Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Tuesday, March 19th 2019, 1:44pm

L'amore ai tempi della metro, ovvero: quando non hai la macchina (ma vuoi essere galante)

Salve! :)
Sullo spunto di un articolo intitolato "Torino, va al primo appuntamento con una ragazza in metrò. Ma lei lo snobba", vi domando (soprattutto, ma non solo, alle ragazze):

che ne pensate di un ragazzo trentenne che vive in una grande città (servita dai mezzi) e che per sua scelta non ha l'auto?

Vivo da diversi anni in una grande metropoli e, finora, non ho mai sentito il bisogno di acquistare una macchina.
Nella mia valutazione costi/benefici, una macchina comporta più svantaggi che vantaggi.

Ciò detto, di recente i miei giri sociali si sono espansi sempre più e mi ritrovo a conoscere persone dislocate in zone non servite molto bene dai mezzi.
Tra queste, capita di conoscere qualche ragazza che mi interessa.

Ecco: in quei casi lì, non so (letteralmente e metaforicamente) come muovermi, combattuto come sono tra le mie esigenze (e i miei limiti) logistici e la mia volontà di rimanere comunque galante rispettando la buona educazione.

Vi riassumo qui alcune delle mie pippe mentali alle quali vi invito a rispondere:

1) quando si vive nella stessa area metropolitana ma a grandi distanze, dove è più consono proporre di vedersi? Più vicino a lei? Più vicino a me?

2) premettendo che se avessi l'auto OVVIAMENTE andrei a prendere e riaccompagnerei la mia lei fin sotto casa, con i mezzi in alcuni casi questo è praticamente impossibile (specie in orario notturno): vado di taxi? Sia all'andata che al ritorno? Solo al ritorno?
In alcuni casi c'è una buona alternativa: il car sharing (Enjoy e simili), ma non sempre la copertura o la disponibilità sono soddisfacenti

3) quando è lei che ha l'auto: fortunatamente siamo nel 2019 e non mi scandalizzo se è lei a proporsi di prendere e/o riaccompagnare lui (a patto che, appunto, sia lei a proporlo), ma sinceramente come vedete questa cosa?

4) l'auto come status symbol: premettendo che è vero che l'auto comporta una serie di spese e di rogne non indifferenti, è anche vero che pur potendosela permettere trovo che una persona abbia il diritto di farne a meno (accollandosi le conseguenze). Voi cosa ne pensate? E' da "sfigati"/squattrinati non avere l'auto persino in una grande città o è una scelta comprensibile?

Per ora queste sono le fisime che mi faccio ogni volta che penso di uscire con qualcuna che vive dall'altra parte della città, ma non escludo di aggiungerne altre man mano che mi vengono in mente :D

Intanto ditemi cosa ne pensate, soprattutto le fanciulle :)

2

Tuesday, March 19th 2019, 3:26pm

Un mio conoscente non ha la patente, si sposta in metro, autobus o bicicletta e ti assicuro che rimorchia
come un TIR. Giova sicuramente che sia un tipo affascinante e carismatico, per cui le donne vedono la
sua scelta di rinunciare ai mezzi pubblici come un atteggiamento "anticonformista".
La quiete di coloro che ci hanno preceduto non può alleviare l'inquietudine di coloro che seguono.

pensieri di uno yogi

3

Tuesday, March 19th 2019, 4:10pm

che ne pensate di un ragazzo trentenne che vive in una grande città (servita dai mezzi) e che per sua scelta non ha l'auto?

niente di negativo. presumo che la persona abbia fatto una scelta consapevole, non necessariamente solo economica ma anche ecologica p.es.
sono di parte, essendo anch'io priva di macchina propria; qui si gira in bici per lavoro, tempo libero ed ovviamente anche in coppia. lo percepisco come privilegio soprattutto se guardo tutti quelli che girano in macchina.

1) quando si vive nella stessa area metropolitana ma a grandi distanze, dove è più consono proporre di vedersi? Più vicino a lei? Più vicino a me?

dipende un pochino dal contesto ma in linea di massima direi che va bene incontrarsi direttamente dove si vuole andare insieme; davanti al ristorante se si va a mangiare p.es. ovviamente se questo è possibile, se il luogo è raggiungibile con i mezzi ma anche se torna più "comodo" per entrambi.

2) premettendo che se avessi l'auto OVVIAMENTE andrei a prendere e riaccompagnerei la mia lei fin sotto casa, con i mezzi in alcuni casi questo è praticamente impossibile (specie in orario notturno): vado di taxi? Sia all'andata che al ritorno? Solo al ritorno?
In alcuni casi c'è una buona alternativa: il car sharing (Enjoy e simili), ma non sempre la copertura o la disponibilità sono soddisfacenti

le donne che si aspettano di essere prelevate e riportate a casa sono poche, soprattutto se sono abituate a vivere e girare nella propria città. personalmente ho sempre apprezzato un approccio pragmatico, p.es. allungarmi fino ad un certo punto per non dover passare un parco o una zona poco piacevole è un gesto che ho sempre apprezzato. il solo rientro in taxi mi pare sufficiente.

3) quando è lei che ha l'auto: fortunatamente siamo nel 2019 e non mi scandalizzo se è lei a proporsi di prendere e/o riaccompagnare lui (a patto che, appunto, sia lei a proporlo), ma sinceramente come vedete questa cosa?

senza alcun problema

4) l'auto come status symbol: premettendo che è vero che l'auto comporta una serie di spese e di rogne non indifferenti, è anche vero che pur potendosela permettere trovo che una persona abbia il diritto di farne a meno (accollandosi le conseguenze). Voi cosa ne pensate? E' da "sfigati"/squattrinati non avere l'auto persino in una grande città o è una scelta comprensibile?

ormai l'auto non è più uno status symbol. è una necessità per alcuni, per alti è una libertà, per alcuni un piacere ma....sentirsi qualcuno per una macchina, quello si è da "sfigati".
namasté

Amico Inseparabile

4

Tuesday, March 19th 2019, 5:57pm

Dunque non ci trovo nulla di così particolare, anche io concordo che nelle grandi città, se ben servite, l'auto sia evitabile.
Ti racconto un aneddoto della mia vita. Molti e molti anni fa, anche io mi spostavo prevalentemente con i mezzi pubblici. Incontrai un ragazzo che mi piaceva moltissimo, ma la sua situazione non mi era così chiara, credevo fosse già fidanzato e così evitavo ogni occasione di incontro visto che percepivo che ricambiasse il mio interesse, e non volevo certo finire a fare "l'altra". In realtà, scoprii molto tempo dopo, era single da un pezzo. Ad ogni modo, più lo evitavo e più me lo ritrovavo davanti, e ogni volta un batticuore che non finiva più. Ci incontravamo nel corso di lunghe e noiose riunioni di lavoro; spesso, sapendo che usavo i mezzi pubblici, e abitando dalle mie parti, mi chiedeva se volessi un passaggio, e io, puntualmente, per quanto sopra, rifiutavo l'invito, nonostante l'idea di passare del tempo con lui mi riempisse di felicità. Un bel giorno, invece di chiedermi se volessi un passaggio si avviò con me e mi disse che aveva deciso di lasciare a casa la macchina per un po', per vedere come si sarebbe trovato a usare i mezzi pubblici.... e mi lasciò spiazzata. Cominciò a venire con me tutte le sere, facevamo un bel pezzo di strada, prendendo autobus e metropolitana, e parlavamo, parlavamo e ridevamo tantissimo. Seppi così, tra le altre cose, che era single da un pezzo, e che mi ero fatta tanti problemi per nulla. E continuammo a prendere i mezzi per un bel po', il nostro rientro a casa era diventato il momento più bello della giornata, lui arrivava fino alla mia fermata nonostante la sua fosse molto prima e poi tornava indietro, così per continuare a parlare.....finché un giorno proprio in metropolitana, tra una risata e uno scherzo si fece serio serio e mi baciò, emozionandomi dalla punta dei piedi e a quella dei capelli. Uscendo, mi disse "che ne pensi se qualche volta ci vedessimo anche fuori dal lavoro e dalla metropolitana?". Ricordo tutto con grandissima emozione, quel ragazzo è mio marito da 10 anni :).
Il mio consiglio per te è di valutare caso per caso come comportarti, esistono anche auto a noleggio per poche ore nelle grandi città ma non starei a pensare in anticipo a come gestire un appuntamento, non sai quasi mai in anticipo quello che ti capita.

5

Tuesday, March 19th 2019, 11:03pm

Avere anche una piccola utilitaria e poi usare ANCHE i mezzi la vedo come una scelta equilibrata.

Hai la macchina ma puoi decidere di non usarla. Ora invece non puoi.

:)

6

Wednesday, March 20th 2019, 12:08pm

Sarò realista, o meglio pragmatico.

Tutto bene nell'utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti classici scuola, lavoro, ecc, ma al di fuori degli orari consueti e delle zone più servite mi sembra veramente non così facile poter fare a meno di un mezzo privato, e se vogliamo dirla tutta anche per questioni di sicurezza per certe zone e fasce orarie.

7

Wednesday, March 20th 2019, 12:12pm

s
Dunque non ci trovo nulla di così particolare, anche io concordo che nelle grandi città, se ben servite, l'auto sia evitabile.
Ti racconto un aneddoto della mia vita. Molti e molti anni fa, anche io mi spostavo prevalentemente con i mezzi pubblici. Incontrai un ragazzo che mi piaceva moltissimo, ma la sua situazione non mi era così chiara, credevo fosse già fidanzato e così evitavo ogni occasione di incontro visto che percepivo che ricambiasse il mio interesse, e non volevo certo finire a fare "l'altra". In realtà, scoprii molto tempo dopo, era single da un pezzo. Ad ogni modo, più lo evitavo e più me lo ritrovavo davanti, e ogni volta un batticuore che non finiva più. Ci incontravamo nel corso di lunghe e noiose riunioni di lavoro; spesso, sapendo che usavo i mezzi pubblici, e abitando dalle mie parti, mi chiedeva se volessi un passaggio, e io, puntualmente, per quanto sopra, rifiutavo l'invito, nonostante l'idea di passare del tempo con lui mi riempisse di felicità. Un bel giorno, invece di chiedermi se volessi un passaggio si avviò con me e mi disse che aveva deciso di lasciare a casa la macchina per un po', per vedere come si sarebbe trovato a usare i mezzi pubblici.... e mi lasciò spiazzata. Cominciò a venire con me tutte le sere, facevamo un bel pezzo di strada, prendendo autobus e metropolitana, e parlavamo, parlavamo e ridevamo tantissimo. Seppi così, tra le altre cose, che era single da un pezzo, e che mi ero fatta tanti problemi per nulla. E continuammo a prendere i mezzi per un bel po', il nostro rientro a casa era diventato il momento più bello della giornata, lui arrivava fino alla mia fermata nonostante la sua fosse molto prima e poi tornava indietro, così per continuare a parlare.....finché un giorno proprio in metropolitana, tra una risata e uno scherzo si fece serio serio e mi baciò, emozionandomi dalla punta dei piedi e a quella dei capelli. Uscendo, mi disse "che ne pensi se qualche volta ci vedessimo anche fuori dal lavoro e dalla metropolitana?". Ricordo tutto con grandissima emozione, quel ragazzo è mio marito da 10 anni :).
Il mio consiglio per te è di valutare caso per caso come comportarti, esistono anche auto a noleggio per poche ore nelle grandi città ma non starei a pensare in anticipo a come gestire un appuntamento, non sai quasi mai in anticipo quello che ti capita.

La tua storia mi ha commosso!
Grazie
:)

8

Wednesday, March 20th 2019, 3:24pm

niente di strano...anzi. magari ti fai scarrozzare dalla tua lei. E' bellissimo
Elì, Elì, lemà sabactàni

9

Wednesday, March 20th 2019, 8:13pm

Ciao @Kylo.

Come te anch'io trovo che ognuno abbia il diritto di scegliere se accollarsi la spesa e l'impegno di possedere un'auto. Perciò non ci trovo nulla di strano nel fatto che tu non ne voglia. Ed è piacevole sentire che tu non ti scandalizzi all'idea che sia lei a scarrozzarti. Ma tieni conto del fatto che ho avuto spesso a che fare con uomini che mi giudicavano non indipendente perché non ho l'auto (cosa non vera perché mi muovo con i mezzi anch'io, anche sulle lunghe distanze), e che poi però si opponevano fermamente quando mi offrivo di guidare (pur avendo la patente) perché geneticamente incapace a sentir loro, in quanto donna. Vabbé, che te lo dico a fare.

Per le altre due domande, io penso che quando si esce assieme senza essere automuniti, la cosa migliore è incontrarsi a metà strada, dove viene comodo a entrambi. Poi al ritorno puoi accompagnarla davvero in taxi o altro mezzo disponibile. Direi che va più che bene.

10

Wednesday, March 20th 2019, 11:22pm

Vi riassumo qui alcune delle mie pippe mentali alle quali vi invito a rispondere:

1) quando si vive nella stessa area metropolitana ma a grandi distanze, dove è più consono proporre di vedersi? Più vicino a lei? Più vicino a me?

risposta: mettetevi d'accordo, per cavalleria più vicino a lei ma alla fine l'importante è vedersi!

2) premettendo che se avessi l'auto OVVIAMENTE andrei a prendere e riaccompagnerei la mia lei fin sotto casa, con i mezzi in alcuni casi questo è praticamente impossibile (specie in orario notturno): vado di taxi? Sia all'andata che al ritorno? Solo al ritorno?
In alcuni casi c'è una buona alternativa: il car sharing (Enjoy e simili), ma non sempre la copertura o la disponibilità sono soddisfacenti

risposta: in alternativa ai taxy devi organizzarti con amici comuni che vi scarrozzano con la loro auto

3) quando è lei che ha l'auto: fortunatamente siamo nel 2019 e non mi scandalizzo se è lei a proporsi di prendere e/o riaccompagnare lui (a patto che, appunto, sia lei a proporlo), ma sinceramente come vedete questa cosa?

risposta: fighissima! specie se lei indossa una bella minigonna :D

4) l'auto come status symbol: premettendo che è vero che l'auto comporta una serie di spese e di rogne non indifferenti, è anche vero che pur potendosela permettere trovo che una persona abbia il diritto di farne a meno (accollandosi le conseguenze). Voi cosa ne pensate? E' da "sfigati"/squattrinati non avere l'auto persino in una grande città o è una scelta comprensibile?

risposta: dipende da chi frequenti, può anche farti apparire come originale e se sai rimorchiar tipe che guidano sei a posto quindi dipende. certamente l'auto da molti vantaggi in primis come mobilità/indipendenza.

Per ora queste sono le fisime che mi faccio ogni volta che penso di uscire con qualcuna che vive dall'altra parte della città, ma non escludo di aggiungerne altre man mano che mi vengono in mente :D

risposta: ma scusa ma te frequenti solo gente lontanissima? una nel tuo quartiere nooo??? !!!

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests