Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

BOYPI81

Nuovo Utente

  • "BOYPI81" is male
  • "BOYPI81" started this thread

Posts: 4

Activitypoints: 19

Date of registration: Jun 6th 2012

  • Send private message

1

Wednesday, June 6th 2012, 11:22am

Ossessione del sesso..

Ciao a tutti,
la mia storia con il sesso è un po' travagliata.
Sono gay e su questo non ho dubbi o ripensamenti, anche se spesso mi vergogno a mostrarlo.
La mia prima esperienza sessuale è avvenuta a 19 anni con un uomo che però ha fatto i suoi comodi con me, e mi ha penetrato senza preservativo nonostante gli avessi chiesto di usarlo. Lo so che avrei potuto oppormi di più ma allora non ci sono riuscito, già non volevo una penetrazione.. figuriamoci poi non porotetta! Ero già timoroso di fare una cosa del genere alla mia primissima esperienza.. figuriamoci in quel modo!
Lì per lì sono rimasto traumatizzato ed ho evitato il sesso per anni, negli anni migliori della mia giovinezza. Non avevo il coraggio di fare il test hiv, ci sono riuscito solo dopo diversi anni e per fortuna non c'è stato nessun contagio, ma il terrore è rimasto.
Ho sviluppato una forte paura verso tutti i luoghi di contatto sessuale omosessuale: piazzole dell'autostrada, boschetti, spiagge, locali di cruising; inoltre ho cominciato ad evitare totalmente contatti con persone che facevano sesso in questi posti o che fossero troppo lanciate dal punto di vista sessuale.
Così ho avuto principalmente relazioni con partner che fossero psicologicamente non così aperti al sesso e lì per lì mi stava bene e piano piano ero riuscito anche ad avere qualche rapporto sessuale quando ero single, seppur con gente "selezionatissima" dal punto di vista della loro generale condotta sessuale, su cui dovevo assolutamente essere informato.
Sono andato avanti così per un po'.. fino a che mi sono sempre più reso conto che trovare dei partner per me era difficile e che comunque la maggior parte delle persone faceva sesso nei posti più disparati e con molti partner. Mi sono sentito sempre più sbagliato ed ho provato a cercare di risolvere tutti questi miei blocchi..ma ho fatto casino e sono finito in uno stato peggiore dove non sentivo più le emozioni e dove avevo l'ossessione del dover risolvere questa cosa.. che mi portava a dover trovare sesso compulsivamente per aver sollievo dall'ansia che mi faceva impazzire. Di stimoli sessuali autentici non ne avevo.. faticavo anche ad avere un'erezione, nessuna fantasia sessuale.. e più mi sforzavo di averne e più la situzione peggiorava. Oltretutto anche il resto della mia vita si stava bloccando, era diventato un problema anche uscire per le commissioni normali. Un incubo allucinante.
Ho cominciato un percorso terapeutico con un terapeuta gestaltista, ma è naufragato dopo un anno.. nessun cambiamento e lui era molto giudicante nei miei confronti, oltre al fatto che cercava di farmi cambiare facendomi sentire ulteriormente in colpa...un delirio.
Così ho lasciato questa terapia e ne ho intrapresa un'altra di indirizzo strategico in cui mi sono trovato invece benissimo e seppur a piccoli passi mi ha fatto venir fuori dai sintomi più gravi e mi ha dato molti strumenti.
Ho deciso 4 mesi fa di lasciare l'Italia e adesso sono in Australia con il mio ragazzo, dove il 90 % della mia vita va bene ed ho quasi del tutto ritrovato me stesso, ma di fondo ancora non sento chiusa la partita con il sesso..
Per piccoli passi stavo cercando di riaffrontare tutte le mie paure.. ma è da poco successo un fatto.. Sono voluto andare in un locale dove si faceva anche sesso, non per fare niente, ma solo per stare lì e vedere come andava, come funzionava, senza mettermi alla prova, ma solo per affrontare e non continuare ad evitare. Il mio partner conosce la situazione e gli avevo esplicitamente detto l'intento della serata.. che era solo quello di stare lì senza far nualla.
Tuttavia lui non ha resistito quando siamo andati a curiosare in dark room e alla prima avance ha cominciato a fare sesso con non so quanti... Io ero nel delirio mi sentivo totalmente bloccato.. ho lasciato che gli altri mi facessero delle cose, ma non sono riuscito ad avere erezione.. Lui si è divertito di brutto, io ero in balia più totale.
Ovviamente poi abbiamo litigato e la relazione è seriamente in crisi.
Ma al di là di questo sento di nuovo di essere io in difetto, che dovrei cambiare.. mi sento stordito da questa cosa.. mi riviene da chiudere con tutto e tutti, da rimettere quei posti nel cestino e non volerne più sapere.. il che vuol dire non avere più contatti con la maggior parte delle persone omosessuali.. è un casino.
Sarei grato se poteste darmi alcuni consigli.
Grazie in anticipo

freak_out

mi sto specchiando nei tuoi occhi per capire che faccia ho

  • "freak_out" is female

Posts: 142

Activitypoints: 447

Date of registration: Feb 29th 2012

Location: nord

  • Send private message

2

Thursday, June 7th 2012, 10:45am

non voglio apparire giudicante, ma una cosa è viversi la propria sessualità liberamente, un conto è andare in un locale per scambisti. La scelta tra le due è assolutamente opinabile e dipende dalle tue personali inclinazioni.
Ma a me pare da quel che scrivi che a te non interessi la seconda opzione. perché sforzarti di fartela piacere?
non capisco il perché dovresti ritenere di avere problemi sessuali confrontandoti con le preferenze sessuali altrui
il sesso con il tuo ragazzo te lo vivi bene?
E poi non devi dimenticare che la tua prima esperienza è stata davvero un trauma, ragion per cui non vedo perché tu debba spingere l'acceleratore oltremodo, invece di comprenderti ed essere più delicato nei tuoi stessi confronti. :-)

secretgarden

Semplicità

  • "secretgarden" is male

Posts: 4,086

Activitypoints: 14,582

Date of registration: Aug 10th 2008

  • Send private message

3

Thursday, June 7th 2012, 12:43pm

Ciao, io sono Luca, ho 28 anni, sono Veronese e sono gay come te.

Purtroppo nella nostra "parrocchia" la promiscuità è molto forte. Io mi sono dichiarato solo a novembre dell'anno scorso. Prima non ho avuto nessun tipo di relazione, né con uomini né con donne, tantomeno sessuale.
Quando mi sono buttato in questo nuovo mondo, all'inizio mi sembrava di essere un bambino che entra per la prima volta in pasticceria e si vuole abbuffare di tutti i dolci che ci sono.
Col tempo, ho capito che questa ricerca spasmodica di sesso, e anche di un compagno, era frustrante. Così ho smesso di cercare, ma non ho smesso di avere fiducia di TROVARE un ragazzo serio con il quale poterci amare.
E ciò è successo, un mese fa, nel momento in cui meno me l'aspettavo.

Quindi il consiglio che voglio darti è questo: non arrenderti. Anche se hai ricevuto tante delusioni finora, continua a sperare. Esci, vai in un locale e guarda la gente attorno a te, vai alle associazioni ArciGay (ah dimenticavo, tu sei in Australia ora... Lì ci sono associazioni di questo tipo?). Io resto convinto che la persona giusta, là fuori, c'è, basta trovarla...

Ti faccio un grosso in bocca al lupo. E ti lascio la mia disponibilità ad ascoltarti se hai voglia di parlare... Un abbraccio

Luca

BOYPI81

Nuovo Utente

  • "BOYPI81" is male
  • "BOYPI81" started this thread

Posts: 4

Activitypoints: 19

Date of registration: Jun 6th 2012

  • Send private message

4

Friday, June 22nd 2012, 5:24am

Grazie per le risposte.
freak_out, il fatto di spingere sull'acceleratore è dovuto al fatto che per un lungo periodo ho vissuto invece con il freno tirato... e dopo che ogni volta che conosci qualcuno e dici che non fai incontri di sesso il 90% delle risposte sono stupore e un preoccupato "come mai?". Finisce che con il lungo andare ti comincia a venire il dubbio del fatto che il tuo modo di vivere la sessualità non vada bene e più ovviamente cerchi di scacciare il dubbio e più questo aumenta. Quello che tu dici è perfettamente giusto, ma non tiene di conto del fatto che se il problema non fosse stata l'inadeguatezza nei confronti degli altri non avrei questi porblemi.. quindi è come se tu mi dicessi di nuovo "perchè non sei diverso da quello che sei?"
Dovrei di nuovo sforzarmi di non sentire qualcosa che invece sento? Non credo proprio. Sul fatto di essere più delicato con me e meno dittatore è assoultamente vero, ma anche questo è qualcosa che si ottiene lavorando su questa parte, non sforzandosi di essere più delicati perchè tanto non funziona.

Ciao Luca, sì l'ambiente gay è decisamente promiscuo...un autentico puttanaio senza limite. Ho frequentato l'Arci gay in Italia ma anche lì sono più quelli che ci hanno provato con me per portarmi a letto che quelli con cui ho avuto un reale scambio di idee. Qua ci sono moltissime associazioni, certamente, sicuramente ne proverò a frequentare qualcuna. Sì mi farebbe proprio piacere poter scambiare due chiacchiere con qualcuno che per una volta la pensi un po' come me...

freak_out

mi sto specchiando nei tuoi occhi per capire che faccia ho

  • "freak_out" is female

Posts: 142

Activitypoints: 447

Date of registration: Feb 29th 2012

Location: nord

  • Send private message

5

Friday, June 22nd 2012, 10:31am

Quello che tu dici è perfettamente giusto, ma non tiene di conto del fatto che se il problema non fosse stata l'inadeguatezza nei confronti degli altri non avrei questi porblemi.. quindi è come se tu mi dicessi di nuovo "perchè non sei diverso da quello che sei?"


In realtà, forse mi sono espressa male, quello che intendevo è proprio il contrario. Tu sei giusto come sei. e se non hai voglia di andare per locali scambisti è una scelta tua e solo tua. mi spiace averti rimandato l'idea che tu debba essere diverso da come sei.

Detto questo, conosco un po' l'ambiente gay tramite un mio amico e quindi immagino (anche se pochissimo, ammetto) il tipo di pressioni psicologiche che tu possa aver avuto.

Lui ha risolto semplicemente iscrivendosi ad un forum, esplicitando che cercava una storia seria e non era lì per scopare. e ha trovato altre persone che la pensavano come lui.

BOYPI81

Nuovo Utente

  • "BOYPI81" is male
  • "BOYPI81" started this thread

Posts: 4

Activitypoints: 19

Date of registration: Jun 6th 2012

  • Send private message

6

Wednesday, July 11th 2012, 3:10am

Ok grazie :)
Anche io per un lungo periodo ho cercato relazioni e non sesso, avevo chiaro che cosa volevo. Ma poi ad un certo punto vedendo che intorno a me non c'era un amico che la pensasse come me, vedendo che praticamente il 95% dei locali per gay ha almeno un luogo dedicato a fare sesso istantaneo, spesso ho trovato adescamenti in autogrill, piazzole dell'autostrada, stazioni... Mi sono reso conto che la mia non era una reale scelta, ma solo che avevo una folle paura di quel tipo di incontri.. il dubbio di dover colmare questa parte poi è diventato enorme e ossessivo, anche perchè mi sono reso conto che se scartavo tutte le persone che hanno questo tipo di incontri.. beh ci rimane talmente poco che ti viene la paura di dover rimanere solo...
Quelli che tu chiami "locali per scambisti" in realtà sono semplici pub, discoteche, saune. Sostanzialmente ogni posto frequentato da omosessuali è così.. e all'inizio nonlo accettavo e cercavo di chiudere gli occhi su questa realtà... ma arriva un momento in cui devi fare i conti con il mondo che ti circonda.. alla fine ho scoperto che anche molte persone che cercano sesso possono essere persone dolci e con un grande cuore, molti disponibili anche ad una relazione (ma non monogama).
Sostanzialmente sono passato dalla chiusura totale a volermi aprire di botto..
Ora sto meglio e ancora credo di volermi liberare di molti vecchi schemi che mi hanno chiuso al mondo. Non dico che voglio buttarmi in chissà quali esperienze, ma voglio deciderlo non per paura, ansia o sensi di colpa, ma voglio sceglierlo in funzione di ciò che mi fa stare bene. Sostanzialmente non voglio più evitare quei contesti solo perchè "non dovevo", ma semmai perchè mi rendo conto che non fanno per me e a questo non ci sono ancora arrivato.
Un abbraccio

Similar threads