Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

16

Monday, May 27th 2019, 7:21am

allora diciamo così - e mi pongo in modo dichiaratamente soggettivo:
la creatività senza profondità io la trovo stucchevole.
Ricollegandomi ai primi esempi posso dire che Carducci fosse in gamba e che Madonna c'ha due palle così, ma se penso ad un artista penso a Leopardi o a Cohen.
Quando dedichi davvero tutta la tua vita per dire quello che vuoi dire al mondo fino alle estreme conseguenze.
Essere creativi è una cosa diventare artisti è un'altra :
richiede un impegno totalizzante, forte motivazione e sistemi di valori non mainstream.
Gli altri sono ben protetti dal sistema, e usano la creatività per ottenere soldi e fama: trovo che sia completamente diverso, ma, come ripeto, è un'idea tutta mia.
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

This post has been edited 1 times, last edit by "luca63" (May 27th 2019, 11:01am)


Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

17

Monday, May 27th 2019, 8:46am



Quindi, in primo luogo, la creatività è una capacità, una dote innata, che ESISTE e può essere coltivata, sviluppata e fatta crescere sfruttando tutte le opportunità (e tutte le casualità) offerte.
.


Questo intendevo..

E cioè che un trauma può (e ripeto può) essere una opportunità per "far uscire" un qualcosa di preesistente, e che poi viene "riconosciuto" dall'esterno come espressione "artistica"

quindi non è tanto un creare ma un far uscire (potenzialmente)

Ma che senza il trauma sarebbe rimasto magari internamente inespresso, poiché non vi era alcuna intenzionalità a sviluppare una creatività che magari la stessa persona ignorava perfino di avere


Fermo restando il fatto che se dentro di sé uno ha patate, con un evento traumatico (o felicissimo) non si trasformeranno in cavoli
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..