Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

31

Sunday, May 12th 2019, 12:32pm

Però è una bella emozione dire alla persona che ami "Sono tuo"


Si è una bella emozione, ma ha il vestito romantico, che nasconde l'imbroglio, e la richiesta sotto traccia

Perché se tu, Fran, dici alla tua donna

"sono tuo" e lei ti dice ..

" e allora ti prego Fran, se sei mio, preparami una bella cena, che adesso esco con un amico e quando stasera torno sarò molto stanca e vorrò cenare e andare a dormire"

Scoprirai che quel "sono tuo" che avevi così "generosamente" e "romanticamente" offerto, altro non era che un imbroglio
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

venezia

Utente Attivo

  • "venezia" has been banned

Posts: 77

Activitypoints: 266

Date of registration: Apr 17th 2019

  • Send private message

32

Sunday, May 12th 2019, 1:09pm

Tradimento... è solo una parola, che ha un significato come può non averne.

"Tutti a dire della rabbia del fiume in piena, nessuno della violenza degli argini che lo costringono" (B. Brecht)

Boh..

This post has been edited 1 times, last edit by "venezia" (May 15th 2019, 12:11pm)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,528

Activitypoints: 19,912

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

33

Sunday, May 12th 2019, 1:49pm

Scoprirai che quel "sono tuo" che avevi così "generosamente" e "romanticamente" offerto, altro non era che un imbroglio


Però mica è sempre necessariamente così...
Esiste anche l'emozione semplice e sincera di avere come risposta "Sono tua".
Non è perché esistono le relazioni fraudolente o tossiche tutte debbano essere fraudolente e tossiche. E non sempre esiste l'appropriazione ..Esiste anche il donarsi, con gioia e reciprocamente
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,086

Activitypoints: 3,272

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

34

Sunday, May 12th 2019, 2:08pm

Scoprirai che quel "sono tuo" che avevi così "generosamente" e "romanticamente" offerto, altro non era che un imbroglio


Però mica è sempre necessariamente così...
Esiste anche l'emozione semplice e sincera di avere come risposta "Sono tua".
Non è perché esistono le relazioni fraudolente o tossiche tutte debbano essere fraudolente e tossiche. E non sempre esiste l'appropriazione ..Esiste anche il donarsi, con gioia e reciprocamente


Esattamente questo :)
E l'esclusività è un donarsi volontario, non estorto, che può anche essere temporaneo, non ci sono manette ai polsi.
Com'era esattamente quello che ho provato a dire, che è meglio non prendere come regola generale o "ottica risolutiva" la propria esperienza personale. :)
Siamo tutti diversi, con storie e desideri diversi, non c'è un' "impostazione" universale. E credo che se non ci siamo estinti per noia sia per questo :D
Non credo che frili e il suo compagno siano con assoluta certezza più felici dei miei conoscenti un po' più vecchi di me che ho visto azzannarsi passionalmente per 50 anni in un'ossessione reciproca piena di scene madri e alto voltaggio, che però per loro andava benissimo visto che sono ancora qui: se come dice Stephen King ,"ogni buon matrimonio è territorio segreto, uno spazio necessariamente bianco sulla mappa della società. Ciò che gli altri non sanno della tua relazione coniugale, la rende tua." - e per me vale anche per le relazioni non necessariamente matrimoniali ;)

Anche perchè non solo siamo tutti diversi, ma cambiamo più volte nella vita e quello che va bene per 20-30-40 anni all'improvviso può non andarci più, come una pelle vecchia che si stacca spontaneamente da noi.

Frili non era per la tua esperienza di coppia che pensavo tu fossi molto giovane, era per la tua affermazione tipo "eureka! - ecco l'ottica giusta che gli altri non riescono ad avere". Ma è giusta per te, è giusta per me, è giusta per 20-30 anni per tanti altri e poi all'improvviso non più etc. Varietà, ecco :)

p.s. Scorpio ma nell'uscire con un amico dovrebbe esserci per forza qualcosa di fraudolento? :hmm:

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

35

Sunday, May 12th 2019, 2:14pm



Esiste anche l'emozione semplice e sincera di avere come risposta "Sono tua".



Hai colto perfettamente l'imbroglio, vedo.. :)

Che è "la richiesta" che sta dietro al "sono tuo"

E se ben ci pensi, .. parlando di tradimento, se tu dici a una donna "sono tuo" ma veramente TUO, lei non ti potrà MAI tradire

Per il semplice fatto che "sei sua proprietà" di cui può disporre come crede, e non come "speri" te :)

PS in forza di tutto questo meccanismo , quando una donna mi dicesse "sono tua" io vado il allarme rosso :D
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

This post has been edited 1 times, last edit by "Scorpio1963" (May 12th 2019, 2:50pm)


frili

giovane amica

Posts: 272

Activitypoints: 668

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

36

Sunday, May 12th 2019, 2:31pm

Frili non era per la tua esperienza di coppia che pensavo tu fossi molto giovane, era per la tua affermazione tipo "eureka! - ecco l'ottica giusta che gli altri non riescono ad avere". Ma è giusta per te, è giusta per me, è giusta per 20-30 anni per tanti altri e poi all'improvviso non più etc. Varietà, ecco

No. Non intendevo certo "ecco l'ottica giusta". Una lettura così rientra proprio in pieno nell'ottica "giusto-sbagliato " che è quella appunto che sta alla base dell'appropriazione e di tutti i meccanismi (generalmente indotti) conseguenti.
Si tratta appunto di liberarsi da questa ottica, dalla concezione di giusto o sbagliato, che è quella che fa vedere il tradimento come tale e che riduce le relazioni a rapporti di forza infiocchettati da amore e protezione

Ciaona

Utente Attivo

Posts: 28

Activitypoints: 104

Date of registration: Jul 11th 2017

  • Send private message

37

Sunday, May 12th 2019, 9:59pm

Questo è un argomento che mi tocca molto ultimamente.

Sinceramente sono d’accordo con chi dice che siamo tutti diversi e anche una singola persona cambia nel corso della vita, ma credo anche sia impossibile che certi nostri bisogni non siano determinati dalla società che ci circonda.
Io sento di volere cose diverse. Da un lato mi piace l’idea di creare un rapporto unico e speciale con un uomo, vivere la quotidianità, esserci sempre per lui e che lui ci sia sempre per me. Dall’altro però sento che non voglio rinunciare a condividere qualcosa di bello, di intimo, anche con altre persone.
Sono due cose inconciliabili? Non lo so, ma più passa il tempo più la fedeltà, la gelosia, il tradimento... sono concetti che stanno perdendo significato per me.
Però sono tutti pensieri, anche piuttosto recenti, non praticati, devo ancora capire tante cose.

38

Monday, May 13th 2019, 11:45am

Il tradimento del rispetto e della persona ci sarebbero eccome.
Al di là delle convenzioni sociali, se amo una donna e poi alle sue spalle vado con un'altra per qualsivoglia ragione, ne sto tradendo il rispetto oltre che la persona.
E' una questione di etica mia personale, altrimenti saremmo solo corpi che soddisfano bisogni primari fregandosene degli altri.


Vedo che avete quasi tutti risposto dicendo quali sono i motivi per cui di solito si tradisce, avete sviluppato il significato della parola tradire e dei motivi che possono causare un tradimento, solo alcuni hanno detto realmente il motivo.
Ma partendo dalla frase sopra citata vorrei ritornare al quesito iniziale, chi di voi riesce a dire perche' ha tradito, cosa ha fatto scattare quell'impulso che vi ha fatto tradire il rispetto per la persona che avete sposato o con cui state insieme.
E chi e' stato tradito oltre a dire che chi l'ha tradito non lo/la meritava e che era un narciso etc etc etc, riesce a mettersi a nudo cercando di capire quali sono state eventualmente le mancanze di chi è stato tradito?

Io sto cercando di capire se come penso, il tradimento sia, quasi, esclusivamente dovuto a delle mancanze del partner che non si ha il coraggio di dire.
In parole povere penso che il tradimento sia una causa della mancanza di comunicazione tra i partner.
Noi chiudiamo con il passato ma e' il passato che non chiude mai con noi.

This post has been edited 1 times, last edit by "Pazzo" (May 13th 2019, 12:25pm)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,528

Activitypoints: 19,912

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

39

Monday, May 13th 2019, 11:49am

è giusto che ognuno riporti la sua esperienza.

io mi sono fatto colpe per tanto tento in modo lacerante e se oggi arrivo a dire che la mia unica colpa è stato passare una vita in una relazione tossica è perchè ci sono arrivato dopo un percorso lungo e dolorosissimo.

io non ho tradito
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

silverwing

Utente Avanzato

  • "silverwing" is male

Posts: 993

Activitypoints: 2,157

Date of registration: Dec 13th 2013

  • Send private message

40

Monday, May 13th 2019, 12:05pm

E chi e' stato tradito oltre a dire che chi l'ha tradito non lo/la meritava e che era un narciso etc etc etc, riesce a mettersi a nudo cercando di capire quali sono state eventualmente le sue mancanze?


A me non interessa sapere cosa sia il partner che mi ha tradito.
E' da cinque anni che mi interrogo, da quando sono in psicoterapia, e fino ad ora ho concluso solo che è successo ciò che è successo per la mia immaturità e la mia inadeguatezza ad un rapporto di coppia sano, appiattito sulla dipendenza affettiva, sul pensare di trattenere lei massacrandomi di cose da fare e adeguandomi ai suoi voleri come un cagnolino obbediente.
Il tradimento prima e la fine del matrimonio poi sono solo stati una logica conseguenza di tutto questo, non c'è che da ammetterlo senza inventarsi tesi più o meno strampalate e scaricare colpe addosso agli altri.

Non ho tradito.
ciao

silverwing

Laying with lions to hide my grief
From the beast that never sleeps
Our tired hearts tear us apart
Searching for the key
Reap what we sow

(Converge)

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,086

Activitypoints: 3,272

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

41

Monday, May 13th 2019, 3:20pm

Questo è un argomento che mi tocca molto ultimamente.

Sinceramente sono d’accordo con chi dice che siamo tutti diversi e anche una singola persona cambia nel corso della vita, ma credo anche sia impossibile che certi nostri bisogni non siano determinati dalla società che ci circonda.
Io sento di volere cose diverse. Da un lato mi piace l’idea di creare un rapporto unico e speciale con un uomo, vivere la quotidianità, esserci sempre per lui e che lui ci sia sempre per me. Dall’altro però sento che non voglio rinunciare a condividere qualcosa di bello, di intimo, anche con altre persone.
Sono due cose inconciliabili? Non lo so, ma più passa il tempo più la fedeltà, la gelosia, il tradimento... sono concetti che stanno perdendo significato per me.
Però sono tutti pensieri, anche piuttosto recenti, non praticati, devo ancora capire tante cose.


La società c'entra ovvio, ma fino ad un certo punto. Alla prova dei fatti poco ha retto "il privato è politico" e poco ha prodotto la sociologia di coppia :D Sono tutti spunti interessantissimi ed ognuno ne può trarre ciò che pragmaticamente conviene alla propria soddisfazione e serenità , ma alla fine lo spazio "intimo" fra due (o anche più eh :D ) individui non lo stabilisce la società. Infatti è sempre successo di tutto, fra le lenzuola e fuori, in ogni era :) E ci sorprenderemmo di quanto fossero tanti fossero "liberi di testa" in tante situazioni.
Per il resto ovviamente noi pensiamo e vagheggiamo, e in questo stato tutto è potenziale e possibile... poi ci sono la realtà e la vita che portano a scegliere qualcosa e chiudere con qualcos'altro - e si va scoprendo giorno per giorno "da dentro" :)

Frili, in realtà siamo sempre nell'ottica giusto-sbagliato :) solo che dobbiamo scegliere se quell'ottica pensiamo di poterla estendere a tutti come chiave di comprensione della realtà di tutti , o se ci "accontentiamo" di avere trovato l'ottica giusta per noi. Ad esempio non è affatto detto che una relazione nella quale i due partner non vogliono terze e quarte persone sia automaticamente "di forza". Chi lo ha detto? Magari stanno bene così. Oppure, loro personale e liberissima scelta, godono intensamente anche sessualmente di questo "gioco di forza". Se è il loro gioco, e non fa male a nessuno, e loro ci stanno benone dentro, noi che c'entriamo? :)

Pazzo: quello che dici tu è uno dei motivi più diffusi, però la mancanza di comunicazione non è addossabile ad uno solo del partner e le mancanze possono essere più percepite che reali. Oppure, giusto perché si cambia col tempo, ci si trova ad essere due persone diverse rispetto a quelle che hanno iniziato la storia ma se ci sono figli mutui responsabilità di mezzo è difficile fregarsene e buttare tutto all'aria, e magari si intrecciano relazioni extra o ci si concedono "evasioni". Ma se ci sono casi nei quali uno dei partner è effettivamente responsabile di allontanare l'altro ce ne sono tanti altri in cui involontariamente o meno ci si allontana entrambi.
Sempre che l'evasione e l'altra persona siano segno di mancanza di comunicazione e di allontanamento perché potrebbe pure non essere così, eh, dipende dall'alchimia e dal rapporto.

Io nel mio post i motivi per i quali penso di essere stata eventualmente tradita li ho detti, anche se sono più i motivi per i quali ci siamo allontanati , poi non so tutti hanno detto e spergiurato di non avermi tradito e io per dire la verità di verifiche tranne quelle che saltavano su da sole non ne ho mai cercate.
Di mio non ho tradito, ma sono stata molto facilitata da tante cose, di base non ho mai sentito frustrazione che mi spingesse a farlo e quando ho sentito che la storia si stava consumando ho potuto evitare di complicarmi la vita col tradimento (non avendo figli e responsabilità)

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

42

Monday, May 13th 2019, 6:02pm



Io sto cercando di capire se come penso, il tradimento sia, quasi, esclusivamente dovuto a delle mancanze del partner che non si ha il coraggio di dire.
In parole povere penso che il tradimento sia una causa della mancanza di comunicazione tra i partner.


Mah.. non so..

Io credo che se un desiderio di mia moglie "fuori" dal contesto familiare sia da ricondurre a una mia "mancanza" devo dedurne che mi sono precedentemente caricato di un fardello non da poco

E cioè essere "tutto" per mia moglie

Io non sono "tutto" e sinceramente essere "tutto" per un'altra persona mi spaventerebbe non poco

Sono un essere umano con carenze e potenzialità, come tutti

Sono un maschio come vi sono milioni di maschi, e ogni maschio può dare cose diverse da quelle che do io

Per cui.. io non ho sentito alcuna mancanza da parte mia, forse ho sentito la conferma di quel che dicevo sopra, ma che già sapevo

La "mancanza" può essere stata non aver colto certi desideri e bisogni di mia moglie, che per infiniti motivi, a partire dalla mia posizione di ruolo (marito) ero di fatto impossibilitato a soddisfare, in ogni caso
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

frili

giovane amica

Posts: 272

Activitypoints: 668

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

43

Wednesday, May 15th 2019, 9:21am

Frili, in realtà siamo sempre nell'ottica giusto-sbagliato solo che dobbiamo scegliere se quell'ottica pensiamo di poterla estendere a tutti come chiave di comprensione della realtà di tutti , o se ci "accontentiamo" di avere trovato l'ottica giusta per noi. Ad esempio non è affatto detto che una relazione nella quale i due partner non vogliono terze e quarte persone sia automaticamente "di forza". Chi lo ha detto? Magari stanno bene così. Oppure, loro personale e liberissima scelta, godono intensamente anche sessualmente di questo "gioco di forza". Se è il loro gioco, e non fa male a nessuno, e loro ci stanno benone dentro, noi che c'entriamo?

Certo, chi vive etichettando tutto è sempre nell'ottica giusto-sbagliato.
Ed io non ho mai detto che una coppia monogama debba avere obbligatoriamente una relazione "di forza" e non di scelta libera e felice.
Ma forse chi vive etichettando tutto non può che capire così.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

44

Wednesday, May 15th 2019, 10:32am



Certo, chi vive etichettando tutto è sempre nell'ottica giusto-sbagliato.
Ed io non ho mai detto che una coppia monogama debba avere obbligatoriamente una relazione "di forza" e non di scelta libera e felice.
Ma forse chi vive etichettando tutto non può che capire così.


Lla funzione dell'etichetta, e vale anche per i prodotti in un grande magazzino, è esattamente quella: prendere distanza (questo prodotto non va bene - sbagliato) o avvicinarsi (questo invece va bene , è giusto)

È fondamentalmente una operazione di rassicurazione, che "risparmia" dalla conoscenza

In soldoni.. se ho messo una certa etichetta, nemmeno apro la scatola, perché sono tranquillo sul contenuto
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

frili

giovane amica

Posts: 272

Activitypoints: 668

Date of registration: Apr 21st 2018

  • Send private message

45

Wednesday, May 15th 2019, 11:15am

Esatto, ed è anche una difesa.
Ecco perché chi è abituato a etichettare va in crisi quando incrocia uno sguardo non conforme

3 users apart from you are browsing this thread:

3 guests