Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


1

Friday, May 10th 2019, 11:55am

Perche' si tradisce?

Avete il coraggio di rispondere a questa domanda (nel caso aveste tradito il vostro partner) con la piu' cruda verita' che sapete solo voi ?

E per chi invece e' stato tradito, quale pensate sia il motivo di aver subito il tradimento?
Noi chiudiamo con il passato ma e' il passato che non chiude mai con noi.

This post has been edited 2 times, last edit by "Pazzo" (May 10th 2019, 2:34pm)


Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora, ed intendo godermi la vita finché posso

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,450

Activitypoints: 4,470

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

2

Friday, May 10th 2019, 4:58pm

Essendo stato prima "tradito" e poi "traditore" nel corso della vita, accetto la sfida.

Iniziamo a definire cosa si intende per "tradimento" e poi analizziamo le motivazioni.

Se viene accolta una rigida concezione moralista, tradimento sarebbe pure la "botta di vita", unica ed occasionale, che può capitare e nella quale si agisce senza alcuna intenzione di stabilire una relazione, magari perché si è allegri e conviviali a causa di qualche bicchiere di troppo. Metti il caso che partecipi ad un congresso, una "convention", simposio, ecc., e capita la Venere tentatrice per una notte o anche meno, direi che non è "tradimento", è assecondare il Fato benigno …
In quel caso, è solo una questione di divertimento, senza tanti pensieri ed un fugace rimorso per evitare un ben più lacerante rimpianto. Spesso rivitalizza anche la relazione istituzionale.

Se, invece, ti incontri ripetutamente con una persona, facendoci sesso, trovando un interesse non occasionale ma durevole, è chiaro che sei alla ricerca della novità relazionale, potenzialmente un nuovo partner da sperimentare in una condizione iniziale di "vita parallela". E' una consapevole ricerca di qualcosa che non si ha (o si è perso) nella relazione ordinaria. Quasi sempre il tradimento comporta una scelta e, dunque, o la sua interruzione ovvero la sua emergenza alla superficie quale risultato della scelta.

Dal punto di vista psicologico è molto coinvolgente, le sensazioni che si provano sono molto più intense e laceranti (compreso il rimorso) e la scelta, dopo averla compiuta, produce sollievo.

P.

(----------------;)--------------)
“My sweetest friend / Everyone I know / Goes away in the end / You could have it all / My empire of dirt / I will let you down / I will make you hurt / If I could start again / A million miles away / I would keep myself / I would find a way.”
(“Hurt” Lyrics by Trent Reznor, sung by Johnny Cash)

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

3

Friday, May 10th 2019, 6:07pm

Provo a rispondere come Pivaldo, partendo dal fatto che ho la visione della doppia faccia della medaglia (tradito e traditore)

E con la specifica che la domanda così posta, è fuorviante

Perché dà come presupposto un atto fatto "contro" una persona, mentre in realtà lo è in casi davvero rarissimi con percentuali da 0,..

Esistono in molte coppie una serie di cose che non trovano spazio, per N motivi

Sugli N motivi mancanti ci si può sbizzarrire

Intimità (intesa non come dormire insieme)

Dialogo (inteso non come dirsi quanto si è speso al parrucchiere)

Curiosità dell'altro (intesa non come il sapere chi è la collega carina con cui parlava l'altro giorno)

Si potrebbe continuare all'infinito probabilmente

SE a queste carenze corrispondono desideri sottaciuti, nel tempo e con i giusti spazi, questi desideri si vendicano, e riemergono

A volte in forme apparentemente innocenti.. persino innocue all'apparenza di chi dall'altra parte crede di "vedere"
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,829

Activitypoints: 20,822

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

4

Friday, May 10th 2019, 6:07pm

E per chi invece e' stato tradito, quale pensate sia il motivo di aver subito il tradimento?


per molto tempo me ne sono fatto una colpa. Ritenevo fosse dovuto alle mie mancanze. In particolare a come ero diventato per colpa dei farmaci. Poi, grazie anche ad aiuti esterni, ho realizzato di aver avuto un rapporto con una personalità fortemente narcisistica che aveva "bisogno" di sedurre ed essere continuamente ammirata e desiderata

ps

il mio credo però che sia un caso un pò particolare
Hasta el buonismo siempre!!!

Morpheus88

Utente Avanzato

  • "Morpheus88" is male

Posts: 609

Activitypoints: 1,826

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

Occupation: Freelance

  • Send private message

5

Friday, May 10th 2019, 9:00pm

Si tradisce per tre motivi:
- ingenuità, il soggetto non ha capito nulla del sesso, dell'amore, etc.. ha la visione infantile e crede che può comandare le emozioni che prova. Solitamente si sceglie un partner a tavolino (soldi, buona famiglia, etc..) dimenticandosi che un rapporto per essere vero ha bisogno di sentimenti forti. Un giorno queste persone incontrano colui che gli fa provare quelle emozioni forti, non possono controllarle a anche se non l'hanno premeditato finiscono per tradire. Queste persone non hanno colpe, sono solo state educate da persone altrettanto ingenue;
- narcisista, il soggetto con premeditazione si fidanza, costruisce rapporti e matrimoni sapendo già che appena ne avrà modo si andrà a divertire altrove. Sono persone consapevoli di quello che vogliono e che una persona sola non gli basta, quindi mentono, manipolano, e saltano di fiore in fiore. Solitamente sono uomini ma ci sono anche donne;
- vendetta, il partner ci ha traditi e si tenta di dare pan per focaccia. A volte lo si fa per piacere a volte meno, ma si vuole far soffrire il partner.

Direi che c'è anche una quarta categoria ma di questo non sono sicuro di averli individuati correttamente, li chiamerei istintivi. Sono persone che non pensano, vivono tutto nel presente, al momento, sono quelle persone che non si sentono responsabili di nulla perché è come se prima agiscono e poi pensano. Quindi a volte, presi dal momento, tradiscono senza un apparente motivo solo perché ad istinto in quel momento gli andava di farlo.
Dei primi tre sono sicuro al 100%, sul quarto ci sto ancora riflettendo.

Non considero tradimento chi va a letto con un altro quando ormai non ama più il partner, sono sul viale del tramonto come coppia, per me quello non è tradimento è semplicemente aver voltato pagina ma non averlo ancora ufficializzato/accettato, per me il tradimento implica che hai il piede in due scarpe.

frili

giovane amica

Posts: 282

Activitypoints: 705

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

6

Saturday, May 11th 2019, 4:18pm

Il tradimento è figlio dell'appropriazione.
Quando si sarà liberi da questa sovrastruttura ci si libererà anche di questo concetto

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 324

Activitypoints: 1,007

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

7

Saturday, May 11th 2019, 5:31pm

Quando si sarà liberi da questa sovrastruttura


la sovrastruttura sarebbe la natura...

frili

giovane amica

Posts: 282

Activitypoints: 705

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

8

Saturday, May 11th 2019, 7:02pm

la sovrastruttura sarebbe la natura...

Per alcuni può darsi che sia naturale "appropriarsi" di un'altra persona, ad esempio per chi finisce sulla cronaca nera per non aver accettato un abbandono (sottolineo che è un esempio), ma molto spesso è una costruzione mentale indotta.
Forse dico così perché recentemente sto vivendo una situazione che mi sta facendo toccare con mano quanto peso abbiano le "etchette" nelle relazioni e quanto sia invece più "naturale" e mentalmente più sano ed appagante riuscire ad avere questa visione di se stessi e dell'altro come individui liberi dai vincoli dell'appropriazione, in cui anche il cosiddetto tradimento può diventare terreno su cui passeggiare senza paura

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

9

Saturday, May 11th 2019, 7:14pm

Il tradimento è figlio dell'appropriazione.
Quando si sarà liberi da questa sovrastruttura ci si libererà anche di questo concetto


Non sono d'accordo.
Anche perchè il tradimento ha molte facce, non solo quella dell'amore coniugale.
In questo caso, che è quello del topic, io ci vedo comunque una mancanza alla promessa di condivisione di un rapporto affettivo insieme, si sia sposati o meno.
E' approfittarsene della fiducia altrui, è mentire al partner perchè ovviamente sarà fatto tutto di nascosto.
E' una pugnalata alle spalle.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

10

Saturday, May 11th 2019, 7:18pm



per molto tempo me ne sono fatto una colpa. Ritenevo fosse dovuto alle mie mancanze.


Nonostante 5 anni di terapia sono fermo ancora a questo punto.
E mi rendo conto della mia inadeguatezza, una strada che non avrei mai dovuto imboccare perchè non ci sono tagliato, mi manca tutta l'impalcatura emotivo-affettiva per poter vivere una relazione affettiva a due.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

11

Saturday, May 11th 2019, 7:21pm

la sovrastruttura sarebbe la natura...


Eppure ci sono non poche specie animali che sono rigorosamente monogame fino alla morte del partner, vedi molti volatili, gli orsi, i pinguini imperatore.
Non definirei la natura, se non al limite quella umana (che però è modificata dalla cultura), come sovrastruttura che includa tutto sotto un unico ombrello.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

frili

giovane amica

Posts: 282

Activitypoints: 705

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

12

Saturday, May 11th 2019, 7:27pm

ci vedo
ci vedo comunque una mancanza alla promessa di condivisione di un rapporto affettivo insieme, si sia sposati o meno.
E' approfittarsene della fiducia altrui, è mentire al partner perchè ovviamente sarà fatto tutto di nascosto.
E' una pugnalata alle spalle.
eh, ma vedi, io interpreto questa risposta come una conferma a quanto sostengo. Superando questa visione non ci sono più sotterfugi né pugnalate

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

13

Saturday, May 11th 2019, 7:31pm

eh, ma vedi, io interpreto questa risposta come una conferma a quanto sostengo. Superando questa visione non ci sono più sotterfugi né pugnalate



Su cosa baseresti un rapporto affettivo allora?
Cerchi magari la tranquillità di vita da una persona, le follie da un'altra e il sesso da un'altra ancora?
A mio modo di vedere sarebbe solo l'apoteosi dell'egoismo. Oltre che della totale deresponsabilizzazione.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,630

Activitypoints: 4,904

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

14

Saturday, May 11th 2019, 7:42pm

beh, la natura umana è quella di cuccioli che ci mettono un sacco di tempo a raggiungere l'autonomia e che quindi hanno bisogno a lungo di cure parentali. Il modo di stabilizzare la presenza genitoriale e garantire quindi la prosecuzione della specie si chiama "famiglia" o clan o tribù ma insomma, quel che sia purché funzionale , con tutta l'aggiunta di "liturgie" e consolidamenti culturali (con l'arrivo della parmigiana di melanzane domenicale sicuramente tutto ha raggiunto un livello di funzionalità particolarmente elevato :D )

Oltre l'antropologia spiccia la mia risposta è BOH, per tantissimi motivi, dai più banali e frivoli a quelli più difficili e talvolta drammatici. Io non essendomi mai sposata e non avendo responsabilità di stabilità verso dei figli ho chiuso storie - e non ho legato a me nessuno - che si andavano spegnendo risparmiandomi quello che ai miei occhi è sempre stata una faticaccia poco invitante ovvero "tenere i piedi in due scarpe".
Se avessi avuto una famiglia e mi fossi trovata in tentazione per uno di quei tantissimi motivi che possono succedere come anche no, credo che il fortissimo deterrente sarebbe stato quello di infliggere dolore all'altro e la mia non-voglia di infilarmi in gineprai di questo genere. Poi non so come sarebbe andata, ovviamente, sono speculazioni. Ma tutte le chiacchiere sulla libertà di concedersi evasioni per me stanno in piedi solo se nessuno ci sta male. Altrimenti vengono giù come castelli di carte.

Se sono stata tradita, ed è probabile, non so - ci sono stati solo due uomini dai quali la cosa mi avrebbe potuto fare davvero male mentre ritenevo di renderli felici, e con loro non è successo. Gli altri li avrei anche potuti capire perché per un motivo o per l'altro forse sono stata troppo "sfuggente" anche se leale e monogama. Per un periodo ho attirato infatti solo bravissimi uomini vogliosi di mogliettine e famigliole. Ma per me non era il momento giusto, e forse si sono risparmiati una moglie str.... :D e magari pure infedele! Di sicuro un accollo che non sarebbe andato bene. Oppure ero presa da altro, come la malattia di persone care. Devo dire che comunque che se non so è perché non mi è interessato sapere. Quindi erano già punti arrivati ai quali la scappatella o l'altra relazione poteva starci e non ci stava più esageratamente male nessuno...

frili

giovane amica

Posts: 282

Activitypoints: 705

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

15

Saturday, May 11th 2019, 7:53pm

Su cosa baseresti un rapporto affettivo allora?
Cerchi magari la tranquillità di vita da una persona, le follie da un'altra e il sesso da un'altra ancora?
A mio modo di vedere sarebbe solo l'apoteosi dell'egoismo. Oltre che della totale deresponsabilizzazione.

Mi baso sul rispetto (da dare e da ricevere), quello vero, e non quello basato su promesse.
Ed è tutto il contrario che cercare più cose in più persone.
Ma forse mi sono spiegata male: non intendo dire che "bisogna" tradire, ma che è proprio l'appropriazione dell'altro che rende inaccettabile, intollerabile e inconcepibile la cosa, facendo stare malissimo (e a volte anche facendo del male).
Senza questa appropriazione invece il concetto stesso di tradimento non ha più ragione di esistere...