Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


amoilbuio

Nuovo Utente

  • "amoilbuio" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 23

Date of registration: Jan 22nd 2011

  • Send private message

1

Wednesday, June 8th 2011, 10:46pm

eiaculazione precoce e fisime

buona sera carissimi amici,

vorrei esporvi un problema che ho col mio compagno, anche se in realtà il problema è più suo che mio...Stiamo assieme da più di un anno, premetto che non siamo ragazzini perchè io sono sulla 40ina e lui li ha superati, fatto sta che lui è un eiaculatore precoce, in più comincia ad avere qualche problema di erezione.

Per me, nonostante sia una tipa "calda", non è un gran problema perchè non ho orgasmi vaginali ma solo clitoridei e poi l'amore che provo nei confronti di questa persona è talmente grande che il solo poterlo baciare e accarezzare mi soddisfa, e comunque ce la caviamo benissimo col sesso orale e poi l'amore che provo per questa persona è talmente grande che passa sopra a ogni cosa, non lo cambierei per nessun altro al mondo, nemmeno con uno dalle prestazioni alla Rocco Siffredi

Col passare del tempo effettivamente i rapporti sessuali sono sempre più radi, lui fa un lavoro molto pesante, non riesce ad avere un secondo rapporto dopo almeno 12 ore circa, qualche volta si è "impasticcato" ma non è servito granchè e a me oltretutto non fa piacere perchè ho paura possa fargli male alla salute :huh:

Lui dice che io sono una "ninfomane" (non è vero, ovviamente!) :S , che lo "distruggo", che non riesce a stare al mio passo (forse ero un pò focosa all'inizio, ma vi assicuro che adesso per forza di cosa mi sono adeguata ai suoi "tempi e modalità), ma la cosa che più mi ferisce è quando mi dice che prima o poi "scapperò" e andrò a "cercarlo" da un'altra parte perchè lui "non me ne da abbastanza" ;(

Io non ci penso minimamente, vivo praticamente per lui, mi basta anche solo averlo vicino, ma lui non si toglie dalla testa queste fisime, inoltre, nonostante si lamenti in continuazione di questo suo problema, non ne vuole sapere di andare da un urologo o andrologo, figuratevi che un suo amico che aveva lo stesso problema invece c'è andato e il mio uomo cos'ha fatto? Ha copiato di sua iniziativa la cura del suo amico, ma per lui non ha funzionato perchè le cure sono sempre soggettive...

Ho cercato in tutti i modi di fargli capire che dovrebbe andare a farsi vedere, ma non tanto per me che ne voglio "di più", ma per lui che soffre con se stesso, si sente sminuito e si lamenta in continuazione..niente da fare, è ostinato :dash: , tira fuori un sacco di scuse, non ha tempo, il lavoro, è stanco...la verità è che si vergogna e ha la fobìa dei medici, solo per andare dal suo medico di base deve essere moribondo..

Non c'è verso di convincerlo, intanto però continua a lamentarsi e a insinuare che io prima o poi mi stanco e lo pianto...è molto doloroso per una persona innamoratissima sentirsi dire certe cose..mi sento inutile anch'io, che posso fare...?

Bartemius

Giovane Amico

  • "Bartemius" has been banned

Posts: 308

Activitypoints: 966

Date of registration: Jun 5th 2011

  • Send private message

2

Thursday, June 9th 2011, 12:21am

nulla

il tuo uomo ha un problema

quindi

tu hai un problema

ti interessa risolverlo ?

se si ,devi convincerlo a curarsi

se no lascia pure le cose così

il suo mettere le mani avanti e lamentarsi che te ne andrai a farti montare da rocco, è soltanto una disperata richiesta di sentirsi dire :non è vero , ti amo anche se sei un eiaculatore precoce.

ciascuno vuole ,a questo mondo, essere non solo amato ma anche apprezzato per ciò che è, e soprattutto per ciò che NON è.

siccome l'insoddisfazione sessuale ,alla lunga, erode ogni fondamento sentimentale ,io ti consiglio di essere molto determinata .nel convincerlo a risolvere il problema o nel trovare un altro uomo.
Giacendo nel tramonto mi sono chiesto: come ho fatto ad arrivare fino a qui ?

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" is male

Posts: 2,504

Activitypoints: 7,771

Date of registration: Mar 10th 2010

  • Send private message

3

Thursday, June 9th 2011, 9:35am

siccome l'insoddisfazione sessuale ,alla lunga, erode ogni fondamento sentimentale


Su questo ci sarebbe molto da dire. Io credo che non si possa applicare alla totalità dei casi. Dipende da quanto è forte questo fondamento sentimentale. Ma forse ci perdiamo in discorsi che esulano dal topic...
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

amoilbuio

Nuovo Utente

  • "amoilbuio" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 23

Date of registration: Jan 22nd 2011

  • Send private message

4

Thursday, June 9th 2011, 10:24am

Vi posso assicurare che la frase "ti amo lo stesso anche se sei un eiaculatore precoce" gliel'ho detta un'infinità di volte, non solo ma lo accetto anche perchè tra le altre cose ha un bel caratteraccio...convincerlo a curasi? Eccome se ci ho provato ma lui niente, non va dal medico neanche x una bronchite, fa da sè con sciroppi ecc..Una volta durante una lite mi ha detto "io sono così, non cambio nè adesso nè poi e col tempo sono destinato a peggiorare"...Beh, che dire...mi ha "segato" le gambe...So che molti di voi mi diranno cabia uomo, me l'hanno già detto tutti quelli che mi conoscono, ma io sono totalmente sopraffatta dal mio sentimento...

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" is male

Posts: 2,504

Activitypoints: 7,771

Date of registration: Mar 10th 2010

  • Send private message

5

Thursday, June 9th 2011, 10:41am

So che molti di voi mi diranno cabia uomo, me l'hanno già detto tutti quelli che mi conoscono, ma io sono totalmente sopraffatta dal mio sentimento...


Più che altro, se ti rendi conto che quest'uomo ha atteggiamenti infantili su certe cose, quindi è in definitiva un bambino mai cresciuto, allora o ti adegui al suo essere bambino (e prima o poi fate il botto entrambi) oppure imposti la tua vita con una persona più matura che sappia darti ciò di cui hai bisogno.
Essere sopraffatti da un sentimento verso una persona che si sa essere sbagliata per noi, significa autocondannarsi all'infelicità.
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

This post has been edited 1 times, last edit by "summertime" (Jun 9th 2011, 10:56am)


ildol

Felice di imparare

  • "ildol" is male

Posts: 797

Activitypoints: 2,496

Date of registration: May 30th 2011

Location: Como

  • Send private message

6

Thursday, June 9th 2011, 10:49am

Prova a fargli capire che non vive in cima a una torre di avorio tutto solo, dove può pensare che la sua salute e il suo benessere siano esclusive sue e sue soltanto.
Vive in mezzo a gente che pensa a lui e che gli sta vicino, preoccupandosi quando lui è infelice o ha problemi.
E' anche per la gente intorno che deve impegnarsi di più per il suo benessere.

Altrimenti, sarò forse un po' brusco: andasse pure su un'isola deserta a vivere.

il-dol
Life is ours, we live it our way. All these words I don't just say...

Innuendo81

Nuovo Utente

  • "Innuendo81" is male

Posts: 10

Activitypoints: 30

Date of registration: May 24th 2011

Location: Cagliari

Occupation: dipendente

  • Send private message

7

Sunday, June 12th 2011, 1:17pm

è difficile che un uomo accetti un problema sessuale, lo fa sentire inferiore e impotente...cmq cerca di convincerlo a farsi fare una visita, puo darsi non è niente di grave ( solo stress ecc.......) magari andandoci insieme.....

8

Sunday, June 12th 2011, 4:14pm

Quoted

qualche volta si è "impasticcato" ma non è servito granchè e a me
oltretutto non fa piacere perchè ho paura possa fargli male alla salute


Se per "impasticcato" intendi dire l'assumere viagra o cialis , non ci sono grossi rischi. Se il tuo compagno li tollera bene e non ha effetti collaterali (il più comune è il mal di testa) o non prende farmaci come nitrati e non ha problemi cardiaci può continuare a prenderli tranquillamente .

Prova a convincerlo ad andare insieme da un andrologo, da qualcuno che si occupi di "medicina della coppia" . E' un problema assolutamente comune il suo, magari esacerbato anche da una situazione psicologica che di certo non lo aiuta.
Devi avere pazienza e dirgli che non è vero che può peggiorare , è il suo atteggiamento che lo fa peggiorare.

Dott. Rocco Berloco

Utente Attivo

  • "Dott. Rocco Berloco" is male

Posts: 111

Activitypoints: 347

Date of registration: May 28th 2011

Location: Bari

Occupation: Medico

  • Send private message

9

Sunday, June 12th 2011, 4:44pm

Credo di averti da poco risposto in un altro forum a riguardo di quell'uomo che ti umilia, che ti definisce "inetta" e tante amenità simili....e poi è dolce solo il fine settimana quando vi vedete...Nel post ti ho scritto che fa così perchè vuole fare sesso, ma se poi il sesso che ti offre è questo...comincia a pagarlo con la stessa moneta...da quel che leggevo prima (nel forum che dicevo) ti lasci calpestare senza reagire...reagisci, colpiscilo nel suo "orgoglio virile" se ha persino timore di consultare un medico, poi ti tratta per tutta la settimana come descrivi...Vedrai a questo punto comincerà a rispettarti, anche solo per non farsi ricordare le sue "difficoltà amatorie".

Un saluto
Dott. Rocco Berloco
Fiori di Bach Omeopatia PNL Intolleranze Alimentari

Per maggiori informazioni collegati al SITO WEB PERSONALE presente nel profilo

cristyna

Amico Inseparabile

  • "cristyna" is female

Posts: 1,362

Activitypoints: 4,035

Date of registration: Oct 5th 2010

  • Send private message

10

Wednesday, June 15th 2011, 2:50pm

stavo x risponderti, quando il dottor berloco ha giustamente ricordato l'altro tuo post. E lì ti ho già risposto.....vabbè facciamo finta x un attimo che le due cose non siano collegate.

Dire "ti amo anche se sei ..etc...." è un confermargli che tu il problema lo vedi e lo senti. Vista dal suo punto di vista. Cercare di convincerlo a farsi curare, per uno che vive questo tipo di problema, viene vissuto come un qualcosa che tu vuoi che lui faccia non x il suo benessere ma x il tuo. Quindi la cosa ti pesa. Tutto questo visto dal suo punto di vista ribadisco.

Se è vero che uno ama alla follia come dici tu di amarlo, questa cosa che lui ti dice non dovrebbe essere proprio stata fonte di conversazione. Mi spiego. Se uno sta con una xsona senza braccio, si dovrebbe comportare come se quel braccio ci fosse cmq. Non trattare la xsona come uno che ha un handicap, magari aiutandolo a fare cose che ormai è abituato a fare da solo e convivendo alla grande con quel "problema". Non so se ho reso l'idea.

Quando cominciava ad affrontare l'argomento, io avrei sorvolato senza dare peso alla cosa. Di fronte ad una situazione del genere, estremamente personale ed intima, è necessario prima conquistarsi totalmente la fiducia della xsona per poter capire come intervenire e condurlo ad una decisione come quella di farsi visitare senza dargli modo di capire che sia stato indotto.

Poi se ricapita di affrontare l'argomento, è bene fargli capire che la sessualità di una donna è già di x sè diversa da quella di un uomo. Ancor più diversa all'interno di un rapporto d'amore. Il ns vivere il sesso è completamente diverso da quello del mondo maschile. E poi dirti che te ne troverai un altro...bhè!.....in un rapporto d'amore, lo trovo anche un po' offensivo. In primis per la xsona che lo dice. Vorrebbe dire che lui si dà valore solo x quello che rende a letto. Secondo è offensivo x te, perchè vorrebbe dire che tu valuti il rapporto solo sulla base del sesso. Una donna, davvero innamorata, potrebbe stare anche tanto tempo senza fare sesso....a differenza dei maschietti. La donna in genere rispetto agli uomini può stare senza sesso e sola. Pensa a quanti vedovi e separati dopo un po' li rivedi accompagnati. Mentre non tutte le donne si rifanno necessariamente una vita. Parlo in termini molto generici e non lo dico quale metro di valutazione e confronto tra sessi. Non intendo dire che x questo un genere sia migliore dell'altro. No! E' solo una mia xsonale constatazione.

Cmq....abbiamo fatto finta x un attimo che tu non fossi la donna che ha scritto l'altro post. Bene l'attimo è finito. Ma se a tutto quello che hai scritto di lui, aggiungiamo pure che il sesso non è tutta sta cosa....bhè! sorella cara....ma a chi aspetti a mandarlo al diavolo?

Lo capisci che ti tratta di merda proprio x testare quanto riesci a stare vicino a uno come lui che a letto non vale granchè.....e che amplifica il suo maltrattarti proprio perchè non si sente uomo? E allora se a letto non sa fare l'uomo, umiliandoti pensa di farlo fuori dal letto. Mi sa che è un tipo all'antica. L'uomo è superiore...e cazzate simili.

Quindi se le due cose si collegano tra loro e non si farà curare ti troverai con un uomo che non solo è cattivo quando parla, ma a letto fa pure....presto....boh? che dirti...contenta tu? Hai bisogno di sentirti utile x qualcuno perchè la tua vita al momento non va come vorresti? Fai del volontariato. Dare amore e impegno per qualcosa o qualcuno deve essere ripagato, cioè deve avere un ritorno in ternìmini di soddisfazione personale. Fai tanto e poi? Ti dà della inetta......che dire? Valuta tu!!!!! Auguri!!!!!

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" is female

Posts: 3,334

Activitypoints: 10,258

Date of registration: Jul 20th 2008

Location: Altrove

Occupation: Allevo tarli

  • Send private message

11

Sunday, June 19th 2011, 11:25am

Quoted

Mi spiego. Se uno sta con una xsona senza braccio, si dovrebbe comportare come se quel braccio ci fosse cmq. Non trattare la xsona come uno che ha un handicap, magari aiutandolo a fare cose che ormai è abituato a fare da solo e convivendo alla grande con quel "problema". Non so se ho reso l'idea.


Se uno sta con uno senza braccio non è che si inventa il braccio mentalmente, lo accetta senza braccio. Ma magari prima si è informato sulla situazione di altre persone che hanno avuto un trapianto o un intervento con protesi o altro, per migliorare una situazione. Convivere alla grande con quel problema... vorrei proprio capire come si fa, a parte a parole.
Per il resto non so niente dell'altro post, da come avete descritto la situazione sono d'accordo con voi.
[...]

kekko82

Nuovo Utente

  • "kekko82" is male

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: Jun 24th 2011

  • Send private message

12

Saturday, June 25th 2011, 11:32am

Credo che molti ti abbiano già aiutata moltissimo. Sicuramente hai lasciato a lui un grande "potere" su di te.

"Non c'è verso di convincerlo, intanto però continua a lamentarsi e a insinuare che io prima o poi mi stanco e lo pianto...è molto doloroso per una persona innamoratissima sentirsi dire certe cose..mi sento inutile anch'io, che posso fare...? "

Secondo me è entrato in vortice negativo per quanto riguarda il tutto. Quello che dice in questo caso credo lo pensi veramente, è la sua paura. Se rende benissimo conto del fastidio che ha, allo stesso tempo non ha voglia, forse non sa come fare, forse gli piace stare inconsciamente nell'autocommiserazione o forse ancora aspetta che tu gli dica che lo ami lo stesso per sentirsi più sicuro. Ogniuna di queste possibilità può essere veritiera. Difficile dire quale di più, e quale meno. Sicuramente lo hai messo su un piedistallo dal quale deve scendere, e tutte le sicurezze che gli dai, sono troppe. E' libero così di agire come vuole. Non è indipendente ed è bensì piuttosto insicuro. Sicuramente ( ovviamente dal mio punto di vista che non è necessariamente verità ) devi iniziare ad esser più dura, reagire... e poi se ti umilia.. pensaci bene

Un abbraccio

Similar threads