Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 195

Activitypoints: 645

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

1

Saturday, September 14th 2019, 3:05pm

Il "mistero" dell'amore

Non avendo mai avuto la fortuna di amare ed essere riamata nello stesso momento, l'amore per me rimane un mistero più grande del terzo segreto di Fatima.
Mi sbalordisce soprattutto la sincronicità del sentimento. Il tempismo perfetto (o quasi).
Come diamine è possibile che due individui sostanzialmente differenti possano vivere lo stesso sentimento, un sentimento di tale portata, nello stesso momento.
Ok conosco le teorie sull'istinto di sopravvivenza e di riproduzione, ma non mi bastano.
Non intendo che sia una cosa metafisica, solo mi sembra infinitamente più complessa e non me la so spiegare.
Voi avete vissuto questo sentimento? Cosa avete pensato?

2

Saturday, September 14th 2019, 4:21pm

quando me ne sono resa conto ho solo pianto
ancora oggi, quindici anni dopo ci capita di piangere
namasté

Abissoevuoto

Utente Attivo

  • "Abissoevuoto" is male

Posts: 85

Activitypoints: 353

Date of registration: Jul 26th 2019

  • Send private message

3

Saturday, September 14th 2019, 4:51pm

Non avendo mai avuto la fortuna di amare ed essere riamata nello stesso momento, l'amore per me rimane un mistero più grande del terzo segreto di Fatima.
Mi sbalordisce soprattutto la sincronicità del sentimento. Il tempismo perfetto (o quasi).
Come diamine è possibile che due individui sostanzialmente differenti possano vivere lo stesso sentimento, un sentimento di tale portata, nello stesso momento.
Ok conosco le teorie sull'istinto di sopravvivenza e di riproduzione, ma non mi bastano.
Non intendo che sia una cosa metafisica, solo mi sembra infinitamente più complessa e non me la so spiegare.
Voi avete vissuto questo sentimento? Cosa avete pensato?


A me è capitato una sola volta e sembrava essere un sentimento ricambiato anche se per come è finita ora lo dubito ma se ripenso a quegli istanti e quei momenti ho una specie di magone...
L'amore è qualcosa di magico, io non riuscirei a trovare le parole adatte per descrivere ciò che sentivo... è un sentimento stupendo che spero di riprovare in futuro!
Ti senti assorto, pensi sempre a quella persona, alla sua felicità che alla fine è anche la tua! Il tempo vola in sua compagnia e vorresti non finisse mai, viaggi pensando ad un futuro insieme, aciò che potreste costruire e cadi nel suo sorriso e nei suoi occhi ogni qualvolta li incroci...
Preciso che ho soltanto 24 anni, la mia storia è durata solo 1 anno e alcuni mesi e io sono abbastanza romantico quindi queste sono cose che ho provato io personalmente ma penso sia diverso per tutti

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,573

Activitypoints: 5,149

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

4

Saturday, September 14th 2019, 5:34pm

Ciao a tutti, dunque anche per me amore ( e sesso! ) rimangono dei misteri pur avendo la mia bella età.
Per quanto riguarda il tempismo di cui parlavi, ecco secondo me non c'entra il tempismo, c'entra il "riconoscersi", sai quel qualcosa che si stava aspettando pur non essendone totalmente consci! Questo è il bel mistero.
Poi oddio una buona parte di mistero viene anche sfatata dalla scienza, dalla chimica, ci sono precisi odori che innescano tutto, ma ovviamente NON è solo quello.
Bella discussione comunque, anche io sono un po' romantica e curiosa

Morpheus88

Utente Avanzato

  • "Morpheus88" is male

Posts: 612

Activitypoints: 1,835

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

Occupation: Freelance

  • Send private message

5

Saturday, September 14th 2019, 6:05pm

Vissuto più volte, è sopravvalutata come cosa. Un'esperienza come le altre, non è la risposta a tutti i mali e non è il senso della vita.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,988

Activitypoints: 5,978

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

6

Saturday, September 14th 2019, 6:13pm

quando me ne sono resa conto ho solo pianto
ancora oggi, quindici anni dopo ci capita di piangere


devo ammettere che pur non essendo assolutamente tipo incline alle lacrime per questioni di sentimento, quando si vive qualcosa di così immenso si cede alla commozione. (mi è successo solo due volte)

Dalia devo dire che non so bene che rispondere , quando ci sei dentro veramente e va veramente bene, non riesci manco più a guardarti "dal di fuori", è totalizzante.

Comunque non credo sia una cosa frequentissima , si è molto felici si fa sesso si fanno figli e mettono su famiglie ok e si vive una buona vita e tutto questo può capitare senza innamorarsi davvero neanche mezza volta. Si può conoscere l'amore ULTRA' e in un modo nell'altro finire malissimo.
(c'è sempre il fattore c... come deus ex machina....)

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 195

Activitypoints: 645

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

7

Saturday, September 14th 2019, 6:49pm

Ciao a tutti, dunque anche per me amore ( e sesso! ) rimangono dei misteri pur avendo la mia bella età.
Per quanto riguarda il tempismo di cui parlavi, ecco secondo me non c'entra il tempismo, c'entra il "riconoscersi", sai quel qualcosa che si stava aspettando pur non essendone totalmente consci! Questo è il bel mistero.

Mi hai incuriosito. Potresti approfondire questo passaggio?

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,988

Activitypoints: 5,978

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

8

Saturday, September 14th 2019, 7:03pm

Dobbiamo pensare anche però che il "riconoscersi" non sempre vuol dire amore, e che quella sincronicità di sentimento non è che sia la norma o scatti subito. La letteratura e la vita sono pieni di incontri che prima di ingranare "la corrispondenza giusta" hanno avuto mille tribolazioni. Si dice anche che c'è sempre qualcuno che ama di più e uno che ama di meno.
Ci sono un sacco di incontri nei quali la sintonia è frutto di perseveranza , "lavoro" , pazienza. Da brava estimatrice di Depardieu ho potuto conoscere un film dove l'amore è paragonato ad un'opera d'arte, dopo la grandiosa scintilla iniziale l'ingrediente vincente è proprio "una pazienza infinita". E pure questa è una bella chiave di lettura.

Di certo una persona che non sa amare (non come colpa, come accidente o risultato di tante cose) soffrirà sempre di più un senso di incompletezza e "meh!" anche dovesse essere molto amata. Finché non capita di "imparare" e quello è un altro bell'enigma, a volte molto doloroso. Ma se non c'è un cuore sbloccato la reciprocità non può avverarsi.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,425

Activitypoints: 4,401

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

9

Saturday, September 14th 2019, 7:21pm

Mi sbalordisce soprattutto la sincronicità del sentimento. Il tempismo perfetto (o quasi).
Come diamine è possibile che due individui sostanzialmente differenti possano vivere lo stesso sentimento, un sentimento di tale portata, nello stesso momento.


Ma...di solito tutto nasce dal semplice attrarsi reciprocamente (non necessariamente per ragioni fisiche), e questo accade un po' a tutti. I sentimenti (se emergono) emergono dopo, nel piacere crescente di condividere con quella persona.
E anche l'attrazione non è detto che sia "sincrona" . Sono tanti (uomini e donne) ad aver faticato per imporsi all'attenzione di chi era attratto o perso per altri o altre, e che non solo sono riusciti ad imporsi all'attenzione del desiderato/a ...ma ci hanno poi costruito unioni più che solide e inossidabili.

Vissuto più volte, è sopravvalutata come cosa. Un'esperienza come le altre, non è la risposta a tutti i mali e non è il senso della vita.


Sarà drastica come sintesi, ma personalmente la condivido.
Con dolore sereno, ma la condivido.
Il dolore è per non aver mai pensato in passato che fosse ...appunto... un'esperienza come le altre, e averla per troppo tempo considerata essenziale, se non addirittura vitale.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 195

Activitypoints: 645

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

10

Saturday, September 14th 2019, 8:40pm

Mh interessante. Chi l'ha provato e lo definisce "banale" alla stregua di tante altre esperienze e chi pure l'ha provato e ci (ri)pensa con commozione.

Moonlight3

L'insostenibile leggerezza dell'essere

  • "Moonlight3" is female
  • "Moonlight3" has been banned

Posts: 63

Activitypoints: 182

Date of registration: Aug 19th 2019

Location: Roma

Occupation: Libero professionista

  • Send private message

11

Saturday, September 14th 2019, 9:25pm

Si l ho vissuto..mentre ero nell indigenza piu totale lui mi diede la sua macchina privandosene affinche io potessi lavorare essendo una libera professionista ridando dignita a me ed alle mie figli. L amore e' attenzione reciprocita e' un dialogo un progetto di vita nella condivisione del bene e del male. L amore e' passione e desiderio e' tenerezza e dolcezza e anche noia che si sopporta perche sai che passera e che quella noia la vuoi provare e sopportare solo con quella persona

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,115

Activitypoints: 21,687

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

12

Saturday, September 14th 2019, 9:29pm

È quel che è....appunto è un mistero. Vero? Illusione? Forte ? Fragile?
Mistero...eppure c'è
La prossima rivoluzione verrà dalla tristezza

Anonimo1997

Utente Attivo

Posts: 84

Activitypoints: 308

Date of registration: Apr 21st 2019

  • Send private message

13

Sunday, September 15th 2019, 8:16am

Non avendo mai avuto la fortuna di amare ed essere riamata nello stesso momento, l'amore per me rimane un mistero più grande del terzo segreto di Fatima.

Nel vocabolario Treccani c’è scritto che l’amore è: “sentimento di viva affezione verso una persona che si manifesta come desiderio di procurare il suo bene e di ricercarne la compagnia”. Chi prova questo credo che si possa affermare che abbia amato, quindi in tal caso credo che l’amore non dovrebbe essere più un mistero...


Mi sbalordisce soprattutto la sincronicità del sentimento. Il tempismo perfetto (o quasi).

Perché usi il termine “sincronicità”? Io non capisco il significato esatto di questo termine… se è solo per il tempismo credo che sia meglio usare il termine “sincronismo”. Tu cosa intendi con il termine “sincronicità”?


Come diamine è possibile che due individui sostanzialmente differenti possano vivere lo stesso sentimento, un sentimento di tale portata, nello stesso momento.

Cosa intendi per “due individui sostanzialmente differenti”? A volte credo che siano proprio le differenze motivo di amore tra due persone, e che provano lo stesso amore ma la causa di tale sentimento è diversa… penso ad esempio una donna che ama un uomo perché è bello e tale uomo che ama tale donna perché ella è intelligente… entrambi (diversi tra loro) si amano, però i motivi per cui si amano sono diversi…



Ok conosco le teorie sull'istinto di sopravvivenza e di riproduzione, ma non mi bastano.
Non intendo che sia una cosa metafisica, solo mi sembra infinitamente più complessa e non me la so spiegare.

Non so perché due persone si amino… credo dipenda da persona a persona… una si può innamorare dei soldi, un’altra dell’intelligenza… il motivo di fondo credo che sia un fatto che arrechi bene e che di solito può darlo “solo” quella persona di cui ci si innamora…


Voi avete vissuto questo sentimento? Cosa avete pensato?

Credo che non mi sia mai innamorato, più che altro infatuato (da ragazzino)…

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,573

Activitypoints: 5,149

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

14

Sunday, September 15th 2019, 10:13am

DalilaBlu per risponderti al mio intervento sul riconoscersi, neanche io ovviamente ho la chiave razionale di tutto ciò, però se ci pensi siamo sempre in mezzo a tante persone e non ci dicono nulla, capiamo che hanno un background diverso dal nostro e che vogliono cose diverse dalle nostre, cosa normalissima per carità. Poi capita qualcuno e capiamo inconsciamente che è il nostro complementare, magari capiamo quasi da subito che ha quel tipo di dolcezza che ci può accogliere, e lui/lei cioè l'altra persona vede lo stesso in noi, ci riconosce come un suo simile ( possiamo essere diversi per mille motivi, ma comunichiamo più o meno direttamente accoglienza ). Non avviene certo in un battito di ciglia ( però ad es al fatto degli odori ci credo anche, quella è una cosa instantanea ) , ma presto, molto presto, devi vedere come parla e come si muove una persona e se coglierai particolari che ti trasmettono calore, sai che è la persona "giusta" ( "giusta" lo metto tra virgolette, perchè parlo di una determinata fase iniziale e ideale, poi che ne so, col tempo questo qui per problemi suoi si alcolizza e ti alza le mani, purtroppo le relazioni vanno incontro a cambiamenti e non credo al per sempre )

E l'innamoramento presume anche un certo nostro atteggiamento, io penso che dobbiamo essere di fondo rilassati per riconoscere nell'altro il nostro complementare, se passi una fase rancorosa non lo potrai vedere.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 195

Activitypoints: 645

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

15

Sunday, September 15th 2019, 10:42am

Sì vedi però a me credo sia capitato talvolta di innamorarmi, ripeto credo, e di provare quelle cose che hai detto, essere attratta da tutto di una persona, anche come si muove, sentire calore e provare gioia infinita anche solo guardandola negli occhi.
Solo che era un sentimento solo mio.
Quindi ci si può riconoscere nell'altro pur prendendo un'amara tramvata. Tramvata nel senso... Mi sono chiesta se insomma mi ero riconosciuta per un abbaglio, stando a ciò che dici (e in fondo potenzialmente non c'è un aspetto di noi in ciascuno? Potremmo potenzialmente riconoscerci in tutte le persone).
Però ripeto non essendomi mai capitata la botta di culo di trovarmi in un amore reciproco, ecco potrei aver detto un mucchio di cavolate e per questo mi interessava saperne di più, in particolare modo da chi l'ha vissuto (ma anche da chi non l'ha vissuto o l'ha vissuto a senso unico).
Ammetto che però il topic sta prendendo una piega interessante perché ognuno pare vederla in modo diverso (io appunto non pensavo minimamente alla definizione data dalla Treccani, che a parer mio è molto lontana dall'amore romantico di cui parlavo inizialmente, ma il bello è che ognuno interpreta a suo modo questa parola e ciò che gravita intorno.)

This post has been edited 1 times, last edit by "DaliaBlu" (Sep 15th 2019, 10:55am)