Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 199

Activitypoints: 657

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

1

Wednesday, August 14th 2019, 3:45am

Ossessione amorosa

Apro questo topic non senza una certa vergogna, ma dopo l'ennesima delusione ammetto di non farcela più. Sono una ragazza che ormai viaggia verso i trent'anni, sono sempre stata estremamente chiusa (a causa di mie insicurezze) e, forse proprio per questo, sola, nel senso che non ho praticamente mai avuto amici e neppure conoscenze con le quali uscire con un certa frequenza. Da quando ho scoperto internet, ma soprattutto la possibilità di dialogare via web in forma più o meno anonima con altre persone mi sono immersa in questo mondo virtuale. Ho avuto relazioni, chiamiamole così, con alcuni uomini e ragazzi conosciuti online. Il punto è che ogni volta che finiscono (e finiscono sempre per volere dell'altro) mi sento devastata. Tendo ad attribuire la fine al mio aspetto poco piacente, non so se è una mia percezione o meno, fatto sta che la rottura avviene sempre dopo pochi incontri (in un caso uno) e quindi mi viene da pensare che nel migliore dei casi sia una questione di curiosità che scema e nel peggiore quello che ho detto. In ogni caso mi fa sentire una cacca. L'ultimo ragazzo mi ha detto chiaramente (dopo mia insistenza) che non gli piacevo e non gli interessavo, lasciandomi ferita e confusa. Un altro problema è che anche quando finisce io mi sento ossessionata dal tipo del momento, con continui momenti di ipervalutazione e svalutazione, speranza e sconforto che durano mesi, proporzionati al mio interesse e questa ossessione finisce soltanto nel momento in cui un altro uomo suscita il mio interesse, interesse che ben presto si trasforma in ossessione. A quel punto quella persona diventa banale come tutte le altre oppure mi genera repulsione e odio (parlo di un ragazzo con cui ho avuto la relazione più lunga e che mi ha trattato in modo ... Beh non ho parole per definirlo, uccidendo quel poco di autostima che avevo) e cerco di evitarne anche il pensiero. In ciascuno di questi rapporti è sempre presente la sfera sessuale, ho capito che nessun uomo si nega quando ha l'occasione. Tuttavia quello che cerco io non è la classica botta e via, a me queste persone piacciono (piacevano) sul serio. E sentirmi respinta così, ogni volta, mi lascia di sasso. Soprattutto il fatto che non si possa restare in buoni rapporti, parlare, ma tutti i rapporti devono essere troncati (da loro chiaramente, in maniera più o meno netta). In tutto ciò io mi sento di avere un ruolo passivo, di essere in balia degli eventi e degli altri, l'unico ruolo attivo che ho è nel momento della seduzione, quando mi metto in testa che X deve cedere e infatti puntualmente cede. Questo mi dà un transitorio senso di potenza che mi fa stare bene. Ah, non parlo di gente rimorchiata nelle classiche chat adibite allo scopo, da quelle persone me l'aspetto e non mi faccio illusioni, parlo ad esempio di forum come questo, si parla anche tanto di cose che non hanno nulla a che fare con l'aspetto sentimentale. Odio queste ossessioni, mi fanno sentire viva, ma devo smetterla.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,136

Activitypoints: 21,750

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

2

Wednesday, August 14th 2019, 12:59pm

perchè ti fai del male? hai un normale bisogno di amore. Anche gli insicuri lo hanno. Tu lo cerchi via web perchè oggi forse i giovani oggi sono molto più soli ed esiste questo strumento. Utile, ma credo con diversi inconvenienti. Non ho particolari esperienze di chat, ma credo che lì sia più facile cadere nella superficialità. Si vede una foto. si fanno quattro chiacchiere e magari ci si incontra. Ammetto la possibilità cje possa anche andare bene, ma ho la senszione che sia più facile trovare il "mordi e fuggi". Forse ti farebbe bene frequentare con pazienza anche ambiti "non virtuali". Dai...non credo proprio che il problema sia l'aspetto fisico
un abbraccio
La prossima rivoluzione verrà dalla tristezza

3

Wednesday, August 14th 2019, 1:32pm

Queste relazioni ti fanno sentire viva? Hai detto niente.
Ti lasciano un senso di delusione e frustrazione quando finiscono? Capita a tutti.
Usi la tecnica chiodo scaccia chiodo per dimenticare? Perfetto.
Sei a posto.
Ciò che non va bene è che ti svaluti, insomma, se riesci ad attrarre uomini, significa che sei piacente.

This post has been edited 1 times, last edit by "Rafiki" (Aug 14th 2019, 7:01pm)


Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,638

Activitypoints: 4,406

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

4

Wednesday, August 14th 2019, 2:18pm

Ciao Dalia :)

Le persone conosciute online andrebbero incontrate senza particolari aspettative, perché poi sono queste che feriscono, più che le parole dell'interlocutore di turno, io credo. Certo, ci mette del suo, ma senza troppe aspettative come avrebbero impattato su di te quelle frasi?

A parte l'aspetto fisico, quale caratteristica che ti riguarda può aver allontanato gli altri, a tuo parere?

Inoltre, se ti concedi sessualmente ogni volta, senza prima aver compreso cosa pensi il tizio, per forza di cose ti sentirai usata e gettata via. La prossima volta potresti procedere con il freno un po' tirato, e osservare l'altro per un po' di tempo. Se ti molla, almeno non avrai quel senso di degradazione che ti fa soffrire, giustamente.

:)

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 199

Activitypoints: 657

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

5

Wednesday, August 14th 2019, 2:42pm

Non ho idea di cos'altro possa non piacere di me. Se non esistessero le aspettative neanche mi alzerei dal letto, comunque non ho particolari aspettative, cioè ho dovuto ridimensionarle, l'unica cosa che mi aspetto è che non venga interrotto ogni contatto dopo, così bruscamente. A quanto pare è chiedere troppo. Ma sinceramente io neppure avrei voglia di incontrare determinate persone se non mi piacessero. Non mi sento degradata nel concedermi sessualmente, se non lo volessi anche io semplicemente non lo farei. Tra l'altro l'idea di perdere l'occasione di stare fisicamente con una persona che mi piace mi fa accelerare i tempi, inconsciamente e anche consciamente a volte penso già "questa è la prima e l'ultima volta che ci possiamo vedere". Non per volontà mia.

6

Wednesday, August 14th 2019, 2:58pm

In molti cercano solo una scopata e via, credi di essere tu a manovrare il gioco, in realtà ti fai usare.
E' normale che se la dai con tanta fretta o al contrario respingi ogni tentativo di approccio sessuale sortirai il medesimo effetto: la fuga. Non aspettarti troppa serietà così.
Forse non accetti la tua libertà sessuale e la censuri con un estremo fatalismo e vittimismo.

7

Thursday, August 15th 2019, 7:36pm

l'unico ruolo attivo che ho è nel momento della seduzione, quando mi metto in testa che X deve cedere e infatti puntualmente cede.
La seduzione non è mai "convinzione", se lui ha dovuto "cedere" non l'hai sedotto veramente.
Semplicemente gli offri un'occasione, lui ci pensa, valuta pro e contro, la coglie e poi se ne va.

Sedurre significa portare una persona ad avere bisogno emotivo di te. In altre parole dovresti essere tu quella che deve "cedere" ...

This post has been edited 1 times, last edit by "Juniz" (Aug 15th 2019, 7:42pm)


DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 199

Activitypoints: 657

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

8

Friday, August 16th 2019, 2:17pm

In che modo si seduce qualcuno?

This post has been edited 1 times, last edit by "DaliaBlu" (Aug 16th 2019, 3:57pm)


9

Friday, August 16th 2019, 4:00pm

Sinceramente, analizzando un po' di elementi che hai specificato nel thread ...

- Sono loro a troncare
- C'è sempre una sfera sessuale
- Tua bassa autostima ...

Non credo si possa parlare di seduzione.
Perché dovresti avere tu maggiore potere decisionale sullo scarto e non loro ...

Non è un critica per demolirti, così a pelle piu' che seduzione mi sembra che "attrai" uno schema in cui tu poi rimani in balia degli eventi. Quindi come hanno già detto magari pensi di condurre il gioco invece il tuo modo di agire ti "toglie" controllo sulla situazione.

Pero' bisognerebbe conoscere queste situazioni nel dettaglio per valutare.


Edit: Vedo che hai modificato il post mentre rispondevo cambiandone il contenuto :D
Questo ormai lo lascio e ora ne scrivo un altro cercando di rispondere alla domanda.

10

Friday, August 16th 2019, 4:22pm

Dalia, ti ricordo che è vietato modificare i post alterandone il contenuto come hai fatto tu!

Presta attenzione altrimenti verrai sanzionata.

sara per lo staff
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

11

Friday, August 16th 2019, 4:31pm

In che modo si seduce qualcuno?
E' un argomento che meriterebbe un libro intero quindi è difficile rispondere "in breve".

E' indispensabile ricordare che la seduzione non è una "magia", quindi bisogna parlare di "potenziale" seduttivo dato che in ogni situazione bisogna valutare anche la disponibilità "altrui".

- Una delle cose piu' importanti è non mostrarsi "disperati" e/o bisognosi di attenzioni.
- Pretendere "attenzioni" senza che ci sia coinvolgimento dall'altra parte è l'anti-seduzione.
- Prima di "pretendere" qualunque cosa assicurarsi che dall'altra parte ci sia del coinvolgimento e dell'interesse crescente.
- Mai tentare di risultare convincenti e/o "inseguire" l'altro.
- Non avere paura. Banale ma non bisogna avere paura dell'altra persona e del suo giudizio perché gli si da automaticamente potere.
- Non usare il "sesso" come mezzo per sedurre.
- Non usare l'astinenza totale per cercare di sedurre: si ottiene lo stesso effetto.
- Insomma non usare il sesso come "mezzo" in nessun caso perché l'altro lo percepisce. Il sesso deve essere il risultato di un coinvolgimento reciproco.
- Tutti abbiamo delle insicurezze ma bisogna cercare di non compensarle e/o risolverle cercando subito una relazione. Spesso causa l'effetto repellente. Lavorare sulle proprie insicurezze da soli e al massimo mettersi in "gioco" con gli altri ma senza infondervi troppe aspettative (fidanzarsi, trovare l'uomo della vita).
- Autonomia materiale (indipendenza) e autonomia "emotiva". Gli psicodrammi purtroppo non sono molto seducenti.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 199

Activitypoints: 657

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

12

Friday, August 16th 2019, 5:08pm

Secondo il tuo schema sarò single a vita visto che attraggo solo persone che non mi attraggono.
Io vorrei sapere come sedurre qualcuno che mi interessa.
Appena inviato il post mi sono pentita, quindi l'ho cambiato perché mi sembrava troppo aggressivo, comunque scusate, non ricordavo questa regola.
Grazie, ora sì che mi sento uno schifo.

This post has been edited 1 times, last edit by "DaliaBlu" (Aug 16th 2019, 5:14pm)


13

Friday, August 16th 2019, 5:24pm

Appena inviato il post mi sono pentita, quindi l'ho cambiato perché mi sembrava troppo aggressivo, comunque scusate, non ricordavo questa regola.
Grazie, ora sì che mi sento uno schifo.
Adesso lo sai :)
(comunque ti consiglio di leggere il regolamento e le regole per i nuovi utenti se non lo hai fatto di già!)

non è una cosa grave, ma è per rispetto delle persone che si prodigano a leggere e dare una risposta...concorderai anche tu che non è carino entrare e trovare i testi modificati, domande sparite ecc. ;)
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

14

Friday, August 16th 2019, 6:05pm

Secondo il tuo schema sarò single a vita visto che attraggo solo persone che non mi attraggono.
Perché è un argomento vasto e cavilloso.
Specie sul "coinvolgimento" perché altrimenti sembra ovvio che se non c'è coinvolgimento non si ha potenziale di seduzione.

Vedila così: alcuni punti sono da considerarsi come "gli errori" piu' comuni che possono "compromettere" l'interesse dell'altro. Quindi si parla di come far "crescere" interesse evitando cio' che lo fa "calare".

In tal senso SE una persona potrebbe essere interessata a te (e c'è quindi del potenziale su cui agire) la crescita (come la perdita) di interesse puo' dipendere da come ti muovi e in che tempi e da quello che gli "comunichi" con i tuoi comportamenti.

Esempio: E' vagamente interessato (diciamo non prova ancora niente, ti sta valutando) e tu ti mostri come se avessi già bisogno "di lui" o di una relazione (cercandolo per prima o se non ti cerca, andandoci a letto se non sei certa che lui ti desideri (non solo sessualmente) ecc) in questo modo è probabile che l'interesse vada progressivamente a scemare perché gli hai già dimostrato che "per te si può fare" cioè che sei disponibile e gli dai "controllo" come decidere di troncare.

Quando una persona ti interessa bisogna creare in essa interesse ma senza fargli capire esplicitamente (e prematuramente) che tu sei interessata. E' molto importante nella prima fase tenere una zona di dubbio dove l'altro possa chiedersi SE sei interessata oppure è una sua "sensazione" ...

E' un po' come giocare a poker, se sveli le tue mosse e le tue carte, anche se hai una "mano vincente" metti in vantaggio l'altro. E' il "fatto di non sapere con certezza ma cercare di capire" che rende coinvolgente il gioco ...

In questo senso lo stato di "bisogno" di cui parlavo prima mette in posizione di svantaggio perché chi ha troppa paura di non piacere, così come di essere rifiutato si comporta in modo che non risulta essere "interessante".
Un comportamento del genere motivato dall'ansia e dalla ricerca di conferme immediate puo' essere "esagerare con le attenzioni" non rispettando (per esempio) le tempistiche dell'altro, tipo facendosi sentire troppo, oppure dimostrando attaccamento. Al contrario invece "chiedere attenzioni" (tipo far notare che l'altro non si fa sentire, o che è latitante o che il suo temperamento è distante). Sono fra i piu' banali e diffusi comportamenti di chi per paura cerca conferme e rassicurazioni, e anziché riceverle ottiene l'effetto esattamente opposto.

Per il resto le persone non sono tutte uguali quindi per sedurne una in particolare bisogna prima cercare di capire che tipo di persona è. E questo volendo puo' fare parte del gioco.

Inoltre la seduzione non c'entra nulla con l'amore, questo va detto, si puo' anche sedurre una persona ma alla lunga capire che puo' nascere nessun sentimento.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,001

Activitypoints: 6,017

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

15

Tuesday, August 20th 2019, 2:48pm

Più o meno Juniz ha ammirevolmente sintetizzato tutti gli spunti "concreti" e di comprovata efficacia su un argomento tanto instabile e "scivoloso". Si può sempre aggiungere altro ovviamente, ma io da 46enne che potrebbe essere mamma di Juniz :D non ho granché da aggiungere anche perché di seduzione , amore, sesso, fascinazione etc. non ho trovato ancora risposte oggettive e definitive.
E penso che sia più una benedizione che un problema, ormai.

Un concetto già espresso lo stresso: è vero, comunicare la sensazione di "bisogno" è come inoculare una tossina nell'altro. Se può, appena preso quel poco che gli interessa e se gli interessa, mollerà il colpo. E' lo stesso motivo per cui decidono di troncare loro e poi troncano anche i contatti civili: temono un tuo arrembaggio di disperazione. O volgarmente che ti "accozzi".
Anche tu però se leggi le parole di Rafiki , Fran e Nathanim vedi che puoi prendere ciò che ti "interessa" , ovvero sentirti viva e cominciare a ridimensionare gli aspetti più demolitivi di queste frequentazioni.
"come" è una bella questione di amor proprio e amor degli altri da bilanciare, e credo che qui ci sia lavorare non tanto sugli "schemi" di coppia e/o tecniche di seduzione (che ha di nuovo ragione Juniz, non sono affatto coincidenti di default e i più grandi seduttori spesso muoiono soli). Ma un po' su quello che hai vissuto, e la persona che sei. E' la banalità del fatto che dobbiamo stare un minimo bene con noi stessi per non divorare gli altri - metterli in fuga, che dobbiamo "amarci" un minimo noi per amare "meglio" gli altri e passarcela meglio in generale nella vita. Ma è una banalità molto complicata.

Di sicuro c'è quella cosa del bisogno, sono tutt'altro che fresca soda e bona, all'infuori dell'igiene personale scontata e quotidiana sono sciatta e "casual" è l'unica cosa che si può dire correttamente del mio abbigliamento/stile,ma mai come in questo periodo della mia vita amarissimo nel quale non ne voglio mezza (di sedurre, di sesso, di relazioni amorose in generale) me ne tirano dietro. Lo trovo talmente pazzesco che continuo a scriverlo anche qui quando si parla di seduzione e cose così, e continua a succedere. Boh. (in bocca al lupo per i tuoi desideri)