essere dura con te, perchè non sono nessuno per giudicare, ma se mi metto nei panni di tua moglie mi cresce dentro un misto di rabbia e sconforto che è pure difficile da spiegare in quanto in realtà non sto vivendo io questa situazione! ognuno è libero di fare ciò che meglio crede...si parlava in un altro 3d di cosa sia la libertà...per me la libertà personale arriva fin dove non si lede quella altrui e forse ( e dico forse) tu hai superato questo limite! potresti continuare se ti fa star bene ma dovresti evitare di coinvolgere la tua famiglia! il modo non lo so...prenditi una pausa di riflessione, allontanati da tua moglie! so che già lo sai ma immagina come deve sentirsi quando tu (suo marito) vestito da donna fai più figura di lei! dovresti trovare un compromesso tra il tuo benessere psicofisico ed il suo...
ti chiedo scusa se ho ti ho dato fastidio con questo intervento!

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

8

Tuesday, November 7th 2017, 10:16am

Mi hai scritto proprio quando stavo per scrivere altro.
Volevo scrivere "Partitone, oggi! Mi sento un rottame e non so perché perdo tempo a giocare invece di lavorare. Preferisco arrivare al punto di sentirmi una merda invece che scegliere la soddisfazione di un lavoro ben fatto, di sentirmi dire bravo, lavori bene!".
Ecco quello che stavo per scrivere.
No, non mi hai infastidito, anzi.
Una strigliata è quello che cerco, uno scrollone, qualcuno che mi svegli.
Hai ragione, ed è proprio il fatto che lei ne soffra che mi mette ansia e paure. Ma non voglio coinvolgerla, anche se in passato l'abbiamo fatto. Una festa di Halloween, qualche pranzo con amici come me, oggi li chiamano crossdresser. Vorrei trovare il coraggio di farlo dicendole "vado a fare un giro", con la certezza che lei capisca e che non ne soffra.
L'equilibrio che cerco è molto difficile, per entrambi, per questo esito, in questo periodo di difficoltà oggettive, e non riesco a vedere un'evoluzione serena per questa mia stupida ma meravigliosa passione.
Altrimenti sarei già qui con la gonna e i tacchi.

E comunque hai ragione: mia moglie è una superdonna.
Per questo la amo.
Maledetta autostima...

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,598

Activitypoints: 4,580

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

9

Tuesday, November 7th 2017, 10:23am

Mi solleva il fatto di non averti infastidito, mi dispiace urtare la sensibilità altrui perchè se siamo su questo forum vuol dire che abbiamo dei problemi tutti quanti...
detto questo ti chiedo: riusciresti a mettere da parte questa tua passione per un pò? risolvere quelli che ora sono problemi oggettivi della tua famiglia (tua suocera, il compagno di tua figlia) e poi ricominciare, anche, con tua moglie? coinvolgendola, spiegandole i motivi che ti spingono a vestirti da donna, facendole capire quanto ti fa stare bene ma non meglio di quanto ti faccia stare lei?

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

10

Tuesday, November 7th 2017, 10:32am

Sì, ci riuscirei. L'ho messa da parte per trent'anni, ma ogni tanto ritorna, mi aggredisce, non mi molla.
Lo farei, e scrivo qua perché sento che sto per arrivarci, a metterla da parte per un po' (ma solo per un po'!!!), ma lo farei con l'animo del bimbo a cui stanno sfilando il giocattolo. Come quei bambini sulla giostra che dicono "Mamma, ancora un giro, l'ultimo!" ai genitori che dicono che si deve andare a casa, perché hanno da fare.
Forse è questo che significa "diventare adulti"...
Maledetta autostima...

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

11

Tuesday, November 7th 2017, 10:35am

E inoltre le nostre difficoltà potrebbero andare avanti troppo a lungo per i miei bisogni...
Maledetta autostima...

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,598

Activitypoints: 4,580

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

12

Tuesday, November 7th 2017, 10:39am

credo proprio di si! diventare adulti significa questo...non abbandonare, ma mettere da parte alcune cose (il vestirti da donna) che ci rendono felici per un altro tipo di felicità (la tua famiglia, il tuo amore per tua moglie)...perchè nemmeno da adulti bisogna rinunciare a stare bene e ad essere felici!
devi avere la forza di dire BASTA...non per farti del male ma per porre fine al circolo vizioso nel quale sei entrato! sicuramente sei una persona sensibile ed intelligente e puoi riuscirci!
(ci tengo a precisare che non sono medico ne psicologa quindi sono consigli di una profana in materia ma che ha a che fare tutti i giorni con la vita...come tutti del resto!)

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

13

Tuesday, November 7th 2017, 10:56am

Tutto vero.
Ma non è così facile.
In passato ho seguito diverse terapie, che mi hanno aiutato (non risolto, aiutato).
Ho provato a diventare adulto ed ho messo da parte le mie piccole gioie per un futuro radioso.
Ma le mie paure sono venute a cercarmi, un po' il Pennywise di "It", o ancora meglio, come nello splendido film di Terry Gilliam "La leggenda del re pescatore" con Robin Williams, il mio cavaliere di fuoco mi ha seguito e mi ha scovato, ed ora mi chiede il conto.
Insomma, è proprio nei momenti oscuri e difficili che viene fuori il mio desiderio di scappare, ma non voglio più scappare. Se mettermi una gonna mi dà conforto nelle situazioni di stress, allora è ADESSO che devo farlo, per afforntare meglio la vita quotidiana.
C'è chi va a giocare a calcetto e chi si lancia con il parapendio.
Io prendo l'astronave per viaggiare nell'universo femminile. E poi ritorno.
Maledetta autostima...

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,598

Activitypoints: 4,580

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

14

Tuesday, November 7th 2017, 11:01am

lo so che non è facile! fosse facile non staresti a struggerti! così come non mi struggerei io per i miei di problemi! ti capisco perchè, in fondo, il tuo è un modo per rilassarti come un altro...solo un pò sui generis! non ti dico di smettere o di reprimere totalmente questo tuo desiderio...dovresti (è difficile, lo so) trovare solo un giusto equilibrio per te e per la tua famiglia! potresti cominciare evitando di giocare on line...questa è una cosa relativamente semplice ma potrebbe essere un gran passo avanti per sbloccarti e sentirti forte e determinato così come le donne che ammiri!

Shylock

Peter Pan

  • "Shylock" is male
  • "Shylock" started this thread

Posts: 235

Activitypoints: 796

Date of registration: Feb 10th 2010

Location: Torino

  • Send private message

15

Tuesday, November 7th 2017, 11:26am

Ho appena finito un altro partitone!

"Smetto quando voglio". Non basta dirlo.
No, non basta.
Maledetta autostima...