Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

1

Monday, December 28th 2015, 10:21pm

Fantasie sessuali e romanticismo: cerco l'impossibile?

Salve a tutti :)
La mia domanda per voi è... quanto vi lasciate condizionare dalle vostre fantasie sessuali o comunque dai vostri gusti?
Io alla soglia dei trent'anni non ho mai soddisfatto nessuna mia fantasia erotica, oltre al fatto in realtà di non aver quasi mai avuto esperienze sessuali.

Mi domando quanto i miei gusti stiano intralciando una sana vita sessuale e sentimentale.

Per intenderci: mi piacciono moltissimo le gambe delle donne. Sono la prima cosa che guardo in una donna, ovviamente dopo il viso (in particolare gli occhi), e ovviamente parlando esclusivamente di aspetto fisico. In particolare, ma non solamente, sono dannatamente attratto dal modo in cui le forme sono valorizzate ed esaltate dalle calze, specie se nere e specie se collant (paradossalmente li preferisco alle autoreggenti). Ho timidezza ad ammetterlo anche in un forum con un nickname chiaramente fittizio, ma è così, tuttavia non credo di essere un feticista, o almeno non di quelli assurdi (uomini che addirittura indossano tali indumenti, o si eccitano con calze usate, o peggio ancora), semplicemente sono istintivamente e fortemente attratto dalle ragazze che hanno un bel paio di gambe, a maggior ragione (ma non esclusivamente, ripeto) se avvolte da questo sensuale indumento.

Questo significa che, sebbene non voglia lasciarmi condizionare nella vita sentimentale da questa mia passione (comunque non esclusiva, ci tengo a precisarlo) per una specifica parte del corpo femminile, essa rimane comunque un fattore fondamentale che (assieme ovviamente a tanti altri legati al carattere e alla personalità) mi fa essere attratto da una ragazza piuttosto che da un'altra, e questo mi manda in tilt perché ad oggi non ho mai avuto né la fortuna né il piacere di essere ricambiato da una ragazza che mi attraesse in tal modo.
Il mio timore è che questa mia pulsione mi porti alla lunga ad essere frustrato e insoddisfatto.

Mi tranquillizza il fatto di esser stato anche molto innamorato (e attratto sessualmente) da ragazze che non avevano gambe eccezionali, segno che comunque magari assieme ad un sentimento forte certe pulsioni perdono relativamente peso, ma rimane il fatto che il mio lato più istintivo è fortemente influenzato da un certo fisico piuttosto che da un altro, nonché da un certo tipo di abbigliamento piuttosto che da un altro. Ci sono ragazze con gambe bellissime che però non le mostrano mai, così come ragazze con gambe non eccezionali che però sanno valorizzarle--e non parlo necessariamente di vestirsi "da mignotta", sia chiaro! Una gonna può essere corta al punto giusto ma sensuale, per dire.

Al momento non ho mai avuto fortuna con le ragazze che più attraevano in tal senso, mentre magari ho avuto occasioni che non ho colto (o comunque che non ho portato "in porto") con ragazze che pur non essendomi sentimentalmente indifferenti comunque non mi attraevano sessualmente, e questo (anche) perché non mi piacevano dalla vita in giù.

Giuro, e giuro sul serio, che nonostante io sia pressoché all'unanimità riconosciuto come una persona profondissima e romanticissima, anche troppo (tant'è che non riesco proprio a scindere il sesso dalle emozioni, dall'amore), questa mia particolare predilezione di una parte del corpo femminile mi fa sentire quasi in colpa, mi fa sentire superficiale e banale. Nessuno conosce questo mio aspetto, tuttavia non posso farci nulla se l'attrazione è nel migliore dei casi composta per metà dall'aspetto e per metà dalla personalità; nel mio caso, la metà relativa all'aspetto è fortemente determinata da quella specifica parte del corpo (e dal modo in cui viene valorizzata), ma è una cosa istintiva, non l'ho deciso io.

Dite che mi sto facendo delle pippe mentali assurde o che ho un problema?
Può una preferenza sessuale (ad esempio il 'sogno' di accarezzare un bel paio di gambe avvolte in un paio di calze vellutate... nulla di eclatante, se ci pensate!) incidere così tanto sul mio criterio (anche istintivo) di scernimento?

Fermo restando che naturalmente ci sono altri fattori in gioco, altrimenti sembro davvero un maniaco che non guarda nemmeno in faccia le ragazze ma solo dalla vita in giù. Per me anche il fisico più bello del mondo non ha valore se non accompagnato da un viso che mi trasmetta un calore fortissimo al cuore e il desiderio di rendere felice quella persona. Per dire :)

This post has been edited 2 times, last edit by "Kylo" (Dec 28th 2015, 10:30pm)


squawpellediluna

ψυχοναύτης

Posts: 2,230

Activitypoints: 6,846

Date of registration: Nov 8th 2012

Location: Rossoeviola

Occupation: Potnia Phyton (erborista)

  • Send private message

2

Tuesday, December 29th 2015, 11:58am

So pippe. è normale.
Amatevi l'un l'altro, ma non fatene una prigione d'amore.
Gibran


Belfalas

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,288

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

3

Tuesday, December 29th 2015, 3:15pm

Giuro, e giuro sul serio, che nonostante io sia pressoché all'unanimità riconosciuto come una persona profondissima e romanticissima

Molto male! La tua reputazione di maschio sarebbe molto più favorita dalla nomea di porco seduttore! Vedi di rimediare! ;)

Fermo restando che naturalmente ci sono altri fattori in gioco, altrimenti sembro davvero un maniaco che non guarda nemmeno in faccia le ragazze ma solo dalla vita in giù. Per me anche il fisico più bello del mondo non ha valore se non accompagnato da un viso che mi trasmetta un calore fortissimo al cuore e il desiderio di rendere felice quella persona. Per dire


Senti ragazzo... una parola da uomo a uomo, io ho qualche anno in più di te e, mi sembra di intuire, la fortuna di qualche esperienza in più... Squaw ha ragione, un po' troppe pippe!!! Soprattutto mi colpisce molto questa tua preoccupazione di apparire agli altri e a te stesso non abbastanza profondo o troppo poco romantico. Ora..io non so se l'ambiente da cui provieni sia stato troppo repressivo, idealizzante o cattolico o che altro ma liberati da simili idee! Mi sembri troppo rigidamente identificato con un'immagine di te stesso che sembra non prevedere le "cose sporche" le "cose che i bravi bambini non fanno", ma tu sei un adulto diamine! Il sano istinto non ha bisogno di essere ammantato da un bel niente, ma soprattutto, parere mio, una sessualità vissuta con curiosità e consapevole sbrigliatezza non esclude i sentimenti, né ti renderebbe meno profondo. Siamo umani, abbiamo fantasie, più o meno spinte, più o meno intense, più o meno politically uncorrect...siamo umani e siamo curiosi. Poi scusa, fammi 'na cortesia, spiegami questa storia della profondità versus presunta superficialità, cosa, per te, rende una persona profonda? Cosa la rende superficiale? Ti dico la mia opinione al proposito...la profondità di un essere umano per me è determinata dall'intelligenza che gli permette di metabolizzare ed elaborare la esperienze al fine della crescita personale, rendendolo un individuo più maturo, più evoluto, con una visione il più possibile ampia e il meno possibile distorta del reale, profondità è conoscenza di se stessi, di tutte le parti di sé, soprattutto di quelle che un certo tipo di educazione vecchio stampo considera meno nobili, quando non sporche e cattive...
Il sesso è veritiero, se lo reprimi ti farai male, non lo puoi raggirare, se cerchi di fregarlo sarà lui infine a fregarti...il sesso è ciò che è, semplicemente ciò che è, non vuole giustificazioni, idealizzarlo o demonizzarlo è fargli un torto... certo, è materiale che scotta, vero... ma come puoi crescere se non rischi qualcosa...
Indipendentemente dalle mie argomentazioni rifletti sul fatto che a quasi trent'anni le tue esperienze in campo sessuale sono quasi a zero, beh forse qualcosa da rivedere nei tuoi punti di vista e nel tuo approccio c'è...
Per concludere il mio consiglio è: basta pippe, esplora! Hai bisogno di buttarti nella mischia in senso metaforico e non, ogni esperienza reale ti rende più profondo se sei intelligente abbastanza e se la profondità ti si addice e soprattutto smettila di vivere accompagnato da un'immagine di te stesso a due dimensioni....
Per essere un po' più diretto...infila di più le mani sotto le gonne e tra le cosce vellutate che tanto ti piacciono, infilaci la testa...ci sono un sacco di modi carini e gentili per arrivare a farlo non hai bisogno per questo di essere un bruto se non lo sei, vedrai...sarai strabiliato dalla risposta che riceverai, la tua vita ne gioverà e non solo la tua!

This post has been edited 4 times, last edit by "Belfalas" (Dec 29th 2015, 3:30pm)


4

Tuesday, December 29th 2015, 6:09pm

Io alla soglia dei trent'anni non ho mai soddisfatto nessuna mia fantasia erotica, oltre al fatto in realtà di non aver quasi mai avuto esperienze sessuali
Mi sa che l'ultima è la causa della prima.

questa mia particolare predilezione di una parte del corpo femminile mi fa sentire quasi in colpa, mi fa sentire superficiale e banale.
Non farti asfaltare dal buonismo! E' normale.
Quelle che guardano solo portafogli e prestigio sociale allora come dovrebbero sentirsi?

è una cosa istintiva, non l'ho deciso io
Infatti.
Appunto.

Molto male! La tua reputazione di maschio sarebbe molto più favorita dalla nomea di porco seduttore!
Assolutamente si.
I romantici non sono più di moda, anzi: non lo sono mai stati.
Si è trattato solo di una bugia sociale introdotta per coprire la verità, ovvero che piacciono i porconi.
Tutti mentono.
Ci sono molte più probabilità di venire uccisi da una persona che si ama che da un estraneo.
La realtà è quasi sempre sbagliata.

Gattone

pouf!

  • "Gattone" is male

Posts: 714

Activitypoints: 2,190

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

5

Thursday, December 31st 2015, 10:13am

adesso bruce non facciamo revisionismo storico spicciolo

i romantici sono sempre stati i preferiti dallle donne, anche perche le donne ( quando erano normali 9 prima di aprirsi sessualmente dovevano sentirsi a proprio agio emotivamente e sentirsi un po aamate anche per finta magari

le donne non sono sempre state questa masnada di pornostar mancate sessuomani col dilldo in borsetta che sono ora, cosa che viene spacciata per normalità e sano istinto sessulae ed invece è solo degenerazione di vizio ed ingordigia

poi gloi istinti sessuali forti ci son sempre stati ma si vivevano insieme a delle cose umane, anche gli uomini romantici ci son sempre stati e romantico non signfica rincoglionito anzi...

il fatto che la società filofemminsta abbia prima condanato e poi debellato la brutalità maschile e machista ed ora le donne la cercano come oro e disprezzano la gentilezza ti fa capire che siamo di fronte ad una gravre malattia mentale

altroche istinto evolutivo, non c'è bisogno sempre di trovare una giustificazione per le aberrazioni sociali che stiamo vivendo anche perche c'è una teoria psicoevolutica per ogni aberrazione volendo... basta riconscerle per quello che sonio

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,288

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

6

Thursday, December 31st 2015, 11:18am

adesso bruce non facciamo revisionismo storico spicciolo

i romantici sono sempre stati i preferiti dallle donne, anche perche le donne ( quando erano normali 9 prima di aprirsi sessualmente dovevano sentirsi a proprio agio emotivamente e sentirsi un po aamate anche per finta magari

le donne non sono sempre state questa masnada di pornostar mancate sessuomani col dilldo in borsetta che sono ora, cosa che viene spacciata per normalità e sano istinto sessulae ed invece è solo degenerazione di vizio ed ingordigia

poi gloi istinti sessuali forti ci son sempre stati ma si vivevano insieme a delle cose umane, anche gli uomini romantici ci son sempre stati e romantico non signfica rincoglionito anzi...

il fatto che la società filofemminsta abbia prima condanato e poi debellato la brutalità maschile e machista ed ora le donne la cercano come oro e disprezzano la gentilezza ti fa capire che siamo di fronte ad una gravre malattia mentale

altroche istinto evolutivo, non c'è bisogno sempre di trovare una giustificazione per le aberrazioni sociali che stiamo vivendo anche perche c'è una teoria psicoevolutica per ogni aberrazione volendo... basta riconscerle per quello che sonio


Sono totalmente in disaccordo con le tue affermazioni, essere seduttori non significa non mettere una donna a proprio agio, al contrario...ma soprattutto non ha niente a che vedere con il machismo e la brutalità. La tua mi sembra una montagna di generalizzazioni.

7

Thursday, December 31st 2015, 1:06pm

adesso bruce non facciamo revisionismo storico spicciolo
In effetti la mia era una provocazione in forma di revisionismo storico-sociologico estremamente spicciolo, parziale e non esaustivo.

il fatto che la società filofemminsta abbia prima condanato e poi debellato la brutalità maschile e machista ed ora le donne la cercano come oro e disprezzano la gentilezza ti fa capire che siamo di fronte ad una gravre malattia mentale
Se limiamo un po' nei termini estremi la tua affermazione, credo che diventi molto realistica.

Diciamo che non è la "brutalità maschile" che è stata debellata, ma il temperamento, il carattere. Il maschio è stato reso più simile alla femmina dalla società tutta (maschi assenti compresi). Non credo vi fosse dietro un disegno preciso, però -di fatto- si tratta dell'esito di tante piccole battaglie più o meno ufficiali, più o meno dichiarate, che hanno come esito quella coltre di "buonismo" che personalmente mal sopporto.

A causa di queste nuove convenzioni sociali abbiamo uomini che dichiarano d'innamorarsi delle anime ignorando l'aspetto fisico, salvo poi scappare se lei non gli piace. Sono come isterici: dichiarano una cosa impossibile e ne fanno per forza di cose un'altra.

E' vero anche che ora (come all'ora) sia ricercato il tipico temperamento maschile. Non so quanto centri il machismo, ma a "far sangue" è proprio quel maschio che ormai è quasi vietato dalla legge e che, attenzione: non è "cattivo", ma è egoista, attaccato al sesso, prepotente e abbastanza potente da lasciare a lei lo spazio per riprendersi di nascosto quel che crede le sia stato tolto.

Non credo si tratti di una malattia mentale.
Accade che nel mondo femminile quel che si dichiara razionalmente non abbia quasi nulla a che vedere con quel che si pensa e si crede realmente.
Per questo trovi dichiarazioni di amore verso i romantici da donne che poi finiscono in braccio ai maschi "vecchio tipo".

Più che "malattia mentale" è una condizione naturale che è stata fraintesa dal mondo maschile. Se invece di dare retta alle parole si fosse guardato ai fatti: probabilmente le cose sarebbero andate diversamente.

La società umana però è pensata per forza di cose a misura di maschio: è razionale (diversamente non esisterebbe). Il femminile ha quindi fatto dichiarazioni ovviamente false e la società per convenzione e comodità si è adattata.
A partire dalla miss che dice "voglio un ragazzo simpatico e che mi faccia ridere", per finire con la capo di stato che dice: "Le donne devono poter andare a caccia di maschi come gli uomini", o le mamme che insegnano ai figli: "Con le ragazze devi essere gentile, presente, servile" .. tutte dichiarazioni false che sono state prese per oro colato.


mi sembra una montagna di generalizzazioni.
C'è parecchia generalizzazione, ma non vedo come si possa fare l'analisi dei singoli casi qui.
Di fatto nel popolo maschile c'è solo una fetta che ha l'attenzione irrazionale (quindi quella che conta) delle femmine e sono quasi tutti maschi "vecchio tipo", gli stessi che vengono dichiarati sbagliati e "fuori legge" a parole dal femminile stesso.
Tutti mentono.
Ci sono molte più probabilità di venire uccisi da una persona che si ama che da un estraneo.
La realtà è quasi sempre sbagliata.

squawpellediluna

ψυχοναύτης

Posts: 2,230

Activitypoints: 6,846

Date of registration: Nov 8th 2012

Location: Rossoeviola

Occupation: Potnia Phyton (erborista)

  • Send private message

8

Thursday, December 31st 2015, 6:09pm

Conoscete il film "Marisa la civetta"?
è un vecchio film ambientato nella mia città

Io vorrei quella spensieratezza
Sia nella donna
Che nell' uomo

Sentirsi dire " ah fata!" fa piacere
Non succede più.
Amatevi l'un l'altro, ma non fatene una prigione d'amore.
Gibran


Gattone

pouf!

  • "Gattone" is male

Posts: 714

Activitypoints: 2,190

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

9

Sunday, January 3rd 2016, 12:16am


Io vorrei quella spensieratezza
Sia nella donna
Che nell' uomo



eee magari...:(

forse quando avremo settantanni queste dinamiche troveranno nuovi equilibri e nuove spensieratezze


per forza non succede piu, guarda qui, perche uno dovrebbe andare dentro per chiamare una "fata" , devi riconoscere che non ne vale la pena

Cassazione: Basta una sola avance per essere condannati

Basta una sola avance per fare scattare una condanna penale per molestie. Lo dice la Corte di Cassazione che ha annullato l'assoluzione accordata a Michele G., un bresciano accusato di avere arrecato molestie ad una ragazza ''aspettandola davanti alla sua abitazione, seguendola per strada sino al luogo di lavoro e facendole proposte sentimentali''. In queso caso le avances erano legate a ''due'' episodi, ma piu' in generale la Suprema Corte ha messo in chiaro che basta anche ''una sola azione'' per beccarsi una condanna penale. La molestia, spiega infatti piazza Cavour, sussiste anche se la ''persona offesa non abbia risentito di alcun fastidio''.



Guarda con insistenza una donna in treno
Condannato a 10 giorni di arresto
L'uomo, un trentenne del Lecchese, dovrà pagare anche una multa di 40 euro

LECCO - Dieci giorni di arresto e una multa di quaranta euro. È questa la condanna decisa dal giudice Paolo Salvatore per un trentenne di Mandello del Lario (Lecco). L'accusa? Aver guardato con troppa insistenza una donna che si trovava nello stesso scompartimento del treno. Stando alla denuncia della diretta interessata, una signora 55enne, quegli sguardi sarebbero stati così insistenti e impertinenti da costituire una molestia. L'imputato si è difeso sostenendo di non aver potuto fare a meno di guardarla, per la posizione in cui si trovava e per il posto occupato. Il giudice alla fine ha deciso per una condanna, quasi simbolica, in quanto la pena rientra nell'indulto, ma l'imputato è apparso deciso a insistere per vedere riconosciuta la sua buona fede e la sua difesa ha annunciato appello.

This post has been edited 1 times, last edit by "Gattone" (Jan 3rd 2016, 12:24am)


Dors Venabili

Utente Attivo

Posts: 25

Activitypoints: 89

Date of registration: Dec 29th 2015

  • Send private message

10

Thursday, January 7th 2016, 2:19pm



Dite che mi sto facendo delle pippe mentali assurde o che ho un problema?
Può una preferenza sessuale (ad esempio il 'sogno' di accarezzare un bel paio di gambe avvolte in un paio di calze vellutate... nulla di eclatante, se ci pensate!) incidere così tanto sul mio criterio (anche istintivo) di scernimento?

Fermo restando che naturalmente ci sono altri fattori in gioco, altrimenti sembro davvero un maniaco che non guarda nemmeno in faccia le ragazze ma solo dalla vita in giù. Per me anche il fisico più bello del mondo non ha valore se non accompagnato da un viso che mi trasmetta un calore fortissimo al cuore e il desiderio di rendere felice quella persona. Per dire :)


A me sembri assolutamente sano. Anzi, mi sorprenderebbe se non ci fosse un qualcosa che faccia scattare l'interruttore. E visto che i collant sono universalmente portati da praticamente tutte le donne anche se non giornalmente.. Direi che hai ottime probabilità di realizzare i tuoi desideri.

Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

11

Friday, January 8th 2016, 2:21pm

Vi ringrazio per la partecipazione :)
Vorrà dire che mi lascerò guidare più dall'istinto e da ciò che mi fa scattare la scintilla.
Il problema è che ho difficoltà con la sessualità non avendola quasi mai esperita, e mi sento molto, molto impacciato sotto le lenzuola con una ragazza (quelle pochissime volte in cui mi ci sono trovato), il che mi porta ad auto-sabotarmi o comunque a non essere mai convinto di ciò che faccio.

Vorrei sentirmi molto più sicuro di me stesso ed avere molta più confidenza con la sfera sessuale, anche solo per aspetti meramente pratici e 'tecnici', per potermi lasciare andare più facilmente e per essere più deciso in fase di "corteggiamento".


Riguardo la mia passione: è vero che i collant non sono chissà quale indumento perverso (anzi!), eppure al giorno d'oggi soprattutto le ragazze della mia età li indossano sempre meno, o comunque di solito c'è una tendenza alla dicotomia tra "mignotte" (microgonne o short vertiginosi, che spesso lasciano anche intravedere la 'cucitura' dei collant... cosa che mi fa dannatamente impazzire :blush: ) e "super-vestite", ossia un tipo di abbigliamento che pur essendo molte volte elegante e ricco di personalità (cosa che apprezzo) spesso sacrifica la parte del corpo che a me personalmente piace di più, ossia appunto le gambe. E' raro, davvero raro che una ragazza sappia valorizzarsi dalla vita in giù senza rinunciare né a un minimo di decoro né all'essere comunque sensuale (per non dire proprio sexy). Conosco ragazze con gambe bellissime che non indossano mai una gonna, per dire. Insomma, il mio è un gusto tutto sommato normalissimo, ma per me è difficilissimo soddisfarlo :rolleyes: .

A volte sinceramente mi butterei davvero sulla prima sgallettata scosciata microgonnata e incollantata che trovo, ma non ne sono in grado poiché, appunto, non ho confidenza con la sfera sessuale "a sé stante", quindi non saprei nemmeno come approcciarla, figuriamoci sentirmi a mio agio con lei sotto le lenzuola.
Che poi la lunghezza della gonna in sé non è un discrimine, per me, anzi. Se hai un bel corpo e una bella personalità puoi tranquillamente concederti una generosa esposizione delle tue grazie senza per forza essere considerata "mignotta" ed anzi essere addirittura elegante.
Quello che voglio dire, SENZA voler drasticamente commettere gravi distinzioni superficiali e banali, è che tendenzialmente il tipo di personalità che mi attrae contrasta con il tipo di abbigliamento che mi attrae. Tendenzialmente, eh!

This post has been edited 1 times, last edit by "Kylo" (Jan 8th 2016, 2:28pm)


12

Friday, January 8th 2016, 2:46pm

Quello che voglio dire, SENZA voler drasticamente commettere gravi distinzioni superficiali e banali, è che tendenzialmente il tipo di personalità che mi attrae contrasta con il tipo di abbigliamento che mi attrae. Tendenzialmente, eh!
Puoi fare ciò che fa la maggior parte del popolo maschile...La prende brava ragazza acqua e sapone, pantaloni decathlon e maglietta basic H&M, laurea in filosofia...e poi piano piano le fa capire che cosa lo attizzerebbe. E vai di viaggi da Calzedonia etc...

E' così che funziona.

13

Friday, January 8th 2016, 2:59pm

Vi ringrazio per la partecipazione
Vorrà dire che mi lascerò guidare più dall'istinto e da ciò che mi fa scattare la scintilla.
Il problema è che ho difficoltà con la sessualità non avendola quasi mai esperita, e mi sento molto, molto impacciato sotto le lenzuola con una ragazza (quelle pochissime volte in cui mi ci sono trovato), il che mi porta ad auto-sabotarmi o comunque a non essere mai convinto di ciò che faccio.

ovvero: hai difficoltà con qualcosa che non conosci (bene)
il che, senza voler banalizzare, è del tutto normale

Vorrei sentirmi molto più sicuro di me stesso ed avere molta più confidenza con la sfera sessuale, anche solo per aspetti meramente pratici e 'tecnici', per potermi lasciare andare più facilmente e per essere più deciso in fase di "corteggiamento".

non ti resta altro da fare che sperimentare
manco Rocco è caduto sul set "imparato" :-PL
namasté

14

Friday, January 8th 2016, 4:24pm

Vorrei sentirmi molto più sicuro di me stesso ed avere molta più confidenza con la sfera sessuale, anche solo per aspetti meramente pratici e 'tecnici', per potermi lasciare andare più facilmente e per essere più deciso in fase di "corteggiamento".
Come quasi tutti i maschi moderni.

tendenzialmente il tipo di personalità che mi attrae contrasta con il tipo di abbigliamento che mi attrae.
La tipica chimera maschile è la ragazza non mercenaria, comprensiva, intelligente, affidabile e sexy.
Tutti mentono.
Ci sono molte più probabilità di venire uccisi da una persona che si ama che da un estraneo.
La realtà è quasi sempre sbagliata.