Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

1

Thursday, September 5th 2019, 3:30pm

La Maledizione della Terza Uscita

Salve :)
Per la serie "Le mirabolanti e confuse avventure amorose di Kylo" (cfr. i miei altri thread) sono qui a condividere con voi quella che ormai chiamo "La Maledizione della Terza Uscita", che non è un nuovo film con Jack Sparrow ma uno schema che si ripete ormai da diverse frequentazioni :rolleyes:

Questa "maledizione" funziona così:

1) conosco da zero una persona potenzialmente interessante e che ricambia l'interesse, il che mi fa sentire incuriosito, intrigato ed eccitato
2) scatta il flirt, usciamo insieme e arriviamo al bacio (in alcuni casi, a qualcosina in più: qualcuno direbbe petting), il che non fa che aumentare il fuoco
3) dopo qualche uscita (mediamente tre) perdo drasticamente entusiasmo e interesse a uscire ancora con quella persona, quantomeno in maniera esclusiva

Arrivo sempre ad uno stallo in cui non riesco ad andare né in una direzione (sessuale, perché non ho abbastanza connessione emotiva con quella persona; purtroppo non sono fatto per una botta e via) né in un'altra (emotiva e "profonda", perché mi rendo conto relativamente presto che non ho particolare interesse verso quella persona, pur trovandola una persona validissima e una piacevolissima compagnia), e non so come uscirne senza sembrare bipolare o stronzo.

Durante le varie uscite, anche la "numero 3" (quella "maledetta"), tendo a lasciarmi andare di più a effusioni e cose simili, specie se è la controparte a comportarsi così (quasi come se il mio comportamento fosse speculare al suo, finché sono con lei), ma poi subito dopo mi raffreddo e non provo più quel desiderio impellente di rivederla (cosa che invece avviene all'inizio).

Come una miccia che brucia in fretta, solo che brucia senza neppure lo "sfizio" di andare a letto insieme.
Anzi, forse non mi spingo ad andarci a letto a maggior ragione perché, se lo facessi, dopo mi sentirei ancora più stronzo a troncare tutto di netto.
Già così non mi spiego il cambiamento dentro di me, figuriamoci dopo il sesso: passerei come quello che usa le ragazze solo per i suoi scopi sessuali...

Quindi niente, mi ritrovo a dover chiudere di punto in bianco delle frequentazioni iniziate con il massimo entusiasmo senza sapere manco io cosa c'è che non va, senza saper spiegare il perché di questo mio "raffreddamento".

Qualcuno direbbe "Vabbè, ma escici qualche volta in più".
Ok, ma quando vedo che lei è super-coinvolta e io invece penso al film che vorrei vedere quella sera o agli amici da raggiungere una volta salutata la "poveretta", non credo sia un buon segno per insistere.

Quello che mi dispiace è che non parlo di persone spiacevoli o poco attraenti ma anzi di persone in ogni caso interessanti: non abbastanza magari da avviarci una relazione (a maggior ragione considerando che non mi sento pronto per una relazione stabile ed esclusiva, ma mi piace appunto conoscere nuove persone), ma abbastanza da rimanerci amico, da prenderci una birretta insieme ogni tanto o qualcosa del genere.
Direi anche "abbastanza da andarci a letto (nel rispetto e chiarezza reciproci) ogni tanto", ma purtroppo io non riesco a vivermi il sesso a cuor leggero.

E quindi niente, rischio di passare ogni volta per uno strano individuo che dalla sera alla mattina passa dal fare gli occhi dolci (perché mi sento effettivamente così, all'inizio) al non provare più alcun interesse o attrazione verso quella persona.
E questa cosa inizia anche a preoccuparmi.

Voi cosa ne dite?

This post has been edited 1 times, last edit by "Kylo" (Nov 4th 2019, 7:31pm)


arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,054

Activitypoints: 6,176

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

2

Thursday, September 5th 2019, 3:51pm

"fare la bella" (tipo spareggio in champion's :assi: ) con una quarta uscita "della verità" e vedere se qualcosa irrimediabilmente si blocca o si ravviva?
Uscire ostinatamente no, ma forse provare a vedere che succede una volta in più ti può giovare. Paura di arrivare a fare del sesso senza coinvolgimento? Evvabbè, non morirà nessuno per una volta.

Kylo al di là dei toni lievi e frivoli capisco meglio di quanto credi questo "smosciamento", e tutto quello che può comportare anche nel passare "per str..." , ma vale la pena di provare a forzare un po' il copione e vedere cosa succede.

in attesa della Grande Scuffia che ti fa passare tutti i dubbi :D

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

3

Thursday, September 5th 2019, 4:11pm

"fare la bella" (tipo spareggio in champion's :assi: ) con una quarta uscita "della verità" e vedere se qualcosa irrimediabilmente si blocca o si ravviva?
Uscire ostinatamente no, ma forse provare a vedere che succede una volta in più ti può giovare. Paura di arrivare a fare del sesso senza coinvolgimento? Evvabbè, non morirà nessuno per una volta.

Kylo al di là dei toni lievi e frivoli capisco meglio di quanto credi questo "smosciamento", e tutto quello che può comportare anche nel passare "per str..." , ma vale la pena di provare a forzare un po' il copione e vedere cosa succede.

in attesa della Grande Scuffia che ti fa passare tutti i dubbi :D


Se non leggo almeno una tua risposta ormai ci rimango male :D
Scherzi a parte, come sempre apprezzo i tuoi consigli! :)
Che succede, però, quando nel frattempo vorresti uscire anche con altre persone?
C'è un punto superato il quale mi sento "invischiato" in una sorta di esclusività, pur non essendoci mai detti esplicitamente che "stiamo insieme" (anzi, magari io accennato in maniera generica di non essere pronto per una relazione), il che mi fa sentire come se "tradissi" quella ragazza se nel frattempo mi vedessi anche con un'altra (con la quale allo stesso modo non ci siamo detti nulla di definito).

Insomma, al momento non cerco relazioni stabili ed esclusive ma solo blande frequentazioni e conoscenze (con eventuali effusioni più o meno "spinte", se capitano), solo che non riesco a trovare il modo di vivermele serenamente.
Non riesco a trovare il modo di comunicare questo mio stato d'animo alle ragazze che ho incontrato di recente e che continuo a conoscere (sì, vivo in contesti in cui mi capita di conoscere persone, e di conseguenza ragazze, pressoché di continuo), anzi ho paura che i miei comportamenti facciano pensare una cosa anziché un'altra.

4

Thursday, September 5th 2019, 4:17pm

Vabbe' hai la sindrome dell'Apone, non mi pare grave.
Il mondo e' pieno di pazzi

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,054

Activitypoints: 6,176

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

5

Thursday, September 5th 2019, 4:20pm

Kylo :D i tuoi thread mi divertono sempre e allo stesso tempo apprezzo i tuoi "tormenti" che indicano in qualche modo una sensibilità interessante. Però se ne vuoi uscire davvero (e non è detto che tu sia costretto a farlo, se sono la tua comfort zone potresti anche "decidere di non-decidere" e continuare così ad libitum) , un minimo devi forzare alcune cose e tentare qualche azione, non solo riflessione, che disordini un po' le tue abitudini. In effetti io sono abbastanza agli sgoccioli con le cose da dirti dunque mi sa che mi fermo qui, ma sto fatto che ti senti "invischiato" in un'esclusività che nessuno ti chiede (e magari manco corrisponde) è qualcosa che forse dovresti provare a ignorare, facendo quarte uscite (addirittura quinte!) e in contemporanea con altre ragazze ...

Io mi sto arrendendo :D

Elisa89

Ogni lasciata è persa

  • "Elisa89" is female

Posts: 479

Activitypoints: 1,500

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

6

Thursday, September 5th 2019, 5:19pm

Io consiglio di andare più piano, non baciarle alla seconda uscita ma alla terza o addirittura alla quarta! Imponiti di frequentarle un po' di più solo per provare a vedere come va.

fuoco_fatuo

Giovane Amico

  • "fuoco_fatuo" is male

Posts: 212

Activitypoints: 606

Date of registration: Aug 20th 2013

Location: Roma

  • Send private message

7

Thursday, September 5th 2019, 9:52pm

come tanti giovani poràcci nel mondo vuoi fare la collezione delle passere, ancor più perchè ti senti indietro rispetto ai tuoi coetanei. sei in una competizione.

solo che, visto che ti fai delle domande, penso e spero che tu non sia un giovane poràccio come gli altri.

le cose secondo me sono due: quello di cui tu parli come perdita d'interesse è in realtà paura di andare oltre la slinguazzata e due palpatine per motivi che possono essere di vario genere e natura

oppure

semplicemente non ti piacciono per davvero e stai seguendo un iter per allinearti ai giovani poràcci del globo e pomparti l'ego perchè piacere gratifica.

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,358

Activitypoints: 4,330

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

8

Friday, September 6th 2019, 3:00am

Thread interessante e anche divertente per come hai saputo esporlo con leggerezza e autoironia, dimostrando sensibilità e una gran capacità di introspezione. Mi viene da chiederti questo; è possibile che tu ritenga queste persone con cui sei uscito troppo "lontane da te" per poterti capire fino in fondo? O comunque per poterti corrispondere come tu vorresti?
O hai paura di ferirle forse perchè in fondo le sottovaluti? Magari dopo la terza uscita non si dimostrerebbero così fragili come tu probabilmente immagini e riuscirebbero a gestire meglio di quanto tu creda eventuali tue esigenze.
Certo se dopo così poco pensi di aver già capito che non potrà funzionare, e non è detto che ti sbagli, evidentemente ogni volta quel che pensavi di dover capire l'avevi già capito, o percepito.

Comunque bella questa discussione, ti faccio i miei auguri dovessimo non risentirci.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,539

Activitypoints: 4,757

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

9

Friday, September 6th 2019, 8:06am

Io consiglio di andare più piano


Concordo in pieno.

Penso che di persone piacevoli e interessanti possiamo anche conoscerne tante, ma di sicuro questo non equivale a vivere nei loro confronti un coinvolgimento nel segno dell'intimità/esclusività.
Per cui credo che approfondire la conoscenza in frequentazione prettamente amicale ti permetterebbe di sentire se quel coinvolgimento c'è o meno, e, in mancanza, ti permetterebbe di conservare amiche.

Kylo

Giovane Amico

  • "Kylo" started this thread

Posts: 136

Activitypoints: 509

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

10

Friday, September 6th 2019, 12:57pm

Vi ringrazio tutti, con menzione particolare (e senza nulla togliere agli altri) per AndreaC :)

Thread interessante e anche divertente per come hai saputo esporlo con leggerezza e autoironia, dimostrando sensibilità e una gran capacità di introspezione. Mi viene da chiederti questo; è possibile che tu ritenga queste persone con cui sei uscito troppo "lontane da te" per poterti capire fino in fondo? O comunque per poterti corrispondere come tu vorresti?
O hai paura di ferirle forse perchè in fondo le sottovaluti? Magari dopo la terza uscita non si dimostrerebbero così fragili come tu probabilmente immagini e riuscirebbero a gestire meglio di quanto tu creda eventuali tue esigenze.
Certo se dopo così poco pensi di aver già capito che non potrà funzionare, e non è detto che ti sbagli, evidentemente ogni volta quel che pensavi di dover capire l'avevi già capito, o percepito.

Comunque bella questa discussione, ti faccio i miei auguri dovessimo non risentirci.


Ciò detto, raccolgo i vostri consigli e cerco di interiorizzarli.
Io penso si riassuma tutto nel fatto che al momento sono guidato da queste cose:

1) la curiosità e la voglia di sperimentare, di conoscere se stessi, le proprie capacità e i propri limiti, nonché la voglia di interagire con persone (ragazze) differenti e capire cosa mi piace e cosa no

2) la leggerezza del non farsi aspettative

3) il non cercare nulla di particolare ma al tempo stesso il non lasciarmi sfuggire occasioni che mi si presentano (leggasi: ragazze che ci provano con me o comunque che mi spianano la strada per provarci, lanciandomi chiari segnali di interesse); questo non vuol dire "do cojo cojo", ma "cojere" almeno le occasioni che reputo interessanti (vuoi per un'attrazione fisica, vuoi per una simpatia particolare, vuoi perché si tratta di una persona potenzialmente interessante o che altro)

4) la speranza comunque di dar sfogo ai miei impulsi passionali, di esplorare finalmente la mia sessualità e di vivermela serenamente

E queste sono le conseguenze, nel bene e nel male:

1C) mi sento sempre più sciolto e a mio agio in situazioni che fino a pochi mesi fa mi mettevano un'ansia incredibile (ad esempio anche solo proporre o vivere "il primo appuntamento", l'uscire da solo con una ragazza conosciuta appena), quindi effettivamente "cresco" in tal senso

2C) alla mia leggerezza purtroppo non sempre corrisponde lo stesso dall'altra parte, ma questo non dipende da me: tutto ciò che posso fare è cercare di far capire che non cerco nulla di particolarmente impegnativo

3C) da un lato è stimolante e gratificante poter frequentare tante ragazze nel giro di poco tempo, come a fare una scorpacciata per compensare "gli anni perduti" (metto le virgolette, ma io davvero ancora li vedo così), ma a un certo punto questo mi porta una confusione emotiva non indifferente; dovrei iniziare a lasciar correre certe occasioni e a concentrarmi solo su quelle in cui posso intravedere qualcosa di più promettente; solo che, proprio in virtù dell'esperienza degli ultimi mesi, non ho alcun tipo di capacità di discernimento in questo: ho avuto "delusioni" da ragazze su cui avrei "scommesso" (per feeling, corrispondenza caratteriale e così via) e incredibili sorprese da ragazze che pensavo lontanissime dal mio "tipo". Questo non fa che spingermi a continuare a sperimentare, anche con quelle ragazze che a un primo acchito reputo "lontane" da me

4C) ...speranza sempre infranta, perché il sesso e l'intimità continuano a rimanere una sorta di tabù, per me: senza una connessione profonda (rarissima, tendente allo zero) non riesco a sentirmi quasi mai a mio agio, quindi "fuggo" da situazioni intime

Concordo con Arianna sul fatto di dover un po' "forzare" la (mia) mano su certe cose, specie per iniziare quantomeno a "esorcizzare" il punto 4, altrimenti non farò che cadere sempre negli stessi schemi.
Ma l'idea di ritrovarmi in situazioni intime continua ad eccitarmi in astratto, a imbarazzarmi e a mettermi a disagio nel concreto.
Come se non mi appartenesse, ormai.
Come se fosse un gioco dal quale sono stato escluso da sempre.

Comunque vi terrò aggiornati :)

This post has been edited 1 times, last edit by "Kylo" (Sep 6th 2019, 1:08pm)


Similar threads