Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

16

Monday, November 18th 2019, 6:28pm

Dopo questa sommaria descrizione uno potrebbe dirmi "Ma perché un ragazzo/uomo dovrebbe scegliere proprio te invece di un'altra?". Me lo chiedo pure io, ma non mi sento peggio della ragazza media, a livello di personalità e carattere, anche se il fatto che non abbia amici mi metterebbe almeno un gradino sotto quelle che li hanno.

Io invece mi domando

Come mai ne fai una questione di "valore" , "scegliere fra", "essere meglio o peggio" ?
Perché pensi che esista una scala in cui le persone vengono giudicate per presunto valore misurabile in base a x, y z ... ?

Tu sei "ok" per personalità e carattere, finché non arrivi una che abbia magari piu' amici, allora lì, ti consapevolizzi di scendere un gradino, e non sarai piu' "ok".

Dopo questa sommaria descrizione penso che dovresti togliere i giudizi che rivolgi a te stessa, che ti generano inevitabilmente conflitto. Ragione per cui si tende poi a viaggiare fra poli opposti e oscillanti dell'autostima divisi fra momenti in cui ci si sente "migliori degli altri" ma piu' che per accettazione di sé per questione di difesa di quel "se", e momenti in cui questa difesa crolla e lascia esposti a depressioni e brutte emozioni varie.

Purtroppo ci portano anche a credere che le persone abbiano piu' o meno valore in base a ... ma in realtà esistono "condizioni" che sono diverse, né meglio né peggio. Ognuna con una motivazione e una storia.

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 460

Activitypoints: 1,422

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

17

Monday, November 18th 2019, 7:54pm

Nell'approccio stile Monica Bellucci nel film Malèna (mi metto una sigaretta in bocca e arriva uno sciame di uomini che mi offre l'accendino)


non conoscevo questo film.
Malena ultimamente si sente nominare per altri tipi di film...

non si capisce cosa intendi con "conoscere ragazzi", perchè hai detto che non vuoi nè il fidanzato, nè creare legami amicali.

Bonus

Giovane Amico

Posts: 136

Activitypoints: 440

Date of registration: Jan 15th 2018

  • Send private message

18

Monday, November 18th 2019, 9:25pm

Io credo che tu stia razionalizzando troppo.

Allora, come tutte le cose della vita, se ti sforzi e ti impegni non le ottieni, se sei ricettiva succedono.

Avrai tutti i problemi e i difetti del mondo, ma francamente si fidanzano delle tali imbecilli che il fatto stesso che tu usi correttamente il congiuntivo ti rende più appetibile della massa.
In ogni caso le leggi dell'attrazione passano per dettagli talmente sclerati che è inutile dare la colpa a quello o quell'altro.
Non trovo nessuno perché A B C D...Tutte cazzate.
La gente ti arriva nella vita per caso.

Lascia perdere i film di Tornatore, raccattare la gente per strada è una stronzata.

La verità è che tu non hai il minimo potere su chi incontri. Puoi tenerti pronta, cercare di parlare con gli altri. Ma non hai il potere di farli apparire.
Sai cosa facciamo in realtà? Li allontaniamo.
Con le nostre magagne interiori noi allontaniamo anche le occasioni possibili, o creiamo una tale aria di merda attorno a noi che la gente non si avvicina.

Ora, in questo forum ci sono tonnellate di uomini che hanno fatto post come il tuo a sesso inverso.

Sai che c'è?
Nessuno di loro ne trova una. Ma non semplicemente "una femmina", una persona che abbia un minimo di spessore.
Tu in realtà hai buttato lì una serie di cose che in realtà mi sembra aprirebbero la strada a molti ragazzi.
La chitarra, il cinema, lo sport...
Cioè, ci sarà la depressione e non te ne frega nulla di nulla, ma sappi che ci sono tonnellate di ragazzi incazzati come iene perché si sentono incompatibili con le ragazze, perché si immaginano di fargli due palle così perché magari non hanno il minimo punto di contatto con loro.
Sai com'è, a noi piace leggere, guardare film, la musica, fare sport...Ti ricorda nulla? Beh, ma tanto che cazzo ci parlo a fare con le donne. Non fanno altro che andare a ballare in discoteca e passare ore da Kiko e Tezenis.
Che mica la conosci una a cui piacerebbe che ne so, andare al cinema, o parlare di qualche libro che ha letto.
Ti viene in mente nessuno?

E guarda, avrai le peggio turbe mentali di questo mondo, ma mi prenderei una schizofrenica con la sindrome di Tourette piuttosto che una scema incapace di capire quando caga o quando sta mangiando.

Tu hai spessore.

E voi donne di spessore siete "la speranza".
Tu ti nascondi, ti butti giù, e al tuo posto si mettono in mezzo venti cretine che vogliono fare le veline.

Io non posso dirti dove trovare ragazzi, perché purtroppo gli incontri sono gestiti da caso, da Dio, da Cthulhu o da quel che ti pare, ma non da noi.

Ma al momento in cui l'incontro avviene butta fuori quel che hai.
Perché per quanto sporco e ruvido, è qualcosa, ed è infinitamente meglio del vuoto.

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 285

Activitypoints: 964

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

19

Tuesday, November 19th 2019, 6:49am

Non uso il quote perché da cellulare è un casino.
La tecnica del "non approcciarti tu per prima" (involontariamente)
l'adotto da tipo una vita : zero risultati. Quindi credo non vada bene per me.

Arianna, pensavo più al fatto che qualche uomo poteva prendersela.

Io esco di casa, non faccio scappare nessuno perché alla gente non frega nulla, eppure l'ultimo ragazzo che mi ha approcciato era strano, ma veramente strano del tipo che quando mi ha afferrato per un braccio ho dovuto minacciare di chiamare la polizia per togliermelo dalle calcagne, per il resto non venivo avvicinata in quel senso da qualcosa come sei anni (escludo pure l'approccio di un gagliardo cameriere in una città del profondissimo sud che mi voleva presentare il suo collega - credo proprio mi stesse prendendo per il culo, nel dubbio sono fuggita a velocità della luce).

Juniz intendevo che chi non ha amici forse (non sempre) qualche problemino comportamentale o di atteggiamento lo ha.

Bonus, temo che gli interessi in comune non contino poi molto in una coppia. Se tu sai di ragazzi che non riescono a trovare ragazze con cui avere in comune passioni e hobby, io pure so di ragazze che hanno i miei stessi interessi e sono felicemente fidanzate e altre, che sempre con le stesse passioni, sono single e più o meno ignorate dal genere maschile in quel senso.
Tra l'altro ad una persona possono interessare la musica e l'arte e allo stesso tempo la cura del proprio aspetto esteriore.

Crobatus, dove ho detto che non voglio un fidanzato? Certo non mi aspetto che arrivi dall'oggi al domani. Intendo conoscere qualcuno da frequentare più o meno assiduamente.

This post has been edited 1 times, last edit by "DaliaBlu" (Nov 19th 2019, 7:01am)


20

Tuesday, November 19th 2019, 8:22am

Quoted

Però il privilegio di cui si parla a prescindere dall'età è solo quello che riguarda il sesso occasionale e/o trombamicizie e/o frequentazioni dove devi stare con i bagagli pronti e avere zero aspettative di futuro.


Non è mica vero... secondo me invece il problema di molte donne non è il privilegio ma come viene usato che porta a queste conseguenze. Per farti un esempio ho diversi colleghi ormai arrivati a fine carriera ma comunque con ottime posizioni che per motivi appunto di carriera non hanno potuto farsi una famiglia prima. Adesso sono uomini che stanno economicamente bene, stabili, essenzialmente fedeli che se trovassero una donna stabile molto probabilmente anzi quasi sicuramente ci rimarrebbero tutta la vita ma non piacciono... perché? Perché vengono ritenuti noiosi, troppo stabili. Ed ecco che anche la donna matura si butta su categorie di uomini che invece sono propense al tradimento, all'instabilità ecc... ecc...

Quindi non è il privilegio a non funzionare ma come viene usato a portare a certe conseguenze.

Quoted

Perché pensi che esista una scala in cui le persone vengono giudicate per presunto valore misurabile in base a x, y z ... ?


Perché è così... tutti veniamo valutati in modo conscio o inconscio ma la mente umana tende sempre a fare valutazioni per comparazione e creare delle classifiche virtuali in cui spesso lo zero (il modello base di paragone) è rappresentato o dai genitori o da modelli fossilizzati in fase preadolescenziale.

This post has been edited 1 times, last edit by "Ryoma" (Nov 19th 2019, 8:54am)


21

Tuesday, November 19th 2019, 1:52pm

Juniz intendevo che chi non ha amici forse (non sempre) qualche problemino comportamentale o di atteggiamento lo ha.
In realtà l'essere totalmente "sano" psicologicamente non esiste.
Chi piu' chi meno tutti abbiamo problemi, la differenza è averne piu' o meno consapevolezza.

Per farti un esempio, la "personalità depressiva" che si chiude in sé stessa e alza una difesa verso il mondo, e quella che invece si conforma totalmente agli altri, si adatta a tutto e a tutti pur di essere accettata.

Nel primo caso puo' essere una persona che si isola e risulta ostile, nel secondo una (e ce ne sono) che pur di non restare sola si è sposata, ha fatto figli, a lavoro è "amica" di tutti e via dicendo.

In apparenza la prima ha piu' contatti dell'altra. Ma c'è una matrice, che puo' definirsi simile per entrambi, ovvero tutti e due di difedersi dalla sofferenza di un rifiuto, dal senso di inadeguatezza, solo che lo fanno in modo opposto.

La quantità di "amici" che uno ha, come ogni valutazione di superficie è un indicatore relativo.

Perché è così... tutti veniamo valutati in modo conscio o inconscio ma la mente umana tende sempre a fare valutazioni per comparazione e creare delle classifiche virtuali in cui spesso lo zero (il modello base di paragone) è rappresentato o dai genitori o da modelli fossilizzati in fase preadolescenziale.

Non credo di essere proprio "l'ultima" in quanto conoscenze di psicologia e dintorni sul forum, ma sinceramente ... non mi risulta.

Nel senso che, la mente fa valutazione e comparazioni: Fin qui ok ... ma cosa c'entra con il rinforzo di un giudizio ?

In apparenza, chi ha piu' amici puo' sembrare (a livello di percezione) meglio di chi si isola, questo è da considerarsi pero' bisogna andare OLTRE questo e non confermarlo dicendo: E' così.

Allora le soluzioni sarebbero matematiche come farti piu' amici per "apparire" (fomentando la maschera dell'Io) meglio, o come dicevi prima, cercare un uomo forte o debole a seconda ... (questa la trovo assurda)

E qui mi chiedo, un uomo "forte" come lo è stato Cristo, Gandhi ... o un uomo forte tipo Trump ?

Anche qui il concetto di forza e debolezza, basato su cosa ?
Sulla legge della clava, chi la sbatte in testa con piu' muscoli è quello forte e chi subisce la mazzata il debole ?

Ripeto nella mia profonda ignoranza di psicologia, mi hanno insegnato falsità del tipo che concetti forte/debole a livello di personalità non esistono. Il forte, inteso chi ha potere sull'altro, e lo domina, è una personalità dall'ego profondamente e drammaticamente ferito che si è adattata in questo modo. In altre parole è un debole che indossa una maschera ma nel suo io, trema di terrore, e l'unica difesa che ha è mostrarsi "dominante". In casi estremi siamo di fronte un disturbo narcisistico (oggi, purtroppo una parola molto di moda) che per definizione è "incurabile".

una persona realmente "forte", non ha bisogno di un debole a seguito. Una persona forte è così saggia da essere capace di entrare in relazione con il prossimo senza bisogno di dominarlo ma semplicemente "ispirarlo" profondamente, come hanno fatto i piu' grandi "maestri" della storia. Quelli che io personalmente reputo "uomini forti".

Stesso discorso per le donne "forti".
Donne dalla grande empatia, carita e compassione per il mondo e con enorme capacità di donare amore. Non donne che assoggettano un poveretto agganciandosi sui suoi problemi affettivi. Quelle sono donne "irrisolte" a mio giudizio.

Per carità di Dio se uno vuole vivere questo "film" va bene, chi sono io per giudicare ? Ma personalmente le trovo delle alternative "patologiche" che non portano benessere né alla persona e neanche al resto della comunità.

22

Tuesday, November 19th 2019, 1:55pm

Credo lei intenda ragazzi belli o perlomeno sicuramente in situazioni migliori della sua.
Non sta cercando un ragazzo o uomo nella sua stessa situazione.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

23

Tuesday, November 19th 2019, 4:13pm

Quoted

In apparenza, chi ha piu' amici puo' sembrare (a livello di percezione) meglio di chi si isola, questo è da considerarsi pero' bisogna andare OLTRE questo e non confermarlo dicendo: E' così.


L'oltre è un problema di una fase già avanzata di cui puoi preoccuparti dopo. Il punto è che te puoi essere una persona eccezionale ma se vieni scartato nella prima fase a che serve essere migliore se le tue chance si azzerano prima ancora che qualcuno possa interessarsi a come sei oltre?

Quoted

Allora le soluzioni sarebbero matematiche come farti piu' amici per "apparire"


Ma in tanti casi le relazioni umane sono a tutti gli effetti matematiche. Io utilizzo dei modelli comportamentali nelle trattative che sono sostanzialmente sempre gli stessi. La bravura sta nel fare le correzioni al volo durante il colloquio ma in generale piacere è quasi sempre un qualcosa di gestibile salvo avere problematiche veramente clamorose ed evidenti. Per fare un esempio io ma allo stesso modo tanti miei colleghi abbiamo avuto donne decisamente più belle di quello che ci saremmo "meritati" perché siamo talmente abituati a gestire le decisioni altrui che anche nella vita privata riusciamo a manipolare la scelta. Questo dimostra anche che fa più il carattere e la conoscenza spesso e volentieri che non avere un fisico pazzesco o un viso bellissimo.

Quoted

E qui mi chiedo, un uomo "forte" come lo è stato Cristo, Gandhi ... o un uomo forte tipo Trump ?


Questo non ha mai avuto alcuna importanza se non per chi sceglie. È come voler stabilire cos'è bene o male in assoluto quando in realtà son concetti personali e soggettivi o se proprio vogliamo possono avere coniugazioni di massa ma certamente non assolute.

Quoted

Anche qui il concetto di forza e debolezza, basato su cosa ?


Su quello che vuoi... se voglio una donna forte è perché probabilmente sono uno che non vuole decidere e preferisco avere accanto qualcuno dominante. Al contrario se voglio decidere tutto io cercherò una donna che caratterialmente vuole stare sottomessa. Poi ovviamente ci sono situazioni sottili in cui non è palese chi decide e chi subisce con tutte le varie sfumature del caso ma in generale è palese che ognuno sceglie in base a concetti arbitrari che valgono per se e se soltanto.

Quoted

Sulla legge della clava, chi la sbatte in testa con piu' muscoli è quello forte e chi subisce la mazzata il debole ?


È una visione semplicistica ma diciamo che per certi versi rappresenta la realtà. In generale direi che la forza oggi è meno un aspetto muscolare e più un aspetto economico psicologico. Detto ciò è palese che chi dispone di un ego forte e di possibilità economiche solide può esercitare una forza che un disoccupato depresso non potrà mai nemmeno sognarsi non a caso oggigiorno la società si sta estremizzando con classi sempre più benestanti e classi sempre più povere. Son aspetti di società, economia, politica del tutto concatenati.

Quoted

Il forte, inteso chi ha potere sull'altro, e lo domina, è una personalità dall'ego profondamente e drammaticamente ferito che si è adattata in questo modo. In altre parole è un debole che indossa una maschera ma nel suo io, trema di terrore, e l'unica difesa che ha è mostrarsi "dominante". In casi estremi siamo di fronte un disturbo narcisistico (oggi, purtroppo una parola molto di moda) che per definizione è "incurabile".


Assolutamente e per niente concorde. Questa è una delle possibili varianti del "forte" ma non per forza l'unica. Io conosco persone innatamente predisposte a essere dominanti, io stesso tendo ad esserlo eppure non è che abbia traumi o chissà che. È come quando si sostiene che si nasce "buoni" che è una cosa per me totalmente falsa... c'è chi nasce con l'indole alla violenza che se anche crescesse nel migliore ambiente possibile comunque tenderebbe a essere violento e chi nasce con una indole "buona" che anche crescendo a Scampia è una persona onesta e buona. Certo l'ambiente conta tanto e non dubito che ci siano "falsi forti" come tu sostieni figli di traumi ma sono persone che tendenzialmente perdono quella forza non appena si scontrano con situazioni in cui non sono di gran lunga dominanti. Quelli invece che fanno paura son quelli che hanno una indole tale da avanzare anche in situazioni di svantaggio, quelli che sono schiacciasassi o macchine. Se io dovessi affrontare una persona forte ma emotiva non ho alcun problema, non mi fa paura. Se devo affrontare qualche mio collega avrei eccome paura perché so di cosa è capace per di arrivare a obiettivo e so di cosa sono capace io ed è una guerra da evitare per entrambi.

Quoted

una persona realmente "forte", non ha bisogno di un debole a seguito. Una persona forte è così saggia da essere capace di entrare in relazione con il prossimo senza bisogno di dominarlo ma semplicemente "ispirarlo" profondamente, come hanno fatto i piu' grandi "maestri" della storia. Quelli che io personalmente reputo "uomini forti".


Questa è una pura utopia. Nella realtà, in un mondo di risorse finite per ogni persona di successo c'è bisogno di un monte di cadaveri pari all'altezza che ha raggiunto quello di successo. È un processo inevitabile almeno finché non avremo risorse infinite.

Quoted

Donne dalla grande empatia, carita e compassione per il mondo e con enorme capacità di donare amore.


Certo ma sono spesso martiri delle loro stesse scelte e qualità. Doni, doni, doni e poi? E poi magari alla fine ti ritrovi che la persona a cui hai donato tutto prende e va da chi non dona niente e pensa per se. Sinceramente ho più rispetto per chi è furbo e fra i due estremi non sceglie nessuno dei due e opta per un compromesso di comodo piuttosto che per essere un martire dell'una o dell'altra parte.

24

Tuesday, November 19th 2019, 5:03pm

Parliamo due lingue troppo diverse per poter comunicare e avere un arricchimento reciproco di vedute.

Nel senso, potrei quotare e rispondere, ma perderei (e perderesti) tempo per cercare di "far passare" un concetto da una parte all'altra.

Quello che penso e dico, lo baso su una serie di conoscenze che mi sembra per te pare non esistono né sussistono. E per me è la stessa cosa riguardo quello che dici tu.

25

Tuesday, November 19th 2019, 8:30pm

Parliamo due lingue troppo diverse per poter comunicare e avere un arricchimento reciproco di vedute.

Nel senso, potrei quotare e rispondere, ma perderei (e perderesti) tempo per cercare di "far passare" un concetto da una parte all'altra.

Quello che penso e dico, lo baso su una serie di conoscenze che mi sembra per te pare non esistono né sussistono. E per me è la stessa cosa riguardo quello che dici tu.

Io nel tuo caso darei ragione a juniz
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 285

Activitypoints: 964

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

26

Tuesday, November 19th 2019, 11:27pm

Sì vero, deve essere in una situazione migliore della mia dunque bello almeno come Brad Pitt e potente quanto Trump, saggio come il Dalai Lama e colto come Pico della Mirandola. Se le cose vanno fatte, vanno fatte per bene o nulla.
Non mi accontento di nulla di meno, diamine!

This post has been edited 3 times, last edit by "DaliaBlu" (Nov 19th 2019, 11:43pm)


DaliaBlu

Giovane Amico

  • "DaliaBlu" is female
  • "DaliaBlu" started this thread

Posts: 285

Activitypoints: 964

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

27

Tuesday, November 19th 2019, 11:46pm

A parte tutto, non ho particolari mire, vorrei conoscere ragazzi della mia zona, dal vivo, tutto qui. Poi ognuno è libero di non crederci ed è anche libero di non partecipare al thread nel caso.

This post has been edited 1 times, last edit by "DaliaBlu" (Nov 19th 2019, 11:51pm)


Crobatus

Utente Fedele

Posts: 460

Activitypoints: 1,422

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

28

Wednesday, November 20th 2019, 12:33am

Juniz riesci sempre a far casino....

comunque Dalia, le app internet le lascerei perdere, sono piene di maiali e non sai mai chi trovi.
poi soprattutto a meno che non sei in una grande città come Milano o Torino, quanti saranno gli iscritti della tua zona? il 5% del totale dei tuoi coetanei, se va bene.

escludendo risposte banali tipo palestra (io le abolirei) o simili, io proverei semplicemente a sedermi a un bar o ad un parco...
nel dubbio se non ti senti sicura -viste le preziose risorse allogene che circolano nelle nostre città- mettiti uno di quegli spray al peperoncino tra le tette.
io nel mio istinto innato di protezione ne ho regalati già 3 o 4, pur senza un particolare interesse per le riceventi...

29

Wednesday, November 20th 2019, 8:16am

Quoted

Quello che penso e dico, lo baso su una serie di conoscenze che mi sembra per te pare non esistono né sussistono. E per me è la stessa cosa riguardo quello che dici tu.


Juniz non dico assolutamente questo sono e rimango convinto che tu abbia delle conoscenze e che esse siano parte della realtà. Non metto in dubbio che siano vere, non metto in dubbio che tu in molti casi hai ragione semmai quello che metto in dubbio è quando in ALCUNE affermazioni a mio parere sei troppo categorica.

Per farti un esempio il forte che viene da una frustrazione o da un trauma o altre cose del genere per me è in taluni casi un dato ovvio, scontato ma non la totalità anzi oserei dire che nel mondo competitivo questi rappresentano la fascia bassa quelli che come giustamente dici sono forti per nascondere la reale debolezza, gente che non farà mai il salto di qualità e resterà sempre a tormentare i livelli minimi. Quindi non dico che le tue conoscenze non valgano o che siano sbagliate... io rispetto le tue conoscenze ma in certi caso trovo limitante pensare che tutto il mondo giri in quel modo perché nella tua visione tra le righe (poi posso pure sbagliarmi eh) ci leggo un senso di giustizia super partes.... quello fa il "grosso" perché è traumatizzato è come dire che l'umanità è fondamentalmente buona e solo a causa di certi eventi si può degenerare una visione che perdonami ma rifiuto con tutto me stesso e anzi accetterei piuttosto l'opposto.

Quoted

comunque Dalia, le app internet le lascerei perdere, sono piene di maiali e non sai mai chi trovi.


Assolutamente e totalmente daccordo. Sulle app raccatti il peggio degli uomini e delle donne. Da evitare come la peste.

Quoted

Sì vero, deve essere in una situazione migliore della mia dunque bello almeno come Brad Pitt e potente quanto Trump, saggio come il Dalai Lama e colto come Pico della Mirandola. Se le cose vanno fatte, vanno fatte per bene o nulla.
Non mi accontento di nulla di meno, diamine!


Ma non è questione di trovare un dio... però avere un minimo di ideale aiuta. Lo saprai se preferisci il tipo intellettuale o lo sportivo, se preferisci uno tranquillo che sta a casa a vedere un film con te sul divano o uno che tutte le sere è disco. Ora io non pretendo di fare un identikit ma se cerchi qualcuno che ti piaccia veramente un minimo di idee chiare devi averle. Se poi ti va bene qualsiasi ragazzo carino più o meno della tua età non capisco il problema... esci, vai al bar, al pub, in palestra, in qualsiasi luogo di ritrovo e ne hai una pletora a disposizione. Posso capire il problema se cerchi UN tipo di ragazzo ma se ti va bene qualsiasi ragazzo della tua zona e della tua età basta uscire.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,066

Activitypoints: 6,212

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

30

Wednesday, November 20th 2019, 11:42am

Quoted

Però il privilegio di cui si parla a prescindere dall'età è solo quello che riguarda il sesso occasionale e/o trombamicizie e/o frequentazioni dove devi stare con i bagagli pronti e avere zero aspettative di futuro.


Non è mica vero... secondo me invece il problema di molte donne non è il privilegio ma come viene usato che porta a queste conseguenze. Per farti un esempio ho diversi colleghi ormai arrivati a fine carriera ma comunque con ottime posizioni che per motivi appunto di carriera non hanno potuto farsi una famiglia prima. Adesso sono uomini che stanno economicamente bene, stabili, essenzialmente fedeli che se trovassero una donna stabile molto probabilmente anzi quasi sicuramente ci rimarrebbero tutta la vita ma non piacciono... perché? Perché vengono ritenuti noiosi, troppo stabili. Ed ecco che anche la donna matura si butta su categorie di uomini che invece sono propense al tradimento, all'instabilità ecc... ecc...

Quindi non è il privilegio a non funzionare ma come viene usato a portare a certe conseguenze.



Se vogliono farsi una famiglia, questi uomini maturi per giuste ragioni biologiche cercano donne più giovani, non loro coetanee come me e altre ultra 40enni. Devono pur avere il tempo di sfornare uno-due pargoli senza patemi :rolleyes:
Poi può darsi che cercando donne più giovani vengano ritenuti "bolsi". Sai la gioventù ha necessità di friccico , farfalle, passionalità...

il "privlegio" di cui in modo un po' mezzo incel si parla è semplicemente quello dell'appetibilità sessuale.
e per le donne ultra40enni, se sono anche solo a malapena guardabili manco belle o particolarmente "bone" allarga la "platea" dai 20 ai 100 anni. A prescindere da quello che cercano , infatti tante vorrebbero un secondo matrimonio o ancora il primo, o un compagno affidabile e affettuoso. O come me non cercano proprio niente :) (e credo , limitatamente al mio caso, che sia questa mia olimpica indifferenza quello che in quest'anno di m.... mi sta procurando un'infinità di occasioni non richieste e non interessanti, pare funzioni da afrodisiaco :rolleyes: )

Dalia, tornando a te: le cose più operativamente utili ti sono state già dette. Cerca-crea un contesto e approccia con intraprendenza adeguata alla persona reale che ti troverai di fronte. Quasi sempre per conoscere-rompere il ghiaccio è sufficiente non partire a mille e mettersi semplicemente in ascolto dell'altro, poi si vede come andare avanti e se è il caso di andare avanti.

poi boh , di Tinder dicono peste e corna e forse è vero, ma noto che molti ci trovano quello che cercano e sembrano soddisfatti.
non credo che rischieresti di più che ad aspettare di essere abbordata con lo spray al peperoncino in mezzo alle tette :assi: (però è un pensiero a suo modo affettuoso regalarlo, Crobatus :))

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests